Salvini denuncia Saviano.

Salvini denuncia Saviano.

La telenovela prosegue e dopo il bacio inviato da Salvini ecco che quest'ultimo reagisce, alle attività di Saviano, con forza ed in maniera molto particolare.
Salvini ha redatto una  querela, per diffamazione a mezzo stampa, su carta intestata del Viminale e l'ha presentata alla Questura di Roma.

La querela fa riferimento a una serie di post e dichiarazioni dello scrittore che,  secondo Salvini, supererebbero il diritto di critica. In particolare quell'espressione - "ministro della malavita" - che Saviano gli rivolse rubando una citazione di Gaetano Salvemini che, all'epoca, era rivolta allo statista Giovanni Giolitti.

Ricordiamoci anche che si sta cercando di processare Salvini  e che Saviano, non pago della situazione prosegue e rincara la dose 


Cosa pensate di questo episodio?

 20/07/2018 07:36:02
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
57 commenti
canardu

canardu109961

CEO, Amministratore Delegato

Se qualcuno crede di essere stato diffamato ha diritto di fare querela, poi ci penseranno i giudici ad accertare i fatti e eventualmente condannare.

 20/07/2018 18:08:02

canardu, pensai che vi sia addirittura un dubbio che vi sia stata diffamazione? 

 23/07/2018 07:07:36
Robbins

Robbins91926

By ,by

Niente

 20/07/2018 18:18:50
alezo89

alezo8913541

Essere sempre se stessi

Che non approvo. Saviano può aver usato anche toni forti ed esagerati ("ministro della malavita"), ma la querela non può essere la risposta.

Innanzitutto perché trovo assurdo che il ministro dell'interno, ovvero colui che dovrebbe garantire la libertà di espressione, quereli chi critica il suo operato. A livello simbolico questo gesto mi fa paura.

inoltre credo che un ministro dell'interno abbia talmente tanto lavoro da fare da non avere il tempo di poter nemmeno leggere le dichiarazioni di Saviano. Che dimostri con i fatti di aver ragione, anche se mi sembra che il suo obbiettivo sia solo fare campagna elettorale e di guadagnare consenso, anche a costo di bloccare delle persone in mare e di provocare chi non la pensa come lui generando odio. Qualcuno mi potrebbe obbiettare che è stato Saviano a provocare lui, questa volta. E io rispondo che una persona con quella carica dovrebbe appunto lavorare e non criticare e prendere in giro chiunque non la pensi come lui (vedi magliette rosse).

 20/07/2018 19:13:49

alezo89, 

La libertà di espressione non c'entra niente con la libertà di diffamazione o calunnia.

Studia.

 20/07/2018 19:53:31
alezo89

alezo8913541

Essere sempre se stessi

in risposta a ↑

CaiusSempronius, il confine è molto labile sai? Comunque a questo punto ci sarà un giudice che valuterà la cosa e chi avrà ragione. Rimane il fatto che secondo me faceva più bella figura a non fare nulla e lavorare come ministro. 

Studia tu semmai.

 20/07/2018 20:20:22
in risposta a ↑

alezo89, 

No studia tu.

Come ministro sta facendo quello per cui è stato eletto.

La querela nei confronti di chi diffama e diffonde calunnie è un atto doveroso.

 21/07/2018 15:30:40
alezo89

alezo8913541

Essere sempre se stessi

in risposta a ↑

CaiusSempronius, secondo me, per quanto la querela sia un suo diritto, poteva anche non farla vista la situazione e la carica che ricopre.

In ogni caso oltre ad urlare e bloccare i porti in questi due mesi non l'ho ancora visto fare nulla sinceramente.

 21/07/2018 17:50:04

alezo89, ha ben risposto @CaiusSempronius 

 23/07/2018 07:07:39
in risposta a ↑

CaiusSempronius, Saviano non ha calunniato nessuno, ha detto ciò che è ovvio. Oltretutto Savini, cosa mai successa prima, utilizza la sua figura per querelare le persone. Dove si è mai visto che un ministro mandasse querele per conto dell'istituzione che rappresenta?

 24/07/2018 09:25:48
in risposta a ↑

Shlomo, 

Non ha detto ciò che è ovvio di nulla.

Le affermazioni sono "ovvie" quando sono supportate da prove.

Nel caso di Saviano prove non ce n'è neanche una e quindi trattasi di calunnia e/o diffamazione.

 24/07/2018 12:40:11
in risposta a ↑

CaiusSempronius, La prova c'è, per esempio che se ne frega altamente di persone che possono morire in mare è assodato, che ha avuto contatti con la malavita calabrese è pur questo risaputo, quindi mi pare che tutto quello detto da Saviano sia solo ovvio. Dunque questa querela che ha fatto, lascia solo il tempo che trova, tra l'altro poi non mi pare  che oggi si possano fare le querele solo perché si ha la coda di paglia.

 24/07/2018 13:34:21
in risposta a ↑

Shlomo, 

È assodato de che?

Citami una sola dichiarazione di Salvini in cui egli dice che se ne frega di chi muore in mare.

Risaputo cosa?

Mostrami i documenti che provano i rapporti tra Salvini e la criminalità organizzata.

Le querele sono valide contro chi fa affermazioni e lancia accuse non supportate da prove.

Hai appena scritto il FALSO.

 28/07/2018 05:58:37
BelloSchianto

BelloSchianto11701

Fricchettone croccante al!a frutta...

Questi "nuovi" politici mi stanno proprio sopra l'androne!! Sono come i bambini o peggio "maammaaaa Filippo mi ha toccato il braaacciooo denuncialooooo" ma per cortesia!!! Fuori dai kojon!! ahahaha 

 20/07/2018 19:27:19

BelloSchianto, 

Fuori dai cojoni tu, casomai.

Saviano ha commesso un reato ( diffamazione e calunnia ) e quindi è doveroso che venga denunciato.

 20/07/2018 19:54:36

BelloSchianto, concordo con @CaiusSempronius ( magari ad eccezione della prima affermazione colorita ) .
Come fai a dire che si tratta di "Nuovi" politici quando di fatto i vecchi avrebbero fatto di ben peggio e quando in quetso caso abbiamo un bulletto di quartiere ( mi riferisco a Saviano ) che ha bisogno di una lezione di educazione e che mi auguro sia bella tosta.
Ora ha pure trovato l'amichetta Asia Argento che confido riceva presto la medesima denuncia-  

 23/07/2018 07:07:41
BelloSchianto

BelloSchianto11701

Fricchettone croccante al!a frutta...

in risposta a ↑

pincopallone, "Nuovi" inteso come "alla guida", per il resto ognuno cerca di alzare la cresta da una parte e dall'altra. 

 23/07/2018 08:22:21
in risposta a ↑

BelloSchianto, si l'ho capito ma il fatto che ti ti riferisca mi sembra quasi che gli altri siano a posto.

 23/07/2018 09:12:01
BelloSchianto

BelloSchianto11701

Fricchettone croccante al!a frutta...

in risposta a ↑

pincopallone, no no ci mancherebbe 

 23/07/2018 09:20:04
in risposta a ↑

BelloSchianto, ok grazie   

 07/08/2018 06:29:39
RobertoMontanari

RobertoMontanari99239

Naufrago

Credo che non avesse alternative. Non far nulla equivale a dare ragione. Ora però la parola va ai giudici..

 20/07/2018 19:29:58

RobertoMontanari, 

Che non dovranno fare molta fatica per condannare Saviano, dato che le sue calunnie e la sua diffamazione sono pubbliche.

 20/07/2018 19:55:23
alezo89

alezo8913541

Essere sempre se stessi

in risposta a ↑

CaiusSempronius, fossi in te non sarei così convinto della condanna di Saviano: che quello che ha detto sia diffamazione e calunnia è tutto da dimostrare.

Fortunatamente siamo ancora in uno stato democratico.

 20/07/2018 20:22:30
RobertoMontanari

RobertoMontanari99239

Naufrago

in risposta a ↑

CaiusSempronius, @alezo89  mi ha preceduto benissimo. Aggiungo solo che le sentenze le fanno i giudici dopo un lavoro di indagine e dibattito. Non spetta a noi farle

 21/07/2018 05:31:50
in risposta a ↑

alezo89, 

Sfortunatamente per te il lessico della lingua italiana non è un opinone.

Chi accusa qualcuno di un atto che non ha compiuto commette il reato di diffamazione.

https://www.brocardi.it/codice-penale/libro-secondo/titolo-xii/capo-ii/art595.html

Se tu accusi me di essere un mafioso senza mostrare alcuna prova di quanto sostieni ( come ha fatto Saviano con Salvini ) non stai esprimendo un opinione ma stai commettendo un reato e se i giudici si limitano ad applicare la legge non esiste alternativa al fatto che ti condannino.

Semplice.

Se poi i giudici non applicano la legge ma si mettono a fare politica ( come è successo molte volte ) allora può essere che tu venga assolto ma in quel caso la frase "le sentenze si rispettano perché è stata fatta giustizia" è una frase ridicola e senza senso.

 21/07/2018 15:32:11
in risposta a ↑

RobertoMontanari, 

Dipende se i giudici applicano la legge o si mettono a fare politica.

 21/07/2018 15:36:24
alezo89

alezo8913541

Essere sempre se stessi

in risposta a ↑

CaiusSempronius, beh il processo è ancora tutto da fare. Non è automatico il fatto che la querela implichi una condanna. Saviano, a quello che ne sai tu, potrebbe portare delle prove a sostegno della sua accusa e quindi in quel caso essere giustamente scagionato.

Il processo si deve ancora fare.

 21/07/2018 18:02:10

RobertoMontanari, ha già scritto tutto @CaiusSempronius 

 23/07/2018 07:07:44
in risposta a ↑

alezo89,

Le uniche prove a sostegno delle sue accuse sarebbero un referto psichiatrico che certifica il sadismo di Salvini ( "ma quanto provi piacere nel veder morire donne e bambini?" ) e una condanna definitiva per associazione mafiosa a carico di Salvini ( "ministro della malavita" ).

Nel secondo caso la prova non esiste mentre nel primo dubito che esista e che tantomeno Saviano possa esserne in possesso.

Indi per cui se i giudici applicano la legge ( e non fanno POLITICA ) Saviano si becca una condanna ( e non sarebbe certo la prima nel suo caso ).

 23/07/2018 08:46:25
alezo89

alezo8913541

Essere sempre se stessi

in risposta a ↑

CaiusSempronius, innanzitutto la prima cosa secondo me non è da querela. Le donne e i bambini stanno (purtroppo) morendo veramente e il blocco dei porti sicuramente non aiuta questa povera gente a sopravvivere. Abbiamo purtroppo anche visto come si sta comportando la guardia costiera libica, e questi fatti sono il risultato delle politiche di Salvini.

Sulla seconda prova non esiste sicuramente una condanna definitiva, ma Saviano potrebbe portare delle prove a sostegno della tesi, come queste

Quindi non è detto.

In ogni caso questo è l'ultimo post che commento su Salvini. E cito anche @pincopallone e @RobertoMontanari .

Il motivo è molto semplice: perché stiamo facendo il gioco di Salvini. Sinceramente, il principale problema dell'Italia non è Saviano, sia che sia colpevole sia no. Io se fossi al governo mi occuperei principalmente di sconfiggere la disoccupazione e sulla crescita del PIL. Così facendo  Salvini riesce intelligentemente a distogliere l'opinione pubblica dai veri problemi che ci sono in Italia per parlare di argomenti come questo.



 23/07/2018 09:56:00
-ombretta_

-ombretta_9816

Lovesick

in risposta a ↑

RobertoMontanari, ormai qui si grida alla magistratura politicizzata prima ancora che il caso venga assegnato. 

 24/07/2018 11:10:46
in risposta a ↑

alezo89, 

Le tue affermazioni non hanno alcun nesso logico con la realtà.

1) Non esiste nessuna prova che dimostra in maniera incontrovertibile che Salvini provi piacere nel vedere morire donne e bambini

2) Non esiste nessuna prova che dimostra in maniera incontrovertibile che la chiusura dei porti italiani alle navi ONG sia la causa dei morti in mare

3) Non esiste nessuna prova che dimostra in maniera incontrovertibile che la guardia costiera libica sia responsabile di quei morti

4) Non esiste nessuna prova che dimostra in maniera incontrovertibile i legami di Salvini con la criminalità organizzata


L'Espresso ( editore Carlo De Benedetti, sponsor del PD ) è credibile come mio nonno in carriola e infatti in quel ridicolo articolo che mi hai linkato si parla genericamente di "documenti inediti" senza però specificare quali e di quale fonte.

Con certi giornali l'unica cosa utile da fare è usarli per incartare il pesce non certo per informarsi.

Davanti a un giudice quell'articolo di giornale che hai postato come prova processuale vale ZERO, a meno che il giudice non sia un membro di Magistratura Democratica.

 24/07/2018 12:55:25
in risposta a ↑

-ombretta_, 

Visto quello che è successo con Mani Pulite, con Berlusconi e viste le recenti vicende giudiziarie ( sequestro fondi della Lega per reati commessi dal vecchio segretario e iscrizione nel registro degli indagati del ministro SavonaSavona per vicende vecchie di decenni ) dubitare dell'imparzialità della magistratura ( o perlomeno di una parte di essa ) è un esercizio più che legittimo.

Il fatto stesso che diversi ex magistrati ora sono in politica è già di per sé sufficiente a suffragare quanto sopra.

 24/07/2018 12:59:09
-ombretta_

-ombretta_9816

Lovesick

in risposta a ↑

CaiusSempronius, ogni volta che ci confrontiamo mi sembra di parlare con un giornalista di "libero" o de "Il giornale". Evidentemente sei un sostenitore di quella parte politica toccata dalle inchieste da te su citate. Mi risulta che anche la sinistra sia più e più volte finita nel mirino della magistratura, ma non per questo si è tentato di delegittimare il suo lavoro. Personalmente vedo Berlusconi come un personaggio quantomeno ambiguo (vediti l'intervista a Paolo Borsellino recentemente pubblicata dal "fatto") , Salvini e la sua lega come "finti ingenui" che c'hanno provato e j'ha detto male, e la vicenda di Savona come tanto rumore per nulla, in quanto probabilmente si chiuderà con un nulla di fatto. In realtà è più un attacco della stampa ai 5 stelle e alle loro promesse pre-elettorali disattese ("nessun indagato nella squadra al governo" non va granchè d'accordo con "già sapevamo della sua iscrizione al registro degli indagati"). Personalmente non vedo nessuna giustizia ad orologeria. Piuttosto ad orologeria mi sembra la propaganda per acquisire potere al momento giusto (es. La discesa in campo del berluska)

 24/07/2018 16:22:46
alezo89

alezo8913541

Essere sempre se stessi

in risposta a ↑

CaiusSempronius, 

Le tue affermazioni non hanno alcun nesso logico con la realtà.

aspetta il processo prima di parlare, ci sono due posizioni che vanno confrontate. 


1) Non esiste nessuna prova che dimostra in maniera incontrovertibile che Salvini provi piacere nel vedere morire donne e bambini

Nemmeno del contrario mi pare.

2) Non esiste nessuna prova che dimostra in maniera incontrovertibile che la chiusura dei porti italiani alle navi ONG sia la causa dei morti in mare

Nemmeno del contrario anche questa volta. Anzi, se andiamo a vedere i numeri i morti sono aumentati rispetto al periodo dello scorso anno


3) Non esiste nessuna prova che dimostra in maniera incon
controvertibile che la guardia costiera libica sia responsabile di quei morti

Alcune testimonianze dicono che la guardia costiera abbia lasciato morire la gente in mare quindi le prove in questo caso ci sono.


4) Non esiste nessuna prova che dimostra in maniera incontrovertibile i legami di Salvini con la criminalità organizzata

E chi te lo dice che non ci siano? Ci metteresti la mano sul fuoco sull'onestà di Salvini?




 24/07/2018 18:18:17
in risposta a ↑

alezo89, 

Caro mio è inutile che fai il giochetto dello specchio riflesso come i bambini dell'asilo.

L'onere della prova ricade su chi lancia le accuse, non su chi deve difendersi da quelle accuse.

In assenza di prove le tue accuse non valgono un cazzo di niente.

 23/09/2018 14:29:22
in risposta a ↑

-ombretta_, 

La sinistra finita nel mirino della magistratura?

Ma quando mai?

Mani Pulite ha fatto fuori DC e PSI ma ha lasciato intatto il PCI, nonostante fosse dentro fino al collo nel sistema delle tangenti.

Motivo?

Molto semplice: il PM ( D'Ambrosio ) che dirigeva il filone d'inchiesta riguardante il PCI per ragioni poco chiare ha sospeso le indagini e pochi anni dopo si è dimesso dalla magistratura per buttarsi in politica con i DS ( ossia gli eredi del PCI ).

Ma che coincidenza!

 23/09/2018 14:32:15 (modificato)
-ombretta_

-ombretta_9816

Lovesick

in risposta a ↑

CaiusSempronius, non ci crederai, ma oggi, dopo aver visto Diego fuffaro a omnibus, ti pensavo. La tua lunga assenza iniziava ad impensierirmi. 

 23/09/2018 15:11:42
alezo89

alezo8913541

Essere sempre se stessi

in risposta a ↑

CaiusSempronius, io non faccio nessun giochetto dello specchio. Esiste un processo e Saviano avrà il diritto di esporre le proprie prove: volevo sottolineare che non ci sono prove del contrario quindi non è detto che si tratti di un processo già scritto.

Anzi, dato che sono passati due mesi da quel commento ad oggi è stato incriminato anche Salvini per la questione diciotti: quindi anche se non nel processo a Saviano anche lui sarà costretto a provare di non essere colpevole.

 23/09/2018 15:24:03
in risposta a ↑

-ombretta_, 

A me invece della tua non interessa assolutamente nulla.

La fuffa la farai tu.

 24/09/2018 03:40:12
in risposta a ↑

alezo89, 

Esiste un processo e Saviano avrà il diritto di esporre le proprie prove: volevo sottolineare che non ci sono prove del contrario quindi non è detto che si tratti di un processo già scritto.


Continui a commettere lo stesso errore.

In un processo l'onere della prova ricade su chi lancia l'accusa ( Saviano ) non su chi si difende da quell'accusa ( Salvini ).

In assenza di prove a sostegno dell'accusa l'accusa di fatto è infondata e chi la espone può essere a sua volta denunciato per diffamazione.


Anzi, dato che sono passati due mesi da quel commento ad oggi è stato incriminato anche Salvini per la questione diciotti: quindi anche se non nel processo a Saviano anche lui sarà costretto a provare di non essere colpevole.


Ma cosa c'entra? le ipotesi di reato a carico di Salvini nel caso delle indagini sulla nave Diciotti non hanno nulla a che vedere con le accuse lanciate da Saviano.

Tra l'altro ti informo che è caduta l'accusa di arresto illegale a carico di Salvini mentre rimane solo quella per sequestro di persona ( che comunque è tutta da dimostrare ).

A conti fatti sono molto più sostanziose le prove a vantaggio di Salvini che non quelle a vantaggio di Saviano.



 24/09/2018 03:48:04

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader