È diventato politicamente scorretto chiamare le cose con il loro nome

È diventato politicamente scorretto chiamare le cose con il loro nome

Cosa ne pensate di questa affermazione? 
Riscontro sempre più spesso che questa sia una reale tendenza e situazione che trovo essere assai grave e preoccupante. 


 17/07/2018 08:20:24
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
67 commenti

Potresti farci qualche esempio esplicativo, così capiamo tutti a cosa ti riferisci?

Scritto così come lo hai scritto è altamente interpretabile in svariati modi e contesti ed opinabile in base alla propria soggettività.

Abbreviando : per esempio?

 17/07/2018 10:03:32

Sanguanel, preferisco non fare esempi e lasciarvi liberi di spaziare come meglio volete

 30/07/2018 09:48:47
canardu

canardu106276

CEO, Amministratore Delegato

Facci qualche esempio...

 17/07/2018 10:04:02

canardu, non mi sembra il caso 

 30/07/2018 09:48:48

canardu, Persona di colore... = Neri/Gialli/marroncini 

Negroidi Asiatici Mulatti Sub sahariani Caucasici Mongoloidi. Non le ho inventate io le classificazioni etniche. Questo ho pensato leggendo il post.


 30/07/2018 14:30:28

Scorretto è l'intento con cui le cose vengono chiamate, non il loro nome.

Per questo si usano nomi "corretti", per distinguersi da chi ha intenti scorretti.

 17/07/2018 10:58:46

Argyre, non ho capito

 30/07/2018 09:48:50
in risposta a ↑

barbablu, in pratica, usare un nome "corretto" per qualcosa non è uno sgarbo all'etimologia di quel termine, ma una forma di rispetto in risposta a chi ha trasformato la parola originale in un insulto.


Ovviamente, la stessa cosa vale al contrario. Chi vuole chiamare le cose col "proprio nome" non lo fa per onore alla grammatica, ma troppo spesso, per non dire sempre, allo scopo di giustificare l'aggressione verbale.

 30/07/2018 10:36:01
in risposta a ↑

Argyre, peccato che se viene usato un termine che è stato reso un insulto lo si deve sempre e solo percepire come tale

Se si è froci si è froci e basta o se si è negri idem ma se a dirlo è un etero o un bianco è razzismo ma se a dirlo sono li stessi froci o negri ecco che la cosa diventa quasi uno scherzo ed un vezzeggiativo che a loro è permesso utilizzare senza timore della pubblica gogna

 09/08/2018 07:44:26
PaoloVincenti

PaoloVincenti28051

Stratega del vuoto - SMM

Chi si lamenta del politicamente corretto si lamenta sostanzialmente del fatto che non ci si possa prendere gioco di chi non ha potere e di chi vive ai margini. Che non si possano cioè usare triti stereotipi contro i neri, le donne, i portatori di handicap, gli omosessuali, la gente sovrappeso, etc.

Non è una rivendicazione del diritto di poter offendere, è una rivendicazione del diritto di offendere chi ha meno possibilità di replicare.


 17/07/2018 15:17:37

PaoloVincenti, eppure mi pare che oggi siano proprio quelle persone che stai descrivendo come indifese ad avere invece un potere oltre ogni misura

 30/07/2018 09:48:52
PaoloVincenti

PaoloVincenti28051

Stratega del vuoto - SMM

in risposta a ↑

barbablu, quindi le persone di colore, gli obesi, i portatori di handicap, le donne, i gay ti opprimono con il loro potere? Puoi farmi qualche esempio della tua quotidianità in cui queste persone ti schiacciano e ti tengono in soggezione?

 30/07/2018 15:32:48
in risposta a ↑

PaoloVincenti, indirettamente si perchè a quanto pare appartenere a delle minoranze genera più tutela che essere normali.
Quasi conviene fingere di essere un gay oppure scovare qualche altro trucchetto per ottenere maggiori privilegi di quanti ne siano riservati a chi è "normale"

non c'è bisogno di fare esempi si tratta di una situazione generale e mondiale che si percepisce senza troppi sforzi

 09/08/2018 07:44:29
PaoloVincenti

PaoloVincenti28051

Stratega del vuoto - SMM

in risposta a ↑

barbablu, che significa "indirettamente"? Puoi fare esempi che riguardano la tua quotidianità o stai solo ripetendo a pappagallo dei luoghi comuni?

Se fingersi gay (o "anormale") comporta tutta una serie di vantaggi, perché non lo fai anche tu?

 09/08/2018 08:31:04
in risposta a ↑

PaoloVincenti, no non posso e non voglio fare esempi perché chi, come te, ha una visione distorta della realtà non potrebbe in alcun modo comprendere il senso di qualsiasi esempio che verrebbe storpiato e rivoltato per il puro intento della denigrazione .

 09/08/2018 08:57:25
PaoloVincenti

PaoloVincenti28051

Stratega del vuoto - SMM

in risposta a ↑

barbablu, cioè, io sono in qualche modo un handicappato (tanto per chiamare le cose con il loro nome) dal punto di vista del ragionamento, mentre tu sei quello con la visione chiara delle cose. È questo che stai dicendo, spero che tu te ne renda conto.

 09/08/2018 09:03:18

Sarà, ma io i negri continuo a chiamarli negri i barboni continuo a chiamarli barboni gli zingari pure e gli handicappati anche. L'insulto non sta nella parola ma nel modo e nei termini in cui la si usa


 17/07/2018 15:58:42
rudywaltz

rudywaltz1331

Esorcista e storico della pornografia

Roger_Due, e io gli stronzi continuo a chiamarli stronzi.

 19/07/2018 07:15:50
in risposta a ↑

rudywaltz, e fai bene. Chiamarli diversamente gentili o diversamente bravi sarebbe ridicolo

 19/07/2018 11:25:16
Tatyana

Tatyana110811

Artista inseguitrice di sogni

Roger_Due, l'insulto sta nella parola, il modo di usarlo è conseguente alla parola.

 19/07/2018 13:17:02
in risposta a ↑

Tatyana, Non è vero. Handicappato siginifica letteralmente portatore di handicapp che è effettivamente la verita. Se per descrivere una persona dici che quella è handicappata non è necessariamente un insulto, lo diventa se lo fai per denigrarlo, per dargli dello scemo. Idem con le altre parole

 19/07/2018 18:01:54
Tatyana

Tatyana110811

Artista inseguitrice di sogni

in risposta a ↑

Roger_Due, forse non sai che il termine corretto è disabile. Handicappato è il termine rozzo e dispregiativo non che offensivo. Forse dovresti ampliare il tuo vocabolario.

E se cerchi fi farmi credere che la parola "negro" non sia dispregiativa mi sento in dovere di dirti che non sono stupida.

 19/07/2018 22:19:50
in risposta a ↑

Tatyana, se proprio vogliamo fare i saccenti esistono due significati diversi per entrambe le parole. La disabilità indica le conseguenza di una menomazione, quindi a causa della mancanza di un piede non riesci a fare le scale e con ciò ti ha causato una disabilità. L'handicapp invece indica lo svantaggio sociale dovuto a questa disabilità, ad esempio se io devo chiedere aiuto a fare le scale a causa dell'assenza di un piede ho uno svantaggio sociale rispetto agli altri, sono dunque handicappato. Te capì? 

Idem con la parola negro, ma visto che non mi va di perdere ulteriore tempo se ti interessa davvero ti scrivi la parola negro su Google e vai su wikipedia

 20/07/2018 05:49:31
Tatyana

Tatyana110811

Artista inseguitrice di sogni

in risposta a ↑

Roger_Due, ho capito che sei solo un maleducato. Inutile perdere tempo.

 20/07/2018 06:38:00
in risposta a ↑

Roger_Due, certo, handicappato sta a significare con handicap, ma quello che il tuo cervello salta allegramente è che:

1) c'è modo e modo di dire ogni cosa, la diplomazia è una gran virtù che tu evidentemente non possiedi;

2) certi termini mettono un accento proprio su certe caratteristiche che possono ferire la persona in questione, handicappato pone un accento proprio sull'incapacità della persona, come se fosse il suo distinguo principale, cosa che non andrebbe fatta.

Negro pone l'accento sull'epiteto razziale e sul voluto insulto e denigrazione che pende sulla parola dalla schiavitù alla segregazione fino ad oggi.


Non stai ingannando nessuno tranne che te stesso con questa logica puerile, sei un maleducato e un razzista. E non andarne fiero, il razzismo è uno di quei moti distruttivi da pecorame che non sa ragionare con la sua testa e avere empatia a sufficienza da considerare ogni essere umano suo pari.

 20/07/2018 09:50:49
in risposta a ↑

AStro88, porrebbe l'accetto sull'incapacita della persona come se fosse il suo distinguo principale solo se si usasse il termine per riferirsi a quella persona. Se gli dicessi "hey ciao handicappato, come va? “ allora avresti ragione. 

Ma poi scusami, handicappato va male e portatore di handicapp o disabile invece va bene. Sarebbe come dire che è sbagliato dire che una persona ha il raffreddore e sarebbe invece giusto dire che è affetto da rinovirus. 

È la stessa identica cosa, lo stesso identico significato. Quello che non usa la testa sei tu, nemmeno ti accorgi che sono due termini con lo stesso identico significato

 20/07/2018 12:30:32
in risposta a ↑

Roger_Due, ah quindi va tutto bene se dici cornuto alle spalle di qualcuno se non glielo dici in faccia. Ottimo ragionamento, e modo di comportarsi.. Portatore non identifica il soggetto con il suo problema, ma distingue il soggetto che lo ha dal problema stesso. Ma hai ragione mi spiace, mi scuso a nome di tutti quelli qui presenti per non aver notato la tua brillante logica ed educazione

 20/07/2018 12:40:40
in risposta a ↑

AStro88, scusa chi ha detto questo? Lo vedi che non usi il cervello. Io ho solo detto che dare dell'handicappato o del cornuto a una persona non è necessariamente un insulto e non vuol dire affatto fare di questo il suo distinguo personale. Come volevo farti capire prima, magari spiegato in termini più semplici così ci arrivi da solo, se tu per riferirti a una persona usi esclusivamente il termine handicappato senza mai usare il suo nome o altro termine allora è un insulto si. Ma se stai parlando della sua malattia allora usare la parola handicapp non è necessariamente un insulto

 20/07/2018 12:43:56
Tatyana

Tatyana110811

Artista inseguitrice di sogni

in risposta a ↑

Roger_Due, forse non ti è chiaro. Gli insulti sono insulti, sempre e comunque. Le parole offensive sono sempre offensive, indipendentemente se parli di una terza persona che non ti sente o se glielo dici in faccia.

Ci tengo a precisare che, purtroppo, la disabilità non è una malattia. 

 20/07/2018 13:37:00

Roger_Due, concordo ma come vedi sei già stato attaccato dai benpensanti radical chic pure femministi e magari vegani

 30/07/2018 09:48:54
in risposta a ↑

barbablu, sai cosa me ne frega a me dei benpensanti/radical chic/vegani. Mi faccio una risata pensando alla loro stupidità   

 30/07/2018 11:16:04
in risposta a ↑

Roger_Due, ed allora facciamocene due ma dobbiamo anche pensare che sono iper proteti e tutelati .

ho appena aperto un post proprio su ciò che sta accadendo ad una dipendente di Trenord che ha osato trasmettere un annuncio "contro" i rom 

 09/08/2018 07:44:32

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader