minimamoralia

minimamoralia73216

Una volta sottolineavo, ora cancello.

La morte di Vittorio Zucconi

La morte di Vittorio Zucconi

Riporto quasi integralmente (i tre puntini indicano un piccolo taglio al testo) il post scritto da Andrea Scanzi sul suo collega/rivale. Trovo questo articolo aderente al mio pensiero su Zucconi, ma anche alla barbarie di chi non sa più rispettare un uomo che non c'è più. Negli ultimi tempi trovavo insopportabili le sue ospitate, in presenza o via cavo, nei talk politici, i suoi argomenti e anche le frettolose risposte a chi chiedeva i suoi pareri, su varie tematiche, a radio capital. Avessi saputo che era così malato, sarei stata molto più tollerante. Mi dispiace.


"E' da domenica mattina che, per dirla con un vecchio film di Virzì, ho un ovosodo che non va né su né giù. Alludo alla morte di Vittorio Zucconi. Ci conoscevamo, ci stimavamo, ma non eravamo amici. Ci saremo incrociati sì e no tre volte in uno studio tivù. Per la festa di Repubblica prendemmo insieme l'aperitivo. C'era anche sua moglie e furono molto gentili. Ho molto stimato lo Zucconi giornalista e volto tivù fino alla fine degli Anni Zero. Era anche uno dei più noti milanisti antiberlusconiani, ossimoro a cui mi onoro di appartenere. Con l'avvento dei 5 Stelle, e più ancora con il successo della Sciagura di Rignano, credo sia divenuto (almeno ai miei occhi) uno dei giornalisti più irricevibili. Spesso semplicemente (almeno ai miei occhi) insopportabile, ancor più perché molto intelligente. Vederlo iper-renziano, iper-boschiano e ogni volta quasi con la bava alla bocca quando c'era da bastonare i "grullini" era pietoso. Mi ci sono scontrato mille volte: le ho date e le ho prese. Dopo un mio pezzo su di lui, peraltro il primo numero della mia rubrica del martedì "Identikit" sul Fatto cartaceo, me l'ha giurata e mi ha chiuso qualsiasi porta di Radio Capital. Forse mi sarai comportato analogamente e forse no, visto che ad Accordi & Disaccordi lo abbiamo sempre invitato (non è mai venuto perché - l'ho saputo adesso - era già malato). Durante lo spettacolo Renzusconi lo mettevo nella lista di quelli che più mi avevano deluso tra giornalisti e artisti: lui, Serra, Moretti e Benigni. Era una delle parti più applaudite, segno che come me la pensavano in tanti. Zucconi mi appariva come uno di quelli non tanto di sinistra, quanto tifosi di un partito al quale perdonavano tutto: persino renzi e i suoi cortigiani.

Rifarei tutto, riscriverei tutto. E non cambierei mezza virgola. Come non la cambierebbe lui. E chissà chi dei due avesse ragione.

Solo che, poi, arriva la morte. Di colpo, perché - almeno io - non sapevo nulla della sua malattia. La sua scomparsa mi ha fatto molto male, non solo perché prematura e non solo perché era una persona molto intelligente. Mi ha fatto male, prima di tutto, perché ho letto commenti di merda da gente di merda. ...mi ha fatto male perché io e Zucconi ci siamo lasciati così: come nemici, come rivali. Che va anche bene, perché la sfida deve esserci: è nell'ordine delle cose. Solo che, da domenica, rifletto e mi domando: "Davvero ne valeva la pena?". Neanche darsi il tempo di salutarsi perché "tu grllino io renziano", o forse era viceversa? Davvero ne valeva la pena? Sarà che l'unica cosa che ho sempre trovato seria della vita è la morte, ma questa cosa ora mi fa male. Ci penso insistentemente. Ed è anche per questo che, dell'esito del voto di domenica, in tutta onestà non me n'è proprio fregato un cazzo. Questione di priorità.

La tivù sa essere una brutta bestia. Fa sembrare immortali quelli che ci stanno dentro. E li fa sembrare cristallizzati nel loro ruolo. Voi credete che Cacciari parli sempre di politica in privato: per sua fortuna, non è minimamente così e alla terza domanda sul Pd ti sfancula (oddio, quello lo fa anche in tivù). Voi credete che in privato Peter parli sempre di politica : proprio no. Voi credete che lo faccia anch'io, quando in privato non lo faccio proprio mai (e anzi mi stanno sui coglioni quelli che ci si guastano il sangue e ne parlano di continuo). La tivù è una cosa, la vita è un'altra. E forse con Vittorio a un certo punto ce lo siamo dimenticato... La vita è troppo breve e troppo di per sé carogna per incarognirla ulteriormente trasformando facezie politiche in cicatrici di guerra. Certo sto invecchiando ... mi piacerebbe che, con Zucconi, ci fossimo fermati entrambi un attimo prima. ... un sentito fanculo... a quel "senatore" sommamente bieco e a quelle faine putride che hanno esultato alla sua morte ed esulteranno pure alla mia. Fate più schifo che spavento. E secondo me vi schifa anche la morte, che purtroppo ha quasi sempre buon gusto e per questo i migliori se li prende troppo presto."

 30/05/2019 15:37:06
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
16 commenti
Robbins

Robbins91946

By ,by


D'altra parte la pace si fa con chi si ha combattuto .

Spero che l'autore la abbia fatta 

 30/05/2019 15:59:02
ilmiozio

ilmiozio197941

Estremista di destra e di sinistra

Scritto bene, certo. Però io non tollero la retorica post mortem che immancabilmente si scatena ad ogni morte di vips.

La morte è una cosa certamente "seria" come scrive Scanzi, ma al contempo banale, non fosse altro perché tocca a tutti.

La pietà umana, sempre dovuta, non va però confusa col giudizio sulla persona: le due cose seguono percorsi separati.

Zucconi per me era un servo dei poteri forti, un pessimo giornalista, arrogante e supponente.

Non sapevo fosse malato e mi dispiace per lui come mi dispiacerebbe per qualunque altro, ma ciò non sposta di una virgola la pessima opinione che avevo del giornalista.

Non intravedo la minima contraddizione.

 31/05/2019 01:21:48
minimamoralia

minimamoralia73216

Una volta sottolineavo, ora cancello.

ilmiozio, Infatti,come ho scritto, a me era quasi insopportabile ascoltare le sue "arringhe", ma se è giusto non verniciare di rosa le nostre azioni perchè non ci siamo più, ritengo altettanto giusto (anche in vita) evitare le offese, perchè ammantano di livore quello che dovrebbe essere un giudizio obiettivo, magari spietato, ma mai maleducato.

 31/05/2019 07:13:02
ilmiozio

ilmiozio197941

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

minimamoralia, Le offese post mortem sono sempre fuori luogo.

Ma quelle in vita sono più che legittime quando hai a che fare con qualcuno che a sua volta, attraverso i suoi sermoni quotidiani o quasi, altro non fa se non offendere.

Occhio per occhio.

 31/05/2019 11:37:30

ilmiozio, ...penso che in questo caso, al di là del pietismo, il senso di quanto scrive adesso Scanzi si possa riassumere nella domanda che lui stesso si pone: "ne valeva a pena?"

 02/06/2019 09:38:02
ilmiozio

ilmiozio197941

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

Yappappeo, Esattamente. Ed è una domanda di cui non afferro il senso se non nell'ottica della solita litania post portem di cui ha scitto sopra.

Sarebbe come dire: Vale la pena di litigare se poi tutti dobbiamo morire? 

 02/06/2019 15:30:15
in risposta a ↑

ilmiozio, ...non so se Scanzi la leggerebbe così (anche perché è evidente come abbia scritto ciò che ha scritto anche per bilanciare i vari commenti di pessimo gusto che nel frattempo si sono letti in giro contro Zucconi, una specie di difesa d'ufficio di un "nemico ex-nemico" deceduto), ma di certo il tuo è un modo di vedere la cosa del tutto giustificato.

Ad ogni modo, spesso - come dico sempre - il silenzio risulta essere la migliore delle soluzioni...

 02/06/2019 15:43:21
ilmiozio

ilmiozio197941

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

Yappappeo, Diciamo che io tendo ad andare al sodo? Del resto l'articolo si Scanzi si conclude con la madre di tutte le frasi retoriche: "Sono sempre i migliori quelli che se ne vanno". 

 02/06/2019 17:52:51
minimamoralia

minimamoralia73216

Una volta sottolineavo, ora cancello.

in risposta a ↑

ilmiozio, Avrei fatto a meno di scriverla, concordo, ma in realtà ha detto una cosa leggermente diversa: " i migliori se li prende troppo presto", quindi una questione di tempo, perchè sull'inevitabilità della morte non poteva cadere  

 02/06/2019 18:26:57
ilmiozio

ilmiozio197941

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

minimamoralia, stai per caso cavillando?       

 02/06/2019 18:39:46
minimamoralia

minimamoralia73216

Una volta sottolineavo, ora cancello.

in risposta a ↑

ilmiozio, Non ti si può nasconder niente, lo so.

 02/06/2019 19:35:36

Morto dal ridere sulla miseria morale di quel Pillon.

Non so chi sia Scanzi ne' chi fu Zucconi.

 31/05/2019 12:55:51
EwaMaria

EwaMaria143321

Hiraeth. Davidia Involucrata.

AntonioAtzeni, Pillon è una delle vergogne di questo paese.

 01/06/2019 13:13:53
ilmiozio

ilmiozio197941

Estremista di destra e di sinistra

Ma @Quag   ha smesso di  inviare notifiche?

 31/05/2019 19:16:47
Diamake

Diamake106946

Quanto vorrei vedere quel ponte sulla Drina

ilmiozio, ah! Non sono l'unica allora ad avere questo problema!   

 31/05/2019 21:59:01
ciro_andreotti

ciro_andreotti30456

Lavoro un po'ovunque.... Basta che mi paghino

La penso come Scanzi, lo ammetto lo adoro non in tutto ma noto affinità. Sarò intervenuto alla sua trasmissione un paio di volte, quella su radiocapital in cui lasciavi un messaggio in segreteria, ebbene mi piacquero tantissimo le risposte che mi diede nella diretta seguente e i miei notare che erano attacchi molto frontali. Mi diede risposte ironiche e intelligenti che mi confermarono l'idea che mi ero fatto di un uomo che giudico ancora adesso fin troppo intelligente e ironico anche se distante dal mio essere. Giuro mi è dispiaciuto da matti che se ne sia andato, fondamentalmente perchè l'ho appreso come scanzi e come un fulmine a ciel sereno. Quante puttanate avrei potuto vomitargli addosso ancora....

 06/06/2019 16:40:25

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader