Diamake

Diamake107111

Quanto vorrei vedere quel ponte sulla Drina

Lettere contro l'incomunicabilità

Ho un dubbio esistenziale serio (per una volta!) e anche io come @Anomos in realtà avrei preferito un fantastico anonimato per questa domanda, visto che mi sento un'adolescente nel porla.


Vi siete mai trovati di fronte ad una persona che non vi vuole ascoltare? Che qualsiasi cosa voi diciate, sapete che tanto non prenderà minimamente in considerazione ciò che avete da dire perché troppo ferma nelle sue posizioni?


Ecco, se mai qualcuno si fosse trovato in una situazione del genere (dal momento che ahimè non è proprio possibile aprirgli in due la testa e ficcare con violenza nel cervello di tal persona dei pensieri diversi), credete che una lettera possa servire a qualcosa?


Provo a spiegarmi: io credo che la parola scritta abbia un potere enorme e diverso dalla parola pronunciata. Ho sempre creduto che le persone che hanno di fronte una lettera (anche coloro che non ascoltano) possano essere in grado di comprendere meglio e di soffermarsi sul vero significato di ciò che si vuole comunicare.


Purtroppo quando mi trovo in queste situazioni di incomunicabilità, io non riesco a passare oltre e mi intestardisco fino alla fine per tentare di trasmettere ciò che voglio dire, per spiegarmi, per far capire.


Voi come fareste per comunicare con qualcuno che non vuole o non può ascoltarvi?

 30/05/2017 12:51:34
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
147 commenti
Shiver

Shiver159201

Petalosa

Capisco perfettamente quello che dici, troppe volte mi trovo davanti a persone che dinnanzi all'obiettività dei fatti fanno finta di non capire.. è una brutta bestia l'orgoglio, come dici tu fa rimanere ancorato alle proprie posizioni ed impedisce un'apertura verso il pensiero dell'altro.


Il mio consiglio è di non badare tanto al mezzo attraverso cui ti esprimi.. per me parole o scrittura poco contano, l'importante è il modo.

Perché se nella lettera parti con l'attacco allora sortirai lo stesso identico risultato di quando parli.


Non dire/scrivere 

"tu hai sbagliato questo, tu sei così" 

ma dì 

"il tuo comportamento mi fa sentire così"


In questo modo non ti stai ponendo in maniera aggressiva, ma stai aprendo le tue emozioni all'altro.. aiutando indirettamente chi ti ascolta/legge a fare lo stesso

 30/05/2017 13:02:55 (modificato)
Diamake

Diamake107111

Quanto vorrei vedere quel ponte sulla Drina

Shiver, ti ringrazio per il consiglio   

Sì! Non ho intenzione di recriminare niente, ma ciò che voglio è proprio tentare di trasmettere il mio "disagio" e di far comprendere chi sono.

è un disastro: tutti ti chiedono quella baggianata di "essere te stessa" e poi quando provi ad aprire il tuo cuore e a mostrarti veramente non ti ascoltano. è frustrante!

 30/05/2017 13:17:59
ubietta

ubietta15111

apprendista stregone

Comunicare per lettera a volte è più semplice ma non è detto sia il modo migliore. Può essere ottimo se il limite è la capacità di esprimere a parole ciò che si vorrebbe dire, è pessimo se non si ha il coraggio di affrontare una discussione. Il "non vuole sentire", potrebbe essere reciproco, scrivere le proprie opinioni ad una persona non gliele farà comprendere, anzi, potrebbe sentire inascoltate le proprie motivazioni in un dialogo nel quale non può replicare (se non successivamente).


 30/05/2017 13:07:33
Diamake

Diamake107111

Quanto vorrei vedere quel ponte sulla Drina

ubietta, possibile. Questa lettera di cui parlo in realtà l'ho già scritta, mettendomi anche nei panni dell'altra persona (almeno provandoci).


Il problema è che quando parlo con questa persona, questa inizia ad urlare e quando una persona urla io o urlo di conseguenza o mi chiudo a riccio, e chi urla non ascolta, troppo concentrato nella propria rabbia. Per questo pensavo che una lettera potesse essere un buon mezzo di comunicazione, perché è impossibile discutere senza attaccare o ferire in questa situazione. Mentre io ho bisogno di un confronto.

 30/05/2017 13:23:23
ubietta

ubietta15111

apprendista stregone

in risposta a ↑

Diamake, ti capisco, spero tu riesca a raggiungere il tuo obiettivo.

 30/05/2017 13:43:39
Rosa_dei_Venti

Rosa_dei_Venti87776

Comunicatrice

in risposta a ↑

Diamake, urlare è inutile, perchè come giustamente osservi tu, chi urla non ascolta l'altro ma diciamocela francamente non è neppure ascoltato, è bene o male sopportato, sperando che la finisca presto. Posso permetterti una tattica, prova: quando urla lui, tu taci, prima o poi si stanca.

allora replica tu. Mai provato con 2 tappi da subacqueo non lo senti e sei serena, credi a volte serve e in bocca al lupo.

 30/05/2017 18:01:21
Diamake

Diamake107111

Quanto vorrei vedere quel ponte sulla Drina

in risposta a ↑

Rosa_dei_Venti, ti ringrazio   

 31/05/2017 08:25:43
Rosa_dei_Venti

Rosa_dei_Venti87776

Comunicatrice

in risposta a ↑

Diamake, in qualche modo bisogna difendersi, dalle persone moleste e chi ha più buon senso lo usi, comunque un augurio di vero cuore e che questa lettera serva, facci sapere, ciao

 31/05/2017 12:51:51

Carissima, la tua domanda mi fa teneramente sorridere, non perchè quesito adolescenziale, ma perchè mi ci sono trovata spesso in questa situazione dato che, come ben sai, sono vegana. Non vado in giro facendo crociate per convertire la gente al veganesimo, ma molti di coloro che fanno domande per primi in merito lo fanno principalmente per poter continuare a giustificare il loro comportamento, per sentirsi e dimostrare di essere nel giusto insomma. Quindi sono i classici sordi che non vogliono sentire. Figurati se sono aperti e possono recepire qualcosa di ciò che spiego! Di solito descrivo le mie idee portando esempi concreti che mostrano l'evidenza degli eventi e il mio sentire, nonchè empatia, verso gli esseri viventi. Ma, niente, continuano a dire che, metaforicamente ma oggettivamente,  quel foglio bianco è nero. Quando qualcuno non vuole ammettere prima di tutto a sè stesso che ad aver ragione è l'altro, negherà sempre e non lascerà mai l'ultima parola. Ergo, ho imparato a spendere le mie energie e il mio fiato solo se davanti ho qualcuno che vuole davvero ascoltare, o leggere, visto che parli di un ipotetico scritto. Concordo anche io sul fatto che le parole scritte possano riusltare più efficaci e incisive e possano portare ad una maggiore riflessione.


 30/05/2017 13:23:58
Diamake

Diamake107111

Quanto vorrei vedere quel ponte sulla Drina

Sibel_, comprendo benissimo.


Il mio problema fondamentale è che non si tratta di questioni etiche o morali (per cui anche io, anche se su temi diversi dal veganesimo, mi sono trovata ad un certo punto a rinunciare a farmi ascoltare), ma parlo ahimè di una persona a cui voglio bene che proprio non riesce a capirmi. E in questo caso, anche se non vuole ascoltare, non posso rinunciare.

 30/05/2017 13:28:47
in risposta a ↑

Diamake, certo, so bene che c'è lo zoccolo duro anche nell'ambito di cui parlavo, perchè essere vegano non significa di default essere corretto o intelligente, anzi, spesso c'è una vera e stupida chiusura nei confronti del diverso.

Di sicuro è molto più importante farsi capire ed ascoltare da qualcuno a cui teniamo. Se è una persona fumantina, come leggevo sopra, allora sì, credo che lo scritto possa fa riflettere maggiormente. Solo tu sai come aprire un varco nella sua rabbia.

 30/05/2017 13:32:50

Sibel_, hai voglia di scrivermela? 

 30/05/2017 13:36:18
Diamake

Diamake107111

Quanto vorrei vedere quel ponte sulla Drina

in risposta a ↑

Sibel_, Almeno ci provo eh... se qualcuno ha un consiglio migliore io tengo le orecchie aperte   


PS: in realtà non parlavo delle scelte alimentari, ma politiche e sociali!   

 30/05/2017 13:36:51
in risposta a ↑

Diamake, non saprei un consiglio migliore. Spero altri abbiano idee più utili. Anche io come te reagisco male davanti a chi urla, sbraita o è aggressivo.. mi chiudo proprio.

 30/05/2017 13:39:33
in risposta a ↑

AntonioAtzeni, sei un fumantino che non ascolta?   

 30/05/2017 13:40:13
EwaMaria

EwaMaria146956

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

Diamake, nulla divide come la politica, ahimè.

Scusa, è possibile che si tratti del tuo lavoro? Mi ricordo che tempo fa ne hai parlato.

 30/05/2017 14:50:56
Diamake

Diamake107111

Quanto vorrei vedere quel ponte sulla Drina

in risposta a ↑

EwaMaria, nel caso specifico questioni di cuore, ma credo che lo stesso discorso lo potrei applicare anche ad un'amica o ad un collega in effetti. Per il lavoro fortunatamente mi son tolta da quell'ambiente terribile e son rinata a nuova vita   

 30/05/2017 15:00:54
EwaMaria

EwaMaria146956

Hiraeth. Davidia Involucrata.

Parola detta, parola scritta, sempre lì siamo, io molto spesso scelgo il silenzio.

Strano, ma vero, ottengo molto di più che con favella.


 30/05/2017 13:29:01
Diamake

Diamake107111

Quanto vorrei vedere quel ponte sulla Drina

EwaMaria, purtroppo ho proprio tante difficoltà a scegliere il silenzio... anche se concordo che talvolta potrebbe essere la scelta migliore   

 30/05/2017 13:30:24
EwaMaria

EwaMaria146956

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

Diamake, delle volte il senso di impotenza è tale che mi fa cadere le braccia. Ho provato mille volte a spiegare ad una persona un concetto molto basilare per me, molto contorto per lui.

Poi ho smesso di scrivere, mi sono detta adesso basta, se non capisce, s'arrangia.

Ho tenuto duro per un bel po' e per l'incanto, eccolo a dirmi che la pausa nella comunicazione gli ha permesso di focalizzare meglio ciò che gli stavo dicendo da tempo.

L'avrei mandato volentieri a quel paese, ma avendo vinto, stravincere sarebbe stato inutile.


Il silenzio anche esso è comunicare, spesso è molto più forte della parola, bisogna saperlo dosare.

 30/05/2017 13:37:21
Diamake

Diamake107111

Quanto vorrei vedere quel ponte sulla Drina

in risposta a ↑

EwaMaria, hai perfettamente ragione. Farò quest'ultima prova, più che altro per me stessa... non riesco ad accettare di non giocare qualsiasi carta io possa e poi il "non detto" mi pesa troppo sulla coscienza!

Ancora mi porto dietro il peso di non aver detto ad una persona ciò che provavo e son passati 8 anni. Non voglio commettere lo stesso errore.


E dopo seguirò il tuo consiglio   

 30/05/2017 13:45:34
EwaMaria

EwaMaria146956

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

Diamake, io non me la sento di consigliare niente, ho raccontato della mia scelta di rimanere in silenzio, perché dopo aver usato tutte le parole, ero al punto di non ritorno. Perdere questa persona mi terrorizzava, ma avvitarmi sul nulla era altrettanto terrificante, da qui la mossa da pokerista consumata quale non sono, ma lui non poteva saperlo.

 30/05/2017 13:50:38
Shiver

Shiver159201

Petalosa

EwaMaria, quanto vorrei acquisire questa grandissima ed infallibile capacità!!

Ma come fai a mantenere calmo il fiume di parole che vuole esplodere?

Consigliami..

 30/05/2017 13:54:26
Diamake

Diamake107111

Quanto vorrei vedere quel ponte sulla Drina

in risposta a ↑

EwaMaria, sono convinta che le esperienze altrui possano trasformarsi in utili consigli. Ti ringrazio di tutto   

 30/05/2017 13:56:43
EwaMaria

EwaMaria146956

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

Shiver, mi aiuta (o più spesso rema contro)  l'educazione ricevuta: noi siamo stati educati a non far trasparire le emozioni, a saper mantenere il controllo emotivo in ogni situazione.

Noi cantavamo, ma non ci muovevamo, come invece ho visto fare ai bambini del Coro dell'Antoniano. Ricordo ancora che ho pensato questi bambini non sono disciplinati,  ma che bello essere così liberi, gioiosi.

Noi piangevamo composti, la nostra gioia non era mai esplosiva.

Quando mi sono laureata nessuno mi ha fatto dei regali o la festa, ho fatto il mio dovere.

La distanza tra le generazioni veniva sempre mantenuta, perfino con i miei genitori ai quali non ho mai dato del tu.


Alla lunga questa modalità è risultata molto ingombrante e spesso dannosa, ma non posso nascondere che talvolta mi è molto utile.






 30/05/2017 14:14:03
Shiver

Shiver159201

Petalosa

in risposta a ↑

EwaMaria, è tutto il percorso di vita che ti ha permesso di gestire il silenzio.. spero di farcela anche io perché concordo sul fatto che spesso il silenzio sia molto più comunicativo di mille parole!

Grazie per la condivisione   

 30/05/2017 14:23:34
EwaMaria

EwaMaria146956

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

Diamake,   

 30/05/2017 14:24:43
EwaMaria

EwaMaria146956

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

Shiver, si, è esattamente come dici tu: il silenzio è spesso molto più comunicativo di mille parole.

Grazie a te   

 30/05/2017 14:27:19

Da 11 anni sbatto invano sul muro di gomma al lavoro ...

Per 19 anni sul muro di gomma affettivo.

Sconfitto.

 30/05/2017 13:37:39
Diamake

Diamake107111

Quanto vorrei vedere quel ponte sulla Drina

AntonioAtzeni, noooo Antò, non si è mai sconfitti finché c'è vita!   

 30/05/2017 13:49:45
in risposta a ↑

Diamake, saper accettare ciò che non si può cambiare   

 30/05/2017 13:53:27

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader