astore

astore10507

Come conservare al meglio la batteria del portatile?

Come conservare al meglio la batteria del portatile?

È un argomento sul quale ho ricevuto sempre risposte discordanti: affinché si conservi più a lungo, è conveniente che la batteria del portatile rimanga attaccata anche mentre il computer è collegato alla rete elettrica o è meglio rimuoverla ed utilizzarla solo senza cavo elettrico o per caricarla?

Grazie.

 17/12/2013 08:57:37 (modificato)
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
22 commenti

Ci sono tante correnti di pensiero e nessuna sembra avere fondamento scientifico. Personalmente, quando uso il mio portatile connesso alla corrente, rimuovo sempre la batteria, per essere sicuro che non sia costantemente sotto carica.

Ad ogni modo, credo che l'unica cosa che davvero danneggia la batteria sia collegarla alla rete quando ancora non è completamente scarica e disconnetterla quando ancora non è completamente in carica. Anche per questo io la rimuovo sempre.

 17/12/2013 09:01:17
birillone

birillone155786

Questo forse poteva valere per le batterie di anni ed anni ed anni addietro per le quali il cosiddetto effetto memoria influiva sulla prestazione.

Adesso è assolutamente inutile pensare di poter ricaricare la batteria solo se è completamente scarica o staccarla solo è completamente carica.

Oramai le batterie "Moderne" non hanno più alcun problema a questo riguardo.

 17/12/2013 09:50:51
Eppure, con un portatile precedente, con batteria agli ioni di litio, utilizzandola più o meno come suggerivi tu sopra, dopo circa 6 mesi ha iniziato a mostrare segni d'usura, finendo per essere esaurita dopo circa 1 anno di lavoro. Ho letto anche io articoli che suggerivano quanto tu dicevi sopra, ma il metodo empirico batte questi articoli.
 19/12/2013 12:29:49
birillone

birillone155786

Ercole Sieni, Eppure ho sempre seguito la teoria ed ha sempre dato i risultati indicati.

Probabilmente ti sei trovato con un pc assemblato di Lunedì oppure usi Apple XD

 19/12/2013 13:37:52
In realtà era un Sony Vaio pagato un occhio della testa. Ma forse era stato assemblato un venerdì 13.
 19/12/2013 14:21:28
birillone

birillone155786

Ercole Sieni, capita anche nelle migliori famiglie.. XD
 19/12/2013 14:26:00
utente anonimo

Anonimo

Devi togliere  la batteria quando il pc è collegato alla rete elettrica....   

Oppure devi controllare che la batteria e il computer non si surriscaldino troppo.... Io consiglio di spruzzare di tanto in tanto lo spray di aria fredda per evitare il surriscaldarsi del pc... poi consiglio di comprare una tavolozza con ventola da mettere sotto il computer....  se rimani tanto al computer ti consiglio la prima opzione.....   (oltre le 3 ore consecutive)


 17/12/2013 09:41:24
astore

astore10507

Grazie, Anonimo. Non conoscevo l'esistenza di uno spray di aria fredda! Mi sarebbe molto utile.
 18/12/2013 08:36:22
Keysteal

Keysteal9732

Guru e mentore Informatico

lui intendeva dire aria compressa non aria fredda...assolutamente MAI spruzzare aria fredda all'interno del PC. Pura follia. All'accendersi (anche ore dopo) all'interno potrebbe verificarsi un fenomeno di condensa che potrebbe poi provocare inesorabilmente a danni irreparabili.
 19/12/2013 07:58:29
astore

astore10507

Grazie per la precisazione @Keysteal.
 19/12/2013 08:57:20
Greis

Greis16258

User Experience Designer

Keysteal, volevo solo precisare che quando spruzzi aria compressa a partire da una bomboletta, per via di un fenomeno fisico, l'aria sarà sempre più fredda della temperatura di partenza della bomboletta (che sarà a temperatura ambiente). Per spruzzare aria a temperatura ambiente occorre una ventola.
 19/12/2013 13:22:54
Keysteal

Keysteal9732

Guru e mentore Informatico

Greis, si..ma di quanto? 1 grado? Non si può considerare aria fredda proprio.
 19/12/2013 20:11:30
Greis

Greis16258

User Experience Designer

Direi di più. Uso la bomboletta di aria compressa per pulire lo specchio della mia reflex, e ho imparato a farlo con moderazione. Infatti, se soffio oltre i due secondi, lo specchio si raffredda al punto che appena terminato il flusso si copre di condensa. Segno che il flusso d'aria è sensibilmente più freddo della temperatura ambiente.

 19/12/2013 20:47:51
birillone

birillone155786

La batteria del tuo portatile funzione come filtro per la corrente elettrica che raggiunge il pc e quindi lo protegge da eventuali sbalzi di tensione oltre che preservare il tuo lavoro nel caso di interruzione del servizio da parte del gestore elettrico o di danno al tuo impianto.

Se togli la batteria il tuo pc sarà "nudo" e completamente indifeso dagli sbalzi oltre che pronto a perdere i dati XD

A questo punto cosa preferisci fare? ( cambiare la batteria ogni paio di anni oppure la scheda madre del tuo o il pc stesso? ;)

La leggenda metropolitana del carico scarico, come ho detto in un commento precedentemente, aveva un fondamento per le vecchie batterie che non erano agli ioni di litio e non più la preistoriche al Nickel ( NICD o NIMH ) che avevano il problema dell'effetto memoria che non esiste più. 

Unica accortezza è che ogni 30 cicli di ricarica parziale la si porti ad una scarica completa ( 20% della batteria e non 0% come molti pensano ).

Far scaricare una batteria completamente ( 0% ) è estremamente pericoloso ed è necessario che si esegue una ricarica immediata entro al massimo 1 ora pena il rischio di perderla completamente

Da questa piccola regola da seguire sempre giungiamo a parlare dell'inizializzazione delle batterie al litio al loro primo utilizzo.

È un pò come l'imprinting che hanno i pulcini appena nati per cui vedono la mamma chioccia e la seguono sempre, se vedessero un gatto probabilmente seguirebbero lui XD quindi diamo il buon esempio di come dovrà comportarsi la nostra batteria nel corso della sua vita e facciamola caricare scaricare completamente ( max al 20% come detto prima ) per 4 5 volte dopo di che la nostra batteria/pulcino ci seguirà ovunque senza problemi di sorta ;)

Dopo un certo periodo ( indicativamente sempre le 30 ricariche parziali ) è buona norma eseguire anche una ricalibrazione della nostra batteria facendole eseguire il ciclo di scarica ( sino al 20% ) e ricarica permettendo così ai sensori di rimanere sempre vigili sulle soglie in oggetto.

È preferibile staccare la batteria dal pc se connesso alla rete elettrica solo ed unicamente per via del calore prodotto che non è affatto gradito ai componenti elettronici per cui il consiglio di anonimo è corretto e ti permette di rimanere con la tua batteria attaccata al pc ( per i motivi che ti ho detto al principio ) 


Se ti interessa sapere come conservare la batteria agli ioni di litio scollegata per lungo tempo dal pc ( magari vai in ferie o fai il giro del mondo senza pc ) sappi che è buona norma che abbia almeno il 40% di ricarica in essa e che venga riposta in un luogo a 0 gradi ( il frigo è perfetto anche non raggiunge quella temperatura, ma il freezer sarebbe troppo XD ) 


Quindi riassumendo potrei dire che per trattare bene la tua batteria è :


CONSIGLIATO


  • Conserva la batteria in un luogo fresco e non caldo ( quindi è sconsigliato portare il pc in auto lasciandolo nelle medesima in piena estate )
  • Pulisci i contatti della batteria con del cotone imbevuto di alcol per preservarne la durata ed evitare possibili ossidazioni

NON CONSIGLIATO



 17/12/2013 10:23:00
astore

astore10507

Grazie @birillone, esaustivo come al solito.
 18/12/2013 08:34:00
birillone

birillone155786

astore, Ci si prova :) 

Buona conservazione e protezione batteria ora la puoi coccolare per benino XD 

 18/12/2013 08:38:53
astore

astore10507

Forse avrei fatto meglio a chiedere aiuto ai quaggers molto prima, ho la netta impressione di averla trascurata troppo, ormai dura pochissimo.

Comunque per quello che ne rimane cercherò di fare più attenzione.

Grazie ancora.

 18/12/2013 18:08:45
birillone

birillone155786

astore, col senno di poi è tutto più facile..

Sono certo che saprai trattare meglio la tua prossima batteria senza dubbio :)

 19/12/2013 08:12:42
Keysteal

Keysteal9732

Guru e mentore Informatico

Precisiamo intanto che le batterie moderne non hanno più l'effetto memoria, e quando raggiungono la carica (con l'alimentatore inserito nel computer), la batteria smette di essere ricaricata. E' compito del computer verificare che lo stato della batteria sia sempre caricata, e quindi si occuperà di fare delle micro ricariche. Molti produttori di computer sconsigliano di staccare la batteria del notebook perché le molecole all'interno delle batterie smetterebbero di funzionare e potrebbero con il tempo degradare la batteria. Io nei miei Mac uso da anni il ciclo di scarico-carico una volta al mese. Il mio 17" che ha 5 anni ha ancora l'85% di funzionalità e la batteria dura ancora dalle 2 alle 2,5 ore di autonomia. Di tanto in tanto stacco la batteria per fare dello scarico parziale, e poi ricarico. Io uso questa pratica e sono riuscito ad allungare le batterie per molti anni. Ricordo che sostituire le batterie hanno un costo spropositato (si arriva anche a 250 euro) e quindi essere meno pigri e  usare piccole accortezze, risparmiamo anche qualche soldo.
 19/12/2013 08:07:35
astore

astore10507

Grazie ancora @Keysteal.
 19/12/2013 08:59:41
CarmenC

CarmenC21708

Laureanda

Ciao @astore non sono forse la persona più adatta a questo tipo di consigli tecnici, ma ogni volta che ho acquistato un portatile i miei amici che un po' praticano il campo mi hanno sempre detto di utilizzare il portatile senza la batteria connesso alla rete elettrica per non danneggiarla. Io non c'ho mai fatto caso perché la comodità del portatile è che lo porti in giro per casa come vuoi, quindi mi capita spesso di staccarlo dalla rete elettrica per muovermi da altre parti etc. L'unica cosa è che attualmente utilizzo un Mac, la mia scelta sicuramente non potrà godere del parere di @birillone a riguardo, ma non so come comportarmi con questa e che tipo di manutenzione fare, quindi ti lascio il mio consiglio e poi mi unisco a te per vedere se qualcuno ha qualche consiglio particolare da darmi per il MacBook. 
 19/12/2013 08:30:41
Keysteal

Keysteal9732

Guru e mentore Informatico

Io uso "Watts" un'applicazione che ti ricorda una volta al mese quando fare il ciclo di scarico e carico completo. Se segui i consigli di questa applicazione riuscirai ad allungare il tempo della tua batteria.
 19/12/2013 20:13:36

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader