Vi è mai capitato, per un motivo o l'altro, di non sentirvi soddisfatti a letto? Come vi comportereste? Ne parlereste col vostro partner?


 05/06/2019 09:06:58 (modificato)
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
202 commenti

è saggio comunicare, anche a letto, con una comunicazione costruttiva (e non distruttiva). Soprattutto all'inizio, quando non ci si conosce. Altrimenti si rischia di cadere nell'incomprensione cronica dovuta solo alla mancata comunicazione...

 05/06/2019 12:17:41
Robbins

Robbins84131

Perotto otto

Ma neanche se mi tortura .


 05/06/2019 13:48:30
Michelle-Doc

Michelle-Doc86731

La dolcezza ottiene più della violenza

Si... ovviamente. Ne parlerei eccome. Bisogna cercare di 'capirsi' anche sotto l'aspetto sessuale. Con i dovuti modi e tatto. 

 05/06/2019 15:56:02

Michelle-Doc, 


pare che sia molto più intimo parlarne che farlo.....

 05/06/2019 15:57:38
Michelle-Doc

Michelle-Doc86731

La dolcezza ottiene più della violenza

in risposta a ↑

elzevira, la confidenza ci deve essere, senza andare sul volgare   

 05/06/2019 15:58:31
in risposta a ↑

Michelle-Doc, 


in un rapporto sincero tra due persone niente è volgare   

 05/06/2019 15:59:36
Michelle-Doc

Michelle-Doc86731

La dolcezza ottiene più della violenza

in risposta a ↑

elzevira,   

 05/06/2019 16:00:12
Robbins

Robbins84131

Perotto otto

in risposta a ↑

elzevira, non è assolutamente vero 

 05/06/2019 16:12:14
in risposta a ↑

Robbins, 


per me sì

 05/06/2019 16:13:26
Robbins

Robbins84131

Perotto otto

in risposta a ↑

elzevira, viene sempre usato come ricatto o per squalificarti

Aguai a parlare di sesso .


 05/06/2019 16:14:50
in risposta a ↑

Robbins, 


non capisco.


Se una persona vuole ricattarti o squalificarti è perchè non gliene frega più tanto di te, un pretesto lo trova.


non capisco questo terrore di fronte al fatto di parlare di sesso nella coppia, come ho detto prima sembra più facile e meno impegnativo farlo che parlarne (di solito, per le cose in generale è il contrario).

E poi mi piace parlare sotto le coperte

 05/06/2019 16:17:46
Robbins

Robbins84131

Perotto otto

in risposta a ↑

elzevira, perché è totalmente inutile.

Non si "convince" nessuno a fare alcun che 

 05/06/2019 16:20:04
in risposta a ↑

Robbins, 


per me non è vero neanche questo, anzi è piacevole.


(ammazza che tristezza   )

 05/06/2019 16:20:59
in risposta a ↑

Robbins, 


non credo che il senso del parlarne sia convincere l'altro a fare qualcosa !

 05/06/2019 16:27:07
Robbins

Robbins84131

Perotto otto

in risposta a ↑

elzevira, se non sono soddisfatto sto facendo cose che non mi piacciono .

Perciò devo fare altro che in questo momento non viene naturalmente fatto dall'altra persona .

Ecco perché convincere .

Poi se non sono soddisfatto sono per forza "triste "

 05/06/2019 16:30:15
in risposta a ↑

Robbins, 


la mancata soddisfazione non la vedo come il fare cose che non piacciono (se così fosse non si fanno e tanti saluti) ma come il farle in maniera...non completamente soddisfacente


uèh ma devo proprio farti un disegnino   

 05/06/2019 16:33:35
Robbins

Robbins84131

Perotto otto

in risposta a ↑

elzevira, è la stessa cosa .

 05/06/2019 16:34:38
quarkuno

quarkuno22321

Non ricordo di ricordarmi

Michelle-Doc,

tatto?

 06/06/2019 09:24:42
Michelle-Doc

Michelle-Doc86731

La dolcezza ottiene più della violenza

in risposta a ↑

quarkuno, intendevo dire con dolcezza. Immagino cosa devi aver pensato   

 06/06/2019 10:23:13
in risposta a ↑

Michelle-Doc, 


ossignur   

bisogna spiegare proprio tutto nei dettagli eh   

 06/06/2019 10:27:17
Michelle-Doc

Michelle-Doc86731

La dolcezza ottiene più della violenza

in risposta a ↑

elzevira, beh.... se pensi che io sono sposata da tanti anni... Ormai ci conosciamo perfettamente direi   

 06/06/2019 10:30:21
quarkuno

quarkuno22321

Non ricordo di ricordarmi

in risposta a ↑

Michelle-Doc, 

no. Non è quello il senso della replica, anche se ci sta tutto, come dirò, motivo per cui mancava l'emoticon ridanciana.

Trovo divertente il contenuto a volte paradossale e chiaramente involontario dei modi di dire che fanno parte del nostro bagaglio. E lo dico perché se ne sorrida insieme. 

Avevo tralasciato due altri malintesi modi di dire, ma a questo punto, ... continuiamo a riderne (... dei modi di dire).

Hai detto anche "ci deve essere confidenza senza andare sul volgare": mi ha dato l'immagine di chi stando a letto con due partner, si attarda a parlare di insoddisfazione col partner raffinato ... senza andare sul ... volgare. Così esprimendo un raro e gustoso esempio di veicolare,  in due parole, due situazioni diametralmente opposte.


L'altro. Se i modi di fare non sono gratificanti, che fare? Parlarne. Ah ah,  qui il possibile malinteso contrario: "fotti non parole ...". Perché, seriamente parlando, quel "parlarne", con tatto o no, secondo me è sempre una waterloo, quando il parlarne sia già di per sé una umiliazione per l'altro: forse imparerà qualcosa in più, ma non te lo perdonerà mai.

Più che le parole, in-fatti, meglio sarebbe forse il tatto inteso come sopra, con l'esempio e senza parole, guidare il comportamento dell'altro e condurlo a gratificarci nel modo a noi consono: capirà, imparerà forse e pure forse con nostra maggiore soddisfazione, ma ci sarà molto più grato di non averlo "umiliato". 

Tutto qui   :-)  

 06/06/2019 11:03:24
in risposta a ↑

quarkuno, 


non ho letto bene tutto, comunque con il mio ultimo partner se entravamo nel discorso ho sempre detto la verità; l'insoddisfazione (femminile) non è per forza dovuta ad un'incapacità maschile, le donne in quel senso sono più complesse e anche diverse tra loro. Per cui il dialogo (sotto le coperte) era finalizzato a farsi conoscere, non ad attribuire colpe al partner.

Se l'uomo è intelligente capisce il senso del discorso

 06/06/2019 11:14:29
Michelle-Doc

Michelle-Doc86731

La dolcezza ottiene più della violenza

in risposta a ↑

quarkuno, ha risposto @elzevira  al posto mio.    E comunque, nessuno dovrebbe umiliarsi, e poi, io vedrei la volonta' di risolvere il problema, senza andare in altri lidi, perche' spesso l'insoddisfazione e' della donna, perche' costituzionalmente diversa dall'uomo.


Per quanto riguarda il resto, io non ci arrivo mai ai doppi sensi   

 06/06/2019 11:41:58
in risposta a ↑

Michelle-Doc, 


forse per farci capire dovremmo iniziare proprio dall'inizio:


allora, ci sono queste due apine........


  

 06/06/2019 11:47:01
quarkuno

quarkuno22321

Non ricordo di ricordarmi

in risposta a ↑

elzevira, 

non ho compreso a cosa tu ti riferisca che io abbia detto.

Stando alla tua replica, chiarisco tuttavia che quel che a mio avviso non va bene è quel "parlarne": i linguaggi nel mondo sono tantissimi e siamo prossimi a una babele. Ma il linguaggio del corpo è universale e non richiede di essere "chiarito": come in fotografia, poca luce nasconde i particolari; troppa luce l'importante.

Samanta con l'h, in Sex and City, riassume più o meno così: la prima volta che non va bene, colpa sua; la seconda volta che non va bene, colpa mia.


 06/06/2019 11:50:24
in risposta a ↑

quarkuno, 


ehm, guardate meno televisione e comunicate di più

 06/06/2019 11:55:28
Robbins

Robbins84131

Perotto otto

in risposta a ↑

elzevira, già qua non ci capiamo e non stiamo parlando di niente .

Pensa se ...

 06/06/2019 12:05:51
Antares_5

Antares_557896

Sopravvissuta all'Ade in cammino verso il Paradiso

in risposta a ↑

Robbins, il volere o non fare certe cose è uno degli aspetti della sessualità in una coppia. 

Però poi ci sono anche altre cose... un esempio è la frequenza. Ci sono quelli che sentono il bisogno di farlo ogni giorno o addirittura più volte al giorno, altri 1 volta a settimana o al mese o all'anno XD poi, ci sono i problemi di durata, ecc.

 06/06/2019 12:05:56
Robbins

Robbins84131

Perotto otto

in risposta a ↑

Antares_5, appunto ,auguri e figli misti

Per fortuna è un ex problema 

 06/06/2019 12:07:49
quarkuno

quarkuno22321

Non ricordo di ricordarmi

in risposta a ↑

elzevira, 

d'accordo con l'evocazione universale, ma, bada, a volte certa televisione è meglio di tanti bla bla a letto ...

 06/06/2019 12:13:43
Antares_5

Antares_557896

Sopravvissuta all'Ade in cammino verso il Paradiso

in risposta a ↑

Robbins, Marilyn Manson a 50 anni fa sesso 5 volte al giorno XD

 06/06/2019 12:18:54
Michelle-Doc

Michelle-Doc86731

La dolcezza ottiene più della violenza

in risposta a ↑

Antares_5, sai i calci... ehm...

 06/06/2019 12:28:00
Antares_5

Antares_557896

Sopravvissuta all'Ade in cammino verso il Paradiso

in risposta a ↑

Michelle-Doc, perchè?XD

 06/06/2019 12:30:36
quarkuno

quarkuno22321

Non ricordo di ricordarmi

in risposta a ↑

Michelle-Doc,

hai scritto " ... risolvere il problema, senza andare in altri lidi, perche' spesso l'insoddisfazione e' della donna, perche' costituzionalmente diversa dall'uomo."

perché ... perché ... 

ma ci pensi che questo è argomento per un thread a sé?  cosa c'è secondo te  di costituzionalmente diverso nella donna da renderla "spesso" insoddisfatta? Ed è una frequente insoddisfazione soltanto genitale, oppure nel più vasto campo della sessualità, o ancora in altri e più svariati ambiti?

 06/06/2019 12:34:38
Michelle-Doc

Michelle-Doc86731

La dolcezza ottiene più della violenza

in risposta a ↑

Antares_5, perche' mi sembra eccessivo, sfiora la patologia.

 06/06/2019 12:42:45
Michelle-Doc

Michelle-Doc86731

La dolcezza ottiene più della violenza

in risposta a ↑

quarkuno, non me ne volere, ma sono riservata, e non ho facilita' ad argomentare sulla sessualita' cosi apertamente.   

 06/06/2019 12:44:09
Antares_5

Antares_557896

Sopravvissuta all'Ade in cammino verso il Paradiso

in risposta a ↑

Michelle-Doc, beh, se consideri il tipo... 

Mi viene in mente pure un fatto di cronaca, ora non ricordo il nome. Una ragazza che convinse il fidanzato ad uccidere i suoi genitori, facevano sesso 18 volte al giorno o una cosa simile   insomma, gente strana ce n'è...

Anche Michael Douglas, malato di sesso, è finito in terapia per questo

 06/06/2019 12:55:29
quarkuno

quarkuno22321

Non ricordo di ricordarmi

in risposta a ↑

Michelle-Doc, 

l'argomento è a carattere generale  e io intendo la sessualità un aspetto culturale, che con la fisiologia e la genitalità ha solo una piccola parte in comune. Comunque, resta il fatto che in mancanza di un sistema in Quag per dare a ogni intervento un codice cui riferirsi nelle repliche, nel groviglio a volte troppo intricato delle risposte che ne consegue, è preferibile lasciar perdere: già non ci si intende su cose semplici, figuriamoci sulle altre.

Eppure, ho il sospetto che conoscere le abitudini in fatto di sesso dei quagger sia forse la curiosità più insistente. 

 06/06/2019 12:55:44
Michelle-Doc

Michelle-Doc86731

La dolcezza ottiene più della violenza

in risposta a ↑

Antares_5, allucinante...

La gente non sta bene...

 06/06/2019 12:59:03
Michelle-Doc

Michelle-Doc86731

La dolcezza ottiene più della violenza

in risposta a ↑

quarkuno, l'argomento sesso in generale, intendevo io. Non ne parlo facilmente con tutti, e' una questione caratteriale   

 06/06/2019 13:01:06
Antares_5

Antares_557896

Sopravvissuta all'Ade in cammino verso il Paradiso

in risposta a ↑

Michelle-Doc, purtroppo non tutti oggi capiscono la riservatezza sugli argomenti riguardanti il sesso. 

Il bello è che, parlano quando non dovrebbero, e non parlano quando dovrebbero XD ( nel senso che poi si fanno problemi a parlare con il partner di cosa non gli piace della loro intimità ).

Mondo contorto puccia...

 06/06/2019 13:13:19
Robbins

Robbins84131

Perotto otto

in risposta a ↑

Antares_5, fin trova chi ci crede 

 06/06/2019 13:27:53
Robbins

Robbins84131

Perotto otto

in risposta a ↑

quarkuno, basta non intervenire o non seguire l'interesse .

Comunque tutto rafforza ciò che penso.

Mutismo assoluto

 06/06/2019 13:29:58
Antares_5

Antares_557896

Sopravvissuta all'Ade in cammino verso il Paradiso

in risposta a ↑

Robbins, ormai sto mondo non crede più a niente, nemmeno se le cose le vede con i propri occhi. Ed è questo che mi da rabbia. Lo trovo anche sinonimo di stupidità non credere nemmeno a ciò che si vede, altro che intelligenza

 06/06/2019 13:30:07
in risposta a ↑

quarkuno, 


il senso della mia affermazione era:

quello che vediamo in tv (film fiction sceneggiati ecc.) è solo finzione. Si costruiscono dei personaggi che si pensa siano accattivanti e si creano delle situazioni che si pensa attirino interesse.


La realtà è ben altra.

 06/06/2019 14:58:13
quarkuno

quarkuno22321

Non ricordo di ricordarmi

in risposta a ↑

elzevira, 

se già hai letto poco il poco che ho scritto, credo che ben difficilmente leggerai questo seguito, pensando tu di certo più importante "comunicare" con chi ti pare in altri ambiti.

Ma ritengo di dovere commentare ugualmente 

quanto sostieni per quanti ritengano di condividere il tuo punto di vista.


Mi sembra che dall'alto della tua esperienza della realtà di quanto accada sotto le coltri, che tanto decanti, di tutto quello che ho detto, sottaciuto e lasciato intendere nei miei precedenti commenti, quasi a canzonarmi hai replicato insistendo soltanto su due punti in particolare, che girano sul medesimo cardine:

1. 《ehm, guardate meno televisione e comunicate di più》, dici a me, come un Vate che parla alle genti e le rampogna;

2. 《... La realtà è ben altra》, riferendoti alla virtualità di "serie televisive", inventate di sana pianta per divertire i grulli, quasi come "soap opera" tanto care alle signore.


In tutta evidenza, poiché ho accennato alla serie Sex and the City, andata in tv qualche anno fa, è a quella che ti riferisci e che mi rimproveri di tenere come abecedario della vita e del sesso.


Invece, tengo a farti sapere che l'ho trovata intelligente, divertente, a volte esilarante e comunque istruttiva di come in altre parti del mondo l'aspetto comunicazione tra il lui e il lei della coppia in tema di amore e di sesso sia seguito con una mentalità molto più aperta e disinibita, che quella che affiora qui e là dalle nostre parti e anche qui su Quag.


Dal confronto, a me è parso che nelle nostre genti esista una grande impreparazione sentimentale, dovuta essenzialmente - a mio avviso - a una sorta di preclusione sessuofobica alla conoscenza della sessualità umana, in gran parte dovuta a un'asfissiante cappa di pseudo religiosità, che ha relegato al Male la gioia della sessualità, legittimando un imprimatur alla sola genitalità riproduttiva.


Con una spada di Damocle appesa sulle nostre vite, costituita dal peccato e dal castigo eterno, mentre alla gente comune sono state perciò  imposte bende sulla sessualità, tenute tuttavia di sbiego, classi sacerdotali ed elite finanziarie sono state lasciate libere di sperimentarne tutti gli ambiti, persino di perversione e bestialità, in nome di una ritenuta "legittima" libertà di agire, ritenendo esse che i limiti fossero soltanto per i "poveri di spirito", cui sarà data gratificazione soltanto altrove che non su questa terra.


Soltanto in una elite culturale, la sessualità si è potuta formare e sviluppare come dimensione propria dell'amore prettamente umano, in cui la partecipazione a questo enorme, smisurato mistero non si ferma a un sesso di mero consumo, ma ne partecipa docile, seguendo l'imperscrutabile invito che la Natura ci offre e cui affidarsi serenamente.


In questa realtà, per quanto valga la mia esperienza e la mia conoscenza, nell'appartenersi di lui e di lei non vale il codice linguistico del parlare, del mettere paletti e puntini sulle i, del misurare sempre se resistere e quanto all'altro, quanto concedersi.

Io ho abolito persino l'espressione "rapporto sessuale", significativa di regole, usi e prassi che mortificano la relazione tra un uomo e una donna, che dovrebbe invece costituirsi e avere un valore più adeguato alla libertà e dignità umana, se basato soltanto sull'amore e sull'affetto, specialmente se coniugale.


In questo ambito, io credo che non ci si "parla", ma si vive e si agisce l'amore nei nostri comportamenti quotidiani, a letto e fuori dal letto, concreti e partecipati convintamente, sfidando le paure, aspettando i tempi dell'altro, colmando reciproche curiosità e rispettando rispettivi pudori.


Ma di che si vorrebbe parlare che solo la comunicazione verbale potrebbe assicurare?

Grazie dell'attenzione, se davvero siete arrivati fin qui   

 07/06/2019 02:00:16
in risposta a ↑

quarkuno, 


sex & the city intelligente ???

potrà essere stata innovativa e accattivante, ma di intelligenza ci vedo ben poco.

Quattro donne con i soldi che escono loro da non dico dove (...) le cui uniche preoccupazioni riguardano quale cocktail prendere, a quale happy hour partecipare, quante paia di scarpe acquistare e che trattano gli uomini come le figurine di un album di calciatori ?


La realtà è ben altra (per fortuna!), il senso della sit com è donare quel non so che di spensieratezza condita dal sesso (che attira sempre) visto dalla parte delle donne (in questo sta l'innovazione), sullo sfondo una grande città americana che fa sempre buon effetto.

Nello sceneggiato alla fin fine le persone sono felici con poco...nella vita reale ci vuole ben di più

 07/06/2019 11:10:31
quarkuno

quarkuno22321

Non ricordo di ricordarmi

in risposta a ↑

elzevira, 

ma che diavolo c'entra la serie tv col problema che stiamo trattando? 

Guarda che mica va bene continuare a scantonare dalla questione: e, comunque, che ti fa credere che la vita vera non è anche quella raccontata dai personaggi di quella serie? perché continui nella parte di chi lui sa davvero cos'è la vita, dando così patente di ignorante a tutti gli altri?


Qui si sta parlando di insoddisfazione sessuale nella coppia,  che sia di lui o che sia di lei, e di che fare per risolvere un problema di sesso prima che diventi un problema di coppia. 


Tu continui invece a parlare dei cocktail e di quante scarpe si compra Carrie: non so se c'è qualche punta di invidia per la giornalista o per la ninfomane Samantha che vivono a New York: lì ci stanno più di otto milioni di persone, in maggioranza donne, e che ti piaccia o no, quella serie racconta la vita di una middle class che tribola a suo modo la vita, vivendo al cospetto di gente facoltosa a milioni di dollari e rispetto a un milione e mezzo di gente sotto la soglia di povertà (nella sola New York): e tieni a mente che in quella città, non in uno Stato, la media dei redditi si aggira sui 50.000 dollari l'anno, compresa gente a reddito zero. Otto milioni di persone: in quanti vivono dove abiti tu? Fa' le dovute proporzioni ...


E allora, comprendi bene che la vita invece è anche quella, e quei personaggi, le cui storie mi divertono, raccontano di problemi concreti in quelle parti del mondo, anche se esagerati e romanzati come qui da noi nei film di una volta. La vita non è soltanto quella nelle periferie del mondo.


Io ho parlato dei problemi nelle relazioni di coppia e di cosa ne pensa il personaggio Samantha: rileggi e comprendine il senso e, se vuoi ne riparliamo.


Ma temo che tu parli parli ma non ascolti. 

E credo che il problema maggiore sotto le lenzuola non è che non si riesca a parlare, quanto di non sapere ascoltare.

 07/06/2019 12:24:10
Antares_5

Antares_557896

Sopravvissuta all'Ade in cammino verso il Paradiso

Certo che bisogna parlarne. Una mia amica per non parlarne ha rovinato un matrimonio... si è invaghita di un altro e ci è andata senza pensarci due volte. 

Quando ho parlato di lei con una nostra amica in comune, io ho appunto detto questa cosa: " Ma scusa... non poteva parlargliene ? " 

LA risposta della mia amica mi ha lasciata un pò così: " Ehhh non è così facile "

Boh.

Se si ha paura di parlare, mi chiedo perchè pensano di chiamarsi coppia. 

 05/06/2019 16:30:44
Robbins

Robbins84131

Perotto otto

Antares_5, se non gli ha parlato vuol dire che non poteva farlo 

Poi perché il 90% Delle persone vive il sesso male

 05/06/2019 16:31:50
Antares_5

Antares_557896

Sopravvissuta all'Ade in cammino verso il Paradiso

in risposta a ↑

Robbins, non ne capisco il motivo. Lui è un tipo abbastanza alla mano, una persona semplice

 05/06/2019 16:32:51
Robbins

Robbins84131

Perotto otto

in risposta a ↑

Antares_5, appunto vivrà il modo "semplice" pure il sesso

 05/06/2019 16:33:19
Antares_5

Antares_557896

Sopravvissuta all'Ade in cammino verso il Paradiso

in risposta a ↑

Robbins, dove hai letto questa statistica?

 05/06/2019 16:34:20
Robbins

Robbins84131

Perotto otto

in risposta a ↑

Antares_5, vita vissuta  e daii commenti su quag

 05/06/2019 16:34:58
Michelle-Doc

Michelle-Doc86731

La dolcezza ottiene più della violenza

Antares_5, questo significa 'comunicare', e cercare di affrontare una difficoltà insieme 

 05/06/2019 16:36:25
Antares_5

Antares_557896

Sopravvissuta all'Ade in cammino verso il Paradiso

in risposta a ↑

Michelle-Doc, e purtroppo mi sa che la comunicazione è uno dei problemi più grandi...

 05/06/2019 16:39:48
Robbins

Robbins84131

Perotto otto

in risposta a ↑

Antares_5, poi sul sesso è x 100

 05/06/2019 16:41:34
quarkuno

quarkuno22321

Non ricordo di ricordarmi

se telefona ... 

 06/06/2019 09:24:03

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader