minimamoralia

minimamoralia73936

Una volta sottolineavo, ora cancello.

Giordano Bruno e Il libero pensiero

Perchè mai un individuo dovrebbe passivamente, acriticamente, accettare quanto viene asserito, proposto, imposto da altri? Tradizioni, luoghi comuni, correnti di vario tipo, perchè mai dovrebbe imbrigliare il proprio pensiero, quando questo viene espresso in maniera accettabile, non coercitiva o supponente? Quanto alla libertà di interpretazione dell'altrui pensiero è fatto noto e rientra nella stessa specie. Nelle società democratiche anche il contrasto delle idee e delle argomentazioni può divenire momento di crescita.


 17/10/2017 19:05:57
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
29 commenti

Il pensiero di Giordano Bruno dovrebbe essere divulgato già dalle scuole elementari

 17/10/2017 19:55:55
minimamoralia

minimamoralia73936

Una volta sottolineavo, ora cancello.

Ossidiana, Sono assolutamente d'accordo.

 17/10/2017 20:05:29

Io vado alla ricerca. Anche quando sono sicuro.

 17/10/2017 20:14:12

C'è un fraintendimento 

Ho letto il pensiero di Giordano Bruno, era totalmente fuori per il periodo, un pazzo

Le sue idee erano inaccettabili. 

Poi possiamo prenderlo come esempio e ne abbiamo tanti come lui oggi, solo non li condanniamo a morte

 18/10/2017 04:58:40

Ehman, si fa di peggio. Lo si esilia socialmente.


 18/10/2017 07:15:31
in risposta a ↑

DioPulceGavioli, se ti dicono che dentro di te c è un alieno tu che pensi del tipo? 

 18/10/2017 13:33:48
in risposta a ↑

Ehman, Gli chiederei il perché e come può dimostrarlo...

C'è gente che crede a Dio... E nessuno lo ha mai dimostrato. Non vedo differenze tra i due

 18/10/2017 13:43:06
in risposta a ↑

DioPulceGavioli, c'è un enorme differenza 

Sono miliardi a crederci

 18/10/2017 13:46:25
in risposta a ↑

Ehman, Potenzialmente miliardi di folli.

90% Delle guerre per due singoli dei

Dio/Allah/Krisna ecc e il dio Denaro.

E non sono pazzi?!

 18/10/2017 13:49:50
in risposta a ↑

DioPulceGavioli, se sono in tanto no. 

Se li dici tu si

 18/10/2017 13:53:51
in risposta a ↑

Ehman, Galileo era solo... La terra è piatta?! No. Chi era il pazzo? Lui o i milioni che dicevano fosse piatta?!

 18/10/2017 14:57:22
in risposta a ↑

DioPulceGavioli, la terra rotonda era nota anche agli egizi 

I greci più o meno sapevano anche la circonferenza 

Galileo è stato costretto ad negare il proprio pensiero. 

C vogliono millenni a volte

 18/10/2017 15:14:59
ilmiozio

ilmiozio200231

Estremista di destra e di sinistra

Fosse vissuto ai nostri tempi, sarebbe stato accusato di essere uno spacciatore di fake.

E non solo lui;  immagino che la stessa sorte sarebbe toccata a Galileo e altri.

 Oggi molti si rapportano alla scienza esattamente come nel 600, con un atteggiamento fideistico e acritico, come se il sapere (scientifico e non) fosse un risultato conseguito una volta per tutte e immodificabile. Non è cambiato poi molto da allora.


 18/10/2017 12:03:43
PaoloVincenti

PaoloVincenti32046

Stratega del vuoto - SMM

ilmiozio, scusa, ma è un paragone privo di senso. Giordano Bruno, Galileo, Copernico, Tycho Brahe, Newton, etc. si collocano storicamente proprio nel periodo in cui si configura la nascita della scienza moderna: una scienza concepita come sapere oggettivamente verificabile e pubblicamente controllabile. Viene quindi respinta qualsiasi precedente spiegazione di tipo metafisico per analizzare le cause dei fenomeni, e si definisce un metodo che si affida alla ricerca di leggi, elaborate sulla base di ipotesi, a loro volta vagliate da esperimenti riproducibili. 

Gli spacciatori odierni di fake si sottraggono proprio a questa metodologia: manca quasi sempre un autore e una fonte identificabile con certezza. È il trionfo della chiacchiera, del sentito dire, della fonte che stranamente non è mai recuperabile… La chiacchiera circola molto velocemente e questo le conferisce un'apparenza d'autenticità: l'ho sentito dire da Tizio, poi anche da Caio, in forma leggermente diversa, quindi dev'essere vero. È facile bersi le frottole senza mai darsi pena di verificare; perché se si verifica vengono i dubbi, e alle persone facili i dubbi non piacciono.


Io vedo continui apporti scientifici che introducono aggiornamenti costanti nella fisica, nell'astrofisica, nella chimica, nella biologia, nella neuropsichiatria, nell'etologia e via discorrendo. Dov'è questa scienza immobile guardata con atteggiamento fideistico e acritico?

 18/10/2017 13:04:37
in risposta a ↑

PaoloVincenti, Giordano Bruno era un invasato non aveva nessun metodo scientifico 

 18/10/2017 13:35:11
PaoloVincenti

PaoloVincenti32046

Stratega del vuoto - SMM

in risposta a ↑

Ehman, conosco il personaggio, ha scritto anche trattati di magia ed elaborato teorie decisamente bizzarre. Resta comunque importante il suo apporto filosofico nella critica della scienza della sua epoca, attraverso la sua intuizione che da un principio infinito non possono che derivare conseguenze infinite.

 18/10/2017 14:23:14
in risposta a ↑

PaoloVincenti, non sto di endo che le sue intuizioni erano sbagliate. 

Sto dicendo che un tipo così era un folle per il periodo. 


 18/10/2017 14:25:33
ilmiozio

ilmiozio200231

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

PaoloVincenti nel giudicare un personaggio del passato, o un evento  -se mi permetti- tu cadi in un errore piuttosto frequente: quello di guardare il mondo di allora tenendo i piedi in quello di oggii. E' un errore di prospettiva storica: E' evidente che G. Bruno fu un grande precursore del sapere moderno, peccato però che sia finito bruciato.  Ma se fossimo vissuti a quei tempi, probabilmente saremo stati tra i suoi inquisitori e la nostra convinzione nel condannarlo sarebbe stata direttamente proporzionale alla nostra fiducia nell' infallibilità del dogma.

Perché Giordano Bruno, allora (dice bene @Ehman ) era un pazzo invasato e bestemmiatore, in seguito fu considerato un genio.

Il genio ha bisogno di tempo per la semplice ragione che è un passo più avanti. Ieri come oggi, non cambia niente. Chi lo ha condannato lo considerava un blasfemo, un seminatore di bugie, oggi si sarebbe detto uno spacciatore di Fake.

 18/10/2017 16:20:55 (modificato)
PaoloVincenti

PaoloVincenti32046

Stratega del vuoto - SMM

in risposta a ↑

ilmiozio, come ho detto anche a @Ehman , Bruno era e rimane ambiguo, come lo sono gran parte dei filosofi innovatori e degli scienziati di quell'epoca particolare che fu il Seicento. Giordano Bruno è un personaggio che sguazza nel pensiero magico e fa le classificazioni dei tipi di demoni, così come Newton era un alchimista che scriveva trattati sulla ricerca della pietra filosofale. Sono stati protagonisti importanti del loro tempo, questo sì, con intuizioni di assoluto valore. Il fatto che Bruno, Galileo e in parte anche Keplero siano stati perseguitati (ma non Newton o Copernico) ha evidentemente a che fare con il clima di fanatismo cattolico che si respirava all'epoca in una certa parte d'Europa.

La fiducia nell'infallibilità del dogma non era un fatto generalizzato e planetario: nota bene, a quell'epoca in Cina e addirittura nel tanto deprecato Islam - da dove sono usciti Averroè, Ibn al-Shatir (che fu il primo a dimostrare matematicamente che la Terra non era al centro dell'Universo), Ibn al-Nafis (che fu il primo a mostrare il funzionamento del sistema circolatorio), Al-Idrīsī (le cui mappe furono usate da Colombo), Albatenius, (che fu il primo a calcolare la durata dell'anno solare)  e tutti i matematici persiani che hanno definito l'algebra (al-ǧabr) come la conosciamo - gli scienziati e i grandi innovatori non subivano alcuna persecuzione religiosa.


Quindi il punto è: in una società dove non prevalga il fanatismo, si sa distinguere tra le grandi menti e i meschini spacciatori di bugie. Qui e ora, per fortuna, il fanatismo non prevale, e le persone dotate di spirito critico sono perfettamente in grado di distinguere i seminatori di fake dai genii, dai pensatori e dagli scienziati degni di tale nome.



 19/10/2017 11:03:47
ilmiozio

ilmiozio200231

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

PaoloVincenti, Che dire, il tuo concetto di verità assoluta contrapposto a quello di falsità assoluta (ovviamente semplifico) contrasta irrimediabilmente con la mia visione scettica e relativista.

Tuttavia è piacevole (e anche istruttivo) scambiare opinioni con te.

 19/10/2017 11:13:12
in risposta a ↑

ilmiozio, non era u a genio 

Era un pazzo che per fortuna ha sviluppato un pensiero che soli adesso ha avuto una dimostrazione scientifica. 

Fine anni 70 non si aveva la dimostrazione scientifica c'è esistevano altri pianeti

A oggi non abbiamo la prova che esistono altri mondi con vita 


 19/10/2017 16:30:32
in risposta a ↑

PaoloVincenti, peccato che l'infinito no non può esistere

 19/10/2017 16:31:55
Contrabbandiere

Contrabbandiere39386

PLA-XIT

Quanti si credono dei novelli Giordano Bruno e sono solo dei pennivendoli al servizio del mainstream.

 19/10/2017 05:59:05

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader