FlavioBertamini

FlavioBertamini91194

Dead man walking

"Il diavolo è nel dettaglio"

https://en.m.wikipedia.org/wiki/The_devil_is_in_the_detail

Sapevatelo!!!  

 09/05/2019 20:54:07
Karo_Lina

Karo_Lina67691

Vorrei del vino, te e le conseguenze

Per tutti quelli che credono nel diavolo e nell’inferno, avrei una quesito che mi incuriosisce. Ma se il diavolo se ne sta all’inferno a punire la gentaglia e i criminali, non svolge tutto sommato un lavoro socialmente utile?

 10/05/2019 17:26:17

Karo_Lina, ma vedi che cosa succede laggiù non lo sa nessuno, non è detto che le anime vengano torturate e punite, si sa solo che le anime soffrono

 10/05/2019 17:36:25
Michelle-Doc

Michelle-Doc112836

La dolcezza ottiene più della violenza

Karo_Lina, io credo all'esistenza del diavolo ma non dell'inferno come luogo di tormento   

 11/05/2019 07:13:24
Karo_Lina

Karo_Lina67691

Vorrei del vino, te e le conseguenze

in risposta a ↑

Antares_5, be', se è per questo non si sa nemmeno che cosa succede in Paradiso...

Scherzi a parte, punire qualcuno con dei tormenti eterni non sarebbe un atteggiamento consono a un Dio d'amore. Poi, nella Bibbia anche i buoni come Giobbe e Giacobbe si aspettano di andare all'Inferno (sheol in ebraico o hádes in greco), inteso simbolicamente come tomba comune dell'umanità.

 11/05/2019 08:48:11
in risposta a ↑

Karo_Lina, certo, non si sa con esattezza cosa succede sia laggiù che lassù, ho citato solo l'inferno perchè si parla del diavolo, ma era sottinteso.

C' è da precisare che Giobbe e Giacobbe fanno parte del vecchio testamento ed erano sotto la legge, quindi si veniva salvati attraverso la legge di Mosè, con l'avvento di Cristo le cose sono cambiate.

Dopo questa breve parentesi, non è Dio che punisce, è l'essere umano che sceglie compiendo il male, di andare all'inferno. Dio vorrebbe che tutti gli uomini siano salvati, ma, purtroppo gli umani hanno la tendenza a scegliere il male per loro natura. 

Insomma, il discorso è complesso, molto! 

 11/05/2019 08:54:47
FlavioBertamini

FlavioBertamini91194

Dead man walking

in risposta a ↑

Antares_5, con Gesù hanno fatto una nuova edizione dell'oltretomba: aldilà 2.0!!  

 12/05/2019 06:38:20
in risposta a ↑

FlavioBertamini, eh si... modernamente parlando lo si potrebbe dire proprio così senpai   

 12/05/2019 06:42:30
Rivoluzione

Rivoluzione16591

Business agent for solid waste recycling plants

Karo_Lina,       
Mi sono fatto quattro risate!
In parte hai ragione ma non credo sia qualcosa di voluto dagli stessi.
I demoni hanno in odio l'umanità e traggono godimento della sua distruzione e perversione. E' un modo per opporsi a Dio e al suo progetto.
Ma Dio, in quanto creatore, è un entità infinitamente superiore a tutti noi, demoni compresi, ragione per cui riesci a trasformare in qualcosa di utile anche l'agire malvagio dei demoni.
L'universo si regge su degli equilibri. Ogni volta che del male viene compiuto, un disequilibrio viene generato. Questo disequilibrio viene poi scontato da chi quel male l'ha perpetrato.
Ora, se il soggetto si pente, evita l'inferno e sconta una pena temporanea. Se, invece, non vi è pentimento, scegli egli stessi l'inferno e diventa così compagno dei demoni. In questo modo l'equilibrio è preservato.

 13/05/2019 08:52:28 (modificato)
Karo_Lina

Karo_Lina67691

Vorrei del vino, te e le conseguenze

in risposta a ↑

NegroDumas, ma infatti i cosiddetti "satanisti razionalisti" (tipo LaVey e compagnia bella) mica ci credono al diavolo e all'inferno...

 13/05/2019 17:49:07
Karo_Lina

Karo_Lina67691

Vorrei del vino, te e le conseguenze

in risposta a ↑

NegroDumas, sì, è la stessa domanda che ho posto anch'io quando ne ho conosciuto uno.

Ma loro intendono utilizzare tutta la forza della simbologia e della suggestione che deriva dall'immaginario demoniaco. In sostanza non dicono che il diavolo esista, ma che se la religione avesse un fondamento, il diavolo sarebbe decisamente più figo. Oltre a questo, quella di Satana nella cultura occidentale è una figura letteraria complessa e intrigante, molto spesso associata o accostabile agli ideali della razionalità e dello scetticismo.

 13/05/2019 20:40:18
in risposta a ↑

Karo_Lina, ci sono i satanisti che al diavolo ci credono, evocano pure le varie identità demoniache

 13/05/2019 20:44:31
Karo_Lina

Karo_Lina67691

Vorrei del vino, te e le conseguenze

in risposta a ↑

Antares_5, sì, ma quelli quasi sempre sono solo dei fessi. Ne ho conosciuti alcuni che non conoscevano nemmeno le gerarchie demoniache. Io la demonologia l'ho studiata solo nella storia comparata delle religioni e ne sapevo comunque una cifra più di loro.

 13/05/2019 20:57:16
FlavioBertamini

FlavioBertamini91194

Dead man walking

in risposta a ↑

Karo_Lina, figurati: ho dato "Istituzioni di demonologia superiore" il 25 luglio 2014, giorno di san Giacomo, sbaragliando anche l'esorcista!!  

 13/05/2019 21:01:00
in risposta a ↑

Karo_Lina, però li evocavano

 13/05/2019 21:01:01
FlavioBertamini

FlavioBertamini91194

Dead man walking

in risposta a ↑

Karo_Lina, avevo letto la Lettera il giorno prima: insomma ero preparato!

 13/05/2019 21:08:37
Karo_Lina

Karo_Lina67691

Vorrei del vino, te e le conseguenze

in risposta a ↑

Antares_5, guarda, in vita mia ho assistito a decine e decine di rituali diversi, alcuni anche ributtanti e altri spaventosi. Ma l'ho fatto sempre con l'occhio della studiosa appassionata: in un rituale si combinano il recupero di antiche tradizioni, l'intrecciarsi di legami profondi di appartenenza (familiari, tribali, di clan) tra generazioni diverse, l'integrazione di energie psichiche e fisiche specifiche, la celebrazione della sacralità di uno specifico evento, di un cambiamento o di un luogo, un modo di sostenere la propria determinazione e la propria unicità, di mostrare gratitudine e consapevolezza, di rimuovere energie negative, di dare un senso alla propria esistenza, di andare oltre la propria limitata dimensione ordinaria, e ancora altre mille cose interessantissime. Ho visto persone andare in trance e "speaking in tongues" (come dicono gli anglosassoni), danzare o cantare per ore, e anche perdere il controllo. Ma non ho mai visto un demone in persona, nemmeno del tipo più esotico. Per questo motivo ne parlo come di archetipi o personificazioni simboliche.

 13/05/2019 21:26:37
in risposta a ↑

Karo_Lina, su Youtube C'è un canale unione satanisti italiani. Se ascolti le loro testimonianze,  non so, mi è sembrato di capire che loro i demoni li hanno visti. Però vivono la cosa non in gruppo da soli. 

 13/05/2019 21:36:01
Karo_Lina

Karo_Lina67691

Vorrei del vino, te e le conseguenze

in risposta a ↑

Antares_5, dipende anche da quali sostanze hanno assunto   Io una volta ho visto un enorme dinosauro viola... Ma prima stavo parlando di rituali ai quali assistevo in stato di lucidità.

 13/05/2019 21:41:44
Karo_Lina

Karo_Lina67691

Vorrei del vino, te e le conseguenze

in risposta a ↑

FlavioBertamini, sarebbe quella delle 12 tribù disperse?

 13/05/2019 21:44:08
in risposta a ↑

Karo_Lina, pure viola XD ti accontenti di poco XD

Mah, non lo so, bisognerebbe chiederlo a loro se assumono droghe 

 13/05/2019 21:44:12
FlavioBertamini

FlavioBertamini91194

Dead man walking

in risposta a ↑

Karo_Lina, è uno dei libri del NT, "Lettera di Giacomo".

 14/05/2019 01:23:42
Karo_Lina

Karo_Lina67691

Vorrei del vino, te e le conseguenze

in risposta a ↑

FlavioBertamini, sì, appunto. La lettera è rivolta alle tribù perdute di Israele, che, secondo la tradizione, Alessandro avrebbe rinchiuso all'interno del Monte Caspio.

 14/05/2019 17:22:00
Karo_Lina

Karo_Lina67691

Vorrei del vino, te e le conseguenze

in risposta a ↑

NegroDumas, non so sinceramente se esistano dei cristiani razionalisti materialisti, ma certo non mi sento di escludere tale possibilità, anche solo a livello di mock religion.


Per quanto riguarda i mafiosi, mi limito ad osservare che la mafia ha fatto propria quella cultura e mentalità religiosa locale, che è un fondamento dell'identità siciliana. La mafia (almeno quella tradizionale) non è un'organizzazione criminale come le altre: ha dei caratteri vagamente religiosi e si serve di simbolismi e rituali tratti dalla tradizione cristiana, anche se molto distorti (per esempio so che fanno un ampio uso di "santini"). La cosa curiosa è che questo intreccio profondo tra mafia e religione risale agli albori del fenomeno e non è esclusivamente italiano. La Chiesa e la mafia siciliane (e meridionali in genere) per molti decenni dopo l'Unità d'Italia hanno condiviso una lotta occulta contro i "conquistatori settentrionali", nel contesto di un sentimento popolare che era profondamente ostile verso i "nuovi padroni". Allo stesso modo, l'origine delle Triadi cinesi viene fatta risalire a una rivolta antimancese (l'ultima dinastia imperiale era straniera e proveniva dalla Manciuria) condotta da monaci buddhisti e alle società segrete che si costituirono sulla sua scia per combattere i padroni stranieri e si trasformarono poi in qualcosa a metà strada tra un sindacato, un'impresa economica e un'organizzazione criminale, anch'essa con complessi rituali affini a quelli religiosi. Anche la Yakuza giapponese sorse nell'ambiente dei samurai che si contrapponevano allo shogunato Tokugawa, che di fatto aveva esonerato l'imperatore da qualsiasi ruolo politico.


Lo gnosticismo è un mondo vasto, variegato e complesso che mi ha sempre affascinata. Certo, affrontarlo in un post mi sembra molto arduo. Comunque, anche la domanda che ho posto in un altro mio commento in questo stesso thread ("quanto male deve essere compiuto prima che si realizzi il completo trionfo dell'amore?") è vagamente gnostica. Trascorsi un paio di secoli dalla venuta di Cristo, qualcuno (gli gnostici) si cominciò a domandare quanto ci fosse ancora da aspettare prima della realizzazione del Regno di Dio, perché le scritture erano del tutto vaghe a questo proposito. Senza voler essere blasfema o offensiva nei riguardi dei credenti (mi rendo conto che attendere la venuta del Regno non è come attendere l'autobus), se ai primi Cristiani fosse stato detto che l'attesa si sarebbe protratta per 2 o 3mila anni e oltre, ci sarebbero state moltissime defezioni. Gli gnostici cominciarono allora a sospettare che ci fosse in atto un grosso inganno, e che la partita nel mondo materiale si svolgesse in realtà tra il diavolo e il demiurgo. Demiurgo e diavolo sono le due facce dello stesso problema: soltanto, il demiurgo appare insopportabile, ma è comunque un fattore di stabilità di fonte alla follia del diavolo; il demiurgo è stupido, ma è comunque rassicurante rispetto alla violenza diabolica; è cattivo, ma di una cattiveria prevedibile rispetto alla perversione del diavolo. Ci ammazza comunque, ma ci lascia credere che i più buoni saranno risparmiati o premiati nell'aldilà. 

 14/05/2019 18:29:57 (modificato)
FlavioBertamini

FlavioBertamini91194

Dead man walking

in risposta a ↑

Karo_Lina, qui è indirizzata "alle 12 tribù che sono nella diaspora". E non conosco la tradizione che riferisci.

 14/05/2019 18:30:28
Karo_Lina

Karo_Lina67691

Vorrei del vino, te e le conseguenze

in risposta a ↑

FlavioBertamini, è una tradizione ebraica riportata nello Josippon (X secolo), secondo la quale le tribù disperse e perdute si sarebbero rifugiate in un luogo inaccessibile da qualche parte sul Caucaso. Alessandro Magno provò a cercarle, ma fu fermato da una voce che gli vietava di entrare nella casa di Dio. Allora cancellò tutte le tracce e tutti gli indizi che portavano a quel luogo, per impedire che altri potessero ritrovarlo. È un'idea del mondo separato che è affine al mito di Shangrila o dell'Orizzonte perduto (c'è un famoso vecchio film hollywoodiano con questo titolo...).

 14/05/2019 18:40:30
FlavioBertamini

FlavioBertamini91194

Dead man walking

in risposta a ↑

Karo_Lina, una specie di fiaba! Credo che nessun esegeta la accoglierebbe: neppure Biglino!  

 14/05/2019 19:08:09
Karo_Lina

Karo_Lina67691

Vorrei del vino, te e le conseguenze

in risposta a ↑

FlavioBertamini, perché la classifichi come fiaba? È una cronaca con elementi leggendari, come molti altri testi religiosi: lo Josippon fa anche parte del canone della Chiesa Ortodossa etiope, tra l'altro.

 14/05/2019 20:25:52
Karo_Lina

Karo_Lina67691

Vorrei del vino, te e le conseguenze

in risposta a ↑

NegroDumas,

mi domando se oggi la triade è buddista, la yakuza è shintoista o zen (?!) quanto la mafia è cattolica.

No, il rapporto tra mafia e chiesa cattolica è molto diverso, proprio per le ragioni che tu hai giustamente evidenziato. Le Triadi cinesi seguono stretti codici etici confuciani e hanno con il buddhismo e il taoismo un rapporto esclusivamente ritualistico: simboli, saluti e gesti fatti con le mani, nomi in codice utilizzati, oltre alle cerimonie di iniziazione che scimmiottano alcuni riti tradizionali. Lo stesso fanno gli Yakuza con i famosi tatuaggi con soggetti buddhisti e shintoisti dall'aspetto minaccioso, e la presenza nelle loro sedi delle statue di Fudo Myo-o, una deità meditazionale che nella loro concezione diventa una sorta di protettore negli scontri fisici.

Nello gnosticismo cristiano demiurgo, il diavolo (Satana) e il dio del vecchio testamento non erano la stessa entità?

Premetto che le correnti gnostiche sono molte, e diverse nelle loro espressioni e nella loro dottrina, poiché nella gnosi manca la vocazione di proporre un insieme unificato e codificato di credenze. Poiché è una ricerca di libertà e cammino di liberazione, la gnosi incita ciascuno a costruirsi un proprio paradigma e una propria narrazione, per stringere un legame indivisibile tra la propria coscienza e la divinità che vi risiede. In genere, il Demiurgo viene assimilato con il Dio del Vecchio Testamento, che voleva mantenere l'umanità nell'ignoranza e nel mondo materiale, punendo i tentativi di appropriarsi della conoscenza (la cacciata dall'Eden, il diluvio, Sodoma e Gomorra, ecc.). Il Diavolo (che a sua volta compare nel Vecchio Testamento) è un'entita separata dal Demiurgo, ma ne costituisce in sostanza un duplus indispensabile e funzionale, appunto l'altra faccia della medaglia: i due sembrano combattersi, ma in realtà il Demiurgo sfrutta la paura e il caos provocati dal Diavolo per instaurare la propria dittatura, fatta di leggi liberticide come i Dieci Comandamenti, di istituzioni punitive, di apologia dell'infelicità e della sofferenza, di condanna morale dell'immaginazione. L'umanità inconsapevole e spaventata si è così gettata nelle sue braccia cercando protezione da Satana, e si è rinchiusa da sola in una prigione.

L'altro Dio, quello interiore e inconoscibile, è invece il vero liberatore, colui che ha inviato il Cristo per fornire ai suoi discepoli l'interpretazione giusta (contenuta nei Vangeli gnostici), il quale a sua volta non è morto sulla Croce, ma è tornato nel regno divino dal quale proveniva.

 15/05/2019 18:12:01
MajinVegeta

MajinVegeta45422

Otaku a tempo pieno

credo nel diavolo e in un dio assassino, pertanto non mio.

 10/05/2019 19:51:10

DALLA TUA...






Cia8   


 13/05/2019 04:08:36
Rivoluzione

Rivoluzione16591

Business agent for solid waste recycling plants

Chi crede solo nel demonio è in evidente contraddizione e nemmeno se ne rende conto.
Se esiste il demonio deve esistere anche Dio visto che il demonio è una sua creatura!

Sì credo che esistano i demoni e credo siano angeli caduti. Credo siano essere infinitamente superiori a noi ma pur sempre creature perché di creatore ce n'è uno solo.

Credo che la consapevolezza di aver fatto una scelta sbagliata che non può più essere rettificata genera in loro una rabbia e una frustrazione enorme. Credo che odino gli uomini perché sanno che Dio li ama e provano un godimento perverso nel distruggere l'uomo, la sua vita e, in generale, la società umana.
L'uomo è la sublime opera di Dio e distruggerla è un modo per opporsi a lui e riaffermare, vilmente, la propria ribellione e il proprio rifiuto nei suoi confronti.
Ma non c'è nulla che un demone possa fare, per quanto grande sia il suo potere, che possa mutare la sua natura: creatura è e creatura rimane, esattamente come noi.

 13/05/2019 08:47:54
Michelle-Doc

Michelle-Doc112836

La dolcezza ottiene più della violenza

Rivoluzione, grazie per il tuo intervento 

 13/05/2019 10:05:28

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader