FlavioBertamini

FlavioBertamini85619

Dead man walking

Fuga dall'Italia ... oltre all' "invasione".

Se il saldo demografico naturale è di circa 1 milione di italiani in meno ogni 4 anni, aggiungendo i dati del saldo migratorio si arriva a 1 milione ed oltre ogni 3 anni: dati compensati solo dalle naturalizzazioni. Gli italiani all'estero sono pari ai cittadini stranieri residenti nel Bel Paese. Globalizzazione, precarizzazione e sradicamento sono, Imho, alcune delle chiavi per interpretare i dati, oltre il loro valore numerico.

 25/10/2019 12:31:57
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
18 commenti

Si, ho letto nelle news di oggi il resoconto della Fondazione Migrantes.

E quindi che si fa?

Chiamiamo Salvini perché chiuda i porti in entrata e gli aeroporti ed i valichi in uscita?


Ah, ho un mio nipote che è da poco entrato nell'ordine degli avocati, a breve si trasferirà a Londra.

C'è richiesta, garantisce, mentre in Veneto no, e quindi se ne va. 

Bye bye.

 25/10/2019 14:38:29
FlavioBertamini

FlavioBertamini85619

Dead man walking

Sanguanel, almeno prendiamone atto. 

(il nipote avv. andava meglio nel post di @Rivoluzione sulla fuga dei cervelli.)

 25/10/2019 15:24:53
in risposta a ↑

FlavioBertamini, e solo un caso tra i tanti, che tra l'altro ne sono stato informato solo ieri, sia del buon esito della sua entrata nell'ordine, sia della decisione dell'andarsene.

Non saprei che altro aggiungere sull'argomento.

Se molti entrano ed altrettanto altri molti escono, qualche motivo ci sarà.

 25/10/2019 15:30:41
FlavioBertamini

FlavioBertamini85619

Dead man walking

in risposta a ↑

Sanguanel, se ha studiato in Italia, per il nostro paese è stato un costo e la sua partenza rappresenta una perdita economica, come i meridionali che migrano al nord, sono una perdita per le loro terre. D'altra parte le leggi italiane rendono difficile l'ingresso di professionisti stranieri (come sottolineava @EwaMaria). Noi importiamo badanti e quanti fanno lavori non desiderati dagli italiani. E quando i numeri si fanno consistenti ...

 25/10/2019 15:47:57
in risposta a ↑

FlavioBertamini, sicuramente è così.

D'altronde che avrebbe dovuto fare? Rimanere senza lavoro? Od andare a lavorare in fabbrica come operaio? Non è solo laureato, ma ha anche superato gli esami per entrare nell'ordine degli avvocati.

Non posso dargli torto nella sua scelta di andarsene.

 25/10/2019 16:33:55
FlavioBertamini

FlavioBertamini85619

Dead man walking

in risposta a ↑

Sanguanel, pure io! Gli faccio, di cuore, auguri di trovare soddisfazione professionale e di realizzarsi.

 25/10/2019 16:38:11
pastrank

pastrank41996

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

Sanguanel, il problema non e' lui, e' il paese, che sostituisce laureati con analfabeti. Mi ripeto, a volte vien da dire di lasciare in vita solo le scuole edili, che le altre costano di piu' e ci fanno fare conccorrenza nel futuro.

 25/10/2019 18:22:01
FlavioBertamini

FlavioBertamini85619

Dead man walking

in risposta a ↑

pastrank, poche anche di quelle visti i livelli di cementificazione. A meno che non si insegni a ristrutturare edifici esistenti. Poi ... con il calo previsto della popolazione, ci sarà un numero sempre più alto di appartamenti sfitti, e un calo del valore per eccesso di offerta.  

 25/10/2019 18:29:50
pastrank

pastrank41996

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

FlavioBertamini, questo pero' fuori dalle citta'.... nelle citta', invece, i turisti i prezzi  li fanno salire

 25/10/2019 18:31:11
FlavioBertamini

FlavioBertamini85619

Dead man walking

in risposta a ↑

pastrank, ho visto un video di E. Benetazzo su YT. Per contro nelle zone dove si insediano immigrati, "può" accadere che i prezzi crollino, perché l'ambiente urbano e la sicurezza sono percepiti come degradati. E per quanti investono in immobili è una tragedia.

 25/10/2019 18:35:39
in risposta a ↑

FlavioBertamini, anche dove ci vivono solo italiani, ma criminali, se è per questo.

Ci vivo!

 25/10/2019 18:38:20
vonrichtoven

vonrichtoven1051

docente formatore meccanico

Politiche Italo-europee (più europee che italiche) errate e buoniste. Non esiste che ci siano escamotage per evitare il rimpatrio a chi non ha diritto a risiedere in Italia, e che  gli italiani siano ospiti a casa propria,poi prospettive lavorative per il futuro zero. Ricordate quando nel governo Renzi , si invitava a investire in Italia perchè gli ingegneri costavano poco? Secondo voi è vantaggioso per un giovane che ha passato anni sui libri guadagnare quanto un operaio specializzato?

 27/10/2019 09:49:02
FlavioBertamini

FlavioBertamini85619

Dead man walking

vonrichtoven, commento solo il finale: In Urss c'era un detto: "Noi facciamo finta di lavorare e lo stato fa finta di pagarci"! Non so se è una leggenda, ma penso che sia una buona risposta. La qualità costa.

 27/10/2019 10:22:05
EwaMaria

EwaMaria145141

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

FlavioBertamini, sai la cosa curiosa, in casa mia non è mai stata cambiata neanche una lampadina, erano eterne.

Vari elettrodomestici dell'epoca, funzionano bene ancora oggi, a distanza di decenni.


Forse bisogna rivedere il concento del lavoro di qualità.

 01/11/2019 14:04:02
FlavioBertamini

FlavioBertamini85619

Dead man walking

in risposta a ↑

EwaMaria, questo è un altro aspetto. Se parli della tua casa natale in Polonia ... Penso che in un'economia non capitalistica, non c'è nessuna ragione per avere "consumismo" che dipende anche dall'obsolescenza programmata dei ns prodotti. Il capitalismo si fonda sul ciclo C-M-C', e più veloce è il ciclo più aumenta il saggio di profitto (C'-C)*n dove n è il nr di cicli. Oggi, qui da noi, si trovano artigiani che riparano scarpe, indumenti, ombrelli, ecc. come si faceva un tempo? Molto pochi....

 02/11/2019 14:19:23
EwaMaria

EwaMaria145141

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

FlavioBertamini, si, certo, parlavo di casa mia. 

 02/11/2019 15:37:57
Dianissima

Dianissima75141

Artista e poetessa

Del resto era inevitabile questa situazione con Europa Unita, programmi Erasmus e possibilità di essere cittadini europei con l'euro. I pensionati vanno a stare meglio e con meno tasse sulla pensione e i giovani cercano giustamente lavoro dove lo trovano e magari dove ci sono meno raccomandazioni e più meritocrazia. Non possiamo più ragionare in termini di "orticello nazionale",  non siamo competitivi né abbiamo politiche e fisco adatto a chi volesse lavorare in proprio e "in piccolo". Sono stati fatti grandi errori che, temo, non siano riparabili. 

 27/10/2019 12:58:13
FrancescoFrank

FrancescoFrank178736

Organizzazione eventi culturali

Se un giovane assapora il brivido di vivere serenamente in una nazione dove tutto funziona e che ti viene incontro, anziché lavorare certosinamente per eliminati, di sicuro punterà ad andarsene. 

 02/11/2019 15:57:46

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader