Mi pare invece che sia giusto diffondere questa notizia perchè tutti i virus che riguardano l'apparato respiratorio sono altamente diffusivi e poichè le persone si muovono e viaggiano, l'informazione è corretta. Se non lo facessero si direbbe che occultano e mettono a rischio la popolazione mondiale. 

 12/01/2020 23:33:03
ilmiozio

ilmiozio203836

Estremista di destra e di sinistra

minimamoralia, Tu scrivi: Mi pare giusto diffondere questa notizia, e poi spieghi il perchè.

Io ti rispondo che qualsiasi notizia non contestualizzata ovvero presa di per sé è sempre e comunque una notizia quantomeno parziale se non addirittura scorretta.

Poiché io e te già ne parlammo, ti chiedo di ricordare: Quante persone muoiono ogni anno nel mondo causa della "normale" influenza di stagione? (Circa).

Preferisco che sia tu stessa a verificare direttamente sul sito dell'Oms.

Poi se vuoi riprendiamo il discorso.

 14/01/2020 17:31:34
in risposta a ↑

ilmiozio, La normale influenza uccide persone debilitate, anziani o giovani con gravi problemi precedenti l'infezione virale. Quella di cui si tratta invece uccide anche persone in perfetta salute prima dell'infezione e quindi, al di là del numero delle vittime, è molto più rischiosa per tutte le fasce di età e condizioni fisiche. 

 14/01/2020 19:50:45
FrancescoFrank

FrancescoFrank186626

Organizzazione eventi culturali

Non ho capito il nocciolo della questione

 12/01/2020 23:34:50
ilmiozio

ilmiozio203836

Estremista di destra e di sinistra

FrancescoFrank, Non c'è un nocciolo da scoprire. Cercavo spiegazioni.

Riassumo: Il contesto di riferimento è l'informazione (non e la sars in sé).In questi giorni tutti i media hanno diffuso la notizia di un cinese morto per polmonite riconducibile alla sars.

Volevo capire quale importanza potesse avere l'evento da meritarsi le prime pagine.

Considera per esempio, e giusto solo per disporre di un punto di riferimento, che i tumori provocano circa 8-9 milioni di morti all'anno (in aumento secondo tutti gli indicatori) mentre la sars nel suo periodo di massima diffusione ne ha provocato 800.

Tutto qua.

 12/01/2020 23:58:39
in risposta a ↑

ilmiozio, i tumori non sono infettivi e non si diffondono da un individuo ad un altro. 

 14/01/2020 19:52:21
canardu

canardu116891

CEO

Boh, ma che la leggi a fare l'ANSA se il raggio massimo del tuo interesse si ferma al volantino delle offerte del tuo eurospin di fiducia?



 12/01/2020 23:48:54

Mi sembra che tratti potenziali epidemie e tumori sullo stesso piano. 

Non sono la stessa cosa. 

 13/01/2020 08:06:00
ilmiozio

ilmiozio203836

Estremista di destra e di sinistra

Sanguanel, non allunghiamo inutilmente le discussioni con argomenti fantasiosi.

Nessuno pensa siano la stessa cosa, come ho scritto chiaramente lo scopo del raffronto era puramente matematico e serviva per dare la giusta percezione del dato "800 morti" dato che una volta contestualizzato diventa irrilevante a fine statistici.

 13/01/2020 09:01:10
ilmiozio

ilmiozio203836

Estremista di destra e di sinistra

Sanguanel, più chiaramente, si parla di percentuali statistiche: 800 morti, su scala planetaria e distribuiti nell'arco di tempo di un anno, non rappresentano soltanto, come ho scritto prima, un dato trascurabile, ma non rappresentano neppure un dato!

Non so se mi spiego.

 13/01/2020 16:48:47
in risposta a ↑

ilmiozio, ...non mi pare che esistano rischi di "tumori da contagio" (questa si che sarebbe una notizia), mentre la SARS contagiosa lo è. Se uniamo questo al fatto che sta avvenendo nella popolosa e in continua espansione Cina, a mio avviso la notizia è abbastanza rilevante - anche riducendo il tutto a un mero calcolo matematico: più è popolosa un'area, più esponenziale sarà il rischio di contagio e diffusione...

Ma - ripeto - probabilmente non ho ancora compreso il nesso della questione che il post vuole fare emergere

 13/01/2020 19:48:04
canardu

canardu116891

CEO

in risposta a ↑

Yappappeo, tecnicamente il papilloma virus è un "tumore da contagio" perché alcune forme prolungate di contagio risultano in lesioni che evolvono nel tempo in forme tumorali.


Però è proprio per essere pignolo.




 14/01/2020 09:11:20
in risposta a ↑

canardu, da fondazioneveronesi : 


"L’infezione da Papilloma Virus Umano (Hpv, Human Papilloma Virus) è un’infezione molto diffusa, trasmessa prevalentemente per via sessuale. Sebbene nella maggior parte dei casi sia transitoria e priva di sintomi evidenti, talvolta si manifesta attraverso lesioni benigne della cute e delle mucose."


Per via sessuale però, non per via respiratoria. 

 14/01/2020 09:30:28
canardu

canardu116891

CEO

in risposta a ↑

Sanguanel, si, però non c'era la distinzione nel commento di @Yappappeo 



 14/01/2020 09:47:06
in risposta a ↑

canardu, ok. 

 14/01/2020 10:20:39
in risposta a ↑

canardu, il papilloma non è un contagio per via aerea, quindi il grado di diffusione non è paragonabile. 

 14/01/2020 19:54:26
in risposta a ↑

canardu, spero comunque si sia capito il senso del discorso (considerando il contesto da cui è partita la discussione, che personalmente trovo assurdo)

 14/01/2020 20:49:09
canardu

canardu116891

CEO

in risposta a ↑

Yappappeo, si si, stavo solo facendo il fastidioso   

 14/01/2020 21:14:59
Tommy

Tommy31791

A parte la scelta dell'esempio (la morte per sars di un essere umano.

Ah, ma è cinese! allora è tutt'altra cosa, in fondo sono un miliardo e mezzo!

Forse è una barzelletta.).


Su una cosa hai ragione: è importante capire *come, dalla miriade di fatti che il Divenire produce ogni giorno, emergono le notizie*.


Chi le sceglie? 

Con quali criteri vengono scelte? 

In base a quali interessi?


Coloro che hanno il potere di farlo (un potere probabilmente distribuito su poche persone, proprietarie dei media più influenti) possono condurre interi paesi verso l'una o l'altra destinazione sociale e/o democratica.


Le nostre scelte individuali, rispetto a un simile potere sono poco influenti.


Almeno finché non emerge uno *spirito critico* abbastanza diffuso da riuscire a limitarlo.



 14/01/2020 08:08:35
RobertoMontanari

RobertoMontanari101524

Naufrago

Tommy, a sentire i giornalisti saremmo proprio noi a guidare la scelta, ma non in modo individuale bensì collettivo, cioè in un modo di cui abbiamo scarsa consapevolezza. Certe notizie "interessano" certe altre annoiano. Poi ogni editore conosce il proprio bacino, e si basa su quel campione...

Ovviamente poi ci sono i complotti, come le armi letali di Saddam, ma quella è un'altra storia

 14/01/2020 09:53:08
Tommy

Tommy31791

in risposta a ↑

RobertoMontanari, noi scegliamo le notizie allo stesso modo in cui i polli d'allevamento scelgono il mangime: ai polli non è consigliabile dare lo stesso mangime dei pesci (forse).


I giornalisti sono il livello intermedio, anche loro sono scelti in base alla strategia e agli interessi dei datori di lavoro.


Sono d'accordo, il complotto è un'altra cosa, nel nostro caso abbiamo una confluenza di interessi.

 14/01/2020 12:42:10
RobertoMontanari

RobertoMontanari101524

Naufrago

in risposta a ↑

Tommy, già.

Qualcuno ha scritto che i polli -come specie animale- sono molto più intelligenti di noi, perché la loro popolazione è superiore alla nostra, ed hanno trovato un'altra specie che si preoccupa della loro alimentazione.

...

Punti di vista

Alle volte mi soffermo ad osservare le galline che abbiamo nel cortile, ed quando è il momento di smettere, perché ho del lavoro che mi aspetta, in qualche maniera le invidio.

...

Volatili a parte, immagino che le "strategie" guidate dagli interessi stiano principalmente nelle agenzie stampa, che sono molto poche; a livello di singole testate penso che il pluralismo sia un antidoto sufficiente a garantire che la strategia del singolo editore sia poco nociva.

Soprattutto ora che con internet le fonti sono più facilmente accessibili.

Certo, di giornalismo di inchiesta ce n'è poco

...

Credo che lo  *spirito critico* da te invocato sia estremamente utile.  Meno utile la posizione di chi si sente ingannato, se lo porta a non rendersi conto che molti macro-fenomeni siamo proprio noi a determinarli (un esempio, in questo senso, sono i consumi: risultato di suggestioni di marketing, o nostre reali debolezze ?)


 14/01/2020 13:14:18
Tommy

Tommy31791

in risposta a ↑

RobertoMontanari, non sopravvalutare il cosiddetto pluralismo.


Anche la Cina ha internet, e probabilmente un certo pluralismo, ma sempre all'interno di una ideologia.


Lo stesso accade a noi: il nostro pluralismo ha precisi confini.


Occidentali, cinesi o arabi, siamo portati a guardare il mondo con un occhio solo.


 14/01/2020 13:27:33
RobertoMontanari

RobertoMontanari101524

Naufrago

in risposta a ↑

Tommy,  l'idealogia -dal mio punto di vista- ha  molte analogie con il branco.

...

Sempre restando all'esempio delle galline che ho nel cortile (di razze ed età diverse) si sono organizzate in un modo interessante.

Alcune vanno dietro ad uno dei galli (che tra loro spesso litigano)

Altre, con il loro "gallo personale" girano in spazi ben distinti

Una (una gallinella anziana, ma piccola) si intrufola dappertutto e sceglie di volta in volta dove mangiare e dove dormire.

...

Non credo che noi si subisca una ideologia

Per i cinesi, la rivoluzione fu veramente una rivoluzione, che poi si strutturò in regime, perchè era il modo più razionale di strutturarsi

Quello che proteggeva di più il branco

...

Noi l'ideologia dell' "omo economicus" non la subiamo

L'approviamo tutti i giorni con le nostre azioni.

Potremmo fare come la gallinella (e qualcuno ci prova) ma il più delle volte ci fa comodo stare con il branco.

L'ideologia siamo noi che la accettiamo.

...

Domenica alla radio si è parlato della persecuzione degli ebrei in Francia

Gestita dal governo Vichy

Con il silenzio assenso di tutti

Quello di "punire gli ebrei" non era un pensiero nazista

Loro lo facevano diventare reale, ma il pensiero era nella gente.

...

Il fatto che "ci interessa più della sars che degli otto bambini affogati qualche giorno fa" è un fatto nostro


E' un fatto che i media conoscono bene

Se scelgono quello che ci interessa, è perchè seguono la logica di mercato

Che è sì una ideologia, ma è quella del nostro branco

Lamentarsi ?

Ok, lamendiamoci, ma dopo ?

Sta a noi stare nel branco o abbandonarlo


Il tema, come al solito, tende ad allargarsi ...

 14/01/2020 14:07:33
Tommy

Tommy31791

in risposta a ↑

RobertoMontanari, provo a spiegarmi in altro modo.


La prima volta che ho letto qualcosa della meccanica quantistica, sono rimasto sconcertato dal fatto che una particella elementare potesse essere sia un onda (cioè una cosa spazialmente molto grande ma immateriale) , che una particella (cioè è una cosa materiale, ma molto limitata nello spazio).


Le 2 idee che avevo in mente erano necessariamente legate da una "o".


L'una "o" l'altra.


Impossibile per me pensare qualcosa che le legasse con la "e".


L'una "e" l'altra.


La mia "ideologia" cioè l'insieme delle idee che avevo in testa, non era in grado di accettare lo "strano oggetto".

Eppure lo "strano oggetto" esiste.

Questo almeno affermano i fisici che lo studiano.


L'aver messo una "e" al posto di una "o", mi ha permesso di capire molti altri aspetti della realtà, che prima non l'avevo preso in considerazione.


Tu stesso me ne hai dato un esempio, scrivi (alla fine del post precedente): 

"risultato di suggestioni di marketing, o nostre reali debolezze ?"


Secondo me al posto della "o" che lega le due frasi, va messa una "e".


Con questo non intendo controbattere tutto ciò che hai scritto, su molte cose sono d'accordo, spero solo di aver chiarito che cosa intendo per "ideologia".


 14/01/2020 15:41:17
ilmiozio

ilmiozio203836

Estremista di destra e di sinistra

Tommy, Apprezzo il commento pertinente e centrato.

Voglio specificare che la frase "È morto uno del miliardo e mezzo di cinesi" non è il preludio di "chi se ne frega" bensì di "perché questa notizia"? Perché questo taglio e questa rilevanza?

Molto chiaramente (certo più chiaramente di me) tu riassumi bene la questione:"Come dalla miriade di eventi che si producono ogni giorno emergono le notizie"?

E come dalla stessa miriade di eventi altre restano invece escluse? (questo lo aggiungo io".)

E una domanda che mi sono sempre posto e che precede le domande classiche che normalmente riguardano i media.

Ho constatato che in generale le persone non sono interessate ai meccanismi di selezione e confezionamento delle notizie che precedono la pubblicazione delle notizie stesse. Credono che ad essere pubblicate siano quelle più "importanti".

Per la verità pare che neanche si pongano la questione.

 14/01/2020 17:45:05
pastrank

pastrank43561

Den som är satt i skuld är icke fri

Tommy,


> Ah, ma è cinese! allora è tutt'altra cosa, in fondo sono un miliardo e mezzo!


Quando fu chiesto all'allora pdc Berlusconi riguardo la pena di morte in Cina


No, non ho parlato di pena di morte con i leader cinesi. D'altra parte bisogna pensare al rapporto con il numero degli abitanti. I cinesi sono talmente tanti.


(Radio Radicale 2-9-2002, da Antologia del ventennio 1992-2012: Il teatrino mediatico italiano)

 15/01/2020 01:25:46

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader