Marcovaldo

Marcovaldo771

Esploratore(ex tastefulstage9000)

Cosa vuol dire "insegnare"?

Cosa vuol dire "insegnare"?

Avete mai avuto occasione di insegnare qualcosa a qualcuno? Senza per forza essere insegnanti? E se sei un'insegnante di qualsiasi livello di studio, cosa ti motiva ad andare avanti? Quali aspetti psicologico ne hanno tratto beneficio in voi? 

 30/11/2019 08:44:26
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
81 commenti
Ghiandaiaimitatrice

Ghiandaiaimitatrice9371

Introversa e molto emotiva

Insegnare, essere a conoscenza di qualcosa che altre persone non sanno, a livello matematico, psicologico, grammatico, italiano, storico e scientifico per fare degli esempi   studiare delle informazioni e farle proprie attraverso le scuole   la specializzazione nei dettagli che possono fare la differenza.

Insegnare è un'arte, non tutti sono bravi insegnanti, perché per rendere l'insegnamento piacevole ci vogliono degli esempi efficaci, e un coinvolgere gli alunni toccando il cuore   

Sono una persona spirituale, e cerco di insegnare le verità bibliche compiendo un'opera di ricerca alle persone meritevoli, e provo diletto nel vedere le persone che ascoltano il mio modo di rivelare le verità della bibbia   mi dedico a trasmettere insegnamenti biblici

 30/11/2019 12:13:03
Marcovaldo

Marcovaldo771

Esploratore(ex tastefulstage9000)

Ghiandaiaimitatrice, complimenti e grazie per il tuo intervento   

 30/11/2019 12:49:00
Ghiandaiaimitatrice

Ghiandaiaimitatrice9371

Introversa e molto emotiva

in risposta a ↑

Marcovaldo, tu insegni qualcosa?   

 30/11/2019 12:57:55
Marcovaldo

Marcovaldo771

Esploratore(ex tastefulstage9000)

in risposta a ↑

Ghiandaiaimitatrice, no. Non sono un'insegnante di mestiere, ma forse per qualche persona insegnerò qualcosa involontariamente. Forse con l'esempio. Ecco, il mio post si rivolge appunto alle due categorie (potremmo cercare di suddividere) di insegnante: il professionista e quella persona/e che incontri nella tua vita, e loro malgrado, ti insegnano qualcosa. Anche un delinquente, può insegnarti qualcosa. Quindi, il concetto dell' insegnare, lo scrivo ad ampio spettro... 

 01/12/2019 10:23:47
Michelle-Doc

Michelle-Doc109076

La dolcezza ottiene più della violenza

Anche io, come @Ghiandaiaimitatrice  insegno le verità scritturali a chi lo desidera.

È una specie di volontariato che svolgo da anni, perché credo fermamente nelle verità bibliche dopo averle lette, studiate e applicate nella vita. Credo che siano (per così dire) la carta d'identità di Dio: li vi è scritto che Persona è e qual è il suo proposito per noi.    


Ti dico la verità :mi sarebbe piaciuto diventare un'insegnante di Letteratura e di Storia. Se avessi continuato gli studi, e avessi intrapreso l'università chissà. 


Bel post!!!!   


 01/12/2019 12:59:18
Marcovaldo

Marcovaldo771

Esploratore(ex tastefulstage9000)

Michelle-Doc, mille grazie, Michelle   

 02/12/2019 12:23:38

Io non sono insegnante di professione, ma spesso vengono da noi dove lavoro i tirocinanti infermieri, che vengono affiancati a ognuno di noi, perciò insegno loro il mestiere , e mi piace, mi dà entusiasmo, perché mi fa sentire viva professionamente,   con un continuo bisogno di rinnovarmi e aggiornarmi, e non fossiizzarmi come si rischia di fare quando si lavora da tanti anni nello stesso posto.

Poi a volte mi improvviso insegnante di storia..o di scienze.o di matematica... a mia figlia che frequenta la prima media.   ieri sera le ho spiegato le potenze in matematica e siamo state fin le nove passate a fare esercizi.

Per quanto riguarda gli insegnanti che ho avuto, sicuramente ho imparato molto quando ho studiato infeemieristica, ho avuto dei bravissimi tutor infermieri (ne ricordo due in particolare che mi sono rimasti ne cuore) che mi hanno davvero insegnato molto, più quelli "sul csmpo", nei reparti, che non quelli a lezione teorica...

A scuola poi odiavo la storia come materia e dopo anni ho capito perché : avevo un'insegnante che non me la faceva piacere. Poi da adulta ho imparato ad apprezzarla grazie a compagni di un movimento di sinistra e anarchici. Ho letto libri, mi sono appassionata ho capito tante cose che non avevo mai compreso prima.

 02/12/2019 07:01:54
Marcovaldo

Marcovaldo771

Esploratore(ex tastefulstage9000)

Carol76, mille grazie per il tuo intervento   

 02/12/2019 12:25:15

Carol76, qual è il nesso storia- movimento anarchico?

 02/12/2019 22:01:04
in risposta a ↑

AntonioAtzeni, ho iniziato a leggere e documentarmi, grazie a persone che ne sanno più di me, su fatti storici a me poco conosciuti...sulla storia di Sacco e Vanzetti e quel periodo storico,sulla guerra civile spagnola, ho poi letto,  grazie a queste persone, Germinal di Zola(meraviglioso ), e iniziato ad essere attiva col sindacato...ho letto Bakunin... ho letto di Giuseppe Pinelli... e potrei elencarne altri... tutti argomenti che a scuola non  erano stati toccati o forse solo accennati.

 02/12/2019 22:18:08
in risposta a ↑

Carol76, così va già meglio!

 02/12/2019 22:19:05
FrancescoFrank

FrancescoFrank181641

Organizzazione eventi culturali

Oggi è stato un bagno di sangue i 2 e i 3 che non son volati.. 

Insegnare è un modo per aiutare il prossimo a guardare il mondo in modo diverso, fare l'insegnante è questo, ma anche tanta burocrazia. Stiamo consegnando al mondo un esercito di asini

 02/12/2019 13:09:52

FrancescoFrank, ecco voti come 2 o 3 mi hanno sempre lasciata perplessa...cioè se é insufficiente é insufficiente, basta un 5, tanto sappiamo che non é sufficiente..ma dare voti come 2 o 3 , per me,significa proprio infierire. Poi io non sono insegnante di professione e mia figlia ha sempre preso dal 7 in su, però dall' esterno la vedo così.

 02/12/2019 13:14:42
Marcovaldo

Marcovaldo771

Esploratore(ex tastefulstage9000)

FrancescoFrank, davvero Francesco? 

 02/12/2019 13:20:01
EwaMaria

EwaMaria147431

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

Carol76, sono d'accordo con te e in disaccordo con @FrancescoFrank . 


I voti, come 2, 3 abbassano la media che diventa irrecuperabile, secondo me questi voti scoraggiano e umiliano  i ragazzi.



 02/12/2019 15:05:23
in risposta a ↑

EwaMaria, esatto, umiliano. 

 02/12/2019 15:32:07
FrancescoFrank

FrancescoFrank181641

Organizzazione eventi culturali

in risposta a ↑

Carol76, ecco infatti. Dare un voto é un'operazione davvero molto delicata. Sono del parere che i ragazzi debbano avere una piena consapevolezza del livello effettivo di insufficienza indicato dal voto. Che poi in fase di recupero dell'insufficienza siamo di larga manica e se gli studenti mostrano un reale interesse a rimediare facciamo davvero di tutto affinché questo avvenga, ma dare 5 per ogni tipo di insufficienza é pura follia, il modo migliore per far prendere sottogamba lo studio. Sopratutto in un contesto scolastico in cui ormai "passano tutti" 

 02/12/2019 16:51:02
FrancescoFrank

FrancescoFrank181641

Organizzazione eventi culturali

in risposta a ↑

Carol76, umiliano? Questi ridevano 

 02/12/2019 16:52:07
FrancescoFrank

FrancescoFrank181641

Organizzazione eventi culturali

in risposta a ↑

Marcovaldo, ooh già

 02/12/2019 16:52:25
in risposta a ↑

FrancescoFrank, capisco, ma allora forse un 4 basta e avanza... a me é capitato di prendere 3 al liceo e per me é stato devastante.

 02/12/2019 17:19:41
in risposta a ↑

FrancescoFrank, altri tempi i nostri allora. Ricordo una prof che ha dato addirittura zero a un mio compagno e ha pure infierito dicendo "se fosse esistito "zero meno", ti avrei dato quello. Ecco questa é violenza psicologica secondo me, umiliare davanti a tutti.

 02/12/2019 17:22:08
EwaMaria

EwaMaria147431

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

Carol76, hai ragione, lo è.


 Come lo è stato quello che ha subito mia figlia nei primi giorni della seconda liceo, che ha difeso un compagno, in tutta riposa la prof. di inglese le ha detto "io ti boccio". 

Non l'ha bocciata perché gli altri prof si sono opposti, ma le ha dato l'esame, superato brillantemente. (Tié, brutta strega di una fallita vendicativa e incapace).


Asini? Dipende dagli esempi dai quali attingono. 

 02/12/2019 17:29:28
FrancescoFrank

FrancescoFrank181641

Organizzazione eventi culturali

in risposta a ↑

Carol76, dipende che classe hai davanti, a volte i voti bassi sono un segno per le famiglie (che in questa classe non si palesano mai) non è giusto nei confronti degli altri. C'è chi ha provato e qualcosa l'ha scritto, perché deve sentirsi equiparato ad uno che ha lasciato il foglio in bianco? Perché uno che merita un 5 deve sentirsi equiparato ad uno che ha sbagliato gran parte del compito? Dare questi voti così gravi costa molto più a me che a loro, totalmente immaturi (e faccio riferimento a questa classe in particolare); ho addirittura eliminato le "tremende" correzioni in rosso, che secondo alcuni assomigliano al sangue (sic!) 

 02/12/2019 17:49:36
FrancescoFrank

FrancescoFrank181641

Organizzazione eventi culturali

in risposta a ↑

Carol76, è una generalizzazione, oggigiorno la maggior parte degli insegnanti è composta da uomini e donne molto più preparati, con caratteri multi-tasking, quasi dei badanti degli alunni, i quali mostrano un'insolenza e una tale immaturità da far venire i brividi. C'è gente che non sa scrivere il suo nome, che ti consegna il compito in bianco e ha il coraggio di alzare la voce quando gli comunichi l'insufficienza.

 02/12/2019 17:53:19
in risposta a ↑

FrancescoFrank, capisco...tempi duri per gli insegnanti oggi...   

 02/12/2019 18:15:49
Marcovaldo

Marcovaldo771

Esploratore(ex tastefulstage9000)

in risposta a ↑

FrancescoFrank, eh si. Di questi, per me l'insegnante è un po' un'eroe. Riuscire a sopravvivere in questa giungla di maleducazione senza perdere l'entusiasmo e la professionalità del tuo mestiere... 

 02/12/2019 20:18:20
FrancescoFrank

FrancescoFrank181641

Organizzazione eventi culturali

in risposta a ↑

Marcovaldo, per fortuna non è la regola; certo è impossibile fare un confronto con le generazioni precendenti

 02/12/2019 20:36:11
Marcovaldo

Marcovaldo771

Esploratore(ex tastefulstage9000)

in risposta a ↑

FrancescoFrank, nn puoi credo: altra epoca, altre tempere e altri problemi.. 

 02/12/2019 20:45:40
FlavioBertamini

FlavioBertamini89159

Dead man walking

in risposta a ↑

FrancescoFrank, io ricordo di aver letto un racconto tanti anni fa, di un maestro elementare appena diplomato, che dovette fronteggiare una "quinta" di ripetenti, quasi suoi coetanei (altri tempi ..). Questi portavano con sè delle fionde, e il neo-maestro riuscì ad imporsi, centrando con una fionda presa in prestito, un povero "moscone", che era entrato per caso in aula. dopodiché seguì il sequestro delle fionde e la prima lezione! Il tutto, meravigliando anche il preside, che temeva per l'incolumità stessa del maestro (supplente?). Purtroppo recuperare il testo cartaceo mi è difficile ...

 09/12/2019 06:06:44
Dianissima

Dianissima77961

Artista e poetessa

Insegnare potrebbe essere fare amare una materia anche se, solitamente sgradevole, ma anche trasmettere passione per la materia trattata, renderla fruibile a tutti o quasi. Ho avuto alcuni ottimi insegnanti di lettere, storia e storia dell'arte, e di disegno e pittura, ho un'amica eccellente storica dell'arte che seguo ancora nei suoi itinerari per la grande passione con cui spiega ogni opera come se avesse conosciuto personalmente l'autore, e con una competenza rara unita ad un linguaggio comprensibile a tutti, è geniale. Io non amo molto insegnare, non lo sento un mestiere adatto a me. Ho insegnato a guidare prima, e a guidare sportivo poi, a mia sorella minore che ha imparato molto bene, ormai 35 anni fa, e mi fa molto piacere che anche mio padre che, da giovane, ha vinto molti premi in gare di gokart, abbia sempre riconosciuto che mia sorella avesse ottima guida. 

 02/12/2019 16:34:59

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader