Si è ufficialmente "anziani" dai 75 anni in su

"I 65enni hanno forma fisica di un 45enne di 30 anni fa", questo dicono i geriatri. Inoltre, pare che "gli italiani abbiano guadagnato 10 anni di vita in quattro decenni" (al primo posto per stato di salute nel confronto europeo).


In relazione alla bassa natalità, lo ritieni comunque un segnale di progresso o di decadenza?


SONDAGGIO CORRELATO

È un segnale di progresso o di decadenza?

Vota una delle seguenti scelte entro il 2018-12-30T23:00:00+00:00
Progresso
 60%
Decadenza
 40%
 10 votanti
 30/11/2018 16:12:15
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
83 commenti
rbox68

rbox6833241

semplicemente anima

Senza bambini sai che allegria? Senza parlare del futuro di un paese.

 30/11/2018 16:22:27

rbox68, ...già. Comunque, ci stà - voglio dire che le fasi di decadenza fanno parte della storia di ogni civiltà, ma sembra che la gente consideri questo fenomeno come un qualcosa che si legge solo nei libri di storia e che non ci possa riguardare direttamente...

 30/11/2018 16:25:24
FlavioBertamini

FlavioBertamini57154

Dead man walking

rbox68, c'è un mio post recente sulla denatalità: se metti un tuo commento lo leggerò con piacere.

 30/11/2018 16:32:32
rbox68

rbox6833241

semplicemente anima

in risposta a ↑

FlavioBertamini,   

 30/11/2018 16:34:05
EwaMaria

EwaMaria120146

Hiraeth.

in risposta a ↑

FlavioBertamini, ma se non metti il link del tuo post... 

 30/11/2018 17:11:49
 30/11/2018 18:39:00
FlavioBertamini

FlavioBertamini57154

Dead man walking

Proprio oggi avevo davanti a me nella fila al supermercato un signore dall'aria mite. Ad un certo punto ha chiesto alle persone che lo stavano ascoltando: "Riuscirò a vivere per altri 20 anni? Sapete? Ne ho già. 83!" La cassiera lo ha naturalmente rassicurato, ed in effetti portava bene i suoi anni. Ovviamente gli ho augurato di superare il secolo, cosa sempre meno rara ... Credo che la longevità abbia come unica correlazione con la denatalità, il fatto che sposta risorse economiche, ma complessivamente deve essere ritenuto un fatto positivo.

 30/11/2018 16:30:51
Antares_5

Antares_526561

Guerriera dal veleno Arcobaleno

Ancora si sente qualche sessantenne che si reputa anziano. E' più forte di me, gli sbuffo a ridere in faccia. 

I sessantenni di oggi sono ancora giovani!!! Certo che si!!

E' cambiato il concetto di età, ed è meglio così. 

Riguardo al calo delle nascite, beh... ci sarebbe troppo da dire.

 30/11/2018 16:58:53

Antares_5, ...a beh se è per quello, ci sono anche quarantenni che si sentono anziani... 

 30/11/2018 17:12:14
Antares_5

Antares_526561

Guerriera dal veleno Arcobaleno

in risposta a ↑

Yappappeo, male!!

 30/11/2018 17:19:09

Aggiungo anche un'altra considerazione: ma la parola "vecchio" è davvero una così "brutta parola"? Oggi parrebbe di si...

 30/11/2018 17:11:25
EwaMaria

EwaMaria120146

Hiraeth.

Yappappeo, no, è una parola adeguata: nessuno direbbe questo cappotto è troppo anziano, lo butterò, si dice vecchio. 

 30/11/2018 22:02:04
in risposta a ↑

EwaMaria, ...e io che sono rimasto che "vecchio" era quasi sempre sinonimo di "saggio" ...forse sto "anzianizzando"  

 30/11/2018 22:05:05
EwaMaria

EwaMaria120146

Hiraeth.

in risposta a ↑

Yappappeo, i vecchi saggi, sono saggi, ma in genere lo erano anche quando erano più giovani

 30/11/2018 22:07:26
Dianissima

Dianissima49091

Artista e poetessa

in risposta a ↑

EwaMaria, ottima osservazione, ci ho pensato ed è una osservazione molto aderente alla realtà e molto acuta. Non si diventa "grandi saggi" in vecchiaia, ma solitamente si hanno fin da giovani le caratteristiche della persona saggia, che poi, si modella e migliora con le esperienze della vita penso. 

 01/12/2018 16:35:10
montebianco

montebianco2641

solare, radioso e positivo, pronto

Ovviamente, l'informazione appena divulgata sarà presa in parola dal nostro diligentissimo Stato italico. Se già ora l'età della pensione è stata portata a ben 67  anni (salvo rari casi particolari), ciò significa che a breve sarà ulteriormente innalzata almeno a 70 anni. Del resto (e questo è certo un bene, per altro rappresenta una realtà nota già da tempo), la durata della cosiddetta "vita media" si è di molto e progressivamente estesa in questi ultimi anni. Effettivamente (come ben ricordo se solo ripenso ai mei ormai lontani anni della gioventù) una persona di 60 anni era considerata già  età conclamatamente avanzata. Oggi come oggi la società intera è radicalmente cambiata. Se non intervengono eventi negativi particolarmente negativi (chiaramente e in primis le malattie, sia a livello fisico, sia a livello mentale), la stessa persona 60enne è oggi ancora in piena ed eccellente forma psicofisica. Con tutti gli annessi & connessi del caso ... innalzamento dell'età pensionabile inclusa !!!! 


 30/11/2018 17:39:17
Robbins

Robbins53111

Potrebbe piovere e fare nebbia e nevicare di brutt

montebianco, parla per te.

Ho avuto un ictus non ci sento da un orecchio ho mal di schiena continuo con le gambe che vanno come va bene a loro .

E non ho 65 anni.

I miei coetanei ?

Più o meno come me

 30/11/2018 18:28:49
capace

capace3386

in una precedente Quagvita "lo chiamavano Almass"

in risposta a ↑

Robbins,

beh, allora parla per te   

Da ieri sono entrato a fare parte dei pensionati: ma mi hanno chiesto tre mesi di turoraggio al mio successore (dirigere 1500 persone non è semplice)

H o 64 anni, alto 173 e 74 chili, ma ....mi son rasato i capelli perchè ne ho pochi  

Però al cinema pago già il biglietto ridotto (così come sui Frecciarossa)   


In un precedente post ho scritto che sono fermamente convinto che il "cervello" condizioni non solo l'età ma anche il fisico. Forse perchè ho visto i risultati sia sui miei genitori ancora vispi e in gamba, ma anche su di me: la mente se mantenuta lucida, interessata, reattiva e socializzata condiziona anche lo stato di benessere di tutto il corpo.


Mio padre è stato operato di un tumore (maligno) a 57 anni, ha avuto una brutta infezione alla gamba a 70, a 80 un infarto (non troppo pesante) e adesso a 94 anni dopo avergli rinnovato la patente, gli hanno detto che non si faccia più vivo per i prossimi due anni.


Credo che la "denatalità" insieme alla fuga dei cervelli, sia il grande problema del nostro Paese.  Faccia piacere o no l'immigrazione insieme però all'Integrazione  potranno solo aiutare questo nostro Paese a crescere nella "cultura" e nel rispetto reciproco.


Sono troppo "buonista" e di "sinistra"??

Allora mettiamola così: se anzichè osteggiare e contrastare l'immigrazione, lasciandola perciò in mano alle mafie come manovalanza criminale, dovremmo gestirla e indirizzarla come Stato italiano. L'esempio del Sindaco di Riace (al netto di abusi - se li ha commessi) ne è un esempio: la rinascita dei piccoli centri grazie agli stranieri.


Penso mio padre non se la prenda se inserisco la sua foto di "Grande Vecchio" 94enne


 02/12/2018 17:28:32
Robbins

Robbins53111

Potrebbe piovere e fare nebbia e nevicare di brutt

in risposta a ↑

capace, per stare a casa non è che è un gran impegno. 

Non si può paragonare i lussi che abbiamo ora agli anni 80

Non avevo neanche il riscaldamento negli anni 80

E buona pensione!!

 02/12/2018 18:20:16

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader