EwaMaria

EwaMaria142991

Hiraeth. Davidia Involucrata.

Non so se esiste ancora, ma credo che sia un lavoro davvero affascinate, il correttore di bozze. 


https://news.biancolavoro.it/correttore-di-bozze-cosa-fa-quanto-guadagna-e-opportunita-di-lavoro/

 09/10/2019 11:16:49
EwaMaria

EwaMaria142991

Hiraeth. Davidia Involucrata.

Se ami gli animali, dog sitter. 

 09/10/2019 12:05:09
spazio

spazio546

ex guardia giurata ora felicemente in pensione

per chi è introverso  sconsiglierei vivamente tutti quei lavori o professioni che portano a stare  a contatto con il pubblico  perchè sarebbe un vero disastro

 09/10/2019 14:06:23

spazio, in pratica non potrei fare nulla

 19/10/2019 05:20:51
Shiver

Shiver158081

Petalosa

E se invece uscissi dalla tua comfort zone? Spingiti oltre i tuoi limiti. 


Non dico darsi al teatro, ma rimanere isolati non ti fa crescere 

 09/10/2019 16:58:49
Mimla

Mimla3536

Cercatrice inquieta

Shiver, La domanda è aperta e liberamente interpretabile, non necessariamente infatti sono opzionabili sono mestieri da misantropi.

 09/10/2019 18:22:07

Shiver, essere introversi non vuol dire necessariamente stare dentro una comfort zone, sai quante volte mi sono esposto facendo brutte figure?

 19/10/2019 05:22:09
Eirene

Eirene136181

Impertinente. Non interessata a flirt e relazioni.

@Shiver ti ha dato un consiglio molto sensato; nulla è precluso alle persone introverse; la scelta dipende molto dai settori professionali che senti più affini.

E dipende anche dall'equilibrio che saprai creare con gli estroversi, nell'ambiente di lavoro: nell'ottica di rispettare le reciproche differenze caratteriali e cooperare per ottenere insieme tanti buoni risultati.

 09/10/2019 17:15:50
Mimla

Mimla3536

Cercatrice inquieta

Eirene, Sì, certo...

 09/10/2019 18:23:23
Eirene

Eirene136181

Impertinente. Non interessata a flirt e relazioni.

in risposta a ↑

Mimla, si, certo; c'è un libro utile che ti aiuta a capire il valore che gli introversi apportano nella professione, qualunque essa sia.

 09/10/2019 19:02:15
EwaMaria

EwaMaria142991

Hiraeth. Davidia Involucrata.

Eirene, perché una persona introversa dovrebbe scegliere il lavoro che consiste in 8 ore al giorno, a contatto con 8-10 colleghi, un capo o due?


Penso che dobbiamo conoscere bene se stessi e scegliere il lavoro che si confà alla nostra personalità, altrimenti si rischiano i vari malesseri, le somatizzazioni.


Il lavoro è troppo importante, ci passiamo gran parte della nostra vita, fare qualcosa che non ci appartiene, potrebbe risultare dannoso. 


dal bel post di @canardu In parole povere essere introversi per me significa trovare le interazioni sociali fisicamente stancanti.

La sensazione di stanchezza fisica ed ansia peggiora con il prolungarsi dell'interazione e del numero di persone che stanno interagendo con me.


https://www.quag.com/it/thread/54851/i-problemi-di-un-introverso/



 10/10/2019 12:11:27
Eirene

Eirene136181

Impertinente. Non interessata a flirt e relazioni.

in risposta a ↑

EwaMaria, io ho parlato dello scegliere settori professionali affini a se stessi: se ad esempio non mi piace l'ambito automobilistico non andrò a cercare un ruolo in quel settore, qualunque esso sia.

Sperimentarsi è fondamentale, anche per gli introversi: si possono scoprire lati inaspettati di se stessi; il ruolo di bibliotecario, ad esempio, prevede il rapporto con il pubblico e se si "trovano le interazioni sociali fisicamente stancanti", non fa per nessuno; se invece lo si guarda da un'altra prospettiva, e cioè che la stanchezza fisica causata dalle interazioni sociali è ricompensata dall'aver avuto complessivamente relazioni soddisfacenti, e che hanno anche reciprocamente arricchito, allora fa per tutti.


Cambi il punto di vista, e cambia il valore di cose, persone e ruoli   


 10/10/2019 13:20:09
EwaMaria

EwaMaria142991

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

Eirene, una bibliotecaria interagisce con una/due persone per volta, non con 10, è qui che sta la differenza.


riporto ancora le parole di @canardu La sensazione di stanchezza fisica ed ansia peggiora con il prolungarsi dell'interazione e del numero di persone che stanno interagendo con me.


Sperimentare va bene, ma il problema degli introversi non è cambiare il punto di vista, perché chi è introverso non diventerà estroverso, ma di trovare una realtà lavorativa che ci dia delle soddisfazioni e non ci stanchi. 


Non c'è modo di cambiare la nostra natura, come del resto non c'è modo di cambiare la natura di un estroverso. 




 10/10/2019 13:25:51
Eirene

Eirene136181

Impertinente. Non interessata a flirt e relazioni.

in risposta a ↑

EwaMaria,

una bibliotecaria interagisce con una/due persone per volta, non con 10, è qui che sta la differenza


Non è detto, dipende dalla biblioteca e dal luogo in cui si trova!


Chi è introverso non deve diventare estroverso, non si deve snaturare; ma volente o nolente dovrà sempre interagire con altre persone introverse o estroverse, a meno che decida di fare l'eremita; e allora meglio - un passo alla volta - provare a gestire al meglio le interazioni sociali.

 10/10/2019 13:49:00
in risposta a ↑

In biblioteca tipico per introversi ... Una grassa risata.

 10/10/2019 19:01:44
Eirene

Eirene136181

Impertinente. Non interessata a flirt e relazioni.

in risposta a ↑

AntonioAtzeni, penso infatti sia uno stereotipo; a prescindere dal carattere, bisogna essere in grado di interagire con le persone

 10/10/2019 19:04:27
EwaMaria

EwaMaria142991

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

AntonioAtzeni, raccontami come sono le biblioteche che frequenti tu, a cosa somigliano, al mercato del pesce? Quelle che frequento io sono silenziose.

 10/10/2019 20:36:49
EwaMaria

EwaMaria142991

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

Eirene, introversione/estroversione sono caratteristiche della personalità, non del carattere.

Che ci sia il bisogno di interagire con le persone, su questo non ci sono dubbi, ma la domanda del post riguarda la ricerca del posto di lavoro Quali pensate possano essere degli impieghi adatti per le persone introverse?





Quindi la biblioteca no, perché è un posto affollato e rumoroso, allora quale?

 10/10/2019 20:37:21
Eirene

Eirene136181

Impertinente. Non interessata a flirt e relazioni.

in risposta a ↑

EwaMaria, il bibliotecario di oggi è un vero e proprio consulente, non un mero prestatore di libri!   

Quindi, anche se a fine mese lo stipendio lo prende ugualmente, è bene che sappia occuparsi dell'utenza interagendo con questa; altrimenti, al pari di un negozio, perderà via via i suoi utenti   

 10/10/2019 20:39:43
EwaMaria

EwaMaria142991

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

Eirene, il bibliotecario è sempre stato un consulente, le mie bibliotecarie mi hanno sempre guidato nella scelta del libri. 


Io ritengo che il  mestiere dei bibliotecari sia nobilissimo e molto importante, quindi non capisco, perché pensi che io sarei convinta che siano dei prestatori dei libri?


Ho passato anni nelle biblioteche. 


Una cosa importante, gli introversi non sono degli esseri incapaci di interagire con le persone... leggi quanto sopra.

 10/10/2019 20:43:29
in risposta a ↑

EwaMaria, ne frequento alcune, sono un utente esigente e- criterio valido per tutte quelle frequentate- si tratta di avere disponibilità al contatto umano da parte del personale.

L'ambiente bibliotecario è di per sé silenzioso.

 10/10/2019 20:44:11
EwaMaria

EwaMaria142991

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

AntonioAtzeni, ho capito, siete convinti che una persona introversa sia incapace di interagire con le altre persone, sappiate che sia un'idea bislacca e priva di fondamenta. 


Sono convinta che l'equivoco nasca dal convincimento di sapere tutto sulla personalità della personalità introversa, quando in realtà leggo solo una serie di giudizi e pregiudzi, non di nozioni. 


Per tornare al tema del post: Quali pensate possano essere degli impieghi adatti per le persone introverse?



 10/10/2019 20:49:26
in risposta a ↑

EwaMaria, premesso come mi diverta il tuo partire in quarta e rigirar frittate e il fatto che io legga di stereotipi su stereotipi, quel che mi interessa è che il lavoratore sia professionalmente capace.

Pare che sia gradita e ricercata l'attitudine alle relazioni interpersonali in relazione alle persone che dovranno interloquire col pubblico.

A me, in breve, del profilo psicologico o caratteriale dell'impiegato poco o nulla interessa. 

Casualmente proprio in ambito bibliotecario me ne sono dovuto interessare poiché in due casi su due l'impiegato si comportò villanamente.

Ne parlai con la responsabile della biblioteca e scoprii che si trattava di caso arcinoto.

Estroverso o introverso che fosse,dato certo è che fosse fuori posto.

Casualmente la biblioteca riuscì a liberarsene.

 10/10/2019 21:03:36
EwaMaria

EwaMaria142991

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

AntonioAtzeni, se non interessano le cose fondamentali, perché intervieni?  


 Tornando al tema post,  qui si parla di una persona introversa che sta cercando dei consigli, che tu ti diverta, non interessa a nessuno. 

 10/10/2019 21:11:57
in risposta a ↑

EwaMaria, una persona introversa può tranquillamente lavorare ovunque.

Al limite, sarà essa stessa a indirizzarsi dove meglio le aggrada.

Al giorno d'oggi, oltre ai selezionatori del personale esistono anche figure professionali che indirizzano verso questa o quella mansione.

Ciò che importa, sul luogo di lavoro, è che la sfera privata( carattere incluso) del dipendente non interferisca con lo svolgimento della mansione per la quale è stato assunto.

Se essere caratterialmente introverso è percepita come nota pregiudizievole, ciò che conta è la professionalità con la quale si lavora.

 10/10/2019 21:22:37
EwaMaria

EwaMaria142991

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

AntonioAtzeni, ho la sensazione che @Mimla sia alla ricerca di qualche idea, di una direzione dove cercare, credo che noi dovremmo fornirle, se siamo in grado, qualche spunto. 


L'introversione è un dato dal quale partire, sempre che sia chiaro, cosa significhi essere introversi. 




 10/10/2019 21:28:06

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader