Tommy

Tommy31266

A me la frase sembra chiara.

Non capisco cosa ci sia da capire, puoi spiegarmelo?

 05/09/2018 12:26:15
ilmiozio

ilmiozio200226

Estremista di destra e di sinistra

Tommy, Scusa Tommy, se ti è chiara dovresti spiegarla tu a me, ti pare?

Io vorrei semplicemente capire il significato della frase, anzi il suo senso logico, cioè: Cosa vuol dire quella frase? Puoi provare a parafrasarla?

 05/09/2018 13:28:19
Tommy

Tommy31266

in risposta a ↑

ilmiozio, parafrasare la frase? Non se ne parla.


Se lo facessi ne avremmo due: la mia, e quella originale.

Entrambe da capire.


Poiché l'originale è scritta in italiano corrente, l'unico modo di parafrasarla correttamente è di riscriverla così com'è.


Comunque vedo, dai tuoi ultimi interventi, che ti sei sbloccato.

Come si dice: " meglio tardi... ".


 06/09/2018 15:19:53
quarkuno

quarkuno25496

Non ricordo di ricordarmi

Vediamo un po' di capirci qualcosa. 

@ilmiozio limita il contenuto della espressione al significato e al senso di come la frase è formulata. 

Dice anche congruamente che, grazie a graziella che se le rendi obbligatorie, aumentano: valutazione in sé corretta. 

Ma non è l'unica possibile, perché, altrimenti, renderebbe la frase non "scorretta", ma un vero e proprio proclama di una ideologia, forse anche affaristicamente plaudita, oltre che politicamente autogratificatoria.

1. "L'obbligatorietà è stata capita". Ma "è stata capita" sta a significare che è stato capito perché la vaccinazione debba essere obbligatoria. Se è così, attribuire l'aumento delle vaccinazioni all'averne capita la necessità da parte di più persone, non è scorretto e ha un suo preciso significato. Ma significa anche di più e cioè che le vaccinazioni non sarebbero ulteriormente cresciute di numero perché c'è chi non ha ancora "capito" il perché della loro obbligatorietà.

3. Capire o recepire non altera i termini della frase, se si vuole significare di aver assecondato il messaggio della necessità, che ne ha comportato la obbligatorietà, e di avere contribuito a farne registrare l'aumento.

4. Resta indubbio che l'obbligatorietà imposta comminando una sanzione, quando applicata senza se e senza ma, produca il comportamento sia perché ne sia condiviso l'assunto, sia per non subire la sicura sanzione. 

Come è stato per l'assicurazione auto, il fumo nei locali pubblici, l'uso del casco sui motoveicoli, i fari accesi di giorno, le cinture di sicurezza ecc.

In definitiva, l'obbligatorietà sembra essere diventata l'unica possibilità, a chi decide per tutti, affinché il comportamento di una componente della medesima comunità non sia di danno alle altre. 

Per esempio, la sporcizia delle spiagge cd libere, che restano sporche, in parte per comportamenti di chi ne fruisce, in parte per interesse a convogliare i bagnanti negli stabilimenti. 

In conclusione, la frase significa la conseguenza ad essa ricondotta, ma, al contempo, è non del tutto coerente con significarne l'esclusività della causa, come indicato da @ilmiozio


 05/09/2018 17:49:46
ilmiozio

ilmiozio200226

Estremista di destra e di sinistra

quarkuno, Ottimo. Gli esempi che hai portato mi hanno come sbloccato dall'impasse.

Possiamo dire che la struttura semantica della frase si regge su di un ragionamento circolare? A me pare di sì.

L'aumento delle vaccinazioni (inconfutabilmente derivato dall'obbligatorietà a vaccinarsi) viene invece ascritto ad un elemento astratto e non verificabile come il gradimento della gente verso tale obbligatorietà, (?) ma come giustamente sottolineavi, il gradimento o l'ostracismo giocano un ruolo irrilevante alla luce dell'obbligatorietà a pena di sanzioni.

In altri termini, l'aumento delle vaccinazioni direttamente connesso al l'imposizione obbligatoria, viene del tutto arbitrariamente usato come fosse conseguenza diretta "tanto che" del fatto che la gente abbia capito, mentre in realtà a ben vedere sembrerebbe addirittura vero il contrario, mi spiego: prendendo atto dell'aumento seguito all'obbligo, desumiamo che in mancanza di obbligo tale aumento non si sarebbe verificato.

La frase, all'apparenza semplice è in realtà contortisisma e ingannatoria (consapevolmente o inconsapevolmente non lo so).

Voglio rinforzare con un ulteriore caso la tua lista di esempi:

Cosa sarebbe accaduto se il povero Renzi, per celebrare il successo (in termini di maggior gettito) del canone Rai in bolletta, -dovuto evidentemente ed esclusivamente alla sopraggiunta impossibilità di fatto ad evadere il canone- si fosse espresso così?

Il canone in bolletta è stato capito dalla maggior parte delle persone, tanto che c'è stato un aumento del gettito. 

Ciao e grazie per il commento chiarificatore.

 06/09/2018 11:01:31
quarkuno

quarkuno25496

Non ricordo di ricordarmi

in risposta a ↑

ilmiozio, concordo. 

Un testo equivoco è odioso proprio perché, al mutar del vento del favore, può dar luogo a controsmentita: no, avete capito male, diciamo le medesime cose. 

Quanto alla riflessione secondo cui «prendendo atto dell'aumento seguito all'obbligo, desumiamo che in mancanza di obbligo tale aumento non si sarebbe verificato» va riconosciuto che è altrettanto valida, quanto quella in esame. 

L'infelice frase, in definitiva, accontenta tutti, sia chi è per l'obbligatorietà e le famiglie che hanno vaccinato i figli, obtorto collo oppure convintamente, sia chi non approva l'obbligatorietà, perché lascia loro di poter dire che il diritto di provvedere alla salute dei figli viene duramente conculcato, sia perché, se non vaccinato, il bambino non accede alle scuole statali, sia perché, non frequentando egli le scuole  elementari, i suoi genitori sono imputabili del reato di "inosservanza dell'obbligo dell'istruzione ai minori (art. 731 c. p.). 

Pasticci all'italiana. 

 06/09/2018 11:52:35
marbone

marbone3261

musicista dilettante - poco socievole

F. Holderlin: "Ciò che ha sempre fatto dello Stato un inferno sulla terra è precisamente il tentativo dell'uomo di fasrne il suo Paradiso"

 25/09/2019 19:04:03

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader