Robbins

Robbins51751

Potrebbe piovere e fare nebbia

Nasce una considerazione. 

Pochi possono governare e sono ristretti ad una cerchia di persone. 

 28/11/2018 05:51:18
ffede

ffede43796

Aggiungo questa analisi di Augias dalla Gruber...

(per quanto intuisca che la maggioranza sia presumibilmente intollerante verso Augias e verso la Gruber, magistrali interpreti del diabolico "pensiero unico di sinistra").....





 28/11/2018 07:30:28
minimamoralia

minimamoralia54231

Una volta sottolineavo, ora cancello.

ffede, Non avendo mai alcun pregiudizio su chicchessia, ma valutando di volta in volta ciò che si esprime con fatti o parole, ritengo giusto quanto espresso da Augias, uomo di cultura e misurato per lo più. La Gruber la seguo ogni sera, anche se trovo la sua esasperata ed esasperante ricerca della ragione al femminile e la sua ideologia politica prevaricatrice, soprattutto quando interagisce con alcuni ospiti.

 28/11/2018 08:38:05
quarkuno

quarkuno16876

Non ricordo di ricordarmi

ffede, 

magistrali?

 28/11/2018 10:01:31
roberto962

roberto96230616

salty dog d'acqua dolce

ffede, tranquilla, tanto poi arriva la cavalleria. 

 28/11/2018 10:46:56
ffede

ffede43796

in risposta a ↑

minimamoralia, anche io la guardo ogni sera e a me invece piace molto; ritengo che sia un personaggio che "divide": o lo si ama o lo si odia.

 28/11/2018 13:08:36
ffede

ffede43796

in risposta a ↑

quarkuno, ho usato una sorta di iperbole, per sottolineare che in quest'epoca di "caccia al radical chic", Augias e la Gruber siano a mio avviso due bersagli formidabili..

 28/11/2018 13:10:50
minimamoralia

minimamoralia54231

Una volta sottolineavo, ora cancello.

in risposta a ↑

ffede, Concordo, anche se io al massimo mi infastidisco quando esagera (la Gruber), ma di certo è una trasmissione che mi piace seguire.

 28/11/2018 15:02:25
quarkuno

quarkuno16876

Non ricordo di ricordarmi

in risposta a ↑

ffede, 

stucchevole è che Augias sia su tv pubblica pagata da tutti per fare politica sua e autoreferenziale. La Gruber è su reti private. Augias si porta anche un pubblico claque che paghiamo noi

 28/11/2018 17:00:36
ffede

ffede43796

in risposta a ↑

quarkuno, io Augias lo apprezzo molto. Non so se tu abbia prove di quello che sostieni (la claque?)..

 28/11/2018 20:17:23
quarkuno

quarkuno16876

Non ricordo di ricordarmi

in risposta a ↑

ffede, 

ti risponderò non ora. ci ritorno ...

 28/11/2018 20:34:53
quarkuno

quarkuno16876

Non ricordo di ricordarmi

in risposta a ↑

ffede, 

giusto due cose. Non mi piace, ma:


- non perché da immemore e ancora all'età di 83 anni lavora in Rai.


- Non perché per una trasmissione Rai 3 da 20 minuti, cinque volta a settimana, e cioè meno di sette ore al mese, dicono “guadagni” ... secondo quanto è riportato in:

 http://www.ilgiornale.it/news/politica/augias-super-pagato-radical-chic-rai-3-guadagna-pi-dg-1541083.html

http://www.rai.it/dl/PortaliRai/Guida/PublishingBlock-a0f30b1e-ce47-4afc-9e56-64c8b65b46cd.html


- Non perché la sua trasmissione ha un seguito inferiore a ... secondo quanto è riportato in:

http://www.ufficiostampa.rai.it/dl/UfficioStampa/Page-0a76d103-5772-4682-b9ba-d02356d38b7a.html


- Non perché alla trasmissione partecipa un pubblico di ragazzi che rivolge domande agli ospiti, tutti esponenti o simpatizzanti di sinistra, che mi paiono preparate per dare manforte alle sue tesi.


- Non perché da ex esponente del Pds (deputato europeo indipendente) e notorio simpatizzante del Pd, lavorando in Rai, pare usare di una trasmissione di Rai 3 per condurre la sua personale lotta politica al governo che avversa, con soldi pubblici e ricavandone reddito superiore allo stesso AD della Rai.


- Non perché nel saggio Disputa su Dio e dintorni (Mondadori, 2009), scritto da ateo col teologo Vito Mancuso, nelle sue conclusioni riporta una intera pagina copiata, dice:

https://www.uccronline.it/2013/04/18/il-rabbino-bernheim-si-dimette-per-plagio-e-corrado-augias/


- Non perché nella stessa Rai, la figlia Natalia lavora anche lei come giornalista (ma con concorso pubblico?) e non perché sua figlia. 

Fonte: media.


- Non perché il genero Pietro Suber lavora anche lui in TV, al TG5 (ma con concorso pubblico?) e non perché suo genero, secondo quanto riporta:

http://www.zonedombratv.it/.


- Non perché col nome in codice «Donat» è indicato come informatore del servizi segreti cecoslovacchi, tra il 1963 e il 1967 e si dice che Augias annunciò querele mai presentate, ma ammise le frequentazioni con tali ambienti. Tutto secondo quanto leggo riportato in:

http://informare.over-blog.it/article-quello-che-non-si-deve-sapere-su-augias-il-moralizzatore-122382183.html

http://www.libertaepersona.org/wordpress/2010/01/un-enigma-nella-vita-di-corrado-augias-1605/


- Non perché, pur avendo egli sostenuto che “uno che è condannato per frode fiscale non può essere Cavaliere”, con riferimento a Berlusconi (cui fu poi allora revocato tale titolo), nulla dice invece del perché tale onorificenza non sia revocata anche a se stesso che “frequentava” i servizi segreti nemici., come pure ammise, secondo quanto leggo riportato in:

http://www.ilgiornale.it/news/interni/lipocrisia-cavaliere-augias-1003291.html


ma, perché, diciamo (stile Dalema), non mi piacciono le sue cravatte, 

Va bene così?

Ma mi sta bene che a te piaccia. No problem   


 29/11/2018 04:45:28 (modificato)
Robbins

Robbins51751

Potrebbe piovere e fare nebbia

ffede, interessante disamina di una generazione espansa responsabile e colpevole della discesa degli unni.

Generazione autoreferenziale e chiusa in sé stessa .

Ottimi intellettuali per scrivere libri e alte remunerazione .

Sono la intelligenzia che ci ha portato fino qui.

La domanda che i signori dovevano farsi è "come abbiamo potuto permettere che sono arrivati?"

Ma è sicuramente colpa mia cHe ero di guardia ad un avamposto sperduto 

 29/11/2018 05:44:24
minimamoralia

minimamoralia54231

Una volta sottolineavo, ora cancello.

in risposta a ↑

quarkuno, Caspita! Mi hai colto veramente impreparata sul personaggio, cioè sulla sua storia. Il mio commento in effetti era riferito alle sue ospitate, perchè la trasmissione che citi su RAi 3 non l'ho mai vista e neanche mi incuriosisce vederla. 

 29/11/2018 07:13:42
quarkuno

quarkuno16876

Non ricordo di ricordarmi

in risposta a ↑

minimamoralia, 

non ne sapevo nulla. solo sensazioni ad averlo ascoltato un paio di volte. 

Nel dubbio di essermi fatto prendere da miei pensieri o pregiudizi, ho raccolto stanotte un po' di testimonianze di cui abbonda la rete.

Devo a @ffede  l'occasione per essermene potuto fare io una idea più marcata.

Che resta assolutamente personale, tanto che ho eliminato ogni considerazione e giudizio, lasciando a chi legge di cercare questi riferimenti ed ogni altro ad essi contrario per un libero convincimento non sulla persona, che ognuno si fa come si vuole,  ma sul nostro sistema istituzionale

 29/11/2018 08:08:07
roberto962

roberto96230616

salty dog d'acqua dolce

in risposta a ↑

quarkuno, L’avevo promesso a  @ffede , nel caso arriva la cavalleria. Quelle che fornisce @quarkuno però sembrano informazioni non discutibili.

Anche seguendo le pagine di questo social, ho avuto di che pensare. Al netto del fatto che ognuno si riconosce in determinati valori piuttosto che in altri (e non è che cambia idea ogni volta che cambia il vento), i “nostri” non ci hanno detto sempre la verità, non hanno suggerito percorsi di idee e pensiero alternativi, non hanno scelto la strada più impervia (mi viene in mente il monologo di “scent of woman”), impopolare, per aprire nuovi scenari, su noi stessi, sull’habitat. Taluni non sono stati moralmente impeccabili. E ne sarebbe valsa la pena, in nome di quelle stesse idee.


Da cui, credo, l’avversione dell’antagonista ideologico (e politico) per certi personaggi pubblici.


La cavalleria però non può starsene a guardare, ne va della sua fama. I contratti da favola e l’assunzione degli “amici degli amici” da parte della Rai, come responsabilità (se non altro morale) ricade interamente sulle spalle della… Rai. 

 29/11/2018 12:56:31
ffede

ffede43796

in risposta a ↑

quarkuno, scusami per il ritardo, sono qui! Ho letto con piacere il tuo lungo intervento sulla storia di Corrado Augias, che mi ha spinto a cercare a mia volta tracce di questo misterioso "Donat" nei meandri della rete.

La mia conoscenza del personaggio è molto superficiale, mi limito ad incrociarlo qualche volta in tv o a leggere qualche suo intervento sulla stampa. Non vedo la trasmissione che citi. Non ho letto niente di suo. Non ho presenti nemmeno le sue cravatte. Mi dico: "ma perché non sono stata zitta allora, che adesso devo prendere le difese di un cliente scomodo, che tra l'altro mi aveva nascosto i suoi misteriosi trascorsi?"...

E invece no, per me Augias/Donat(?) resta una persona intelligente, con un cervello pensante che produce cose interessanti.. Perché mai dovrei boicottarlo per le ragioni (in parte soggettive) che hai enucleato sopra?

 03/12/2018 19:55:44
quarkuno

quarkuno16876

Non ricordo di ricordarmi

in risposta a ↑

ffede, 

in primo luogo, grazie per quel "lungo" con cui hai connotato il mio intervento a replica, nel senso che lo hai letto forse tutto, come spero anche questo. 

Che è approntato sulle tue ragioni, perché ammetto di non aver capito molto della tua contro replica : ti ho detto io di tacere su Augias e che non “devi” difenderlo?  e, soprattutto, ti ho chiesto o indotto io a “boicottarlo” (termine tuo)? Non mi pare.


A me sembra, invece, che laddove tu dici che io ho enucleato ragioni  “in partesoggettive, tu stessa ammetti però che vi sono ragioni oggettive. Ma di queste dici candidamente che non te ne importa nulla. Tuo diritto, certamente.


Così come dài modo di intendere che nemmeno t’importa di fatti di gravità assoluta che la stampa ha denunciato compiuti da Augias, fatti di grande scalpore e che lo stesso Augias ha ammesso, per di più, conservandosi tipi di onorificenze che egli stesso, con ripetute campagne di stampa, esecrò essere state ad altri conferite a ragione di fatti di ben minore rilievo (falso in bilancio rispetto a fatti di spionaggio contro l’Italia).


Vedi è mia opinione che tu possa esprimere qui e ovunque tu creda le tue opinioni. Puoi benissimo affermare che Augias “resta una persona intelligente“, perché io non dubiterò   “… se tu abbia prove di quello che sostieni “.


Considera, tuttavia, che proprio per non dare l’impressione di trincerarmi dietro mie opinioni pregiudiziali, giusto perché sollecitato dal tuo dubbio che io potessi provarle, io non ho passato una notte per metterti di fronte a una realtà che ignoravi prima di venirci a dire che apprezzi Augias. E che sembra vuoi continuare a ignorare anche dopo averla saputa: ne sei padrona.


Io ho voluto documentarmi su costui per me stesso e ho riportato una minima parte della rilevante quantità di materiale su di lui da chiunque reperibile sul web, volutamente tralasciando quanto da credente ebraico egli ha sparlato sulla religione cattolica e cristiana. E ho fatto questo non per provarlo a te o ad altri, ma per tranquillizzare la mia coscienza per le impressioni qui appena accennate e subito da te messe in dubbio. 


Impressioni, bada, che io, e forse non soltanto io, ho tratto seguendo di persona quello che egli dice e come lo esprime, con  mimica studiata e con l’aiuto del pubblico presente e partecipe da protagonista in studio, che né io, né tu siamo chi lo ammetta alle sue trasmissioni.


Ripeto che non mi disturba affatto che tu apprezzi Augias, nonostante che tu stessa ammetta che la tua conoscenza del personaggio è molto superficiale, che non vedi la trasmissione che io cito. che non hai  letto niente di suo.


Ma, proprio per quanto tu stessa dici, ritengo forse eccessivo quel sottolineare che egli sia persona intelligente, qualità indubbia, visto quanto guadagna in RAI e come se lo guadagna.

Qualità mai messa in dubbio da me, che anzi ho evidenziato tanto più intelligente lui, quanto più fessi noi a permettere a questa RAI di acconsentire ai soliti noti di fare coi soldi nostri una politica massimamente minoritaria nel Paese, attuata pervicacemente contro tutti e contro tutto e di più. 


 04/12/2018 01:31:22
ffede

ffede43796

in risposta a ↑

quarkuno, il tuo "lungo" intervento l'ho ovviamente letto tutto, come pure questo. Ho poi cercato quello che ho potuto in rete su "Donat". 

La mia ultima non voleva essere una controreplica "armata": impossibile d'altra parte confutare il tuo costrutto circostanziato e corredato di opportuni rimandi. Non volevo convincerti ad ammorbidire il tuo pensiero su Augias. Né difendere un personaggio che "non è mio parente" e che come ho sottolineato conosco solo superficialmente. 

Ti ringrazio per avermi aperto gli occhi sul retroscena di "Donat", una storia ripresa mi risulta soprattutto da "Il Giornale". Non mancherò di approfondire, di cercare magari anche altri punti di vista.

Non ho mai scritto che non me ne importa nulla. Per costituzione, in generale sono più per il motto "I care" che per il "me ne frego".


Riguardo alla definizione di "persona intelligente", (definizione che potrebbe essere oggetto di un nuovo post, se già non lo è stata), credo che non coincida necessariamente con persona "positiva", "corretta", "esemplare"..... 

Non ho alcuna prova da esibire sulla presunta intelligenza di Augias. Certe volte si è colpiti dal modo di esprimersi delle persone, dalla loro capacità di analisi e dalla proprietà di linguaggio.. Saranno solo orpelli superficiali, ma talvolta mi lascio stupidamente colpire dagli orpelli.


Mi sentivo un po' in colpa nell'averti tenuto sveglio una notte intera per cercare le prove. Sono sollevata nell'apprendere che lo hai fatto per tua soddisfazione..

 

In quanto alla posizione di Augias in merito alla religione cattolica e cristiana, è curioso che io mi trovi qui a prenderne le parti: sono credente e poco persuasa (anzi quasi infastidita) dalle sue teorie sul cattolicesimo.. Ma se io sono in disaccordo con le sue teorie, non per questo penso che cessi di essere una persona "intelligente".. Non per quanto guadagna in Rai e per come se lo guadagna.


Riguardo poi alla Rai, ho la presunzione di poter scegliere cosa guardare e cosa no.









 04/12/2018 05:14:25
quarkuno

quarkuno16876

Non ricordo di ricordarmi

Troppe le domande. Mi fermo su di un aspetto. Maestro, alunni, conoscenza.

Maestro ha radice in magis , un comparativo latino che significa di più. Il maestro è  chi sa di più, non il sapiente né il saggio. Sa di più,  quanto basta per fidarsi e imparare.

Alunno si trae da alo, radice del verbo nutrirsi. Come il vitello a una mammella, l'alunno  sugge conoscenza dal maestro.

Conoscenza non è il sapere. È un azione nel suo divenire: è ciò che sto conoscendo nel momento in cui apprendo, prendo per me. In termini difficili è  un verbo incoativo. chi vuole approfondisca.

Quello che voglio evidenziare è che il sapere non consiste di oggetti che si raccolgono e si conservano per quando poi c'è da farne mostra.

Il sapere viene dalla magia di un maestro e di un alunno che si dispongono a imparare. 

Stando a tavola e consumando insieme il pane del sapere.

 28/11/2018 10:00:43
minimamoralia

minimamoralia54231

Una volta sottolineavo, ora cancello.

quarkuno, Non a caso sempre di più si utilizza il termine educare, da educere, allevare, condurre, come processo attivo che fa dell'allievo soggetto e non oggetto dell'azione  educativa. Molto interessante il tuo commento.

 29/11/2018 07:19:54
quarkuno

quarkuno16876

Non ricordo di ricordarmi

in risposta a ↑

minimamoralia, 

grazie. se frequenti un po' Tagore puoi arrivare a una grande scoperta. L'apprendimento è un fatto emotivo, come un fluido affettivi che scorre da uno all'altro. Dice che si apprende mangiando assieme al mededimo tavolo. 

Che poi è ciò che accade nella prima infanzia quando il bebé continua l'apprendimento iniziato dall'interazione con la madre,  con sensazioni ed emozioni già dall'ambiente intrauterino, che poi procede con gli sguardi e il suono della voce. Come accade per tutti gli esseri viventi.

Sono le strutture fondamentali che permetteranno gli studi superiori.

 29/11/2018 08:28:06
Robbins

Robbins51751

Potrebbe piovere e fare nebbia

quarkuno, una capriora è solo una capriola

 29/11/2018 14:20:52
quarkuno

quarkuno16876

Non ricordo di ricordarmi

in risposta a ↑

Robbins, 

Hai mai assistito a un dialogo muto fra madre è bebé? un giorno, su un autobus, una madre in piedi teneva il bebè in una sacca sul petto. gli occhi del bimbo erano in linea con quelli di lei.

In silenzio, lei doveva fare qualche verso o rumore dentro di sé che il bimbo percepiva.

La fissava attento negli occhi e d'improvviso rideva da un orecchio all'altro. poi ritornava serio in attesa del successivo.

Una delizia. 

A quell'età, gli occhi dei bebé sono  come zoommati: il volto della madre lo vedono solo in parte. Il bianco degli occhi e dei denti sono il loro primo sussidiario della vita.

 29/11/2018 15:46:29
Robbins

Robbins51751

Potrebbe piovere e fare nebbia

in risposta a ↑

quarkuno, quel dialogo era tutto nella tua testa.

Questo non toglie la bellezza dell'evento.

 29/11/2018 15:47:51
quarkuno

quarkuno16876

Non ricordo di ricordarmi

in risposta a ↑

Robbins, 

Hai mai inteso del detto "figlio muto la madre s'intende"? i modi della comunicazione sono tanti. credo tu ne sei un esperto ...

 29/11/2018 15:50:48
Robbins

Robbins51751

Potrebbe piovere e fare nebbia

in risposta a ↑

quarkuno, certo ma la percezione e la interpretaziobe di un evento è personale.

Rimane poetico .

 29/11/2018 16:00:43
quarkuno

quarkuno16876

Non ricordo di ricordarmi

in risposta a ↑

Robbins, 

È vero è l'eterna antitesi di fronte ai fenomeni: accade quando/ accade perché...

 29/11/2018 16:03:13
canardu

canardu96586

Queste sono le conseguenze del nozionismo che domina il sistema scolastico italiano in opposizione ad una metodologia epistemologica che formerebbe meno saputelli e più soggetti pensanti.

 28/11/2018 15:15:21
pastrank

pastrank32696

Den som är satt i skuld är icke fri

canardu, no, semplicemente e' l'effetto del fare le cliccarie per scegliere i politici. Un po' come quando eravamo a scuola, dove il piu' simpatico era spesso anche il piu' casinista o addirittura imbecille...

 28/11/2018 16:50:41
canardu

canardu96586

in risposta a ↑

pastrank, una cosa non esclude l'altra.

 28/11/2018 16:51:27
pastrank

pastrank32696

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

canardu, certamente... ora sono a parlare di questa situazione, ma in partenza questo succede.

 28/11/2018 16:54:33
canardu

canardu96586

in risposta a ↑

pastrank, forse le "cliccare" nemmeno le avrebbero pensate se avessero appreso un metodo piuttosto che 4 paginette di sussidiario.

 28/11/2018 16:58:03
pastrank

pastrank32696

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

canardu, diciamo che di fronte alla propaganda politica non c'e' istruzione che tenga: il valore delle cose dette e' nella loro capacita' di essere apprezzate da chi le ascolta, piu' che nella loro verita'.

 28/11/2018 18:19:09
canardu

canardu96586

in risposta a ↑

pastrank, non la penso così. La tua frase è vera solo se consideri l'istruzione un mero esercizio di memorizzazione che non sviluppa capacità di critical thinking, che è l'esatto contrario di quello che invece ho detto io. 


Ovvero un'istruzione meno nozionistica e più epistemologica.

 28/11/2018 18:22:16
pastrank

pastrank32696

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

canardu, io ero a parlare dell'affermazione della Castelli, e di quelle similari, non per dimostrarne il disvalore, quanto per stigmatizzare il fatto che e' ben difficile relazionarsi con chi le approva, anche senza capirne le cause. Nel caso, la frase viene affermata probabilmente solo per replicare a livello di propaganda, non dubito che la Castelli sappia di cosa si sta parlando, ma che abbia fatto la battuta solo per controbattere e compiacere coloro a cui puntano con la propaganda. Direi che quelli vittime del sistema di cui parli, sono coloro piu' che la Castelli.


Mi rendo comunque conto di essere stato non eccessivamente chiaro...

 28/11/2018 18:31:37
ilmiozio

ilmiozio179416

Estremista di destra e di sinistra

Credo che la competenza del Signor Padoan sia facilmente riconoscibile dai disastri (in parte già irreversibili) che ha prodotto nella nostra economia.

 28/11/2018 16:08:45
pastrank

pastrank32696

Den som är satt i skuld är icke fri

ilmiozio, i disastri in Italia sono venuti da ben altri...

 28/11/2018 16:49:23
ilmiozio

ilmiozio179416

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

pastrank, È vero. Ma in questo momento stiamo discutendo della competenza del signor Padoan.

 28/11/2018 16:52:22
pastrank

pastrank32696

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

ilmiozio, se mi spiegate allora perche' dovrei prendere piu' sul serio la Castelli che Padoan in campo economico....

 28/11/2018 16:53:44
ilmiozio

ilmiozio179416

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

pastrank, Perché ancora non ha avuto il tempo di fare grossi danni. Io direi di rivederla tra quattro anni.

A ragion veduta non avrò nessuna difficoltà a bastonare anche lei.

 28/11/2018 16:57:35
pastrank

pastrank32696

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

ilmiozio, ragionevolmente, se uno non conosce le cose del proprio lavoro, e' facile che i disastri arrivino. Poi, ci sono i casi eccezionali.

 28/11/2018 18:17:36
minimamoralia

minimamoralia54231

Una volta sottolineavo, ora cancello.

in risposta a ↑

ilmiozio, Padoan e il suo decreto che trovava 20 miliardi di euro per salvare le banche. Certo che il sistema finanziario non va fatto fallire, ma non si può neanche pensare che chi non ha reddito si deve arrangiare, soprattutto se sei un governo di sinistra.

 29/11/2018 07:35:18
pastrank

pastrank32696

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

minimamoralia, se sei un governo di sinistra devi andare avanti cercando di creare lavoro, se sei un governo populista devi mandare avanti il paese con le elemosine.

 29/11/2018 18:48:23
minimamoralia

minimamoralia54231

Una volta sottolineavo, ora cancello.

in risposta a ↑

pastrank, Ancora sono alla ricerca di un governo che si interessi del bene comune. A sinistra comunque c'è un vuoto spaventoso, colpevole e incomprensibile.

 04/12/2018 17:07:46
pastrank

pastrank32696

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

minimamoralia, e' vero, il vuoto comunque c'e' anche a destra, sono rimasti solo i peronisti...

 04/12/2018 18:26:36
minimamoralia

minimamoralia54231

Una volta sottolineavo, ora cancello.

in risposta a ↑

pastrank, Già, vuoto assoluto. L'Italia, così bella, destinata al declino.

 05/12/2018 12:37:46

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader