Robbins

Robbins51981

Potrebbe piovere e fare nebbia

La vera crisi prende l'Italia del sud.

Abbiamo regioni con il pil procapite un terzo di meno della media delle regioni del nord o del centro.

Insisto, non è una mia idea naturalmente,fin quando la legalità non verrà ristabilita non si può parlare di nessun sviluppo .

La legalità non è solo la criminalità organizzata ma anche la multa non pagata o il tributto non riscosso. 

Ci sono luoghi dove è già così? 

Assolutamente si.

Purtroppo troppo pochi 

 02/12/2018 10:26:30
pastrank

pastrank32706

Den som är satt i skuld är icke fri

Robbins, ma infatti. C'e' molta differenza con Milano. Sono convinto che fuori dalla situazione europea che media (Milano, ripeto, e' piu' simile a Monaco che a Roma, e qualcuno dovrebbe spiegarmi perche' una regione ricca dovrebbe accettare di andare a fondo perche' le altre non vogliono cambiare), l'Italia unita durerebbe tre anni, salvo fare le cose che andrebbero comunque fatte anche in Europa.

 02/12/2018 16:01:24
abc12345

abc1234554786

Probitas

Nessuno ha citato il dramma della globalizzazione; dal 2001, per l’apertura ai mercati orientali tramite il WTO, dobbiamo competere con la Cina e India (quasi 3miliardi di persone) che hanno costi di produzione 10 volte meno rispetto ai nostri.


L’Italia è stata particolarmente penalizzata perchè era la seconda in Europa come industria manifatturiera. Non illudiamoci quindi; questa crisi durerà decenni e per sopperire all’uscita dal lavoro dei lavoratori anziani dovremo lasciar entrare gli immigrati o le nostre industrie non troveranno manodopera.


Già ora nei settori agricoli e di manovalanza sono tutti extracomunitari a fare la loro parte mentre i nostri giovani laureati sono costretti a pensare all’estero. L’anno scorso ne sono partiti ben 250mila. Questi sono i dati che contano...restano solo speranza, attesa e “speriamo che io me la cavo” ha scritto un ragazzino napoletano in un compito in classe.

 08/12/2018 08:17:21
FlavioBertamini

FlavioBertamini55704

Dead man walking

Alla fine del 2018, c'è un'unica soluzione sicura: emigrare!

 09/12/2018 15:43:52
Rosa_dei_Venti

Rosa_dei_Venti63576

Comunicatrice

FlavioBertamini, Where? Dai cugini?, dagli anglosassoni, deutschland o paeselli per pensionati arzilli???? No me ne sto in Italia, qui ho casa lavoro e affetti.

 09/12/2018 16:16:09

non è una crisi ...è un sistema economico che ha cambiato verso in modo subdolo e lento ...

hanno eroso lo stato dalle fondamenta ,dal controllo della moneta :    

la moneta non è degli stati ma è privata ,perché la banca centrale è indipendente da tutti gli stati e non è prestatore di ultima istanza dei titoli di stato ,

la banca centrale si assicura la stabilità dei prezzi e niente d'altro ... questo comporta un inflazione stabile che tradotto significa niente più piena occupazione ,in quanto la piena occupazione si ottiene con deficit di bilancio che investe in ogni ambiente dello stato che ha bisogno ,

già il deficit di bilancio al 3% è un assurdità ,in quanto il deficit deve essere legato al bisogno di liquidità di uno stato non un numero così a caso

il pareggio di bilancio è una follia in quanto non immette liquidità ma obbliga a prendere il denaro dalle tasse ,quindi crisi infinita ,

il deficiti che si avvicina allo 0 ....come vorrebbero significa la fine del welfare sociale come lo conosciamo perché lo stato non potrebbe spendere per mantenere l'apparato sociale che ci divide dal terzomondo ,

poi mettiamoci anche il ripagamento del debito ,che è diviso in tre parti 

debito verso esteri 

debito verso cittadini 

risparmi ...in teoria si dovrebbe ripagare il debito verso estero...ma la psicotica politica europea vuole che si ripaghi tutto il debito ...significa regalare all'europa tutta la nostra ricchezza ,risparmi ,immobili... una follia ...

che dire siamo nella merda ...solo uscendo o demolendo le regole a botta di maggioranza europea ...

 10/12/2018 14:45:16
FlavioBertamini

FlavioBertamini55704

Dead man walking

Tobias24, c'è da dire che nel 2008 la crisi è stata mondiale, ed il nostro ingresso nella moneta unica (grazie a Prodi ...) è avvenuto in condizioni di grave impreparazione, e credo, anche in deroga ai principi generali (es. il nostro debito pubblico già allora eccessivo). Purtroppo, la crisi ha colpito l'Italia in modo più pesante, specie in termini di crescita economica, e non poteva essere altrimenti, vista l'organizzazione reale della Ue, molto più interessata alla finanza, che al benessere dei suoi cittadini. Ovvio che certi sbagli, rischiano di costare cari: sia ritrovarsi in una situazione simil-Grecia, che nell'opzione Italexit! Ma seguire le attuali indicazioni dei commissari europei, cioè smantellare welfare e contrarre i redditi, significa lacrime e sangue proprio per la parte più povera della popolazione italiana.

 11/12/2018 07:22:59
FlavioBertamini

FlavioBertamini55704

Dead man walking

Tobias24, intanto abbiamo ricevuto l'ennesimo ultimatum dalla Ue (in pratica si sono sentiti presi per il c....), ma le cose potrebbero diventare più complicate:

https://www.corriere.it/economia/18_dicembre_10/roma-bruxelles-ancora-lontane-commissione-ue-tagliare-06percento-115f0e7a-fcc0-11e8-9879-765e1cc1d300.shtml

 11/12/2018 07:38:44
Rosa_dei_Venti

Rosa_dei_Venti63576

Comunicatrice

in risposta a ↑

FlavioBertamini, E i nostri "statisti" non sanno che pesci pigliare, prima rimandano a tempi migliori RdC, poi notizia recente vogliono anticiparlo, ma ora mi domando a chi spetterà???

 11/12/2018 08:15:22
Rosa_dei_Venti

Rosa_dei_Venti63576

Comunicatrice

in risposta a ↑

FlavioBertamini, Ahimè giustissimo e sempre così, piove sempre sul bagnato. I diritti acquisiti nel dopoguerra, stanno già scemando, c'è chi ha fatto in tempo a vederli nasce e ......

 11/12/2018 08:17:35
in risposta a ↑

FlavioBertamini, tanto l'europa ha i giorni contati ...in francia sono quasi alla rivoluzione e macron non può far finta di niente ...se non cederà sarà la fine per il sistema ...perché i francesi non scherzano ,e se cederà e aumenterà il deficit allora non potranno di certo sanzionare l'italia ...sarebbe troppo evidente ...inoltre ad aprile si vota e il parlamento verrà stravolto 

 11/12/2018 09:24:35
FlavioBertamini

FlavioBertamini55704

Dead man walking

in risposta a ↑

Tobias24, hai messo il succo dell'articolo del Corriere che ho postato.

 11/12/2018 09:38:41
FlavioBertamini

FlavioBertamini55704

Dead man walking

in risposta a ↑

Rosa_dei_Venti, e quanto verrà a costare (tutte cose che si dovrebbero sapere se è vero che sono in stampa 6 mil di tessere)!

 11/12/2018 09:40:10
in risposta a ↑

FlavioBertamini, e non l'ho neanche letto ... ormai tutti lo sanno che è solo una sceneggiata ...

 11/12/2018 09:58:08 (modificato)
Rosa_dei_Venti

Rosa_dei_Venti63576

Comunicatrice

in risposta a ↑

FlavioBertamini, scusa ma è triste o è default o è furto nelle tasche dei privati, nessun comm.

 11/12/2018 11:05:04
FlavioBertamini

FlavioBertamini55704

Dead man walking

 11/12/2018 12:13:31
Rosa_dei_Venti

Rosa_dei_Venti63576

Comunicatrice

in risposta a ↑

FlavioBertamini, nON TI TROVAVO PIù....

è lo stesso articolo di cui ti parlavo non ricordo in quale post, c'è già la pensione di cittadinanza da gennaio, ma il resto è tutto un mistero come coprire sta spesa.

Per il RdC e pensione cmq richiedono una soglia ISEE bassissima e vanno a guardare il nucleo e non solo, qui non so se c'è scritto ma qualcuno mi ha detto che vanno a vedere anche chi vive sotto lo stesso tetto, certo se uno si mette la residenza da un'altra parte dovrà dimostrare a che tittolo ci sta e con che soldi paga l'affitto, mi sembrqa logico. Comunque ombre e dubbi ce ne sono questo si che è un METTITI ALLA PROVA,.....ndr

 11/12/2018 12:25:50
FlavioBertamini

FlavioBertamini55704

Dead man walking

in risposta a ↑

Rosa_dei_Venti, nell'articolo ad un certo punto dicono che già sanno chi può percepire il ReC. Ma il comune cittadino cosa dovrebbe fare per saperlo ad es.? Quanti saranno i beneficiari in tot.?

 11/12/2018 13:28:26
Rosa_dei_Venti

Rosa_dei_Venti63576

Comunicatrice

in risposta a ↑

FlavioBertamini, Gentile amico, sino a che la manovra non è legge, verba volant scripta manent...bisogna aspettare c'è troppa legna sul fuoco...

 11/12/2018 13:33:27
Rosa_dei_Venti

Rosa_dei_Venti63576

Comunicatrice

@FlavioBertamini ho trovato questo è di 6 ore fa....

https://www.tpi.it/2018/12/11/reddito-di-cittadinanza-2018/

ma è tutto cliccabile, per leggerlo ci vuole una vita, sorseggiamolo tanto può cambiare!

 11/12/2018 13:36:30

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader