RobertoMontanari

RobertoMontanari97529

Naufrago

La fratellanza è un valore minoritario ?

La fratellanza è un valore minoritario ?

Anche tra fratelli "di sangue" non si va sempre sempre d'amore e d'accordo, però credo il legame di aiuto reciproco sia il caso più frequente, rispetto al caso "parenti serpenti".

Almeno questo sembra abbastanza evidente nelle famiglie di imprenditori: un grandissimo numero di aziende di successo, in italia sono in mano ad una famiglia.


Quel'è "statisticamente" il caso più frequente ?


Passando alla "fratellanza universale", conclamata come principio dell'umanità, oggi c'è il dubbio che sia un valore effettivamente riconosciuto da tutti.


Io non credo che i risultati elettorali delle formazioni sovraniste possano rappresentare un indicatore statistico: la scelta elettorale è una scelta complessa, frutto di una propaganda, e di una serie di circostanze (non ultima la presenza di alternative), e quindi vi pregherei non prendere quello come argomento della risposta. Conosco persone che votano lega e trovano ingiusto che venga impedito lo spostamento di persone da paesi dove ci sono guerre, persecuzione, o semplicemente alla ricerca di una opportunità di lavoro.


Così vorrei conoscere la vostra esperienza: secondo voi, la maggioranza delle persone che conoscete è disposta a considerare uno straniero "fratello", ed aiutarlo se si trova in difficoltà, anche rinuciando ad una quota ragionevole del proprio benessere, oppure no: "Chi l'è la me cà", e non si discute ?

SONDAGGIO CORRELATO

La fratellanza è un valore minoritario ?

Sondaggio concluso il 2019-02-05T23:30:00+00:00
Nessuno è disposto a trattare un altro come "fratello"
 22.2%
L'empatia verso sconosciuti è un sentiemento raro
 0%
La maggior parte di noi aiuterebbe una persona in difficoltà
 44.4%
Se non fosse per la paura, saremmo tutti generosi
 11.1%
Se accetta le nostre regole, uno straniero va trattato come chiunque altro cittadino
 22.2%
 9 voti
 06/01/2019 16:51:18
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
27 commenti
Robbins

Robbins89761

Rincorso dai "ossimori della terra di mezzo"

Neanche mio fratello lo tratto come un fratello

 06/01/2019 19:15:11
RobertoMontanari

RobertoMontanari97529

Naufrago

Robbins, il sondaggio non si riferisce alle convinzioni di ciascuno di noi, ma a come ci sembra pensi la maggior parte della gente. Secondo te non c'è mai una relazione "privilegiata" con un fratello ? A me sembra ci siano molti esempi in cui "guai a toccare i miei parenti", anche in modo eccessivo, non trovi ?

 06/01/2019 20:06:48
Robbins

Robbins89761

Rincorso dai "ossimori della terra di mezzo"

in risposta a ↑

RobertoMontanari, la famiglia è il nucleo fondante della nostra società. 

È giusto difenderlo

 07/01/2019 05:46:15
RobertoMontanari

RobertoMontanari97529

Naufrago

in risposta a ↑

Robbins, ok, allora però non capisco il tuo commento...

 07/01/2019 06:08:36

"Occhio non vede, cuore non duole".

Ad un manager che passa tutta la vita tra guadagni da trovare, status symbol da ostentare, viaggi-vacanze-con-schiavi-annessi da vivere, che non ha mai sentito l'odore della povertà assoluta, che non ha mai udito il suono della guerra e dell'incertezza totale, che non ha mai provato il dolore dell'infermitá, della fratellanza o sorellanza non gliene importa proprio nulla, probabilmente non sa neppure che significhi la parola.

Ho nominato "un manager", ma il concetto "occhio non vede, cuore non duole" vale per chiunque, secondo me.


P.S. Non ho votato.

 07/01/2019 07:00:16
RobertoMontanari

RobertoMontanari97529

Naufrago

Sanguanel, sono d'accordo, l'indifferenza deriva dalla segregazione.Ma forse non riguarda solo i benestanti, ma in po' tutti. La vita ormai spazia tra lavoro, casa, e qualche passatempo. Non ci sono esperienze in prima linea. Ci si confronta con poche persone

Ma quindi, secondo te, è davvero minoritaria ? (NB. Puoi scegliere più risposte; non sono alternative)

 07/01/2019 07:20:20
in risposta a ↑

RobertoMontanari, secondo me : è minoritaria a seconda del contesto.

Se per magia trasportassi improvvisamente gli "indifferenti" in "prima linea" si trasformerebbero, probabilmente anche in meglio, scoprirebbero la fratellanza-sorellanza.

 07/01/2019 07:27:07

La maggior parte aiuta e non aiuterebbe   

 07/01/2019 13:36:35
RobertoMontanari

RobertoMontanari97529

Naufrago

AntonioAtzeni, è una specie di rebus ? Vediamo se ho capito: dice che gli altri si devono arrangiare, ma di fronte ad un caso concreto, sono generosi.

Ho indovinato ?

 07/01/2019 16:34:26
in risposta a ↑

RobertoMontanari, la maggioranza aiuta già. 

 07/01/2019 16:51:14
RobertoMontanari

RobertoMontanari97529

Naufrago

in risposta a ↑

AntonioAtzeni, intendi forse dire che aiuta "obtorto collo" per via che i sussidi sono pagati con la fiscalità, e quindi da tutti noi ? E che se potesse, non aiuterebbe ?

(NB.: la tassa sul numero di parole sui SN non è passata, tranquillo, puoi scrivere anche in modo meno succinto   )

 07/01/2019 17:18:09
roberto962

roberto96234806

"è difficile restare arrabbiati..."

Credo che i casi delle aziende non facciano testo. Si ha tutto l’interesse a un mantenimento del controllo tra consanguinei. Per non parlare dell’immagine pubblica che si deve dare di sé, cioè di armonia, per ovvi motivi di mercato.

Rispetto alla domanda, la vedo dura. Si è disposti ad aiutare ma a “una quota ragionevole del proprio benessere” non in molti saremmo disposti a rinunciare. Siamo troppo addentrati in un meccanismo, in uno stile di vita eccetera, che ci sembrerebbe di rinunciare a parte del nostro… sangue. Nel bene e nel male, quello del monaco buddista non è per noi un modello appetibile, se non a carnevale.  

 09/01/2019 15:42:52
RobertoMontanari

RobertoMontanari97529

Naufrago

roberto962, parafrasando non ricordo chi "la pietà l'è morta !"

In effetti tanto vale ammetterlo ....

 09/01/2019 16:16:48
roberto962

roberto96234806

"è difficile restare arrabbiati..."

in risposta a ↑

RobertoMontanari, Non dico questo, che mondo sarebbe? Ogni giorno una moltitudine di persone si rende disponibile nelle associazioni di volontariato, ovunque nel mondo. E non parlo solo dei missionari in africa o delle navi che salvano naufraghi. Qui da me per esempio una quantità significativa di persone sono impegnate in avis, protezione civile, croce rossa eccetera.

 09/01/2019 17:14:32
RobertoMontanari

RobertoMontanari97529

Naufrago

in risposta a ↑

roberto962, guarda che non mi riferivo a te. La domanda infatti non è riferita a ciascuno di noi, ma a come secondo noi la pensa la maggioranza.

Io non lo so (non credo ci siano sondaggi imparziali su questo tema) ma potrebbe essere che la fratellanza sia un valore per una minoranza delle persone.

Se fosse così, sarebbe ragionevole toglierlo dai principi universali: non si può inculcare un valore.

Se invece non è così, la maggioranza dovrebbe decidersi a zittire la minoranza menefreghista.


Questo è quello che a me sembrerebbe logico, ma la discussione è aperta...

 09/01/2019 17:34:03
roberto962

roberto96234806

"è difficile restare arrabbiati..."

in risposta a ↑

RobertoMontanari, Non ho pensato che si parlasse di me. Diciamo che il volontariato rientra in questo discorso della fratellanza. Credo ci siano tante persone tutt’altro che egoiste, solo che (esempio terra terra) beni come tempo e denaro, non ne abbiamo in abbondanza.

 10/01/2019 08:24:31
Antares_5

Antares_561496

Non rompere e non romperò

Lo straniero è il benvenuto se vieni qui per vivere in modo degno e onesto. Il problema, è che lavoro non ce n'è.

Ad ogni modo, io aiuto tutti in maniera indistinta nei limiti delle mie possibilità e non tanto in base al grado di conoscenza o parentela. Se posso, faccio. È una cosa che ho sempre visto fare a mia madre, io l'ho recepita, mi piace, quindi la faccio. 

 09/01/2019 19:51:02

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader