donatella

donatella207513

ex traghettatrice di Quaggers

Ordinanza anti-cattiveria: la violenza non verrà punita con multe ma con sanzioni culturali. Pensate possa funzionare?

Andrea Costa, sindaco di Luzzara, un paese di novemila abitanti in provincia di Reggio Emilia, ha emanato una ordinanza anti-cattiveria, per contrastare gli atti di violenza fisica o verbale (nei luoghi pubblici o in rete). 


Le punizioni applicate non saranno multe ma sanzioni culturali.  Chi commetterà atti di aggressività verrà punito con l'obbligo di leggere un libro, guardare un film, assistere a una mostra o a una rappresentazione teatrale, visitare  chiese o il campo di concentramento di Fossoli di Carpi, oppure effettuare ore di volontariato.


Cosa pensate di questa iniziativa e dell'uso della cultura come strumento per sensibilizzare le persone?

 04/01/2019 21:19:20
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
88 commenti
ilmiozio

ilmiozio185716

Estremista di destra e di sinistra

Siamo alla follia: La cultura come strumento di penitenza, punizione, espiazione di colpe.

Schietto schietto? Un'idea veramente idiota, deve essere certamente un sindaco del Pd   

Dico: ma mi spieghi come cavolo fai a costringere uno a leggere un libro? (Mi rivolgo al sindaco) Gli fai fare un riassunto?

 04/01/2019 22:02:42
donatella

donatella207513

ex traghettatrice di Quaggers

ilmiozio, ahahah, ero certa che avresti risposto in questo modo!   


Ho seguito alla radio un'intervista al sindaco e gli hanno fatto la stessa domanda. Ha risposto che saranno gli stessi cittadini a verificare che il libro sia stato effettivamente letto, con una discussione sul testo.

 04/01/2019 22:19:59
ilmiozio

ilmiozio185716

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

donatella, Personalmente preferirei farmi 10 anni di carcere.   

 04/01/2019 22:25:11
donatella

donatella207513

ex traghettatrice di Quaggers

in risposta a ↑

ilmiozio, avresti tempo per leggere centinata di libri in dieci anni.   

 04/01/2019 22:33:24
Robbins

Robbins69046

8x8

ilmiozio, è del P.D!!!

Grandi sindaci

 05/01/2019 13:37:20
ilmiozio

ilmiozio185716

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

Robbins, Peggio! Sul sito del comune leggo: Pd - Sin. Ecol. e Libertà! 

 05/01/2019 16:40:00
donatella

donatella207513

ex traghettatrice di Quaggers

in risposta a ↑

Robbins, ah beh, puoi star certo che una proposta per contrastare violenza e aggressività non potrebbe provenire da un sindaco leghista.

 05/01/2019 21:41:29
Robbins

Robbins69046

8x8

in risposta a ↑

donatella, o un sindaco vintage

 06/01/2019 06:10:32
FlavioBertamini

FlavioBertamini68819

Dead man walking

in risposta a ↑

ilmiozio, dalla stampa locale, apprendo che anche il nostro sindaco ha preso in considerazione l'iniziativa. Indovina di che partito è?

 09/01/2019 14:47:24
ilmiozio

ilmiozio185716

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

FlavioBertamini, Chi, Abdul Salah? Fammici pensare       

Ah ecco! PDI: partito democratico islamico. Lui?

 09/01/2019 18:21:53
in risposta a ↑

ilmiozio, Feisbuc!

E questo è il mio ultimo intervento con te in questo post.

 09/01/2019 18:29:04
FlavioBertamini

FlavioBertamini68819

Dead man walking

in risposta a ↑

ilmiozio, no è italiano, ma pure Pd! Si copiano fra loro, ma accusano adesso il governo di aver copiato i loro provvedimenti! Come se ci fosse il copyright!!!

 09/01/2019 18:37:47
ilmiozio

ilmiozio185716

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

FlavioBertamini, chi è? Di quale città?

 09/01/2019 18:38:57
FlavioBertamini

FlavioBertamini68819

Dead man walking

in risposta a ↑

ilmiozio, parlavo del "nostro" sindaco. Vedi mio profilo...

 09/01/2019 18:59:42
ilmiozio

ilmiozio185716

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

FlavioBertamini, Credevo tu fossi milanese.   

 09/01/2019 19:34:25
EwaMaria

EwaMaria125176

Hiraeth.

La cultura, dopo, prima consiglio le seguenti attività: spalare le deiezioni degli animali, zappare la terra, costruire una tettoia sotto il sole cocente, sorvegliare di notte i cavalli, perché scappano.



No, non sono cattiva, io queste cose le ho fatte quando praticavo l'equitazione. 


Propongo i corsi di sport faticosissimi, come l'arrampicata. Per imparare le regole vanno benissimo il pugilato e le arti marziali, che non prevedono l'aggressività diretta. 


Quando schiatteranno, puoi farli vedere un film, ma devono essere stanchi e calmi. 

 04/01/2019 22:09:06
donatella

donatella207513

ex traghettatrice di Quaggers

EwaMaria, vero, l'attività fisica pesante è una ottima arma contro l'aggressività. Che dici, gli diamo questo consiglio?

 04/01/2019 22:35:22
EwaMaria

EwaMaria125176

Hiraeth.

in risposta a ↑

donatella, sì, decisamente sì. 

 04/01/2019 22:37:15
donatella

donatella207513

ex traghettatrice di Quaggers

in risposta a ↑

EwaMaria, in un istituto tecnico della mia città, il preside ha stabilito che gli studenti che sistematicamente arrivavano in ritardo (senza motivazioni valide), invece che ricevere la solita nota che nessuno legge, vengano portati  a lavorare nell'orto della scuola, dopo le lezioni.

 05/01/2019 16:44:25
EwaMaria

EwaMaria125176

Hiraeth.

in risposta a ↑

donatella, molto bene, mi piace molto questa idea è poi metti caso  che capiscano che le carote sono delle radici e non crescono nel reparto di un supermercato.

 05/01/2019 18:05:19
Dianissima

Dianissima55336

Artista e poetessa

EwaMaria, ottimi suggerimenti, sono d'accordo con te. 

 11/01/2019 18:17:24
FrancescoFrank

FrancescoFrank152681

Organizzazione eventi culturali

Che a una certa età bisognerebbe avere i piedi per terra, cioé questo é il modo migliore per far odiare ancora di piú la cultura! Gli italiani hanno paura solo di una cosa: lavorare. Se uno viola la legge e lo si manda a fare un po' di servizi socialmente utili, ci penserà due volte prima di tornare a delinquere. 

Uno che picchia una persona per strada,va denunciato e deve pagare, o finire in galera; non gli si dà un libro (che non leggerà mai). Sono inorridito da questo atteggiamento fantasioso e smidollato di chi dovrebbe proteggerci. 

 05/01/2019 07:06:08
donatella

donatella207513

ex traghettatrice di Quaggers

FrancescoFrank, non si parla di reati come prendere a botte una persona per strada o da qualche altra parte. Le sanzioni riguardano i casi di violenze minori o di aggressività verbale, per i quali suppongo non sia previsto il carcere. Per quanto ho capito, i casi a cui si fa riferimento non finirebbero mai in tribunale, quindi non ci sarebbe alcun provvedimento penale.

 07/01/2019 16:54:31
FrancescoFrank

FrancescoFrank152681

Organizzazione eventi culturali

in risposta a ↑

donatella, lo so l'idea é molto romantica, ma sinceramente se uno dovesse anche solo mandarmi a quel paese io lo denuncio. Se a uno che mi ha detto che ho la mamma p.....a impongono di leggere un libro, no grazie. Preferisco rompergli un bastone in testa. 

 07/01/2019 16:58:46
donatella

donatella207513

ex traghettatrice di Quaggers

in risposta a ↑

FrancescoFrank, così diventa violenza in risposta alla violenza... 

 08/01/2019 19:34:08
FrancescoFrank

FrancescoFrank152681

Organizzazione eventi culturali

in risposta a ↑

donatella, assolutamente! 

 08/01/2019 19:34:55
donatella

donatella207513

ex traghettatrice di Quaggers

in risposta a ↑

FrancescoFrank, dai, ma sul serio? Così diventa un circolo vizioso, non se ne esce più.

 09/01/2019 21:01:59
FrancescoFrank

FrancescoFrank152681

Organizzazione eventi culturali

in risposta a ↑

donatella, ah, ma non penso alle conseguenza. 

 09/01/2019 21:02:43
donatella

donatella207513

ex traghettatrice di Quaggers

in risposta a ↑

FrancescoFrank, nemmeno a quelle per te?

 09/01/2019 21:04:16
FrancescoFrank

FrancescoFrank152681

Organizzazione eventi culturali

in risposta a ↑

donatella, ah, dici una multa per danni fisici.. Mmh non potrei permettermela

 09/01/2019 21:09:18
donatella

donatella207513

ex traghettatrice di Quaggers

in risposta a ↑

FrancescoFrank, a dire il vero non pensavo alle multe. Non credi che ti sentiresti male dopo che, in preda alla rabbia, hai preso una persona a bastonate?

 09/01/2019 21:11:59
FrancescoFrank

FrancescoFrank152681

Organizzazione eventi culturali

in risposta a ↑

donatella, non so, credo di no

 09/01/2019 21:24:37
donatella

donatella207513

ex traghettatrice di Quaggers

in risposta a ↑

FrancescoFrank, mi rincuora leggere che non lo sai.   

 09/01/2019 21:37:51
Tommy

Tommy28856

A ciascuno il suo.


I mali vanno risolti alla radice.


Il carcere, la multa, il lavoro forzato, la cultura forzata, possono essere utili per alcuni e dannosi per altri.


La punizione violenta parla lo stesso linguaggio dei criminali, è rafforza perciò la mentalità che ha prodotto il crimine.


Non è buonismo il mio, ma un principio economico.


Se non sei libera la persona dalle spinte che l'hanno indotto a delinquere, i reati si ripeteranno, e il pregiudicato costerà molto di più alla comunità.


 05/01/2019 08:16:23

Tommy, condivido.

A mio avviso concettualmente l'idea non è sbagliata, anche se non vedo male il lavoro socialmente utile forzato in ambiti che hanno a che fare con i malesseri della società (che considero diverso dai lavori forzati), una forma di cultura anche questa.

Comunque hai ragione, se si ha la cultura del delinquere si continuerà a farlo anche dopo essere stato punito.

 05/01/2019 08:31:03
donatella

donatella207513

ex traghettatrice di Quaggers

Tommy, non credo di aver capito cosa intendi e a cosa fai riferimento con la frase "La punizione violenta parla lo stesso linguaggio dei criminali". Comprendo il concetto ma non colgo come si applichi a ciò di cui stiamo parlando.

 07/01/2019 16:58:04
Tommy

Tommy28856

in risposta a ↑

donatella, 


Il tuo topic mi ha dato un input, tale input ha fatto un certo percorso nella mia mente ed è sfociato nelle parole che ho scritto.


Per dirti cosa c'entra quella mia frase con l'argomento che hai trattato, dovrei rifare lo stesso percorso.


In questa mia risposta, che temo non ti soddisferà, c'è una rivendicazione di libertà e di identità, espresse nella forma più diretta e sincera possibile.

Nel massimo rispetto per una persona che stimo.


Se preferisci invece una difesa d'ufficio (spiegazione) a posteriori, ti posso dire che per me la cultura non sta tanto nei libri, quanto nel comportamento di una popolazione che parla una certa lingua.


Il binomio crimine-punizione rappresenta una cultura che non risolve il problema della criminalità.


Serve un'altra visione del mondo, un altro tipo di società, un'altra cultura, che dissolva la violenza nel suo interno, riducendo al minimo la "produzione di criminali".


Utopia? Forse.

Che importa, questa è solo una spiegazione a posteriori.


 07/01/2019 19:35:24
donatella

donatella207513

ex traghettatrice di Quaggers

in risposta a ↑

Caro Tommy, nessun problema, ti leggo sempre con molto piacere. È comprensibile che certi temi portino a deviazioni che solo il nostro pensiero riesce a cogliere. 


Tu vai alla radice del problema e non posso che essere d'accordo sul fatto che serve (servirebbe) una nuova visione del mondo, una rielaborazione della violenza che parta dall'interno. Questo ridurrebbe al minimo la "produzione di criminali". Però questo è un ragionamento a posteriori (così come la tua spiegazione) e la situazione attuale non può essere cancellata o riportata alle fasi primordiali. 


Quindi bisogna muoversi su ciò che esiste e, se da un lato concordo con la tua frase "il binomio crimine-punizione rappresenta una cultura che non risolve il problema della criminalità", ancora di più credo che il binomio crimine-punizione porti in molti casi a peggiorare situazioni che, se affrontate in maniera diversa, potrebbero portare a sviluppi meno drammatici. 


Per intenderci, credo che la funzione delle carceri andrebbe totalmente rivista, per far sì che i "criminali" non si trasformino automaticamente in "dannati". 


A questo proposito, mi viene in mente una puntata de "I dieci comandamenti" dal titolo "Anime salve" , dedicata all'attività teatrale svolta nel carcere di Volterra. L'ho trovata molto toccante e interessante. 


Anche in un mio post di qualche mese abbiamo approfondito il tema ergastolo/recupero alternativo. Se vuoi, puoi darci uno sguardo.

 07/01/2019 20:29:55
Tommy

Tommy28856

in risposta a ↑

donatella, sono completamente d'accordo.


Mi sono preso un appuntamento per la visione di "Anime salve".


Ciao.

 08/01/2019 06:01:01
donatella

donatella207513

ex traghettatrice di Quaggers

in risposta a ↑

Tommy, grazie per la fiducia. 

Ciao.   

 08/01/2019 19:07:03
RobertoMontanari

RobertoMontanari95399

Naufrago

Risolvere il reato con una multa evidentemente avvantaggia i ricchi, che si trovano automaticamente autorizzati a delinquere. Le pene alternative sono molto più efficaci. Conosco persone beccate alla guida con tassi alcolici eccessivi, che ora, dopo il calvario delle pene alternative, ci pensano bene prima di mettersi alla guida se hanno bevuto.

La pena "culturale" funzionerà ? Come tutte le innovazioni si tratta di sperimentarle. Chi si oppone in modo pregiudiziale si dimostra semplicemente conservatore.

 05/01/2019 13:22:02

RobertoMontanari, condivido.

Difficile giudicarla positiva o negativa se prima non si fa qualche prova.

 05/01/2019 14:22:14
donatella

donatella207513

ex traghettatrice di Quaggers

RobertoMontanari, infatti. Tanti dicono che il carcere non serve a niente, che finisce solo per far aumentare lo stato di disagio e il livello di criminalità di chi viene condannato. Poi però qualsiasi proposta alternativa viene automaticamente giudicata stupida o inutile. Ovviamente, in questo caso non si tratta di reati gravi, quindi perché non fare un tentativo? Al massimo, chi viene punito avrà visto un museo o letto un libro in più, cosa che male non può certo fare.

 08/01/2019 19:31:25

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader