bughunter

bughunter4141

Tutto da scoprire

Salvini Vs Spataro : chi ha vinto il confronto secondo voi?

Dopo l'azzeramento della Nuova Cupola  Salvini twitta orgoglioso una nuova vittoria ed azione concreta contro la mafia condividendo che "A Torino arrestati 15 mafiosi nigeriani" ma Spataro lo bacchetta subito dicendo "Ci si augura che, per il futuro, il Ministro dell'Interno eviti comunicazioni simili a quella sopra richiamata o voglia quanto meno informarsi sulla relativa tempistica al fine di evitare rischi di danni alle indagini in corso" al che il Ministro ribatte subito con un bel Basta parole a sproposito. Inaccettabile dire che il ministro dell'Interno possa danneggiare indagini e compromettere arresti. Qualcuno farebbe meglio a pensare prima di aprire bocca. Se il procuratore capo a Torino è stanco, si ritiri dal lavoro: a Spataro auguro un futuro serenissimo da pensionato", "Se il capo della polizia mi scrive alle 7.22 informandomi di operazioni contro mafia e criminalità organizzata, come fa regolarmente, un minuto dopo mi sento libero e onorato di ringraziare e fare i complimenti alle forze dell'ordine"

Naturalmente la polemica non si ferma ed una lista di soggetti, come Saviano , i DEM, il PD, il CSM salgono sul carrozzone per avere un pochino di visibilità ma ottengono, come al solito l'esatto effetto opposto garantendo ancora più importanza a valore a Salvini. 


.



 05/12/2018 06:58:18
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
6 commenti
alezo89

alezo8910411

Essere sempre se stessi

Salvini col tweet  ha sbagliato.punto. L'operazione contro la mafia nigeriana è stata sicuramente un successo della nostra polizia, ma in qualunque indagine le notizie non devono trapelare fino a che queste non sono totalmente concluse e non c'è alcun rischio che gli indagati inquinino le prove o possano scappare. E' una regola di base che dovrebbe seguire chiunque sia coinvolto nella sicurezza. Basta solo stare più attenti e twittare quando l'operazione è veramente conclusa.  Non è che Salvini non sbaglia mai, e farebbe più bella figura ad ammetterlo. Ma ormai vedo che accusa e mette la gogna chiunque osa solamente criticarlo.

 06/12/2018 14:38:28
RobertoMontanari

RobertoMontanari93179

Naufrago

Se ho capito bene 6 sono proprio scappati. Un minimo di mea culpa da parte del ministro dell'interno dalla bocca larga sarebbe stato opportuno

 07/12/2018 18:14:03
ilmiozio

ilmiozio179776

Estremista di destra e di sinistra

Ma è una barzelletta? Ma se in Italia gli avvisi di garanzia vengono normalmente recapitati dai giornali!

Non c'è procura, tribunale o corte d'Assisi che non abbia al suo interno un qualche informatore.

La fuga di notizie in Italia è costume nazionale tanto che, di fatto, non viene più neanche sanzionata.

Questo Spataro  se ne accorge solo adesso? E finora, dove è stato?

Ipocrisia allo stato puro.

 09/12/2018 03:18:08

ilmiozio, i giornali di norma pubbicano di indagini in corso solo di fatti che riguardano persone note, politici ecc. - è il loro mestiere in fin dei conti. È difficile che Repubblica o il Corriere ti sparino in prima pagina qualcosa che riguardi un'operazione in corso in cui gli indagati sono "semplici" criminali. E quando lo fanno, sbagliano perché creano un danno.
Se il nostro Ministro dell'Interno - e tutte le volte mi meraviglio se penso che quella carica è rivestita da uno come Salvini, che con la bandiera italiana ci si puliva il Qu (ma come abbiamo fatto a ridurci così mi chiedo?!) - se ha la fregola del protagonismo mediatico, qualcuno con un pizzico di cervello e rispetto delle istituzioni dovrebbe istruirlo a suon di sberle… Salvini ha semplicemente fatto una cazzata… dovrebbe darsi una calmata.

 09/12/2018 14:54:52
ilmiozio

ilmiozio179776

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

Yappappeo, Caro amico. Pubblicare notizie coperte da segreto istruttorio non è il mestiere dei giornalisti. Stiamo parlando di reato, anche se tollerato e quasi mai applicato.

Non devi poi meravigliarti del fatto che Salvini sia ministro degli interni (oltre che vice Premier), la circostanza può legittimamente contrariarti o anche schifarti, e puoi (anzi devi) esprimere liberamente tutte le critiche che vuoi.

ma meravigliatsi è da ingenui: Ha vinto le elezioni.


 09/12/2018 19:08:25
in risposta a ↑

ilmiozio, ...ma scherziamo!? Il giornalista se scopre qualcosa - a prescindere dal modo - è giusto che pubblichi, piaccia o non piaccia. È questo il suo mestiere (ma di questo in Italia, nonostante tutto, siamo ancora poco abituati, non come i paesi anglosassoni). Tante porcherie nel mondo sono state scoperte in questo modo. Se poi la legge lo punisce perché ha violato qualche legge, lo farà in base ai regolamenti. Ma intanto lui ha portato a termine la sua missione, che è quella di informare l'opinione pubblica.

È questo il Quarto Potere, così invocato o condannato in base alle convenienze - ad esempio a seconda se il proprio partito vince o perde le elezioni. La stampa è amica o nemica in base al soggetto in discussione...


Piuttosto, quello che bisogna mettere in discussione è il come e il chi vìola il segreto istruttorio informando i media. I modi per farlo esistono. Ricordo che li indicò Gratteri in tempi non sospetti, ma sono modi che non vengono adottati, perché implicherebbero anche un ammodernamento del sistema della giustizia che a molti fa comodo tenere così.


E invece di Salvini mi meraviglio sì, caspita! se si considera tutto il detto e il rimangiato; ma pare che agli italiani elettori-tifosi importi poco - basta vincere… e così ci ritroviamo un troglodita che neanche lui sa come ha fatto a diventare ministro…

Ad ogni modo credo sia, purtroppo, un qualcosa di fisiologico di una mentalità tutta al ribasso di cui ci siamo abituati e che abbiamo introiettato. In fondo, i trogloditi al governo un po' ce li meritiamo...

 09/12/2018 20:20:44

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader