ninni-as

ninni-as11226

Nulla da dichiarare ..e ci tenevo a dirvelo

Le varie reazioni chimiche son conseguenze, non il contrario 

 21/08/2017 10:29:21
FrancescoFrank

FrancescoFrank170316

Organizzazione eventi culturali

Semmai da neurotrasmettitori e ormoni. Le razioni chimiche sono quelle che coinvolgono lo stomaco, sopratutto ad ora di pranzo   

 21/08/2017 12:51:53

Sì. Ma vederci "solo" quello è una percezione negativa che si può benissimo modificare. In poche parole si pensa positivo.


 21/08/2017 12:55:43

Chris87, ma cosa dovrei vedere?

 24/08/2017 19:25:48
abc12345

abc1234558706

Probitas

Quando si parla di emozioni o sentimenti, occorre tenere presente che ognuno di noi reagisce in maniera diversa alla stessa situazione; la diversità sta nella differenza di tipo percettivo-cognitivo. C’è quindi un conflitto tra le aspettative e la situazione reale che andiamo a sperimentare.


Sembra assurdo ma le cose stanno proprio così; pensiamo ad un ragazzo che brama salire sui vagoncini di un ottovolante del Luna Park; spasima e scalpita già al solo pensarlo. Il suo cervello inizia subito a produrre una corrente di sostanze chimiche, come l’interferone e l’interleuchina, che rinforzano il sistema immunitario.


Prendiamo ora in considerazione un altro ragazzo, un gatto mammone dalla nascita, che non salirebbe neanche a pedate. Solo al pensiero di salire è terrorizzato e le sue ghiandole surrenali iniziano subito a produrre il cortisolo, l’ormone dello stress che fa precipitare la risposta del sistema immunitario. Il primo ha la netta sensazione di riuscire a tenere sotto controllo la situazione mentre l’altro si bloccherà, pieno di paura al solo pensarlo. L’evento è lo stesso, le reazioni opposte.


La stessa cosa succede quando partecipiamo ad una conferenza; una persona introdotta nell’argomento, la troverà interessante - un’altra, senza alcuna informazione in merito si metterà a sbadigliare. Sono quindi le nostre interpretazioni cognitive che determinano la risposta emotiva. Le emozioni nascono dal sistema limbico (talamo, ipotalamo, amigdala) del cervello, ma sono modulate dalla parte cognitiva.


Lo stato di attivazione viscerale è legato a una discordanza di tipo percettivo-cognitivo, un conflitto tra le aspettative che un individuo ha in rapporto a una situazione particolare e lo stato del mondo reale. Non è una differenza da poco; le prime ci fan star bene, le seconde ci fanno ammalare perchè diamo all’emozione una interpretazione distorta. Per tornare alla domanda.

Per quanto riguarda l’ amore o l’odio, dipendono sempre dalle nostre reazioni emotive e quindi ormonali; se vedo una bella ragazza si mettono in moto gli ormoni maschili, se incontro per strada qualcuno che me l’ha combinata grossa, è facile sentire e reagire con una sensazione viscerale che mi incita a “menar le mani” per difendermi.


Esagero naturalmente ma è così; è sempre il sistema limbico che interviene, ancor prima della parte cognitiva del cervello. Il sistema limbico è quella parte del cervello che reagisce per prima di fronte ad ogni nostra emozione o sentimento; è il famoso cervello rettile che si fa sentire ancora, in particolar modo quando qualcuno ci sta sulle scatole!

 21/02/2019 12:30:13
canardu

canardu106311

CEO, Amministratore Delegato

Si.


Alcuni trovano questa visione del mondo deterministica poco romantica.


Io penso che perché non hanno ben presente le dimensioni quantitative della catena causa-effetto che sono avvenute nell'infinità di spazio e tempo affinché una reazione chimica collegata ad un determinato sentimento possa avvenire.


Letteralmente l'intero universo ha dovuto passare attraverso un numero inimmaginabile di passaggi dalla sua nascita ad oggi per permettere a qualcuno di provare affetto per qualcun altro. 



L'intero, fottuto, universo collegato da una serie infinita di cause ed effetto hanno deciso che io debba provare qualcosa per qualcuno e non le altri.



 21/02/2019 20:11:38

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader