Spermiogramma : L'età biologica più adatta per avere figli è tra i 20 ed i 30 anni, anche se in Italia gli uomini iniziano a pensarci tra i 35 ed i 40 anni

Durante la settimana della festa del papà, Institut Marquès offre un'analisi dello sperma gratuita a Roma, a tutti gli uomini che desiderano controllare la loro fertilità

Il ritardo nella paternità riduce le possibilità di gravidanza nella coppia, aumenta gli aborti spontanei ed espone il feto ad anomalie genetiche

Lo sapevate? 
A che età avete avuto o vorreste avere o avrete un figlio? 

 19/03/2019 07:25:53
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
81 commenti
abc12345

abc1234558826

Probitas

Sono anch’io del parere che i figli dovrebbero nascere da genitori giovani (20-25 anni max) per assicurare un sostegno alle giovani coppie da parte dei nonni. Non dimentichiamo che l’attuale società è la prima nella storia che vede la donna al lavoro come l’uomo; ne consegue che diventano importantissimi i nonni che possono supportare i genitori nel gravoso compito della crescita e anche nell’educazione dei figli.


Per i bambini, i nonni sono, direi, indispensabili. I genitori - affetto e regole e i nonni - affetto e cuore; cuore e ragione, un connubio perfetto. Tre generazioni in verticale quindi, che debbono rispettare le cadenze naturali o tutte e tre ne risentiranno; la natura, nostra maestra di vita da sempre, se spinge (con il suo incentivo ormonale) all’accoppiamento verso i 20 anni, ha i suoi ben fondati motivi. E chi va contro natura o si colloca agli estremi, ne subisce le conseguenze.


Non possiamo sottomettere la natura alle nostre esigenze perchè paghiamo un prezzo altissimo; chi aspetta la laurea e poi i lavoro e si sposa verso i 35 anni, si trova di fronte grossi problemi; parlo per esperienza. Mi sono sposato a 21 anni e a 60, al momento della pensione, mia figlia ha trovato in noi nonni un validissimo supporto.


Sicuri e sereni quindi per aver affidato i figli ai nonni che così han trovato modo di impiegarsi anche dopo la pensione e che soddisfazione, vi assicuro; ci sono solo svantaggi a postdatare la nascita di eventuali figli. L’età dei 40 anni è problematica con figli piccoli, perchè i nonni non possono più aiutare e spesso necessitano a loro volta di assistenza perchè avanti con l’età.


Non pieghiamo la natura alle nostre esigenze perchè creiamo solo problemi; mi viene in mente il trattamento che subiscono tanti bambini negli asili statali. La cronaca ci presenta quasi giornalmente episodi da brivido; bambini picchiati e sui quali qualche irresponsabile scarica le proprie frustrazioni. Evviva i nonni, ma occorre pensarci per tempo.

 19/03/2019 08:40:42
Daydream

Daydream66066

By herself, she built the kingdom that she wanted

abc12345, e se i nonni non volessero o potessero occuparsi dei nipoti?

Pensare di fare figli a 20 anni dando per scontato che i propri genitori ci possano supportare a livello organizzativo ed economico mi pare azzardato

 26/05/2019 07:42:13
abc12345

abc1234558826

Probitas

in risposta a ↑

Daydream, ho portato la mia esperienza  mi sono sposato a 21 anni); ho potuto quindi dare una mano alla figlia e genero che lavorano entrambi. 

 26/05/2019 11:00:15
Daydream

Daydream66066

By herself, she built the kingdom that she wanted

in risposta a ↑

abc12345, non tutti hanno questa fortuna. I miei genitori lavorano ancora entrambi, e ho superato i 30. Se avessi un figlio la vedrei dura

 26/05/2019 11:02:47
abc12345

abc1234558826

Probitas

in risposta a ↑

Daydream, proprio per questo insisto a dire che seguire la natura è la cosa migliore; il picco infatti degli ormoni è verso i 20 anni. Voler adattare la natura alle nostre esigenze, è un farsi del male da soli.

 26/05/2019 11:11:00
Daydream

Daydream66066

By herself, she built the kingdom that she wanted

in risposta a ↑

abc12345, quindi intendi che sarebbe buona cosa fare figli a 20 facendosi mantenere ancora dai genitori?


Non mi è chiara nemmeno la questione del "picco ormonale". A 20 anni l' idea di una gravidanza mi repelleva assai e la mia vita sessuale non era un granché. È solo dopo i 30 che ho iniziato a sentire la maternità come un possibile valore aggiunto alla mia persona.

 26/05/2019 11:12:12
abc12345

abc1234558826

Probitas

in risposta a ↑

Daydream, non tirare in ballo altre storie. La natura impone delle scadenze e non rispettarle non è proprio opportuno. Le condizioni poi della società in quel momento sono un altro discorso.

 26/05/2019 11:14:55
Daydream

Daydream66066

By herself, she built the kingdom that she wanted

in risposta a ↑

abc12345, mi stavo solo chiedendo come si può applicare dal punto di vista pratico la creazione di una famiglia a 20 anni. Le condizioni della società non sono "un altro discorso". 

Con questo non voglio negare l' importanza della natura, ma mi chiedo come sia possibile attualmente vivere in armonia con essa.

 26/05/2019 11:18:39
abc12345

abc1234558826

Probitas

in risposta a ↑

Daydream, come risposta uso le parole profetiche prese dal libro: “Il Sergente nella neve” dello scrittore Rigoni Stern:


“Dico solo che, la nostra maniera di vivere è sbagliata, che il modo in cui stiamo vivendo è fatto per consumare e che il consumo, consuma anche la natura; consumando la natura, noi consumiamo l'uomo: consumiamo l'umanità”. C'è dentro tutto.

 26/05/2019 11:22:42
Daydream

Daydream66066

By herself, she built the kingdom that she wanted

in risposta a ↑

abc12345, sono d accordo, più che d accordo! 

Ma la mia domanda è sempre la stessa: nella pratica, che si fa? 


 26/05/2019 11:24:14
abc12345

abc1234558826

Probitas

in risposta a ↑

Daydream, ho visto che siamo connessi; ci sentiamo quindi in privato. Esponimi il tuo problema che cerco di aiutarti.

 26/05/2019 11:33:53
Daydream

Daydream66066

By herself, she built the kingdom that she wanted

in risposta a ↑

abc12345, è un problema collettivo, riguarda intere generazioni. 

Penso sia positivo se una persona con una larga esperienza come te possa proporre delle soluzioni in pubblico, in modo che possano leggere anche altri   

 26/05/2019 11:39:32
FrancescoFrank

FrancescoFrank176846

Organizzazione eventi culturali

È dall'età di 23 anni che vorrei un figlio (seriamente) 

 19/03/2019 09:11:30

Oggi, il mercato del lavoro e le richieste a livello di curriculum, sono cambiati. La disoccupazione giovanile è alta e buona parte dei ventenni sono precari, fanno lavoretti per non parlare di quelli che lavorano sottopagati(2 euro l'ora in alcune zone) o disoccupati.

Fare figli, se non hanno una decente fonte di reddito,  sarebbe da irresponsabili. È uno dei motivi sicuramente.

Prima devono pensare a mantenere loro stessi. Ai tempi dei miei genitori/nonni, quelli che conosco, facevano i figli a 20 anni e a 40 erano quasi nonni.

A 20 anni, senza bisogno di un curriculum, facevano lo stesso lavoro che fanno adesso (ad esempio i miei zii, marito e moglie). Lavori per i quali "oggi" è richiesto "ben altro" per accedere. Alcuni fra i parenti sono già in pensione.

P.s: non generalizzo ma dico quello che vedo in molte situazioni.

 19/03/2019 09:15:55 (modificato)
Antares_5

Antares_563981

Caramella Rosso Sangue

Sai che c'è? Questa cosa dell'orologio biologico, maschile o femminile che sia, da ansia a tante persone, che basano i loro rapporti, anzi la loro scelta del partner come obiettivo finale il figlio. Mi pare un istinto animalesco. Forse perchè io credo di più nell'unione delle anime che di quello biologico, il figlio per me è la conseguenza dell'amore, non è lo scopo principale. 

Quindi, io non scelgo un uomo per fare figli, se lo amo e ci sto bene, non mi frega se può avere figli o meno, perchè la mia priorità è lui, non il figlio. 

Per la creatura da accudire c' è sempre il cane o il gatto   che forse è anche meno, gli animali danno decisamente più soddisfazioni dei figli.

 19/03/2019 09:45:41
Robbins

Robbins91946

By ,by

tra i 26 e i 35

 19/03/2019 16:26:27

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader