bughunter

bughunter4731

Tutto da scoprire

Salvini manderà finalmente a casa i Grulloni?

Dopo il caso Siri sembra oramai definitivo l'imminente distacco dai grulloni (grillini) che ora iniziano a farsela addosso .
Sono finalmente arrivati i tempi che vedranno Salvini comandare come è giusto che sia e come il popolo vuole?  
Sono curioso di vedere l'esito delle prossime elezioni europee e con i primi raggi di sole i cinque stelle si scioglieranno ...

 07/05/2019 09:48:33
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
9 commenti

Com'è giusto che sia! Grande Salvini! Attendiamo le prossime elezioni con fiducia :) 

 09/05/2019 13:43:57
Nerino

Nerino2701

Quale popolo?   

 09/05/2019 14:16:36
Rivoluzione

Rivoluzione14971

Business agent for solid waste recycling plants

Ma cos'è questo post?
Un inno al legaiolo?
Direi che è significativo il fatto che Salvini abbia difeso, sino all'ultimo, uno suo uomo indagato non proprio per vicende di secondo ordine (Mafia)!
Questo dovrebbe far riflettere. Mi sembra un déjà vu! Ma in Italia abbiamo sempre la memoria molto corta!

 13/05/2019 08:42:05
marbone

marbone3261

musicista dilettante - poco socievole

Rivoluzione,Compresa la vostra, che è addirittura inesistente. Siri è indagato (voglio precisare: indagato, non rinviato a giudizio, né tanto meno processato o condannato. Quindi innocente a norma di Costituzione, e l'avviso di garanzia è un "atto dovuto", se sai che significa) per aver avuto contatti con un tale che ..#       . Tutto, quindi, molto fumoso e vago, tanto che un Magistrato di riconosciuto valore come Nordio - in pensione e senza peli sulla lingua, ha definito la sua espulsione da parte di Conte " un ignobile giochetto di parole, assolutamente vergognoso" Infatti, a pretesto, l'ineffabile PdC non ha preso la vicenda giudiziaria (ad arte gonfiata dal Corriere con notizie rivelatesi false), ma una iniziativa politica relativa ad un provvedimento legislativo dichiarato "inopportuno". Dimenticando (ecco il perché dell'affermazione di apertura) che analoghi provvedimenti "inopportuni" portano la firma grillina, mentre, se proprio vogliamo buttarla sul giudiziario, chi ha una Raggi tra le proprie file, sarebbe opportuno facesse meno chiasso. Trovo poi estremamente ridicolo l'attuale atteggiamento di Di Maio, che nel giro di nemmeno una settimana ha completamente ribaltato il suo atteggiamento. Ieri faceva a pugni con la Commissione sostenendo a spada tratta la necessità di spesa in deficit, sostenuto da tutto l'esecutivo. Oggi si rimangia tutto, tanto che sembra diventato un altro Moscovici. #)...che,a sua volta ne conosce un terzo sospettato di conoscenze mafiose.

 19/05/2019 22:03:06
Rivoluzione

Rivoluzione14971

Business agent for solid waste recycling plants

in risposta a ↑

marbone, credo tu non abbia colto il punto. Nel resto del mondo occidentale, se si viene indagati, a prescindere dalla sacrosanta presunzione di innocenza, ci si dimette immediatamente per una banale e ovvia questione di opportunità.
Non è opportuno che un rappresentante dello Stato rimanga al suo posto se ha una indagine pendente a suo carico.
In Germania un ministro si è dimesso per aver copiato la tesi! Qui abbiamo un sottosegretario indagato per mafia che pretende di stare al suo posto! Non so se ti è chiara la differenza!
In America un Presidente ha rischiato l'impeachment per aver tradito sua moglie!
In Italia la gente pretende di stare al proprio posto nonostante penda sul loro capo un sospetto di ben altra gravità.
Dov'è il cambiamento rispetto ai comportamenti della classe dirigente che ci ha governati negli ultimi 30 anni?
A parte il fatto che, di quella classe dirigente fa assolutamente parte la Lega, anche se adesso cerca di spacciarsi per il "nuovo che avanza".
Ed infatti la dimostrazione del fatto che non sono meglio degli altri (Cosa che ho sempre sostenuto) è l'arresto del sindaco di Legnano.
Se poi consideriamo gli scandali che hanno colpito la Lega negli anni scorsi, si fatica davvero a spiegare come la gente possa ancora fidarsi di loro e delle loro promesse! Sono i primi tangentopolari in questo paese corrotto.

 21/05/2019 15:35:24 (modificato)
marbone

marbone3261

musicista dilettante - poco socievole

in risposta a ↑

Rivoluzione, Spiacente, ma io ilpunto l'ho colto benissimo, al contrario di te, che ti ostini (sono parole tue) ad affermare che Siri è indagato "per mafia". Non è così, e la cosa non mi stupisce affatto, se sei solito trarre le tue informazioni da giornali del calibro del Corriere, il cui attuale Direttore, come è stato dimostrato, anziché pubblicare le notizie, le nasconde, specialmente quando possono ingenerare nel lettore reazioni antieuropeiste. Né meglio stanno quelle altre colonne dell'informazione main-strem quali Repubblica, La Stampa, Il Messaggero. Ma per tornare all'argomento in questione,  Siri è indagato con l'accusa di aver appoggiato o favorito un disegno di legge contenente un comma "inopportuno", apparentemente favorevole ad un amico. Chiamiamo - per facilitare la comprensione - Siri come "A" e l'amico come "B" - Si dà il caso che "B" conosca una persona - chiamiamola "C", in odore di rapporti con ambienti mafiosi. Secondo il Corriere, che ha lanciato il sospetto, forse per osmosi, "A" diventa automaticamente colluso con "C" (collusione che, al momento è e rimane, fino a prova contraria, una diceria, una chiacchiera.  Resta il fatto che, prima di tutto occorrerà dimostrare che "A" e "C" si conoscono, e questo al momento non risulta affatto. 

Per completare il quadretto, relativamente all'accusa di "provvedimento inopportuno", che una delle inziative del passato Governo Renzi, fu l'approvazione di un provvedimento famosissimo che stabiliva l'obbligo dei noti sacchetti di plastica  negli esercizi commerciali per particolari prodotti, provvedimento che in maniera sfacciata andava a favorire l'azienda di una amica di Renzi stesso, azienda che praticamente detiene quasi il monopolio della produzione di quel tipo di contenitori. Ti risulta che qualche magistrato abbia fatto un plissé su questo macroscopico "provvedimento inopportuno"? 

 30/05/2019 17:47:50
Rivoluzione

Rivoluzione14971

Business agent for solid waste recycling plants

in risposta a ↑

marbone, sappiamo tutti come funziona sto paese. Non nascondiamoci dietro ad un dito. Se uno chiama un politico e gli mette pressione perché prenda determinate decisioni, è perché lui o qualcuno a lui vicino, ne trae vantaggio e il politico lo sa perfettamente.
Gli scambi di favore sono prassi in questo paese.
Quindi mi risulta davvero difficile pensare che "A" non sapesse o non immaginasse che "B" stesse chiedendo un favore per sé stesso o per un eventuale soggetto "C" a lui legato.
Poi, una persona in quella posizione ha il dovere di fare le verifiche del caso. Se tu non sai che dietro "B" c'è un soggetto "C" in odore di mafia, sei un incompetente.
Per altro, in quegli ambienti, si conoscono tutti. Quindi, ti ripeto, fatico a credere che "A" non sapesse nulla e sia saltato giù dal pero come si dice dalle mie parti.


Conosco una ditta che produce Materbi e non mi risulta sia in rapporti con Renzi...
Ciò detto, il fatto che il precedente Presidente del Consiglio si sia adeguato ai soliti malcostumi italiani non giustifica il comportamento di Siri.

 31/05/2019 09:06:32

.....NO..hahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahh .....sfigato 

 13/05/2019 13:06:34

Curiosamente, Salvini si è autopenetrato   

 13/09/2019 11:13:40

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader