Karo_Lina

Karo_Lina63936

Vorrei del vino, te e le conseguenze

Gaslighting: una piccola dose di violenza quotidiana

Gaslighting: una piccola dose di violenza quotidiana


Chissà se qualcuno si ricorda di una vecchia pellicola di George Cukor intitolata Angoscia, con Ingrid Bergman come protagonista. Un marito cerca di far impazzire gradualmente la moglie, inducendola a dubitare della sua percezione della realtà. Nel film lo scopo del manipolatore è di impossessarsi di alcuni preziosi gioielli, ma questa forma di violenza psicologica, nota come gaslighting è assai meno rara di quanto si pensi, anche se gli scopi possono variare notevolmente.


Tanto per chiarirsi subito ed evitare levate di scudi maschiliste, il gaslighter può essere indifferentemente un soggetto maschile o femminile, e così naturalmente anche la sua vittima.


L'obiettivo non è necessariamente la pazzia del partner, ma anche soltanto il cercare di farlo sentire confuso, sbagliato, togliendogli ogni sicurezza. Per farlo, si usano degli stratagemmi quotidiani, insidiosi e sottili, per annullare la capacità di giudizio della vittima. Nel film, il marito modificava continuamente piccoli elementi dell'ambiente domestico e poi negava che fossero mai stati differenti (per esempio il livello di illuminazione delle luci a gas, da cui il nome di questa tecnica di manipolazione). Ma più spesso la manipolazione avviene attraverso messaggi di cattiveria gratuita e di svilimento, pronunciati preferibilmente in presenza di altre persone, in modo da umiliare la vittima e da ridurla a un totale livello di dipendenza psicologica.


Avendo purtroppo sperimentato personalmente la situazione, penso che sia importante richiamare l'attenzione su questo genere di abusi. Si sente parlare continuamente delle forme più macroscopiche di violenza, come le percosse, lo stupro o il femminicidio. Ma anche questo genere di violenza insidiosa e ripetuta costantemente nel tempo, distrugge nel corpo e nell'anima, oltre ad essere diffusa e pericolosamente invisibile. Le conseguenze possono essere disturbi del sonno e dell'alimentazione, abuso di sostanze e farmaci, ansia e depressione, ecc. È anche molto difficile poterne dimostrare l'esistenza, e quindi perseguirla penalmente.


Pensate che sareste in grado di cogliere questi atteggiamenti sociopatici in un/una partner e eventualmente di saper reagire senza illudervi di poterlo/a "aiutare" da soli?

 19/06/2017 13:37:14
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
123 commenti

Argomento utile interessante e di estrema attualità.

Personalmente penso che la crescita dell'autostima personale sia un ottimo deterrente; in questo caso credo dovrebve essere un intervento da effettuarsi piu a scuola che un famiglia perché riguarda il comportamento di ciascun individuo nei confronti degli altri ela socializzazione si impara prevalentemente a scuola o praticando sport sani e non estremamente competitivi

 19/06/2017 14:39:47 (modificato)
Anna

Anna48695

Web Specialist

Ciao @Karo_Lina volevo farti una domanda. Il gaslighting ha come sua caratteristica fondamentale l'alterazione della percezione della realtà? Si tratta di una forma particolare di manipolazione?


Non ne avevo mai sentito parlare, credo sia importante parlarne parlarne parlarne, proprio perché le violenze psicologiche sono molto diffuse, ma poco dimostrabili, oltre che poco riconoscibili. Non è raro che si tenda a giustificare comportamenti patologici o al limite del patologico con un semplice "è fatta/o così, è il suo carattere".

 19/06/2017 14:43:44
Karo_Lina

Karo_Lina63936

Vorrei del vino, te e le conseguenze

Anna, sì, esatto. È un comportamento manipolatorio messo in atto da una persona per far sì che l’altra dubiti di se stessa e dei suoi giudizi di realtà.

 19/06/2017 14:46:55

Sì, ho riconosciuto questi comportamenti in due dei miei partner. Non credo che fossero del tutto coscienti del tentativo di manipolarmi e sovrastarmi. Avevano necessità personale, per mancanza di sicurezza,  di avere il controllo su di me. Non riuscendoci, attuavano comportamenti umilianti e svilenti nei miei confronti. Ma la mia reazione era del tutto opposta alla sudditanza e dipendenza piscologica. Avevo troppo amore verso me stessa e desiderio di stare bene, così sono fuggita. Non nascondo però che un paio di volte in queste situazioni sono vacillata e ho rischiato di annullarmi, di farmi del male.


 19/06/2017 14:54:32
Karo_Lina

Karo_Lina63936

Vorrei del vino, te e le conseguenze

Sibel_, il rischio è proprio questo: lasciarsi convincere che quello che dice l'altro corrisponda a verità. In tal caso, l'insicurezza aumenta e la vittima a un certo punto si si rassegna, diventa del tutto vulnerabile e dipendente.

 19/06/2017 14:59:44
in risposta a ↑

Karo_Lina, dipendente non lo sono mai stata, vulnerabile nel non sapere e vedere in modo chiaro, sì. E' come se ad es. una cosa che tu sapevi essere gialla e l'hai sempre pensata gialla, improvvisamente volessero fartela vedere marrone. Le certezze vengono meno e ci si snatura, non ci si riconosce più. Poi aggiungi che il non sentirsi amati, il sentirsi sbagliati, portano sull'orlo del baratro.

 19/06/2017 15:04:27
Karo_Lina

Karo_Lina63936

Vorrei del vino, te e le conseguenze

in risposta a ↑

Sibel_, sì, hai centrato il punto. Molto dipende anche dalle capacità persuasive del manipolatore, è ovvio. Se questa "opera" è portata avanti con abilità, le percezioni e le emozioni non sembrano più affidabili e convincenti. Allora anche la scelta più banale sembra al di là delle proprie capacità. Come conseguenza c'è la tendenza a isolarsi, a deprimersi, a diventare completamente dipendente dal proprio manipolatore.

 19/06/2017 15:15:56
in risposta a ↑

Karo_Lina, sì, succede così. Ma credo che con modalità più blande e meno intenzionali da parte del manipolatore succeda quotidianamente anche situazioni diverse.

 19/06/2017 15:26:50
canardu

canardu109956

CEO, Amministratore Delegato

Io l'ho fatto ad un collega... Non sapevo avesse un nome sta cosa. Non riesco mai ad inventare qualcosa di nuovo, uffa   

 19/06/2017 15:07:36
Karo_Lina

Karo_Lina63936

Vorrei del vino, te e le conseguenze

canardu, gli spostavi le penne?   

 19/06/2017 15:23:03
canardu

canardu109956

CEO, Amministratore Delegato

in risposta a ↑

Karo_Lina, ogni giorno una cosa diversa, una volta una penna una volta il telefono, tutte cose quasi impercettibile che notava perchè lui è maniaco dell'ordine

 19/06/2017 15:28:50
Karo_Lina

Karo_Lina63936

Vorrei del vino, te e le conseguenze

in risposta a ↑

canardu, poveretto, ma magari soffre di Disturbo ossessivo compulsivo, è più forte di lui...

 19/06/2017 15:32:38
canardu

canardu109956

CEO, Amministratore Delegato

in risposta a ↑

Karo_Lina, ma non è per quello che lo facevo, era perchè è uno spione.

 19/06/2017 15:34:03

Certo che si. 

Ne ho sia la conoscenza che l esperienza 

Viene definito "doppio legame" 

Viene usato normalmente da bravi manipolatori 

È relativamente facile da attuare. 

Lo fa la madre con il figlio 

Lo fa il fidanzato o il marito con la moglie e viceversa. 


Lo fanno grandi guru di varie religioni. 

Molto Interessante 

 19/06/2017 15:37:40
Karo_Lina

Karo_Lina63936

Vorrei del vino, te e le conseguenze

Ehman, sì, ci sono dei punti di contatto con il doppio legame, anche se non è esattamente la stessa cosa. In entrambi i casi, il manipolatore è comunque un narcisista.

 19/06/2017 15:48:24
in risposta a ↑

Karo_Lina, trovo la stessa cosa. 

Non c'è coerenza tra le varie comunicazioni per mandarti in confusione 

Sta diventando un  classico 

 19/06/2017 15:51:04
in risposta a ↑

Karo_Lina, chi manipola è per forza un narcisista 

 19/06/2017 15:53:13
MARCOnista

MARCOnista54991

rustico

in risposta a ↑

Ehman, perché lo attua per forza un narcisista?

Non possono essere altri tipi di persone ( anche @Karo_Lina )

 19/06/2017 20:06:05
Karo_Lina

Karo_Lina63936

Vorrei del vino, te e le conseguenze

in risposta a ↑

MARCOnista, chi attua un simile tipo di comportamento possiede una personalità da narcisista, da sociopatico o da psicopatico. Il narcisista è praticamente sempre un manipolatore affettivo.

 19/06/2017 21:16:30
in risposta a ↑

MARCOnista, perché è nel suo schema comportamentale

Chi ha altre personalità ha altri schemi comportamentali. 


 20/06/2017 06:28:34
MARCOnista

MARCOnista54991

rustico

in risposta a ↑

Ehman, @Karo_Lina perdonatemi ma avete ripetuto l'affermazione senza ulteriori spiegazioni, sono d'accordo ma non potrebbe essere ad esempio un insicuro ? Cerca di minare la sicurezza dell'altro per non sentirsi inadeguato lui.... e poi altre categorie psicopatologiche magari...

 20/06/2017 09:07:43
Karo_Lina

Karo_Lina63936

Vorrei del vino, te e le conseguenze

in risposta a ↑

MARCOnista, un narcisista è fondamentalmente un insicuro e un pauroso. Quello estroverso cerca di attirare l'attenzione su di sé e si ripara dietro l'autoconvincimento circa la propria superiorità. Ma il narcisista introverso fa la stessa cosa in maniera più dissimulata e distaccata.

 20/06/2017 09:27:25

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader