Tommy

Tommy31301

Gli italiani e la moneta

Quando si parla di sovranità monetaria del nostro paese non si dovrebbe dimenticare che oltre la metà degli italiane è su Facebook.


Siamo più facebookiani che italiani.


Fra non molto la nostra moneta "sovrana" sarà la Libra (in fondo c'è solo una b in più).


Una b in più, e oltre due miliardi di persone che fanno parte di "noi".

I nuovi migranti siamo noi (italiani): stiamo migrando nello "stato" di Facebook.


Sara questa la "nostra" nuova sovranità?


P.S. ho scelto "Politica", ma forse l'argomento più pertinente sarebbe stato "Antropolitica".

 23/06/2019 05:58:13
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
40 commenti

Se per "sovranità" intendi "sovranità monetaria", succedeva e succede già con altre monete - c'è chi investe e contratta in valute estere come il dollaro, yen, sterlina...

Dire che migreremo tutti nello stato di FB forse è un po' eccessivo...

 23/06/2019 06:52:50
Tommy

Tommy31301

Yappappeo, il dollaro, lo yen, la stellina, non sono una "nostra" moneta.


Hai scritto (a @pastrank): "Libra si basa infatti su asset reali".

Per curiosità e non per polemica, mi chiedo quali siano gli "asset reali" su cui si basa la Libra.


Se trovi curiose le mie osservazioni, tieni conto che sto tentando di uscire dai temi politico-economici ormai dibattuti a nausea.

 23/06/2019 12:37:25
in risposta a ↑

Tommy, ...mi pare che prima nel post avevi scritto inizialmente solo "sovranità" e non "sovranità monetaria" - ad ogni modo, volevo dire che anche quando c'era la Lira, c'era chi investiva nella valuta estera. In questo senso, Libra non sarà altro che un'altra moneta (che poi il discorso delle cripto-valute sia un po' "particolare" e ancora, almeno a me, oscuro è un altro paio di maniche).


Stando a quanto annunciato nel whitepaper (perché Libra ancora è a questo stadio in realtà), Libra si baserà su una blockchain open-source, la cui stabilità sarà supportata da una riserva di composta da un mix di valute internazionali e titoli di debito a breve termine (sono questi gli asset che si intendono "reali"). Nel mio commento a @pastranak ho preso spunto dal suo accenno ai sovranisti facendo riferimento ai minibot, considerati dalla meloni (e non solo da lei) alla stregua di una moneta. Cosa che non è...

 23/06/2019 14:50:08
Tommy

Tommy31301

in risposta a ↑

Yappappeo, non ho modificato il post iniziale (se è questo che intendevi).

Ma non ha molta importanza.


Vorrei farti notare che ho scritto "nostra" tra virgolette.


Le parole "noi", "nostro", "nostra" fanno riferimento a gruppi di persone, ma le cose cambiano sostanzialmente a seconda di come siano composti questi gruppi.


Per esempio.

Quando la Meloni dice "noi", intende probabilmente "noi italiani", ma altrettanto probabilmente è un tipo ideale di italiani, gli italiani come li intende lei.

Alle ultime elezioni il suo partito ha preso il 6%, il suo "noi" allarga questo 6% al 100%.


Non la voglio criticare, non voglio innescare polemiche politiche, è una cosa che inconsapevolmente facciamo tutti.


Ma è anche un meccanismo che spesso porta ha delle incomprensioni.


Ti sei mai chiesto a quale gruppo fai riferimento quando dici la parola "noi"?

Ma soprattutto, questi "noi" la pensano proprio come te o me?


Dopo che 30 milioni di Italiani hanno frequentato per qualche anno Facebook, sono gli stessi italiani che abbiamo in mente?


Questo intendo per migrazione nello "stato di Facebook"


E non è colpa o merito di Facebook, è un meccanismo "quasi" naturale...


 23/06/2019 15:34:13
Tommy

Tommy31301

in risposta a ↑

Yappappeo, ah, dimenticavo...


Non avendo letto la whitepaper, ho preso per buona la tua spiegazione sugli "asset".


 23/06/2019 15:36:18
in risposta a ↑

Tommy, …quel riferimento alla Meloni (mi rendo conto) esula dall'argomento del post - è stato solo un accenno en passant ad altra questione. 

Ad ogni modo, in un'ottica sovranista (qual è evidentemente quella della Meloni), quando dice "noi" si potrebbe dire addirittura che faccia riferimento alla nostra "razza" (ovviamente, elevo provocatoriamente e come forzatura l'essere italiani a razza, perché sembrano quasi queste le sue intenzioni, e non solo le sue). 

È chiaro che il suo "noi" sia riferito a "noi italiani" a prescindere, quand'anche noi e anche la Meloni sappiamo bene che gli italiani che la pensano come lei sono (ancora) una minoranza; ed è chiaro il perché sia così: perché così vuole la "narrazione" in politica. Quindi, quel "noi" magari finisce a lettere cubitali su questo o quel quotidiano ed ecco che si trasforma in qualcos'altro ecc...


Tornando al post, quella "migrazione" che intendi tu, e in un contesto consumistico, in realtà avviene di continuo, in quanto consumatori. 

La domanda "Dopo che 30 milioni di Italiani hanno frequentato per qualche anno Facebook, sono gli stessi italiani che abbiamo in mente?", potrebbe essere declinata in mille modi:

"Dopo che x milioni di Italiani hanno bevuto per tanti anni la Coca Cola, sono gli stessi italiani che abbiamo in mente?"


Ma se nel caso di FB, ora la discrimine è l'emissione di una criptovaluta (e bisognerebbe davvero capire queste che cosa siano - io non sono un economista e ho letto ancora troppo poco a riguardo), cosa che quindi eleverebbe Facebook a "stato", la mia domanda allora è: è sempre e solo la moneta a determinare la sovranità in senso generale?


Occorre anche valutare il fatto che, a oggi, la blockchain (la tecnologia su cui si basano le criptovalute) non è ancora ben chiara dal punto di vista legale e legislativo - quindi temo un gran bel far-west

 23/06/2019 16:04:55
pastrank

pastrank42631

Den som är satt i skuld är icke fri

Se come sembra sara', la Libra sara' agganciata a valori reali, e dovessimo uscire dall'euro, non mi sembrerebbe tanto strano usare questa al posto di una neolira. Inutile dire che i sovranisti dimostrerebbero di non averci capito niente.

 23/06/2019 09:04:29

pastrank, ...in un suo twit, la Meloni commentava la notizia FB/Libra dicendo come "tutti possano creare moneta, e solo allo Stato italiano è vietato emettere MiniBot per saldare i debiti dalla PA". 


Ogni volta che la Meloni parla, un economista muore (dal ridere).


A parte il fatto che il governo si è subito preoccupato di specificare che i minibot non sarebbero moneta, la Meloni dice che bisogna "emetterli", considerandoli moneta implicitamente.

Libra si basa infatti su asset reali, non è denaro creato dal nulla. Invece i minibot sono la cartolarizzazione di debito (il fatto è che di solito si cartolarizzano i crediti).

  

 23/06/2019 09:18:37
pastrank

pastrank42631

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

Yappappeo, la Meloni da l'idea appunto di non sapere di cosa parla. Andrei semmai piu' piano nel dire che sono la cartolarizzazione del debito statale: diciamo che, mentre i pagamenti della PA alle aziende stava velocizzandosi, questi diventano o un diversivo per pagare dopo, oppure verrebbero emessi appunto inventandoseli come moneta, con tutte le conseguenze logiche, compreso il fatto che se portassero a litigi e uscita dall'euro, di fronte a una lira svalutata chiunque preferirebbe usare monete piu' solide, distruggendo le teorie sovraniste e i nostri portafogli (anche i portafogli dei sovranisti, ovviamente, ma di questo mi importerebbe il giusto).

 23/06/2019 09:36:36
Tommy

Tommy31301

pastrank, anche a te una domanda simile a quella che ho fatto a @Yappappeo: quali sono i "valori reali" a cui è agganciata la Libra?


Non c'è dubbio che Facebook abbia un'economia, mi chiedo soltanto quali sono i valori reali su cui si regge.



 23/06/2019 12:46:13
pastrank

pastrank42631

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

Tommy, come dicevo in altro messaggio, qui se ne parla diffusamente, se non dovessi leggere il testo (e' su FB) chiedi pure. Di base, non e' la moneta di Facebook (anche se il suo uso potrebbe dargli molti guadagni), ed e' relativamente garantita: ma aspettiamo l'implementazione.

 23/06/2019 13:09:22
pastrank

pastrank42631

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

pastrank, aggiungo, cosi' di base sembra che un uso massiccio di Libra non puo' che sfavorire cio' che non e' moneta "robusta", come se servisse ancora trovare altri argomenti contro le "neolire"

 23/06/2019 13:11:41
Tommy

Tommy31301

in risposta a ↑

pastrank, per seguire il link che mi hai proposto dovrei iscrivermi a Facebook (cosa che non ho intenzione di fare).


Ma proviamo a ragionare con la nostra testa: secondo me, l'unico asset posseduto da Facebook è la possibilità di trasmettere messaggi pubblicitari ad un numero vastissimo di persone (2,2 miliardi).


Questa possibilità ha un valore.


In pratica potrebbe funzionare così: "tu privato mi vendi un'auto (per esempio), e io Facebook ti pago in Libre qualora tu volessi realizzare le tue Libre, puoi sempre trasformarle in spazi pubblicitari sul mio sito.


Oppure cederle, in cambio di altri beni, ad un pubblicitario che abbia intenzione di utilizzare i miei spazi...


... infatti, non c'è altro modo di acquistare i miei spazi pubblicitari se non in Libre".


In questo modo la Libra diventa una moneta garantita dall'asset  "spazi pubblicitari di Facebook".


 23/06/2019 14:23:50
pastrank

pastrank42631

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

Tommy, aspetta, ti posto le parti piu' significative del testo riguardo quello che dicevamo:  e, ovviamente, (c) Massimo Fontana


Oggi parliamo di Libra, la nuova criptomoneta presentata due giorni fa da Facebook.

Ovviamente per la trattazione prenderemo come riferimento i documenti ufficiali, pubblicati qui https://libra.org/en-US/white-paper/ e qui per la parte più importante, ovvero la determinazione del sottostante https://libra.org/en-US/about-currency-reserve/#the_reserve

[...]

Libra è una moneta digitale basata sulla blokchain per il suo funzionamento materiale, la quale ha base in una organizzazione localizzata a Ginevra in Svizzera.

Siamo quindi di fronte ad un nuovo Bitcoin?

No, anzi Libra è a tutti gli effetti abbastanza diverso, ma questo lo esamineremo dopo.

Adesso analizziamo il processo di creazione, che a grandi linee funziona così.

Ipotizziamo di avere 10 euro e di volerli trasformare in Libra.

Dando per esempio un tasso di cambio 1 a 1, noi compriamo 10 Libra.

Che fine faranno i nostri 10 euro?

Verranno utilizzati dal sistema monetario per comprare monete fiat (quindi monete fiduciarie) e titoli di stato.

Monete e titoli di stato in generale?

No, solo ed unicamente di quegli stati che hanno dimostrato di essere finanziariamente solidi e con una gestione non inflattiva della loro moneta.

Su questo i vari paper sono molto chiari.

Dietro ogni Libra quindi c'è un paniere di titoli solidi e molto liquidi.

E quante monete di questo tipo possono essere create?

E' semplice: una Libra viene creata ogni volta che una persona conferirà una quantità di valuta tale da poter acquistare il genere di titoli visti sopra per il valore di una Libra (o le sue sottounità).

Quindi ogni volta che qualcuno vuole compra Libra, nasce una moneta Libra.

Così inteso Libra sembra ne più ne meno che un Etf monetario che al contrario di questo, può anche essere usato come mezzo di scambio.

In un etf infatti ogni volta che si sottoscrive una quota del fondo, viene acquistata una quantità di titoli pari a quella quota, la quale darà poi diritto ad un titolo di proprietà su quel paniere.

Quindi più gente compra Libra, più la quantità di moneta emessa aumenta, più gente vende Libra, più diminuisce la quantità di moneta in circolo.

Data la corrispondenza con un paniere di titoli fisici e abbastanza stabili, Libra è chiaramente una moneta dal valore intrinseco, ovvero concettualmente assimilabile all'oro.

E il guadagno?

Facebook e il consorzio che emetterà tale moneta vorranno ovviamente anche guadagnare da simile operazione.

Da dove deriverà il guadagno?

Anche qui il paper è chiaro: dagli interessi dei titoli che verranno via via comprati con i fondi che arriveranno dalla sottoscrizione della moneta.

[...]

Anche qui, come facevamo notare anni fa, una moneta come il bitcoin che passa in due anni da 1000 dollari a 20000, per poi tornare a 4000, ha una varianza troppo elevata per essere usata come moneta.

Libra nasce invece proprio per evitare questa varianza, assicurando però un valore reale abbastanza stabile.

Quanto stabile?

Se Libra a tutti gli effetti è un Etf monetario, basta guardare il grafico di un Etf monetario o come vengono chiamati, di liquidità, qui ad esempio la lista di quelli quotati in Italia https://www.borsaitaliana.it/etf/etf/home.htm

E cosa notiamo?

Che la stabilità nel tempo è quasi perfetta, con andamenti di prezzo che variano dell'1% in due-tre anni.

Ricapitolando, abbiamo a questo punto, l'emissione di un ente elettronico che ha le seguenti proprietà:

- è una unità di conto

- è una riserva di valore

- è potenzialmente un mezzo di scambio (potenzialmente perchè non essendo una moneta emessa dallo stato, come l'euro, non ha nessuna autorità che ne imponga per l'appunto l'uso)

Visto che le tre funzioni citate sopra, sono le caratteristiche peculiari di una moneta, abbiamo a che fare per l'appunto con una moneta (cosa non scontata).

Dal valore intrinseco.

La domanda ovvia a questo punto diventa solo una: ma è legale?

Noi sappiamo che all'interno di uno stato sovrano può emettere moneta solo una autorità, ovvero la banca centrale.

Risposta: in questo caso credo proprio di si.

Perchè?

Perchè la banca centrale emette moneta ...fiduciaria.

Libra invece come visto è moneta dal valore intrinseco.

Questo punto è dirimente perchè la moneta fiduciaria come accennato all'inizio comporta l'emissione di una posizione debitoria, posizione che nel caso di Libra non c'è.

Nell'atto di emissione di Libra non abbiamo un debito, ma un atto di proprietà sul paniere di titoli sottostante.

Questa è anche la differenza con i nostrani minibot.

Minibot che secondo gli intenti vorrebbero essere una cartolarizzazione di debiti (che non esiste visto che nelle cartolarizzazioni si usano....crediti), a fronte di una moneta, Libra, che come visto è un atto di proprietà di svariati titoli diversi.

Ma alla fine quale potrebbe essere l'evoluzione di tale nuova moneta?

Qui ovviamente andiamo nel campo delle pure ipotesi, ma direi che la linea guida possa derivare esattamente dalla caratteristica principale di Libra, ovvero l'essere una moneta dal valore intrinseco basata sulla blokchain.

La blokchain da un lato assicura oltre che un buon funzionamento come mezzo di pagamento, anche una potenziale decentralizzazione (sulla quale il consorzio ha già detto di voler spingere) che può portare questa moneta ad essere difficilmente controllabile da parte delle autorità statali.

Dall'altro il valore intrinseco può rappresentare un vantaggio di tale moneta nei confronti delle monete fiat più inflattive.

Ora, unendo le due caratteristiche potremmo trovarci di fronte ad una versione molto meno rigida sul fronte dell'offerta, ma soprattutto molto più usabile come moneta, dell'oro.

Oro che da sempre è stata la bestia nera di tutti gli stati che hanno voluto implementare una politica monetaria molto lassista o peggio di repressione finanziaria.

Se Libra dovesse mantenere le sue promesse di stabilità di valore, decentramento e facilità d'uso, potrebbe rappresentare una ottima alternativa monetaria per quei paesi dove le autorità statali svalutano continuamente la moneta, distruggendo così il risparmio denominato nelle loro valute.

Va da se che se Libra dovesse effettivamente diventare in quei paesi una riserva di valore diffusa, la stessa politica monetaria di quei paesi verrà depotenziata.

Pericoli invece per l'euro o il dollaro?

Per ora non ne vedo, se non altro perchè alla fine proprio su queste due monete dovrebbe denominarsi il grosso del collaterale di Libra.

 23/06/2019 23:59:25
Tommy

Tommy31301

in risposta a ↑

pastrank, mi scuso, ma non riesco a seguire un ragionamento così lungo se non fila tutto liscio.


Non appena trovo qualcosa che non va (secondo la mia logica, del resto sono io che sto leggendo) si annulla l'interesse per tutto ciò che segue.


Questa è una differenza sostanziale fra la comunicazione verbale e quella scritta, nella discussione verbale il dialogo viene interrotto ad ogni asserto per assicurarsi che quell'asserto sia accettato.


Nel nostro caso io mi sono fermato qui:


"Ipotizziamo di avere 10 euro e di volerli trasformare in Libra.

Dando per esempio un tasso di cambio 1 a 1, noi compriamo 10 Libra.

Che fine faranno i nostri 10 euro?

Verranno utilizzati dal sistema monetario per comprare monete fiat (quindi monete fiduciarie) e titoli di stato.

Monete e titoli di stato in generale?

No, solo ed unicamente di quegli stati che hanno dimostrato di essere finanziariamente solidi e con una gestione non inflattiva della loro moneta.

Su questo i vari paper sono molto chiari.

Dietro ogni Libra quindi c'è un paniere di titoli solidi e molto liquidi."


Secondo me il ragionamento va rovesciato:


* Se dietro ad ogni Libra, c'è un paniere di titoli solidi (e molto liquidi)...


... Allora e solo allora (i Bitcoin fanno eccezione ma se ne può parlare in seguito), io sono disposto a spendere i miei €10 (che sono già moneta Fiat, garantita dalla comunità Europea) per acquistare Libra.*


Tutto nasce dalla *fiducia del compratore* (anche il tasso di scambio).


Chi emette una moneta deve quindi garantirsi tale fiducia (che si tratti di società, o di Stati).



 24/06/2019 08:15:44
pastrank

pastrank42631

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

Tommy, non capisco il problema Dico in soldoni: di una moneta che puo' essere acquistata anche in quantita' senza troppi patemi, visto che usandolo viene assimilata moneta solida e' garantita dal sottostante valore dei titoli che possiede, mi dici che  hai bisogno di fiducia per acquistarla.  Ma questo era chiaro!

Potresti pero' averne bisogno: esempio, gli astuti italiani escono dall'euro e creano una moneta che si svaluta sempre piu'. Tu cerchi di non usarla, e compri, con molta piu' facilita' rispetto alle altre monete, questa Libra, e alla fine hai un'economia stile Cuba.

 24/06/2019 14:11:19
Tommy

Tommy31301

in risposta a ↑

pastrank, se quello che ho scritto io corrisponde a quello che hai scritto tu, allora va bene, puoi fare il prossimo passo.


Ma forse l'hai già fatto, quando hai scritto:


*gli astuti italiani escono dall'euro e creano una moneta che si svaluta sempre piu'. Tu cerchi di non usarla, e compri, con molta piu' facilita' rispetto alle altre monete, questa Libra, e alla fine hai un'economia stile Cuba.*


E questa infatti potrebbe essere la risposta alla mia ultima domanda del topic:


Sara questa la "nostra" nuova sovranità?



 24/06/2019 14:24:48
pastrank

pastrank42631

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

Tommy, piu' che la nostra sovranita', potrebbe essere quello che facilitera' l'essere sempre meno indipendenti, meno che con l'euro, dopo che i sovranisti si saranno dati da fare.

 24/06/2019 14:34:13
Tommy

Tommy31301

in risposta a ↑

pastrank, forse volevi dire "dipendenti" non "indipendenti".


Io la capirei così.

 24/06/2019 14:49:01
pastrank

pastrank42631

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

Tommy, per spiegarsi meglio: i sovranisti vorrebbero essere indipendenti da Europa e euro. Ma non e' possibile, e se dovessero averla vinta, ci affideremo ad altre monete, compresa questa virtuale. E saremo sempre meno indipendenti dagli altri.

 24/06/2019 15:04:33
Tommy

Tommy31301

in risposta a ↑

pastrank, ok, ora ho capito il senso.

 24/06/2019 15:15:42
Robbins

Robbins92846

The return A quag wars story

È una società privata che sta per emettere una moneta di scambio.

È una scelta nostra usarla o no 

 23/06/2019 09:34:15
Tommy

Tommy31301

Robbins, per usarla si dovrebbe prima possederla.


Hai un'idea su come si dovrebbe fare per possederla?


 23/06/2019 12:49:17
Robbins

Robbins92846

The return A quag wars story

in risposta a ↑

Tommy, immagino che la comprerei.

Perché facebook deve accantonare per il relativo importo che circola .


 23/06/2019 18:17:24
Tommy

Tommy31301

in risposta a ↑

Robbins, quale asset dovrebbe accantonare Facebook, per garantire la sua moneta?


Cosa accantona l'Unione Europea per garantire l'euro?

 24/06/2019 08:18:56
Robbins

Robbins92846

The return A quag wars story

in risposta a ↑

Tommy, per avere la moneta dovrai cambiare tua valuta in libra 

1 euri 1 libra o cosa e come sarà .

Facebook è una azienda privata e come le banche devono garantire il contante perché puoi cambiare al contrario 

Poi vedremo chi accetterà questa criptovaluta 

Gli stati attraverso la banca centrale possono battere moneta senza garantire il loro valore.

Il valore viene garantito dalla firma del governatore .


 24/06/2019 08:53:13
Tommy

Tommy31301

in risposta a ↑

Robbins, ci sono due affermazioni che non condivido.


La prima.

*Facebook è una azienda privata e come le banche devono garantire il contante perché puoi cambiare al contrario*.


Secondo me invece, ciò che garantisce il valore della Libra, è la ricchezza che Facebook possiede già, in pratica  più di 2 miliardi di persone che usano i suoi servizi digitali.


Ho letto inoltre che a garantire la Libra non sarà la sola Facebook, ma un gruppo di aziende multinazionali.

Ma questo non cambia la sostanza del mio discorso.


La seconda.

*Gli stati attraverso la banca centrale possono battere moneta senza garantire il loro valore.

Il valore viene garantito dalla firma del governatore .*


Qui si tratta di capirci. La firma del governatore è solo una garanzia formale.

La garanzia sostanziale è la *ricchezza dello Stato*.

In pratica se tu acquisti tot euro, hai la garanzia che nella zona euro potrai acquistare beni (cibo, vestiti, macchinari, servizi) per un corrispondente valore.


Nel passato gli stati avevano l'obbligo di conservare una certa quantità d'oro corrispondente alla moneta emessa, ma dal 15 agosto 1971, gli USA abolirono la convertibilità del dollaro in oro, decretando di fatto la morte del sistema aureo e la nascita del sistema fluttuante creato dagli stessi USA.


Gli stati hanno ancora una riserva Aurea, ma il valore della moneta non è più legato in toto a tale riserva.


 24/06/2019 13:12:37
Robbins

Robbins92846

The return A quag wars story

in risposta a ↑

Tommy, la firma del governatore non è formale

Se domani la BCE decide che le banconote da venti euro non valgono più non valgono e basta .

Facebook deve coprire con un controvalore perché se domani tu vuoi cambiare la valuta in valuta corrente lo puoi fare se no è come avere la azioni della varie banche fallite .


 24/06/2019 14:16:49
Tommy

Tommy31301

in risposta a ↑

Robbins, quindi le 5 banconote da 20 che ho in tasca non varebbero più.


È il mio stipendio (anzi pensione) del mese scorso sarebbe decurtato di €100.


Così a caso, a chi tocca tocca.


Sei sicuro che non fosse un sogno, anzi un incubo della notte scorsa?



 24/06/2019 14:42:12 (modificato)
Robbins

Robbins92846

The return A quag wars story

in risposta a ↑

Tommy, la firma non è formale è sostanziale .

Si chiama signoraggio

 24/06/2019 15:23:02
Tommy

Tommy31301

in risposta a ↑

Robbins, allora è meglio che ti leggi questo tratto da Wikipedia (https://it.m.wikipedia.org/wiki/Signoraggio)


"...Nei paesi dell'area euro, il reddito da signoraggio viene incassato dai governi dei paesi membri per il conio delle monete metalliche, e dalla Banca centrale europea (BCE) per la stampa delle banconote, che emette in condizioni di monopolio[15]. Tali redditi sono poi ridistribuiti dalla BCE alle varie banche centrali nazionali[16] in ragione della rispettiva quota partecipazione (per la Banca d'Italia ad esempio il 12,5%[17]).

I singoli governi nazionali provvedono in seguito a prelevare gran parte di tali redditi dalle banche centrali tramite il prelievo fiscale[18]. Tuttavia, anche nei casi di banche centrali non completamente di proprietà statale (come la Banca d'Italia), la gran parte degli utili prodotti viene versata allo Stato.[19]... "


Il signoraggio quindi va (in minima parte) alla banca d'Italia, ma non è il governatore della banca d'Italia che firma gli euro.



 24/06/2019 15:55:15
Robbins

Robbins92846

The return A quag wars story

in risposta a ↑

Tommy, va alle banche centrali perché sono loro proprietsrie della BCE perciò si dividono gli utili 

Ma è la BCE che garantisce la moneta 

Non possono farlo le banche nazionali 

 24/06/2019 17:27:59 (modificato)
alezo89

alezo8913586

Essere sempre se stessi

Secondo me sarà un sistema simile a Paypal in ogni caso agganciato al sistema economico reale, con Facebook che fa da tramite ed intasca delle commissioni.

 23/06/2019 16:29:21
RobertoMontanari

RobertoMontanari100534

Naufrago

La mossa di Zuckenberg, in effetti, non ha avuto -da parte dei commentatori- l'attenzione che meriterebbe.

Credo che la tua ipotesi sia molto probabile. I bitcoin hanno avuto andamenti molto vantaggiosi per chi ci ha scommesso:

lo stesso si presume accadrà anche per la Libra.

Se colossi come Amazon cominciano ad adottare quella moneta, basteranno pochi mesi perché dilaghi.

Un bene o un male ?

Difficile dire

Tra gli aspetti positivi credo ci possa essere il blocco delle speculazioni "mirate" su singole nazioni (che poi è -su scala minore- il principale vantaggio dell'euro).

Tra gli aspetti che mi lasciano perplesso, il fatto di doversi affidare a mega centri di calcolo, sui quali decidono delle persone che -come motivazione- hanno solo il proprio tornaconto.

Il problema più grosso credo sia la nostra impreparazione. La nostra legislatura non contempa questa modalità.   Che tipo di controllo si potrà fare su quelle transazioni ?

Come dire: sta per iniziare un nuovo far west, dove i più aggressivi tipicamente hanno la meglio.

La consolazione è che non riguarderà solo noi italiani.

La butto lì: scommettiamo che i nostri amici cinesi usciranno con una loro moneta parallela ?


 24/06/2019 08:56:45
Robbins

Robbins92846

The return A quag wars story

RobertoMontanari, la moneta servirà affinché i sistemi comprino direttamente senza avere il tuo permesso .

È solo la conseguenza logica di ciò che sta avvenendo vero ALEXA?

 24/06/2019 08:59:46
RobertoMontanari

RobertoMontanari100534

Naufrago

in risposta a ↑

Robbins, scusami ma non ho capito cosa intendi dire ... fare acquisti a mio nome senza il mio consenso ?

 24/06/2019 09:02:06
Robbins

Robbins92846

The return A quag wars story

in risposta a ↑

RobertoMontanari, con i vari assistenti vocali stanno creando dei nostri "gemelli virtuali" con tutti i dati immagazzinati

Per ora si limitano a consigliare ,un domani acquisteranno per te.

Dove è li scoglio?

La moneta e se è di gestione di già di chi ti controlla tutto basterà un flag in chissà che parte e tu darai il consenso


 24/06/2019 09:08:05
RobertoMontanari

RobertoMontanari100534

Naufrago

in risposta a ↑

Robbins, caspita, avevo capito bene.  Uno scenario da Urania.

Ora ho capito la citazione di Alexa (mi chiedevo se fosse un quagger che non ricordavo    )

Chissà, potrebbe anche essere.

Di certo stiamo imboccando una strada piena di conseguenze che ora possiamo solo immaginare, ed il tutto senza nessun controllo democratico.

Delle due una: o la democrazia serve solo per illuderci (passivo) di essere responsabili del nostro governo, oppure è un attrezzo preistorico, e serve solo per illuderci (riflessivo) di essere responsabili del nostro governo

 24/06/2019 09:50:16
Robbins

Robbins92846

The return A quag wars story

in risposta a ↑

RobertoMontanari, gli scenari sono profondamente cambiati e noi ragioniamo come se ci fosse ancora la CCCP

Alle aziende non interessa la democrazia interessano gli utili

 24/06/2019 11:07:19
Tommy

Tommy31301

RobertoMontanari, hai fatto bene a parlare di Bitcoin, perché tutto nasce da lì, e da quel genio di Satoshi Nakamoto (che potrebbe anche essere un gruppo di persone, ma l'idea rimane geniale).


I Bitcoin hanno scardinato alcuni dei punti fermi su cui si basava economia monetaria.

Non che fossero sbagliati, erano semplicemente superficiali o se vuoi incompleti.


È successo qualcosa di simile alla teoria della relatività di Einstein, non che la relatività di Galileo forse sbagliata, andava benissimo per il mondo di Galileo, ma non riusciva a spiegare alcuni esperimenti del mondo moderno.

Si doveva andare più a fondo.


Inizialmente in un passato lontano, la moneta aveva il valore che essa stessa portava.

In sostanza se era un dischetto d'oro aveva un valore alto, se d'argento meno, se di altro metallo ancora meno.


Con la stampa cartacea, il valore è passato nei caveau degli Stati, che dovevano avere il corrispondente in oro o argento della moneta emessa.

Nota questo punto la perdita della consistenza della moneta (da metallo a carta).


E questo è durato fino al 1971, quando gli Stati Uniti hanno sganciato il valore del dollaro dall'oro posseduto.

In realtà ciò che garantiva il dollaro era la ricchezza degli Stati Uniti nel suo insieme (compresa anche l'influenza che essi hanno riguardo ad altri Stati).


Con l'avvento dei sistemi digitali, la moneta perde ancora consistenza.


La mia pensione è un ordine che l'INPS dà alla mia banca, la mia banca mi dà un cartoncino (detto bancomat), con cui io posso comprare tutto ciò che mi serve.

Senza che ci sia circolazione né di carta né di metallo. Ma cosa circola in realtà?


Circola la *fiducia (quantificata)*.

l'INPS dice alla banca: di Tommy ti puoi fidare per tot euro.

Dice la banca al supermercato: di Tommy ti puoi fidare per tot euro.

Il supermercato si fida della banca (non di me) e mi dà da mangiare (cibo reale, non digitare, ti garantisco   )


Mi fermo qui perché temo di averti già annoiato (magari tutte queste cose le sapevi già, spero solo alcune).




 24/06/2019 14:08:33

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader