Rivoluzione

Rivoluzione15951

Business agent for solid waste recycling plants

Non escludo che qualche magistrato abbia seriamente fatto uso della sua posizione per provare a distruggere politicamente qualcuno, magari su input del suo partito di riferimento.

Ciò detto, in Italia tutti i politici quando vengono indagati gridano al complotto e alle inchieste ad orologeria. Qualcuno, giustamente, qualche anno fa parlava di fumus persecutionis. Tuttavia, spesso e volentieri, è emerso che le inchieste avevano pieno fondamento e il politico di turno che ha gridato alla persecuzione nel disperato tentativo di vittimizzarsi e spostare l'attenzione dell'opinione dai crimini a lui contestati al presunto complotto di cui sarebbe stato vittima, alla fine sia risultato realmente colpevole dei reati che gli venivano contestati.

Credo non ci sia una verità assoluta. All'estero, però, c'è il buon costume di dimettersi a prescindere dalla propria innocenza o colpevolezza. In Italia, invece, accade l'esatto contrario.

Finché non scattano le manette rimangono saldamente legati alla propria poltrona.

Sui giornalisti, poi, e sulla qualità del proprio operato stendiamo un velo pietoso.

Penso al caso della casa di Montecarlo di Fini, inchiesta chiaramente orchestrata e ordita dal PDL, probabilmente su impulso di qualche pezzo grosso del partito, come vendetta contro Fini per aver osato criticare pubblicamente il partito e, soprattutto, Silvio. Era palese si trattasse di una vendetta politica eppure la gente non se ne curò minimamente. Di nuovo, non a caso qualcuno parlò di "metodo Boffo".

Ma il tempo è galantuomo. Fini muoveva critiche giuste e sacrosante al PDL e alla sua leadership. Fu preso a calci, cacciato e distrutto politicamente ma il PDL ha comunque avuto vita breve. In pochi anni si è dissolto, è tornata FI ed è nato Fratelli d'Italia e oggi FI è l'ombra di quello che era negli anni d'oro. Aveva torto Fini quando diceva che mancava un vero progetto politico, un gruppo dirigente vero, un momento di dibattito interno ecc. e che il partito era troppo organizzato sul modello aziendalista del capo-padrone che tutto può e tutto decide?

 02/12/2019 14:25:19 (modificato)
ilmiozio

ilmiozio200681

Estremista di destra e di sinistra

Rivoluzione, Io credo che Berlusconi continuerà ad ossessionarvi anche dopo morto.   

 02/12/2019 18:41:00
in risposta a ↑

ilmiozio, e ci credo! Ha qualcosa come 36 procedimenti giudiziari pluri-reato sul groppone.

E reati mica da poco.

Tra un po' ha modificato di più l'Italia lui che non Verdi!

 02/12/2019 20:00:46
ilmiozio

ilmiozio200681

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

Sanguanel, ... Ma una sola condanna definitiva: 2013 processo Mediaset.

 02/12/2019 21:01:04
in risposta a ↑

ilmiozio, eh già! Storia oramai.

Anche Verdi fa parte della storia d'Italia.

 02/12/2019 21:17:43
ilmiozio

ilmiozio200681

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

Sanguanel, Dunque...   Trentasei procedimenti (credo siano un po' di più) e una sola condanna definitiva.

Negli altri 35, o Berlusconi era innocente o era colpevole.

Se era innocente vuol dire che i magistrati competenti dovrebbero come minimo essere condannati per averlo evidentemente perseguitato nel corso di trent'anni.

Se invece era colpevole, vuol dire che i magistrati sono degli idioti incapaci e incompetenti per non essere riusciti a dimostrarlo.

Una terza possibilità non esiste.

 02/12/2019 23:08:36
in risposta a ↑

ilmiozio, ci sono anche altri due estremi (visto che ami gli estremismi) : 


Era innocente, quindi è da Storia d'Italia, da ricordare come l'uomo più perseguitato della storia.


Era colpevole, quindi è da Storia d'Italia, da ricordare come l'uomo più criminale della storia d'Italia.


Altre possibilità non ce ne sono.

 03/12/2019 06:13:29
Rivoluzione

Rivoluzione15951

Business agent for solid waste recycling plants

in risposta a ↑

ilmiozio, ricordo male oppure era decaduto da Senatore ed era stato costretto ad abbandonare il Parlamento a causa della legge Severino?
Non sono affatto ossessionato da Silvio. In gioventù l'ho pure sostenuto quindi sono ben lontano dal tipo di personaggio che tu immagini.
E' stato un uomo scaltro e con una buona preparazione (Ben superiore, tanto per intenderci, rispetto ai pagliacci che ci ritroviamo oggi - Vedi Salvini e la Meloni) ma è innegabile che abbia pile di scheletri negli armadi e tutta una seria di iniziativi legislative le prese, chiaramente, per tirarsi fuori dai guai (Es. depenalizzazione del falso in bilancio).

 03/12/2019 08:48:29
ilmiozio

ilmiozio200681

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

Rivoluzione, Ricordi bene. In seguito alla condanna definita in Cassazione e passata in giudicato nel 2013 (processo Mediaset)

Condanna a quattro anni, mi pare, poi scontata presso una casa di cura per anziani.

Al momento (che io sappia) Berluscono non ha riportato nessun'altra condanna definitiva.

Di Berlusconi politico ho un giudizio assolutamente negativo. Di tutti coloro che hanno preferito la scorciatoia giudiziaria per farlo fuori, (e senza neanche esserci riusciti!!! ) ho un giudizio anche peggiore.

Berlusconi doveva essere eliminato non per via giudiziaria bensì per via politica.

Ad oggi, piaccia o non piaccia, solo Salvini pare esserci riuscito.

 03/12/2019 19:08:10
in risposta a ↑

ilmiozio, un folto elenco di leggi "ad personam" durante il governo Berlusconi . Ecco la terza possibilità. 

 03/12/2019 20:05:46
pastrank

pastrank42631

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

Sanguanel, c''e un'altra possibilita', ovvero che sia stato colpevole e abbia avuto la prescrizione.


A memoria.

 03/12/2019 20:10:02
ilmiozio

ilmiozio200681

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

Carol76, Giustissimo. Ma quei coglionazzi di giudici sono riusciti ad incastrarlo solo una volta.

 03/12/2019 20:12:49
in risposta a ↑

pastrank, sto volutamente girando al largo.

Questo è un campo minato.

A mio parere meriterebbe sul serio un libro di storia a lui dedicato, e, non scherzavo quando ho insinuato : "Forse ha modificato più lui l'Italia che non Verdi".

 03/12/2019 20:13:31
ilmiozio

ilmiozio200681

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

pastrank, si è colpevoli solo con sentenza in giudicato. In tutti gli altri casi (ivi compresa la prescrizione) si è non colpevoli.

 03/12/2019 20:15:12
pastrank

pastrank42631

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

ilmiozio, quando c'e' un reato accertato e si e' prescritti, non si e' colpevoli per la giustizia, ma si e' colpevoli comunque.

 03/12/2019 20:16:58
ilmiozio

ilmiozio200681

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

pastrank, Tocca ripetermi. Berlusconi in circa 40 procedimenti giudiziari è stato condannato una sola volta.

 03/12/2019 20:19:32
in risposta a ↑

pastrank, come scrivevo : "un campo minato".

Forse sarebbe il caso di farne un post dedicato, che probabilmente c'è già, ma stasera la mia connessione non mi permette di controllare.

 03/12/2019 20:21:44
pastrank

pastrank42631

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

ilmiozio, io rubo il portafoglio a te, poi l'anno dopo a un altro, e l'anno dopo a un altro ancora. I primi due me li prescrivono, il terzo no: quanti reati ho compiuto?

 03/12/2019 20:22:11
ilmiozio

ilmiozio200681

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

pastrank, Non è proprio il caso che io spieghi la differenza tra la prescrizione di un reato e la prescrizione di una pena. Ehh!

 03/12/2019 20:33:07
in risposta a ↑

ilmiozio, @Sanguanel , mi viene in mente anche Andreotti, accusato(con prove) di associazione mafiosa e inspiegabilmente sempre assolto   

 03/12/2019 20:36:26
in risposta a ↑

Carol76, Andreotti lo trovi nei libri di storia scolastici, forse, dovrei controllare, ma negli atlanti storici lo trovi eccome (quelli comuni da 20 €).

Berlusconi non è da meno.

 03/12/2019 20:39:28
ilmiozio

ilmiozio200681

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

Carol76, Un fatto assume il connotato di prova solo in ambito dibattimentale.

Andreotti fu assolto, dunque non c'erano prove (nell'accezione di cui sopra).

Ciò ovviamente non vuol dire che era effettivamente innocente (cioè che non fosse mafioso) ma giudizialmente lo era.

Ora anche qui i casi sono due ed entrambi non depongono a favore dei giudici perché: o hanno assolto un mafioso, o avevano accusato di essere mafioso una persona onesta.

Tertium non datur (stavolta lo scrivo in latino perché in italiano forse qualcuno non lo avva capito).   

 03/12/2019 21:12:05
pastrank

pastrank42631

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

ilmiozio, anche qui c'e' un'altra possibilita': che i giudici facciano sentenze incorrette perche' i politici fanno leggi fatte male.

 03/12/2019 21:14:08
ilmiozio

ilmiozio200681

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

pastrank, Se un tale viene giudicato colpevole in primo grado e innocente in secondo o viceversa (come avviene in un numero impressionante di casi di cronaca e non solo) evidentemente è la magistratura ad avere problemi. Qui la politica c'entra poco (per me).

 03/12/2019 21:18:28
Rivoluzione

Rivoluzione15951

Business agent for solid waste recycling plants

in risposta a ↑

ilmiozio, quindi, per te, Andreotti non era colpevole di concorso esterno in associazione mafiosa, visto che ha evitato la galera grazie alla prescrizione?

 04/12/2019 08:11:42
in risposta a ↑

Rivoluzione, Berlusconi è solo un volgare ladro di galline cui solo un popolo pirla è abboccato.

E è curioso come sia facilmente potuto accadere " il giorno dopo " Mani pulite cioè quando, prove alla mano, in tribunale si è messo nero su bianco quanto fossero corrotti i nostri governanti.


@ilmiozio ovvio che il Succitato risulti immacolato o quasi: compiuta la scalata elettorale verso le Istituzioni, le leggi ad personam furono il passo successivo.

A quel punto, solo una rivoluzione avrebbe potuto sbatterlo in galera.

 04/12/2019 08:43:39
Rivoluzione

Rivoluzione15951

Business agent for solid waste recycling plants

in risposta a ↑

AntonioAtzeni, a mio parere, Mani Pulite e tutto quello che è accaduto nei vent'anni successivi, è la dimostrazione lampante che la classe politica è sempre l'espressione del paese. Pertanto, se si ha una intera classe politica corrotta, significa che il cittadino medio è corrotto e corruttibile. Di conseguenza, non è abbattendo la classe politica che si rivoluzione la situazione. Per rivoluzionare le cose è innanzitutto necessario cambiare la mentalità diffusa, una delle cose più difficili da fare.

 04/12/2019 08:48:49
in risposta a ↑

Carol76, Andreotti: sino a una certa data ( approssimativamente il 1980) riconosciuto colpevole ma reato prescritto( tradotto: colpevolezza riconosciuta ma non si procede causa eccessiva estensione temporale del processo).

Dopo la succitata data, assolto ma solo perché nel frattempo modificate le leggi ...

 04/12/2019 08:49:16
in risposta a ↑

Rivoluzione, perché accade ciò?  A parte l'incapacità di allevare e istruire qualcosa che meriterà il titolo di Classe politica e Statista ma la mentalità italiana non prevede dei semplici concetti: Senso dello stato, Bene collettivo e Rispetto delle leggi.

Quei cosi definiti politici sono faziosità allo stato puro: riuscirebbero nei loro sporchi affari pur controllati dalle migliori leggi.

Oggi più di ieri poiché manca loro, a esempio ma non solo, l'aver frequentato le scuole di partito.

 04/12/2019 08:56:05
Rivoluzione

Rivoluzione15951

Business agent for solid waste recycling plants

in risposta a ↑

AntonioAtzeni, l'italiano vive ancora nel mito secondo cui chi rispetta le regole è un fesso e chi le raggira è uno sveglio!
Secondo me tutto parte da lì.
Pensiamo che alcuni atteggiamenti, alcune "innocenti" furbizie non abbiamo un impatto ma così non è. Si inizia dalle piccole cose, dal non pagare il biglietto sul tram o al parcheggio e si arriva poi a conseguenze inaspettate.
Se tuo figlio ti vede fare questo, che conclusione ne deve trarre? Penserà che violare certe leggi e regole è accettabile!
Se iniziassimo a crescere generazioni decisamente più inflessibili circa il rispetto delle regole, forse, ci troveremmo tra qualche decennio con una classe dirigente un po' meno scadente di questa.

 04/12/2019 09:12:19 (modificato)
in risposta a ↑

Rivoluzione, quello che ho detto.

 04/12/2019 09:14:32
ilmiozio

ilmiozio200681

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

Rivoluzione, Per me? E che ne so io! Che ne posso sapere io ?

So solo che processualmente non era colpevole.

Essendo un garantista tanto mi basta.

_____

Ps. A me risulta che il processo Andreotti si sia regolarmente concluso, dopo circa 11 anni con sentenza definitiva della Suprema Corte.

Non mi risulta alcuna prescrizione.

 04/12/2019 15:18:52
ilmiozio

ilmiozio200681

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

AntonioAtzeni, Eh sì, però s'è beccato una quarantina di processi circa.

Se è stato condannato una sola volta, (e ammesso che fosse colpevole anche negli casi) di chi è la colpa?

Delle leggi ad personam o dei giudici incompetenti ?

 04/12/2019 16:09:04
Rivoluzione

Rivoluzione15951

Business agent for solid waste recycling plants

in risposta a ↑

ilmiozio, se non ricordo male la sentenza dice: "Reato commesso ma caduto ormai in prescrizione"

 04/12/2019 16:11:36
in risposta a ↑

ilmiozio, se trucchi la roulette dubito tu possa perdere.

 04/12/2019 17:23:10
roberto962

roberto96238601

"è difficile restare arrabbiati..."

Il mio intento non è di convincere, non lo è mai, sento però di poter dire qualcosa sull’argomento. Questo perché ho speso la vita lavorativa in un’organizzazione statale, con un organico numericamente importante e organizzata in modo gerarchico. Una situazione, immagino, non molto diversa da ciò che è la Magistratura.


Ricordo che il funzionamento, oltre a basarsi sulle leggi nazionali, era regolato da disposizioni interne, direttive, pubblicazioni, circolari eccetera. E ricordo che ogni decisione, azione, cambiamento e via dicendo, le stesse modalità di svolgimento dei compiti istituzionali, dal livello più basso fino ai vertici, tutto questo doveva sempre essere comunicato e dunque autorizzato dai livelli alti, un’altezza proporzionale all’importanza della decisione da prendere.


Tanti nostri concittadini (diciamolo, aizzati dalle appartenenze politiche) sostengono che alcune donne e uomini della Magistratura agiscano come dei cani sciolti, essi stessi per conto e tornaconto di una parte politica.


Ma, per quanto sopra detto, la cosa sembrerebbe improbabile, a meno che non sia avvallata dai livelli più alti. E anche in questo caso resistono dei dubbi, nel senso: la Magistratura, così come tutte le organizzazioni in senso lato, non è un monolite, stante la diversità degli individui che la compongono. Dunque qualsiasi forzatura sarebbe osteggiata, respinta, denunciata dal personale che non si riconosce, appunto, nelle motivazioni di fondo della forzatura stessa.       

 03/12/2019 08:36:57

Anche la magistratura è infiltrata ma resta il più pulito tra i tre poteri( legislativo, giudiziario e repressivo).

In quanto al giornalismo, Il cane da guardia del potere secondo la visione anglosassone, è solo- traducendo dal sardo l'espressione- il cagnolino delle stoviglie.

 04/12/2019 08:35:34
PaoloVincenti

PaoloVincenti32271

Stratega del vuoto - SMM

L'italiano detesta rispettare le regole, ma quando a trasgredirle è qualcuno che gli è antipatico, allora diventa improvvisamente inflessibile e giustizialista.

Una mia conoscente, ogni volta che la magistratura scagiona qualche rappresentante politico della parte avversa, commenta con un "chissà davanti ad un tribunale popolare come se la caverebbe!". Questo è un desiderio segreto che covano in molti: vedere trascinare chi è politicamente antipatico davanti a un tribunale popolare, che in quanto tale sarà per forza giusto, puro e spietato. Ma chi ragiona così non tiene in considerazione che le fortune politiche possono cambiare rapidamente e chiunque può diventare improvvisamente antipatico; non solo, può diventare antipatico anche chi si limitava a mostrare ieri simpatia per gli antipatici di oggi (quindi ciascuno di noi, potenzialmente). È un meccanismo stritolatore che abbiamo visto molte volte all'opera nel corso della storia, con conseguenze nefaste. Non solo: è un meccanismo che si autoassolve, perché dietro c'è il popolo (quindi tutti e nessuno, in un certo senso), e il popolo deve avere ragione. O meglio, deve avere ragione in quel preciso momento storico, perché tale è la volontà della maggioranza in quel momento. Passato quel momento, "tana libera a tutti" e la colpa torna a essere "degli altri" che non avevano capito nulla; il popolo, emendato di ogni responsabilità, è di nuovo dalla parte della ragione.

 04/12/2019 12:12:23
ilmiozio

ilmiozio200681

Estremista di destra e di sinistra

PaoloVincenti, mi pare perfettamente normale. Ci troviamo alla vigilia di una guerra e le posizioni si radicalizzano fino allo scoppio dell'inevitabile scntilla.

Già mi prudono le mani.

 04/12/2019 16:40:50
PaoloVincenti

PaoloVincenti32271

Stratega del vuoto - SMM

in risposta a ↑

ilmiozio, se ci troviamo alla vigilia di una guerra, conviene investire in buoni del Tesoro decennali statunitensi, oro e franchi svizzeri.

 04/12/2019 22:39:10
ilmiozio

ilmiozio200681

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

PaoloVincenti, No, preferisco investire in armamenti. 

 05/12/2019 11:57:50

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader