Parità tra uomo e donna. In quali ambiti ( sia uomini che donne ) vi sentite più discriminati o riconoscete nell'altro sesso una maggiore discriminazione?

La parità tra uomo e donna è alla base della nostra cultura, ma difatto non raggiunta, lo testimoniano le numerose iniziative a difesa dei diritti delle donne. Ciò non è positivo neppure per l'uomo perchè tutelare una parte significa se si si esagera discriminare l'altra ma contemporaneamente riconoscere che esista un sesso più sfavorito. Nella realtà qual è la vostra percezione della parità tra uomo e donna, esiste una parita reale oppure uno dei due sessi è discriminato, in quali ambiti e perchè?

 08/07/2017 12:50:19
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
130 commenti

Vorrei fare la colf. 

Nessuno mi prende 

 08/07/2017 12:52:19
pastrank

pastrank40146

Den som är satt i skuld är icke fri

Ehman, una colf audiofila che non metta a rischio le puntine e non sposti le casse, mi farebbe comodo :-)

 08/07/2017 17:59:39

Ehman, cosa sai fare? Ti prendo io

 08/07/2017 20:27:39
in risposta a ↑

Oliol, stirare,lavare a mano,melanzane impanate fritte e naturalmente portò fuori il cane e la spazzatura.

Il cane pero li riportò

 09/07/2017 07:30:39
in risposta a ↑

pastrank, anzi ti faccio un fine tunnig dei diffusori

 09/07/2017 07:31:45
MARCOnista

MARCOnista54991

rustico

in risposta a ↑

Ehman,

portò fuori il cane e la spazzatura.

Il cane pero li riportò

   

 09/07/2017 14:29:01
in risposta a ↑

MARCOnista, sempre meglio specificare o termini del contratto. 

Non lavoro con chi mi chiede di riportare la spazzatura, e lasciare il cane 

Ho un etica anch'io 

 09/07/2017 15:14:05
in risposta a ↑

Ehman,   , il cane di chi é?

Un punto s tuo favore se sai stirare, io non mangio roba fritta e non adoro particolarmente le melanzane, andrebbe meglio se sapessi cucinare il pesce. Non ho cani ne gatti, non devi annaffiare le piante, non ho nemmeno quelle. 


 09/07/2017 17:03:23
Alicja85

Alicja8512696

Sulle tracce di Itaca

in risposta a ↑

Ehman, ihcazzo..melanzane fritte..

 10/07/2017 06:24:15
in risposta a ↑

Oliol, so cucinare qualsiasi cosa, fa ciò un tiramisù stellare, tiro pure la cera

 10/07/2017 07:24:54

Io faccio la steward allo stadio e quando lo dico nessuno mi crede perchè pensa che sia solo per uomini. 

 08/07/2017 13:45:50

apertelevirgolette, ti credo, 

 08/07/2017 13:47:56
ilmiozio

ilmiozio195296

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

Ehman, Anche io.

 08/07/2017 16:15:43

Personalmente non ho mai sentito questa disparità, anzi, mi sento molto " uomo" ( nel senso stereotipato del termine) e vorrei essere circondata da più uomini:)

 08/07/2017 20:30:22
abc12345

abc1234558706

Probitas

Oliol, tra uomo e donna vi è una differenza innata, che non può essere annullata o ignorata, come avviene nella cultura occidentale contemporanea. All'uomo il compito di reggere la famiglia nelle sue scelte, soprattutto verso la società, l'esterno; alla donna il compito di guidare i figli e l'uomo, nelle scelte, fondamentali, della famiglia. Per questo una donna tutta "fuori" è una perversione della femminilità, nociva per la famiglia e la società intera; esattamente come un uomo tutto "dentro". Compiti diversi, dunque, per una identica dignità, lontano dalle miopi guerre tra i sessi.


La società altamente competitiva dei nostri giorni e la ricerca esasperata di un benessere sociale, hanno costretto la donna ad uscire di casa per contribuire al bilancio familiare; niente da dire, per l’amor di Dio. Il tutto però, ha generato un enorme stress, che si ripercuote poi sull’ambiente familiare. Bisognerebbe a mio avviso, ritornare ad uno stile di vita più moderato e meno consumistico, con minori esigenze e minore stress, a modo che in famiglia regni più armonia…meno “oggetti” ma più tempo ai “soggetti” di stare e vivere con la famiglia. 

 09/07/2017 07:19:30
Daydream

Daydream66036

By herself, she built the kingdom that she wanted

in risposta a ↑

abc12345, pure io credo che fra uomo e donna vi siano differenze profonde che non sono fatte per separare ma per arricchire un rapporto. 

Però non sono d' accordo sul fatto che poni come causa dell' uscita di casa della donna la società del consumo e la competitività che ne deriva. 

Io credo che questo stimolo a cercare altro fuori dalle mura domestiche sia causa in parte della natura curiosa dell' animo femminile, che oggi non viene più repressa ma a volte pure valorizzata, in parte dall' istruzione a cui oggigiorno la donna accede. Una volta formato un buon bagaglio culturale risulta logico e  normale pensare di servirsene per una realizzazione personale. 

Ciò che reputo dannoso non è "l' uscita di casa della donna" ma il fatto che siamo costretti a lavorare tutta la giornata per avere in cambio uno stipendio appena decente. 

La sproporzione è molto alta.

 09/07/2017 09:07:44
abc12345

abc1234558706

Probitas

in risposta a ↑

Daydream, io sono della vecchia generazione quando le donne non lavoravano e ti assicuro che nelle famiglie c'era più armonia. Parlo per esperienza; eravamo in dodici tra fratelli e sorelle. Nessuna delle donne o cognate lavorava e durante il giorno le sentivo cantare alla grande; non c'era poi problema di Asilo o meno e quando i mariti tornavano la sera le trovavano serene e tranquille. Ora arrivano a casa stressate e si devono sobbarcare altre tre ore di lavori casalinghi...per forza che cedono su tutti i fronti. Sfido chiunque a sopportare una vita così impegnata; è una frustrazione continua. Come fate a considerare una conquista il lavoro delle donne fuori casa? Qui attorno a me, appena i mariti avanzavano in carriera, le donne hanno abbandonato tutte il lavoro; parlo della generazione nata subito dopo la seconda guerra mondiale.

 09/07/2017 10:26:59
Daydream

Daydream66036

By herself, she built the kingdom that she wanted

in risposta a ↑

abc12345, dipende dai punti di vista. Le donne della tua famiglia erano serene, probabilmente non ambivano ad altro. Ricordo invece mia madre quanto ha sofferto il fatto di non poter lavorare fuori casa (mio padre poteva mantenere egregiamente tutta la famiglia con il suo solo lavoro e imponeva a mia madre di stare in casa per dedicarsi totalmente alla famiglia). Posso portare tantissimi altri esempi vissuti in prima persona. Inoltre, ripeto, le ragazze di oggi studiano, viaggiano, lavorano. Come puoi tenerle in casa? Si sentirebbero in gabbia.

Serve un giusto equilibrio che possa permettere alla donna di esprimere i propri talenti anche fuori dalla famiglia, in base alle proprie ispirazioni. 

 09/07/2017 10:54:30
abc12345

abc1234558706

Probitas

in risposta a ↑

Daydream, lo so bene come ai nostri giorni, le donne ambiscano ad un lavoro esterno ma quella è la mia esperienza e quella ho raccontato. Anche quando andavo in campagna verso le 8 di mattino a portare la colazione ai fratelli maggiori che erano nei campi da due o tre ore, li sentivo cantare a squarciagola...proprio come capita oggi negli uffici.


 09/07/2017 11:24:52
Daydream

Daydream66036

By herself, she built the kingdom that she wanted

in risposta a ↑

abc12345, lasciamo stare, oggi sono tutti fuori di testa. Sono d accordo con te che la vita un tempo era più rispettosa dei naturali ritmi umani, quindi la serenità era alla portata di molti, anche se si possedeva di meno. 

Non sono d accordo solamente sull' obbligo per una donna di cercare realizzazione solo nel ruolo di casalinga.

 09/07/2017 11:34:48
abc12345

abc1234558706

Probitas

in risposta a ↑

Daydream, ancora una volta convengo con te ma ti assicuro che se non fossero costrette dal bisogno di soldi a cercarsi un lavoro, moltissime rimarrebbero a casa...di questo sono certissimo per esperienze vissute con parenti e nipoti.

 09/07/2017 11:53:58
Daydream

Daydream66036

By herself, she built the kingdom that she wanted

in risposta a ↑

abc12345, su questo sono d' accordo. Ecco, magari non per tutta la vita, per come sono fatta io. Però sicuramente quando si diventa mamme la volontà è quella di stare il più possibile con il piccolino. Poi ci sono anche donne che, per loro volontà, rientrano subito al lavoro. 


 09/07/2017 14:18:27
abc12345

abc1234558706

Probitas

in risposta a ↑

Daydream, ti do un dato a sostegno della mia tesi; ben il 92% delle mogli o compagne di professionisti, non lavorano...il che è tutto dire sul desiderio della donna di lavorare. La maggior parte quindi lo fa per bisogno.

 09/07/2017 18:14:52
Daydream

Daydream66036

By herself, she built the kingdom that she wanted

in risposta a ↑

abc12345, Beh, ma potrebbero anche essere obbligate come lo era mia madre

 09/07/2017 19:48:52
EwaMaria

EwaMaria136906

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

abc12345, 92% di mogli/ compagne di professionisti non lavorano? dove le hai trovate queste statistiche?  a quanti anni fa risalgono?

 09/07/2017 22:44:47
in risposta a ↑

abc12345, qual era l'obiettivo delle donne all'epoca? ... 

 03/02/2019 11:32:38
Karo_Lina

Karo_Lina61596

I never finish anyth

Ho questa percezione: se un uomo parla o scrive della propria opinione o esperienza di vita essa diventa tipica dell’essere umano in quanto tale. Una cosa detta o scritta da una donna rappresenta invece il punto di vista specifico del genere femminile.

 08/07/2017 21:20:54

finché gli uomini non avranno il "ciclo" non ci potrà essere parità.   

 09/07/2017 08:16:33
EwaMaria

EwaMaria136906

Hiraeth. Davidia Involucrata.

_Madelyne_, aggiungerei anche il ruolo parto, ma non so se reggerebbero   

 09/07/2017 10:28:12
in risposta a ↑

EwaMaria, ho visto su internet degli uomini sottopposti a un macchinario che dovrebbe simulare i dolori del parto: le reazioni sono esilaranti.   

 09/07/2017 10:39:31
EwaMaria

EwaMaria136906

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

_Madelyne_, immagino   

 09/07/2017 10:41:10

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader