mjchelangelo

mjchelangelo1621

artista visivo

La vendetta è necessaria?

La vendetta è necessaria?

Quando si pensa alla vendetta si pensa automaticamente a fatti di sangue, all'omicidio... ma  vendetta è anche escludere qualcuno dalle proprie amicizie, oppure tradire per ripicca, interrompere un accordo di lavoro, una semplice aggressione verbale, o graffiare l'auto del "nemico". La vendetta assume spesso le sembianze di una punizione, o di un semplice dispetto... Molti fatti ingiusti sono oggi affidati alle istituzioni, e la vendetta diventa "giustizia", ma anche la giustizia conserva ancora, al di là della forma, l'intenzione vendicativa! Insomma, che ne pensate? 

l'immagine:

Michelangelo Janigro

Dangerous texture

matita su carta

cm. 48 x 33

 10/06/2017 14:18:00
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
108 commenti

MAI: vendetta chiama vendetta

 10/06/2017 16:59:46

magnulli, no, perché quando vi è la vendetta, l'ingiustizia è stata già subita, dunque non sarebbe dovuto esservi il prima che vi fosse la vendetta, non la vendetta stessa a ingiustizia subita, sopra a tutto se chi la ha perpetrata sapeva che agendo così avrebbe, per primo, violato il "Naeminem ledere. "

 12/06/2017 23:27:47

non sono vendicativa. Non dimentico, ma non scendo al livello di chi mi ha fatto qualcosa. Certo se dovessi trovarmi sul bordo di un burrone e il tizio fosse appeso con i piedi nel vuoto e chiedesse di essere tirato su, un sorrisetto maligno glielo farei, tanto per spaventarlo un po' e dopo lo aiuterei. 

 10/06/2017 17:11:25

_Madelyne_, per abbassarsi allo stesso livello di chi si è, in modo doloso se non addirittura premeditato, di uno o di più accadimenti ingiusti, reso artefice dovrebbe essere commesso qualcosa che già in partenza sia più grave di quanto subìto o ancóra dovrebbe essere la reazione trasversale o infine l'uno e l'altro nello stesso tempo o in tempi separati, non rifatto altrettanto a solo chi è artefice dell'ingiustizia stessa.

 12/06/2017 23:44:00
in risposta a ↑

Cristian-Pantano, hai espresso il tuo pensiero in modo articolato, ma credo di aver capito il senso. Il punto è che la premeditazione di un atto che leda una persona, chiunque essa sia e qualunque cosa abbia commesso nei miei confronti, non fa parte della mia indole, l'unico caso in cui potrei fare del male a qualcuno sarebbe in seguito a una reazione istintiva e immediata che non è paragonabile ad una vendetta dove appunto è necessaria la progettazione di una azione criminale. 

 13/06/2017 05:02:43

Se non fosse necessaria le pene di legge non esisterebbero, quindi evidentemente lo è.

 10/06/2017 17:23:29

No!!!

 10/06/2017 18:10:46
abc12345

abc1234558951

Probitas

Guai a lasciarsi andare all’occhio per occhio di biblica memoria, torneremmo indietro di millenni; la società si chiama appunto civile, perché si è data delle regole, proprio per sanzionare chi non riesce a comportarsi in maniera civile. La vendetta, da che mondo è mondo, non ha mai placato l’animo del rancoroso.


Ne conseguono tutta una serie di norme alle quali bisogna attenersi o non vivremmo più in una società evoluta e civilizzata ma selvaggia e primitiva, quando si girava con la clava in bella vista. E anche per chi sbaglia, bisogna mirare al recupero; quanti di noi han sbagliato nella vita e non siamo stati sanzionati perché l’abbiamo “fatta franca”…sfido chiunque se può negare quanto affermo.


Quando ci si lascia prendere dall’impulsività, dall’aggressività, anche per intenti nobili, si è sempre fuori strada, perché si rischia di dar vita (a partire dall’episodio che suscita vendetta), ad una catena di ritorsioni che non ha mai fine…come vediamo nel meridione con le varie associazioni mafiose. Quante faide sono ancora all’opera, dopo omicidi su omicidi; in alcune di quelle zone impera ancora “l’occhio per occhio”.


La vendetta o il farsi giustizia da soli, è per certi versi peggiore della colpa, perchè non sempre si fa del male coscientemente; la reazione invece è sempre cosciente. Spesso viene coltivata e matura nel tempo, è più condannabile quindi; la vendetta perpetua il male. Una volta compiuta, la vittima la traduce come un male che gli viene inflitto ingiustamente e a sua volta coverà vendetta; la vendetta è la madre di tutte le guerre. Se ci mettiamo in cerchio e ognuno di noi, da un ceffone al proprio vicino, se prima o poi qualcuno non decide di smettere, continuerà a perpetuare quel gesto. Termino con una storiella e con due citazioni:


È il raccontino di un scrittore, dove il diavolo, facendo leva su piccoli screzi iniziali tra cittadini, riesce a portare il caos in tutta la comunità. Gli basta buttare un barattolo di vernice sulla porta di uno, per suscitare la sua reazione; il quale, infuriato, sospetta del vicino e gli rompe il vetro di una finestra. Quest'ultimo, sentendosi colpito ingiustamente, si vendica su un terzo innocente, credendolo colpevole. E avanti così, fino a coinvolgere tutti; in breve, i cittadini si scagliano l'uno contro l'altro e il diavolo, da lontano, sogghigna. Chiudo con due citazioni.


“Un uomo che medita la vendetta, mantiene le sue ferite sempre sanguinanti”. (Francis Bacon)


“La vendetta è il piacere abietto di una mente abietta”. (Giovenale)


 10/06/2017 19:26:13

abc12345, e se le ferite continuano a sanguinare è segno che sono ancora vivo (di Sanguanel).

Diffido dell'equilibrio perfetto, che considero l'anticamera della morte.

 10/06/2017 19:50:46
abc12345

abc1234558951

Probitas

in risposta a ↑

Sanguanel, ti sbagli di grosso. Le vendetta non ha mai scusanti, te lo assicuro. Ti dimostri debole, incapace di reagire con padronanza alle avversità della vita...padronanza che vuol dire: maturità.

 10/06/2017 20:05:55
in risposta a ↑

abc12345, si si si, va bene, hai ragione.

Alla prossima.

 10/06/2017 20:10:13
ilmiozio

ilmiozio200536

Estremista di destra e di sinistra

abc12345, carissimo  .

Non condivido neanche una virgola di quello che scrivi   ma ammiro sinceramente il tuo spirito un po' troppo ingenuo e idealista, a mio modo di vedere, ma sempre sincero, giusto ed equilibrato.

 10/06/2017 21:58:52

abc12345, se ti riferisci a chi si vendica su innocenti sì, io mi riferivo a contro chi l'ha istigata, in quanto molte volte, chi commette la prima ingiustizia sa cosa fa e chi non vuole vendette, faide, ecc, deve lavorare sul prima, qualcuno di voi ha sentito qualche volta: "Non disturbare il cane dormiente?"

 13/06/2017 05:41:13

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader