Robbins

Robbins91426

By ,by

Auto elettrica cronaca di una fine annunciata

Auto elettrica cronaca di una fine annunciata

Auto elettrica ?

Un flop .

Dalle mie riminiscenze di studio da perito industriale è alquanto facile preannunciare la vita breve delle elettriche .

Per una ragione molto semplice :la ricarica.

Non tanto per la mancanza delle colonnine o per i tempi di ricarica ,problemi risolvibili ma per l'effetto joule.

Che dice?

Che se in un cavo passa corrente essi si scalda in modo proporzionale .

Per ricaricare milioni di autoveicoli c'è ne vuole di energia e relativi impianti che a tutto oggi non esistono .

Cavi ,tralicci,stazioni di derivazione molto più capaci di ora e di un bel po' 

Nessuno riuscirebbe a sopportare questi costi di ammordenamento della rete.

Forse per questo i giapponesi si stanno orientando per l'auto ad idrogeno?

Hasta la vista auto elettrica!

 16/07/2019 17:20:29
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
53 commenti
PaoloVincenti

PaoloVincenti28326

Stratega del vuoto - SMM

La tendenza non è propriamente statica se si guardano le vendite degli ultimi anni:


E anche le previsioni per il futuro, con la Cina sempre a fare la parte del leone):



Comunque, va detto per chiarezza che anche la cosiddetta "auto a idrogeno" è in realtà un'auto elettrica con tecnologia  Fuel Cell (FCV), dove delle celle a combustibile generano elettricità dalla reazione dell'idrogeno con l'ossigeno presente nell'aria. Non va nemmeno trascurato che anche allestire una rete di distribuzione dell'idrogeno (che comporta problemi di trasporto e stoccaggio molto più seri rispetto agli idrocarburi) non è certo uno scherzo.



 16/07/2019 18:23:05
Robbins

Robbins91426

By ,by

PaoloVincenti, certo.

Ma se fai due conti nessuna rete elettrica sopporterebbe un carico così.

Poi bisogna anche produrre tutta quella energia ma è un'altro problema.

Mi fissavo solo sulle dimensioni fisiche che una rete elettrica deve avere per sopportare un parco di auto elettriche.


 16/07/2019 18:37:48
PaoloVincenti

PaoloVincenti28326

Stratega del vuoto - SMM

in risposta a ↑

Robbins, è stato calcolato che se tutte le auto in Italia (44 milioni) fossero elettriche e con l'attuale efficienza energetica delle batterie (che è ampiamente migliorabile in futuro) il consumo annuo globale per farle funzionare sarebbe di 71.7 TWh. Il consumo elettrico annuo dell’Italia ammonta a circa 295 TWh, di cui un terzo proveniente da fonti rinnovabili, quindi per far marciare le auto elettriche (se lo fossero tutte quante contemporaneamente e con l'attuale produzione elettrica), sarebbe necessario il 24% dell'energia. Ma 44 milioni di auto non diventano tutte elettriche dal giorno alla notte: in prospettiva, considerando una crescente efficienza delle batterie, la lenta e progressiva sostituzione del parco macchine, l'aumento di energia prodotta da fonti rinnovabili, la progressiva introduzione di auto elettriche alimentate a idrogeno (e quindi indipendenti dalla rete elettrica), direi che il carico è sopportabile dalla rete elettrica.

 18/07/2019 21:02:29
Robbins

Robbins91426

By ,by

in risposta a ↑

PaoloVincenti, 

Se andiamo a vedere i dati la produzione istantanea della rete elettrica nazionale si attesta intorno ai 36 gigawatt che sono 0,036 terawatt

Mi chiedo dove escono 270 terawatt .

 19/07/2019 04:48:01
PaoloVincenti

PaoloVincenti28326

Stratega del vuoto - SMM

in risposta a ↑

Robbins, 295 Twh è la produzione annua (dato 2017).

 19/07/2019 07:02:51
Robbins

Robbins91426

By ,by

in risposta a ↑

PaoloVincenti, non si può usare quel dato.

Si deve usare la produzione istantanea quello che la rete può sopportare .

Ora arriva a 40 gigawatt che diviso per i 51 milioni di veicoli vuol dire una potenza della rete di 750 watt al veicolo 

Ci accendiamo la radio?

 19/07/2019 13:38:01
PaoloVincenti

PaoloVincenti28326

Stratega del vuoto - SMM

in risposta a ↑

Robbins, ma dove sono 50 milioni di veicoli elettrici?

 19/07/2019 15:55:52
Robbins

Robbins91426

By ,by

in risposta a ↑

PaoloVincenti, infatti non lo saranno mai

Una tecnologia nata già finita.

Ma qua sta la differenza tra un progetto sostenibile ad una bufala ,calcoli

 19/07/2019 18:00:36
PaoloVincenti

PaoloVincenti28326

Stratega del vuoto - SMM

in risposta a ↑

Robbins, ok, ma stai parlando della  produzione istantanea odierna di elettricità rapportata ad un parco macchine totalmente elettrico, che potrebbe tendenzialmente esistere tra 30 anni o forse più. La cosa non ha senso: nel frattempo potrebbe migliorare l'efficienza delle batterie, aumentare la produzione di energia elettrica e diffondersi l'auto elettrica alimentata a idrogeno...

 19/07/2019 18:38:17
Robbins

Robbins91426

By ,by

in risposta a ↑

PaoloVincenti, sto dicendo che l'auto elettrica non ha futuro se non per una élite che può cambiare auto quando vuole .


 19/07/2019 18:48:25
PaoloVincenti

PaoloVincenti28326

Stratega del vuoto - SMM

in risposta a ↑

Robbins, probabilmente io vivo in un ambiente d'élite (anche se non mi sembra, tutto sommato): la gente che vive intorno a me cambia l'auto in media ogni 4-5 anni. Addirittura ho dei colleghi che vengono al lavoro con il monoruota elettrico.

 20/07/2019 15:31:15
Robbins

Robbins91426

By ,by

in risposta a ↑

PaoloVincenti, assolutamente sì.

Ho un auto che ha 540.000 km .

Sono contento per i tuoi colleghi 

 20/07/2019 18:30:17
Rosa_dei_Venti

Rosa_dei_Venti85846

Comunicatrice

@Robbins vedo ora sto post, miseria che fatica ed ha 2 gg.

Sai quante batterie da smaltire per l'ecosistema?

leggito quato articolo di cui al link

https://www.ilsole24ore.com/art/auto-elettriche-ecco-verita-batterie-futuro-ACUBq2E

https://www.girodivite.it/I-problemi-delle-auto-elettriche.html

i prezzi sono elevatissimi, e l'unica valida pare la Tesla dell'orami mitico Elon Musk.



Robbins

Robbins91426

By ,by

Rosa_dei_Venti, ma anche se ci inventassimo batterie superefficenti le dobbiamo ricaricare .

 18/07/2019 17:21:34
Tastefulstage9000

Tastefulstage900010686

Venditore di idee

Rosa_dei_Venti,  io ho trovato questo:potrebbe essere una nuova propulsione pulita e alternativa.. https://www.ecoseven.net/mobilita/news-mobilita/benzina-a-40-centesimi-al-litro-si-ottiene-dai-rifiuti-ed-e-pulita.html

 27/07/2019 17:01:13
Rosa_dei_Venti

Rosa_dei_Venti85846

Comunicatrice

in risposta a ↑

Tastefulstage9000, magari!!!!!!!!!!!!!!!!

 27/07/2019 17:08:36
Tastefulstage9000

Tastefulstage900010686

Venditore di idee

 27/07/2019 18:27:39

Ciao a tutti, quindi mi state dicendo, che tutta questa corsa all'elettrico è solo per dare una spinta alla vendita di auto, perché le case produttrici non sanno più che inventarsi per farcele cambiare? Prima gli airbag, poi abs ed esp, tutte le varie omologazioni euro, clima automatico, bizona, fari allo xeon, luci a led, navigatore integrato, Bluetooth, sensori di parcheggio, telecamere... ed ora, a batteria... 

 18/07/2019 17:40:41
Robbins

Robbins91426

By ,by

PaoloPollina, semplicemente che non è una tecnologia che potrà avere un futuro per evidenti limitazioni tecnologiche e per leggi fisiche 

 18/07/2019 17:44:13

Ed io sono d'accordissimo con la tua analisi, quello che mi domando è se anche i produttori lo sappiano... ma questa è un'altra storia.. ️️

 18/07/2019 17:58:03

credo che volendo si possa fare tutto.

se una cosa non si fa è perchè a chi il potere di fare/decidere quella cosa non piace...e allora non la si fa.


Un altro esempio è il fotovoltaico e solare. E' da quando facevo le elementari che ne sento parlare, possibile che in tre decenni non abbia preso piede ? qualsiasi innovazione all'inizio è costosa, proseguendo si scoprono modi per produrla a costi più bassi, e questo ne favorisce la diffusione (costando meno sempre più persone potranno permettersela). I primi cellulari costavano oltre un milione di lire, ora si possono comprare con una ventina di euro (parlo di un modello basico ovviamente).


Il surriscaldamento del cavo potrebbe essere sfruttato come ulteriore fonte energetica e qualsiasi altro inconveniente potrà essere risolto con il progredire della faccenda... non sono le possibilità che mancano, ma la volontà di fare...

 20/07/2019 15:31:58

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader