ilmiozio

ilmiozio203571

Estremista di destra e di sinistra

È morto un cinese +

È morto un cinese +

Pace all'anima sua.

La Cina ha quasi un miliardo e mezzo di abitanti.

In questi giorni i media italiani (quasi tutti) si sono preoccupati di farci sapere che uno di questi è morto per polmonite sars.

A voi sembra una cosa seria, una barzelletta, uno scherzo, o qualcosa mi sfugge? 


Allego due titoli a caso.

https://www.lastampa.it/esteri/2020/01/11/news/cina-primo-morto-di-polmonite-il-virus-e-della-famiglia-della-sars-1.38315158

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2020/01/11/cina-primo-morto-per-polmonite-sars_6d6a1dcb-f8d0-43cf-96ba-03a7f94713ec.html

 12/01/2020 19:26:34
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
110 commenti
MajinVegeta

MajinVegeta45922

Otaku a tempo pieno

Con la Sars cercarono di distrarre dagli argomenti dell'epoca e ora ci riprovano, solita vecchia storia.

 12/01/2020 19:28:42
ilmiozio

ilmiozio203571

Estremista di destra e di sinistra

MajinVegeta, Ma almeno potevano inventarsi qualcosa di nuovo!

 12/01/2020 20:11:18
MajinVegeta

MajinVegeta45922

Otaku a tempo pieno

in risposta a ↑

ilmiozio, Hanno colto la prima "occasione" che gli è venuta in mente!   

 12/01/2020 20:14:39

Che l'anima esista è opinabile e non dimostrato, per cominciare. 

Mi metto in prima fila nel leggere le future... 


 12/01/2020 19:30:42
RobertoMontanari

RobertoMontanari101299

Naufrago

La Sars è un virus piuttosto pericoloso. Nel caso di epidemia si devono prendere provvedimenti urgenti per bloccarne la propagazione. Non è la prima volta che dalla Cina passa in altre nazioni.  A me sembra una notizia abbastanza importante.

 12/01/2020 20:36:31

RobertoMontanari, lo è anche per me. 

Continuo a rimanere in "prima fila". 

 12/01/2020 20:37:48
ilmiozio

ilmiozio203571

Estremista di destra e di sinistra

RobertoMontanari, Sai quanti sono stati i morti totali nel mondo a causa della sars negli anni passati?

 12/01/2020 20:48:09
in risposta a ↑

ilmiozio, io no! 

Si potrebbe cominciare con il dare qualche dato tangibile, e controllabile. 

Così cominciamo ad entrare nel vivo della discussione. 

 12/01/2020 20:50:20
ilmiozio

ilmiozio203571

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

Sanguanel, ok hai ragione. Dammi due minuti, non vorrei ricordare male.

 12/01/2020 20:53:31
in risposta a ↑

ilmiozio, anche due giorni :))). 

 12/01/2020 20:54:14
ilmiozio

ilmiozio203571

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

Sanguanel, Allora. Secondo l'Oms i morti totali nel mondo a causa della Sars sono stati 812 dal 2012 al 2013.

Successivamente si sono verificati nuovi focolai, sto verificando.

_____

Errata corrige: 812 morti dal 2002 al 2003

 12/01/2020 21:01:01
in risposta a ↑

ilmiozio, potresti linkare? Se puoi. 

Domani, con calma, senza furia, ci ragiono sul tutto. 

Nel frattempo, potresti provare tangibilmente? 

Ringrazio anticipatamente. 

 12/01/2020 21:03:57
 12/01/2020 21:06:25
in risposta a ↑

ilmiozio, vabbè! 

Ci riscriviamo. 

Se pensi che io ora sia in grado di aprire un link ti sbagli di non poco. 

Però domani è un altro giorno. 

Rimango in prima fila. 

Alla prossima. 

 12/01/2020 21:15:52
ilmiozio

ilmiozio203571

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

Sanguanel, provvediamo.


 12/01/2020 21:20:28
RobertoMontanari

RobertoMontanari101299

Naufrago

in risposta a ↑

ilmiozio, sono pochi, ma le epidemie sono bloccabili quando sono iniziali. Quando si diffondono è molto più difficile.

Anche i morti per il Boeing Max non erano molti, ma abbastanza per bloccarli a terra e provocare una crisi ad un colosso industriale.

Che poi il giornalismo abbia bisogno di temi nuovi, sono d'accordo con te. Per la verità però le prime pagine sono su ben altro

 13/01/2020 03:39:32
EwaMaria

EwaMaria150066

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

ilmiozio, 2002 e 2003   siamo nel 2020, possibile che non ci siano i dati più recenti?

 14/01/2020 16:21:58
ilmiozio

ilmiozio203571

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

EwaMaria, Domanda molto pertinente .Il 2002\2003 è stato l'anno in cui si sono avuti il maggior numero d vittime (800). Credo che in seguito i casi di morte siano stati pochissimi.

Chiedo conferma a @PaoloVincenti  che di solito è informatissimo.

______

Quanti sono stati i casi di morte per sars dal 2003 ad oggi?

 14/01/2020 17:17:50
PaoloVincenti

PaoloVincenti33376

Stratega del vuoto - SMM

in risposta a ↑

ilmiozio, il virus della SARS è stato dichiarato sotto controllo nel luglio 2003. Nei mesi successivi sono stati segnalati in tutto quattro casi e tre diffusioni accidentali all'interno di alcuni laboratori, ma si trattava di varianti del primo virus. Non sono stati più segnalati decessi. Tecnicamente il virus originario non pone più problemi, proprio per effetto delle quarantene e delle tecniche di contenimento adottate nei paesi colpiti (Cina, Canada e Singapore, soprattutto). Ma in realtà esistono in natura molti virus analoghi, di cui sono portatori vari animali, che possono adattarsi e riuscire a infettare gli esseri umani. Il caso da te segnalato appartiene a questa categoria.

 15/01/2020 07:50:09
ilmiozio

ilmiozio203571

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

PaoloVincenti, Grazie mille. Giro subito la tua risposta a @EwaMaria .

 15/01/2020 11:09:46
EwaMaria

EwaMaria150066

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

ilmiozio, ho letto il commento di @PaoloVincenti , grazie.

 15/01/2020 12:27:13
PaoloVincenti

PaoloVincenti33376

Stratega del vuoto - SMM

Può sfuggire, magari, che non si tratta dei media italiani, ma di quelli di tutto il mondo, Russia e Cina comprese. Può sfuggire che c'è stato un morto, ma i casi sotto osservazione sono 59 nella sola città di Wuhan, di cui 7 estremamente gravi, e che 30 cittadini di Hong Kong che hanno recentemente visitato Wuhan presentano gli stessi sintomi (il mercato del pesce e degli animali vivi di Wuhan è stato nel frattempo chiuso a scopo cautelare). Può sfuggire, infine, che non si tratta di SARS, ma di un coronavirus che presenta alcune affinità con quello della SARS, ma è comunque differente.


I morti per la SARS sono stati circa 800, con un tasso di mortalità relativamente basso (6%) rispetto all'Ebola (90%), a causa del quale i morti sono stati comunque "solo" 280. Ma quando si parla di virus, non è rilevante solo il tasso di mortalità, ma anche la facilità/velocità con la quale il virus stesso si propaga: la celeberrima epidemia di "influenza spagnola", che colpì l'intero pianeta nel 1918 aveva un tasso di mortalità decisamente basso (1%), ma fece milioni di morti.

 12/01/2020 22:18:56
ilmiozio

ilmiozio203571

Estremista di destra e di sinistra

PaoloVincenti, Abbiamo un dato oggettivo + una serie di considerazioni.

Il dato oggettivo è che la sars - a fronte dell'allarmismo planetario a suo tempo procurato -  causò in tutto il mondo 800 morti in un anno.

800 morti in un anno nel mondo rappresentano una percentuale statisticamente irrilevante.

 12/01/2020 23:32:55
PaoloVincenti

PaoloVincenti33376

Stratega del vuoto - SMM

in risposta a ↑

ilmiozio, ti ripeto, il dato assoluto dei morti è oggettivamente limitato, ma non rassicurante. Altrimenti, il ragionamento dovrebbe valere a maggior ragione per i 280 morti dell'Ebola. L'allarme - non l'allarmismo - serve anche a contenere la diffusione di un virus e a prendere tutta una serie di misure cautelari. Dopotutto stiamo parlando di potenziali epidemie, non di malattie cardiovascolari.

 13/01/2020 07:46:06
ilmiozio

ilmiozio203571

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

PaoloVincenti, Ripeto: le tue valutazioni sono interessanti e anche condivisibili, rimangono valutazioni.

Rimane un dato: 850 morti nel mondo in un anno parlano chiaro: fu un falso allarme.

E non mi parlare di prevenzione (perlomeno in quel caso) le scorte di vaccini di cui tutti i paesi si erano dotati finirono in gran parte inutilizzate.

 13/01/2020 16:42:02
PaoloVincenti

PaoloVincenti33376

Stratega del vuoto - SMM

in risposta a ↑

ilmiozio, non capisco il tuo ragionamento. I casi accertati di SARS furono oltre 8000, i morti circa 800. Pochi, in termini assoluti. Ma che significa "falso allarme"?

Non pensi che i morti siano stati relativamente poco numerosi forse anche perché l’allarme fu energico e il più tempestivo possibile? Magari le precauzioni e le barriere protettive saranno anche state esagerate, ma comunque furono efficaci e la temuta pandemia alla fine non si verificò.

Quello che cerco di dire è che la tua è una valutazione fatta con il senno di poi. Un po' come quando si allerta la popolazione e la Protezione Civile per un rischio alluvione, e poi si assiste soltanto a un temporale più forte del solito. Già, che bisogno c'era? Ma se invece l'allerta non  viene data, la situazione si rivela peggiore del previsto e poi annegano 20 persone?

Trattandosi di virus facilmente trasmissibili, la prudenza non mi sembra mai troppa. Specialmente quando ci si trova già in una situazione di pre-emergenza e non si è avuto ancora il tempo di studiare a fondo il meccanismo attraverso il quale il virus può essere trasmesso. Se alla fine i morti fossero stati invece 800mila come si sarebbe commentata l'intera faccenda? Autorità incapaci, apparato sanitario inavveduto e incompetente, media stranamente troppo silenziosi… "Come è potuta accadere una cosa simile? Non si sarà trattato di un complotto sapientemente orchestrato per far fuori le fasce più deboli della popolazione?" 

 14/01/2020 11:17:22

Qualche tempo fa gli Stati Uniti erano preoccupati per i focolai di morbillo in Italia, bollandola come meta a rischio. Non so se sia morto qualcuno di morbillo recentemente, ma se fosse successo e un media statunitense avesse riportato la notizia, magari qualcuno in un blog avrebbe potuto scrivere "Rest in peace: Italians are 60 milions…"


(...ma forse non ho capito contenuto, tono e intenzioni di questo post)

 12/01/2020 23:02:12
ilmiozio

ilmiozio203571

Estremista di destra e di sinistra

Yappappeo, A proposito di morbillo. Hai notato che da qualche mese il termine "morbillo" è pressoché sparito dai giornali, sostituito da un altro termine: "meningite" ?

 13/01/2020 16:44:34
in risposta a ↑

ilmiozio, ...non saprei, personalmente me lo spiego con una diminuzione dei casi di morbillo e con l'emergere di qualche caso di meningite

 13/01/2020 19:34:32
ilmiozio

ilmiozio203571

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

Yappappeo, Sembra che tu abbia fiducia, in generale, dell'informazione. Sbaglio?

 13/01/2020 19:42:13
in risposta a ↑

ilmiozio, ...di certo mi mancano i dati per poter dire che le cose non stiano così (dati che evidentemente tu possiedi, dato che scrivi ciò che scrivi), per cui non posso pronunciarmi - ma magari è un ennesimo complotto

 13/01/2020 19:46:47

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader