abc12345

abc1234558961

Probitas

Quanto è pericoloso e preoccupante il pensiero debole!

Il “Pensiero debole”, così di moda ai nostri giorni, è un’autentica cancrena; una vera e propria fede nell’assenza di verità assolute o relativismo, che questi moderni filosofi hanno regalato alla nostra società. Ha preso avvio dagli anni ’60 e si è poi diffuso a macchia d’olio, come uno “zuccherino avvelenato”, mascherato da nichilismo, individualismo, soggettivismo, vuoi in campo culturale che morale.


Come non vedere il degrado e la decadenza dei costumi dei nostri giorni; i nostri giovani sono i figli dei genitori del ’68, cresciuti in un clima di relativismo spinto e pensiero debole. Erano i tempi del: “Tutti a briglie sciolte…via ai vecchi tabù…basta con i doveri, solo diritti…pretendiamo il sei politiko…l’utero è mio e ne faccio quello che voglio io” e avanti di questo passo.


Con quello sbracamento generale anche i ragazzi ne hanno seguito la sorte; è scomparso il “pensiero forte” della tradizione classica, attenta ai valori nobili, quali il senso dell'onore, l’aspetto del sacro, il dovere, l'amicizia, il coraggio, il sacrificio...in pratica, un contegno “virile” in senso lato dell’esistenza. Penso a Gianni Vattimo, Rovatti, sulla scia di Nietzsché, Heidegger e altri:

http://www.filosofico.net/vattimo2.htm

http://it.wikipedia.org/wiki/Pensiero_debole

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-vattimo-pensiero-debole-praticamente-nullo-7604.htm


Per i "nostalgici" delle antiche virtù è facile scorgere nei tempi moderni la fine dei valori; al valore della famiglia ad esempio si sta sostituendo il valore dell'individualismo, assurto a vero e proprio culto…al valore della fedeltà si va sostituendo il valore della libertà sentimentale. “Andiamo a convivere e se non va bene: ognuno per conto suo”. Alludo alle separazioni dei nostri giorni che sono arrivate al 60% solo dopo dieci anni di convivenza. Lo noto frequentando i Social da qualche anno; mai si sente parlare di matrimonio…sempre e solo convivenza.


E volendo andare a fondo, a strizzacervello come dico io, l’unico principio che piace a quelli del “pensiero debole”, è quello di non avere princìpi, al pari di un anarchico, per il quale l’unica forma di governo che gradisce, è quella di non avere alcun governo. 


Pessimista? Manco per sogno, più che realista; se non c’è una ripresa forte dei vecchi valori, la società è destinata ad implodere sotto il peso dei suoi errori, come stiamo assistendo in ogni campo, vuoi economico che sociale. Cosa ne pensate?



 04/05/2017 09:18:12 (modificato)
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
107 commenti
EwaMaria

EwaMaria147466

Hiraeth. Davidia Involucrata.

Scusa,  a chi appartebbe il mio utero se non a me? Ne vuoi decidere tu cosa ci devo fare? O magari la Chiesa ? O la politica?  Sentiamo. 


Quando penso alle devastanti conseguenze dei vari pensieri forti e di come sono interpretati da alcuni psicopatici paranoici, preferisco la democrazia.


 04/05/2017 11:01:51 (modificato)
RobertoMontanari

RobertoMontanari100404

Naufrago

EwaMaria, oddio..

a chi appartebbe il mio utero se non a me?

se l'hai dato in affitto, qualche dubbio diventa lecito   

 04/05/2017 12:30:56
EwaMaria

EwaMaria147466

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

RobertoMontanari, non hai letto Come non vedere il degrado e la decadenza dei costumi dei nostri giorni; i nostri giovani sono i figli dei genitori del ’68, cresciuti in un clima di relativismo spinto e pensiero debole. Erano i tempi del: “Tutti a briglie sciolte…via ai vecchi tabù…basta con i doveri, solo diritti…pretendiamo il sei politiko…l’utero è mio e ne faccio quello che voglio io” e avanti di questo passo.



Da notare l’utero è mio e ne faccio quello che voglio io compare nell'elenco degli esempi del degrado e della decadenza dei nostri giorni

 04/05/2017 12:32:18
RobertoMontanari

RobertoMontanari100404

Naufrago

in risposta a ↑

EwaMaria, dai, mi conosci ... la mia era una battuta ...

E' chiarissimo che sono punti di vista lontanissimi.  Io preferisco rispettarli tutti (e questo sarebbe un esempio di "pensiero debole"), cercando di trovare qualcosa, nel punto di vista degli altri, su cui convergere.

Affrontare gli argomenti con un "che ca**o dici ?!"  determina solo chiusura, e nessuna speranza di dialogo.

In realtà, sui diritti fondamentali - è questo il bello - si è tutti d'accordo; è sull'applicazione pratica che sorgono i problemi. Ma quando un problema è risolto a metà, c'è una buona speranza di risolverlo del tutto... 

 04/05/2017 12:47:12
EwaMaria

EwaMaria147466

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

RobertoMontanari, se è per la speranza di un dialogo, questa opzione non sussiste in quanto faccio parte della lista nera (la scelta del colore non è mai casuale) posso dire ciò che voglio, non ci sarà mai nessuna reazione.


 04/05/2017 20:10:38
Rosa_dei_Venti

Rosa_dei_Venti88106

Comunicatrice

EwaMaria, Almeno i diritti acquisiti teniamoceli stretti-non parliamo poi del fisico proprio- che sino al codice Rocco la moglie non ereditava NULLA solo l'usufrutto della casa d'abitazione.

 05/05/2017 13:06:27
EwaMaria

EwaMaria147466

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

Rosa_dei_Venti, bravissima. Qui si mette in discussione il mio il tuo utero, sai che voglia ho di star sentire certe farneticazioni.

 05/05/2017 23:16:34 (modificato)
Rosa_dei_Venti

Rosa_dei_Venti88106

Comunicatrice

in risposta a ↑

Rosa_dei_Venti, meno male che qualcuno se lo ricorda, è storia recente. Poi per noi donne il diritto al voto, da non dimenticare. Mai potendo diserterò una votazione in memoria di questa conquista.

 06/05/2017 15:25:59
EwaMaria

EwaMaria147466

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

Rosa_dei_Venti, a questo proposito il film "Le suffraggette" di cui consiglio la visione. Queste combattenti hanno pagato il prezzo più alto: la perdita della libertà,  della vita e la più drammatica, vedere il proprio figlio dato in adozione per punizione per la disobbienza al marito.

 06/05/2017 15:51:51
Rosa_dei_Venti

Rosa_dei_Venti88106

Comunicatrice

in risposta a ↑

EwaMaria, L'ho visto, anche se la storia delle suffraggette l'ho studiata e la conosco anche per racconti di persone più grandi di me che ricodano la conquista del diritto al voto. Speriamo l'abbiano visto coloro che non hanno studiato la storia, e che venga riproposto, perchè spesso i film utili non vengono riproposti come altri. Grazie per averlo ricordato.   

 06/05/2017 16:04:16
EwaMaria

EwaMaria147466

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

Rosa_dei_Venti, grazie a te per aver ricordato un fatto importantissimo: la conquista del nostro diritto al voto.

 06/05/2017 16:12:16
RobertoMontanari

RobertoMontanari100404

Naufrago

Seguendo il tuo ragionamento, sarebbe il pensiero forte, che ci ha portati al pensiero debole, e così forse dovresti indagare anche quella, di causa.

Ma non voglio seguire il tuo ragionamento, per via che non occorre, dato che le tue conclusioni non hanno bisogno di ragionamenti: sono del tutto evidenti.

Le trasformazioni sociali sono già in corso. Sono sempre state in corso. Nessun conservatorismo ce la farà mai a fermare i cambiamenti... al massimo a conservare i privilegi di pochi.

(NB: quei pochi non saranno sempre gli stessi, se non altro per via del ciclo vitale, che ha il suo corso inarrestabile).

Così mi associo al tuo non-pessimismo, ed anche se con un po' di trepidazione, attendo fiducioso lo sviluppo naturale degli eventi (NB: anche noi  - potrebbe sembrare impossibile - facciamo parte della natura  )


 04/05/2017 12:28:36
abc12345

abc1234558961

Probitas

RobertoMontanari, data la mia età, ho potuto sperimentare sul campo il “pensiero forte” e osservare poi cosa è avvenuto negli anni ’60 con l’arrivo del ’68. Se ritenete che non sia cambiato nulla (rispondo anche @canardu ), niente di male...amici come prima. Tra i valori etici e morali dei miei tempi e i valori attuali, c’è un abisso; se voi quindi non reputate che ci sia stato un cambiamento, rispetto il vostro parere, ma siete decisamente fuori strada:


http://www.skuola.net/temi-saggi-svolti/temi/crisi-valori-giovanili.html

http://www.oggi.it/posta/2013/12/19/la-nostra-e-prima-di-tutto-una-crisi-etica-e-morale/

https://www.forbit.it/blog/come-contrastare-la-crisi-dei-valori-morali-che-condiziona-la-nostra-societa/

https://wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/102007121


...e di questi riferimenti ve ne posso citare a centinaia. Parlo naturalmente di valori etici e morali e non di storie di moda del momento, rispetto alle braghe alla zuava che portavo da ragazzo.


Non so se avete notato; parlano tutti di crollo dei valori e non di una semplice deriva.

 04/05/2017 16:40:35
canardu

canardu113836

CEO

in risposta a ↑

abc12345, quello che dicono tutti non è un prova.



Per curiosità, qual è la tua definizione di valori e qual è la tua definizione di tradizione?

 04/05/2017 16:45:16
abc12345

abc1234558961

Probitas

in risposta a ↑

canardu, ti saluto cordialmente, grazie.

 04/05/2017 16:46:04
in risposta a ↑

canardu, ti sei imbattuto nel classico modo di operare dell'alfanumerico   

 04/05/2017 17:01:43
EwaMaria

EwaMaria147466

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

canardu, vedo la mano di @abc12345 che tiene in mano la biro amò di spada e spunta:

@magnulli lista nera

@donatella lista nera

@AntonioAtzeni lista nera

@..... ........ .........   .......... lista nera lista nera lista nera

@canardu pure lui, lista nera, no aspetta, forse è recuperabile, forse una chance gliela darei   

@EwaMaria lista nera



ahahahahaha, il nero non sfina, anzi, tutta'altro, ingrossa le file della lista

ché poi ste liste, che brutto ricordo   i totalitarismi si sono nutriti di liste, di segni, stelle gialle, rosa


EDIT: ho modificato l'elenco, ho aggiunto @donatella ingiustamente dimenticata.


EDIT2: aggiornamento


@canardu lista nera



                                                senza se e senza ma


EDIT3: benvenuta @Shiver, anche lei sulla lista nera. 

Sei tra i migliori   





 04/05/2017 20:46:12 (modificato)
donatella

donatella210908

ex traghettatrice di Quaggers

in risposta a ↑

EwaMaria, che fai, ti dimentichi di me?   

 04/05/2017 20:48:12
EwaMaria

EwaMaria147466

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

donatella, amore scusami, ora correggo il tiro e già che ci sono,  ti tolgo il Nobel per la diplomazia   gna fai, vero?

ma chi ce la fa con questa lagna, i valori e le donne, soprattutto le donne, e poi il rispetto, e nessuno marcia più

  



 04/05/2017 20:49:25
donatella

donatella210908

ex traghettatrice di Quaggers

in risposta a ↑

EwaMaria, beh, dopo questo commento mi sa che me il Nobel mi viene tolto d'ufficio!   

 04/05/2017 20:52:42
EwaMaria

EwaMaria147466

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

donatella, no, io sono convinta che il mondo sano, democratico,  assegna i Nobel alle persone per bene e tu lo sei senza ombra di dubbio.

Quoto la tua riflessione ignorata dall'autore del post.




 04/05/2017 20:55:24
donatella

donatella210908

ex traghettatrice di Quaggers

in risposta a ↑

EwaMaria, grazie cara. Non so se sono una persona per bene, ma devo dire che il sei politiko non mi sono mai sognata di pretenderlo. I miei sei (così come i miei quattro,  cinque, i miei sette e gli otto). me li sono guadagnati tutti!   


E adesso perdonami se esco quatta quatta da questo post.   

 04/05/2017 21:06:34
EwaMaria

EwaMaria147466

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

donatella, comprendo.

 04/05/2017 21:07:43
in risposta a ↑

donatella, dipende da chi c'è in giuria    per noi è ok

 04/05/2017 23:56:21
in risposta a ↑

AntonioAtzeni, alfanumerico       

 04/05/2017 23:58:14
RobertoMontanari

RobertoMontanari100404

Naufrago

in risposta a ↑

abc12345, forse dovresti cambiare letture.

Leggi, ad esempio, Cicerone, quando esclamava: "O tempora, o mores !"

Giusto per consolarsi...

Tu dirai: "Dopo l'impero è caduto"

Nulla di strano che accada ancora qualche capovolgimento, però secondo me le cause saranno economiche, e non i cambiamenti nei costumi.

Quanto al pensiero debole, direi che al massimo riduce i rischi di conflitto. Tutti i guerrafondai sono stati virili (Thatcher, con le Falkland, compresa).

 05/05/2017 03:54:52
abc12345

abc1234558961

Probitas

RobertoMontanari, mi chiedo spesso: come fanno a vivere quelli che non hanno mai fatto una “scelta di vita”: mi rivolgo anche @canardu . Se vi propongo una riflessione sul momento storico che stiamo vivendo, mi tirate in ballo Cicerone e la Thatcher – se esco con un Post inerente alla religione mi tirate fuori tutti gli agnostici di questo mondo – se si parla degli anni ’60 (gli anni della contestazione), vi dichiarate entusiasti e trasgressivi...insomma quand’è che prendete una decisione cui uniformare la vostra vita? O fate forse parte della categoria filosofica degli “indifferenti” di Aristotele, secondo il quale la virtù non riusciva a garantire una buona esistenza ma che occorrono anche salute e un pò di soldi? Al giorno d’oggi si chiamano “opportunisti”. Ohei, senza rancore per l’amor di Dio.

 05/05/2017 05:55:42
RobertoMontanari

RobertoMontanari100404

Naufrago

in risposta a ↑

abc12345, in natura l'opportunismo è una qualità. Le canne flessibili resistono alla tempesta, quelle rigide e svettanti fanno una brutta fine...

Come vedi, si può vivere, e si vive forse anche meglio...

Cicerone l'ho tirato in ballo solo io  (non usare il plurale) e solo per farti considerare che la critica sul degrado morale c'è stata sempre, e ci sarà sempre, e non corrisponde ad un degrado oggettivo, ma ad una percezione errata (i bias a cui accennava @canardu ).

Non averne a male, è un errore diffusissimo. 

 05/05/2017 06:33:00
abc12345

abc1234558961

Probitas

in risposta a ↑

RobertoMontanari, e va beh...incasso ma dissento ancora. Io un orientamento alla mia vita l'ho dato da tempo e non rimpiango proprio altre scelte. "Facciano pure" diceva qualcuno più illuminato di me.

 05/05/2017 09:01:08
in risposta a ↑

abc12345, io ti percepisco militarizzato ... 

 05/05/2017 09:40:52
RobertoMontanari

RobertoMontanari100404

Naufrago

in risposta a ↑

abc12345, credo che tu faccia bene a non avere rimpianti. Neanch'io ne ho pur avendo fatto percorsi  (non mi azzardo a chiamarle scelte) diversi dai tuoi. Debole o forte ognuno crede di avere il proprio pensiero, invece, nessuno escluso, vi iamo tutti in una colonia di persone, e la nostra individualità è più presunta che reale

 05/05/2017 12:17:25
canardu

canardu113836

CEO

in risposta a ↑

abc12345, 


insomma quand’è che prendete una decisione cui uniformare la vostra vita?


Io un orientamento alla mia vita l'ho dato da tempo e non rimpiango proprio altre scelte. 



Non ho capito queste frasi.  

Non essere d'accordo con te significa non avere una direzione o un orientamento?


Da cosa deduci che io non abbia un orientamento né un sistema etico e morale?


Forse sbaglio ma il tuo tono è un po' aggressivo anche se nascosto dietro un atteggiamento passivo-aggressivo.


Capiamoci bene, quelle due frasi che ho citato suggerisco che nel tuo immaginario io sia una persona allo sbando, priva di direzione morale.


Sei tu che sei all'attacco, sei tu che stai sul pulpito a giudicare, non ti permettere di comportarti da vittima.




incasso ma dissento ancora



Non incassi niente, io non ti ho attaccato, non ho messo in dubbio la tua integrità morale come hai fatto tu con me. In caso sono io che incasso.

 05/05/2017 22:09:59
RobertoMontanari

RobertoMontanari100404

Naufrago

in risposta a ↑

canardu, scusa se mi intrometto, ma quella @abc12345 non é aggressività ma convinzione, non diversa, se non nei contenuti, dalla tua. Poi avete diverso il modo, ma questi sono dettagli. 

É normale che ognuno sostenga la propria ragione. Aggressività é avere intenzione di mortificare l'avversario... non mi pare sia questo il caso 

 06/05/2017 06:09:42
canardu

canardu113836

CEO

in risposta a ↑

RobertoMontanari, No, dal momento che insinui dubbi sulla mia integrità morale sei aggressivo ed offensivo.


E quelle frasi che ho citato insinuano diversi dubbi sulla mia integrità morale e nascondono una convinzione di superiorità, ergo sottintendono una mia inferiorità.


Tanto più che io non ho nemmeno iniziato a dichiarare le mie convinzioni, ho semplicemente chiesto un'elaborazione migliore del pensiero iniziale di @abc12345 che così come pronunciato nel suo intervento iniziale è scarso di contenuti concreti sui quali discutere.


La riposta a questa richiesta di delucidazioni è stata questo appunto sentirmi dare dell'opportunista per poi sbandierarmi in faccia il classico comportamento passivo-aggressivo da carnefice che gioca a fare la vittima.


Al giorno d’oggi si chiamano “opportunisti”. Ohei, senza rancore per l’amor di Dio.


Non puoi insultarmi senza alcuna base e poi pensare di cavartela con un "ehi, senza rancore".

 06/05/2017 09:09:22
RobertoMontanari

RobertoMontanari100404

Naufrago

in risposta a ↑

canardu, non insisto, anche se buona parte delle frasi che hai citato erano repliche a me ... sarà il mio pensiero debole, ma tendo a minimizzare.  Come opportunista, almeno sono coerente!   

 06/05/2017 09:37:59
canardu

canardu113836

CEO

in risposta a ↑

RobertoMontanari, eravamo citati entrambi in giudizio. 

 06/05/2017 09:41:09
in risposta a ↑

abc12345, ecco che scappa un'altra volta, alla faccia del pensiero forte !

 06/05/2017 15:21:08
in risposta a ↑

abc12345, 

- quand’è che prendete una decisione cui uniformare la vostra vita?

La  frase risulta vagamente criptica: uniformare rispetto a che e a che cosa, forse ai principi che tu reputi valori?

La mia scelta di vita l'ho fatta a 18 anni appena uscita dalla maturità, in quell'età che tu reputi  impossibile che un giovane attuale  abbia dei valori, sopratutto se i genitori sono stati sessantottini, vero?

Qual è stata questa mia scelta? non danneggiare gli altri ed operare per migliorare la condizione umana.

Come? scegliendo:

1. il percorso di studi che porta alla cooperazione internazionale

2. uno stile di vita non cruento e rispettoso dell'ambiente

3. di combattere con tutte le mie forze,  il divide et impera  che è alla base dell'ipocrisia dei disvalori  della vecchia mentalità bacchettona che lancia il sasso e nasconde la mano

 06/05/2017 15:40:46
canardu

canardu113836

CEO

in risposta a ↑

magnulli, scappa perchè come lui molti altri scambiano quag o i forum di discussione in generale come un circoletto per la masturbazione reciproca, dove scrivere le proprie idee e attendere approvazione dagli altri.

Quando quest'approvazione viene meno si ritirano.

 06/05/2017 16:09:54
in risposta a ↑

canardu, io NON scappo MAI   non ci riesco proprio, mi verrebbe l'ulcera se non dicessi quello che penso apertamente e senza ipocrisie; ma tanto già mi ha bannato, quindi posso allegramente continuare cosi   

 24/05/2017 09:13:06
Shiver

Shiver159211

Petalosa

in risposta a ↑

EwaMaria, ammappeta, non pensavo che eravamo così tanti!! 

 07/09/2018 13:59:30
canardu

canardu113836

CEO

decadenza dei costumi dei nostri giorni


Esattamente a cosa ti riferisci?


È una frase qualunquista, dovresti essere più specifico, così possiamo analizzare se la decadenza di cui parli è un fenomeno reale o è una tua percezione dovuta a bias di conferma.


Gli esempi che hai fatto sono più che degli argomenti veri e proprio sono i loro fantocci.

Li hai proposti con evidente intento di canzonarli.


è scomparso il “pensiero forte” della tradizione classica, attenta ai valori nobili, quali il senso dell'onore, l’aspetto del sacro, il dovere, l'amicizia, il coraggio, il sacrificio.



Anche qui, l'argomentazione va dimostrata con fatti specifici, altrimenti anche in questo caso posso pensare che sia frutto di bias di conferma.



Una volta dimostrati che i vecchi valori della tradizione classica sono stati abbandonati e non si tratta di una mera generalizzazione per perorare una causa che confermi la tua idea bisognerebbe anche approfondire quali di questi valori sono oggettivamente positivi e quali invece non alcuna influenza sul valore stesso delle persone che posseggono tali valori.


Per i "nostalgici" delle antiche virtù è facile scorgere nei tempi moderni la fine dei valori;


Di nuovo un errore di ragionamento secondo me, non basta dire che qualcosa è evidente per renderla vera, devi dimostrarla.


Alludo alle separazioni dei nostri giorni che sono arrivate al 60% solo dopo dieci anni di convivenza.


Questo potrebbe essere l'unico frammento di dato oggettivo nel tuo discorso, potresti postare le fonti?


l’unico principio che piace a quelli del “pensiero debole”, è quello di non avere princìpi, al pari di un anarchico, per il quale l’unica forma di governo che gradisce, è quella di non avere alcun governo. 


Fonte richiesta o altrimenti potrei pensare ad un'altro argomento fantoccio. Non mi vorrei poi impelagare in un discorso politico che tratti vantaggi o svantaggi dell'anarchia.


Dal link che inserisci di wikipedia scopriamo che la stessa definizione di "pensiero debole" nasce dalla polemica metodologica fra Vattimo e Viano.


Per cui sembra che stiamo parlando di un termine non appartenente ad un movimento a cui "piace il pensiero debole" ma ad un paio di filosofi che credono esista questo pensiero debole


Esistono dei sostenitori del pensiero debole o esistono solo oppositori al pensiero debole?


Se esistono cosa dicono i sostenitori del pensiero debole?


Dicono d'avvero che l'unico principio è non avere principi?


Fonti?


Pessimista? Manco per sogno, più che realista;


Altro brutto segno di un bias di conferma all'opera.



 non c’è una ripresa forte dei vecchi valori, la società è destinata ad implodere sotto il peso dei suoi errori, come stiamo assistendo in ogni campo, vuoi economico che sociale.


Come? Quali sono i meccanismi che secondo te regolerebbero questa ripresa?

Questi valori di cui parli quando sono nati?

Al tempo in cui sono stati introdotti la società funzionava meglio?

Qual era il tasso di mortalità allora?

Qual era il livello di eguaglianza sociale? La libertà individuale? Le leggi erano eque?

L'economia girava meglio? La ricchezza era distribuita in maniera migliore?




 04/05/2017 15:14:07
EwaMaria

EwaMaria147466

Hiraeth. Davidia Involucrata.

canardu, standing ovation, anche se non vuoi, ma qui qualcuno deve pur premiare le teste pensanti. Beccati questa standing e aloha.

 04/05/2017 21:05:20

canardu, 


 05/05/2017 22:18:49

Sei un nostalgico del Quando c'era lui. 


 04/05/2017 16:45:09
EwaMaria

EwaMaria147466

Hiraeth. Davidia Involucrata.

AntonioAtzeni, carina la maiuscola su Quando   

 04/05/2017 21:05:41
PierGiorgio53

PierGiorgio5358106

in attesa pensione

AntonioAtzeni, ho avuto anch'io questa impressione.

 04/05/2017 21:39:39
in risposta a ↑

PierGiorgio53, mi aggiungo all'elenco.

 06/05/2017 14:44:12

 @abc12345 tanto lo so che la mia risposta non avrà un seguito da parte tua,  rispondo solo  per discutere con gli altri Quagger.


Come ho detto più volte , a me piace andare alla radice del problema per comprenderlo fino in fondo e ci andrò anche questa volta iniziando a comprendere i significato delle parole e il loro retaggio storico linguistico:


1. ONORE: sai come veniva chiamata la mafia una volta, sono certa che lo sai "l'onorata società", quindi quando si parla dell'onore a me viene in mente  qualcosa di spregevole , un accordo tra sodali a scapito di altre categorie, quelle che la pensano in modo libero, per esempio. L'onore si porta dietro anche il suo contrario: disonorata  era considerata la donna che non stava ai detti (della società maschile guarda caso) e che usava liberamente il suo corpo o una parte di esso (quella parte tanto ambita dai membri della società maschile). Disonorato era colui che aveva disobbedito al pater familia  che veniva bandito dal suo gruppo sociale.   Io tutto ciò lo trovo assolutamente negativo.

2. DOVERE, SACRIFICIO, CORAGGIO : sono concetti attinenti alle armi e che personalmente associo ai KamiKaze,  a una società marziale e incontrovertibilmente negativa (sopratutto da parte di chi poi si appella all'aspetto del sacro) che per ideali sbagliati si sacrifica e sacrifica altri esseri umani , io tutto ciò lo trovo assolutamente negativo.

3. ViRILE, è la summa dei valori precedenti, significa ragionare unilateralmente , muscolarmente (ah caso mai ve lo foste dimenticato anche il pene è in fin dei conti un muscolo)  esaltaltando al parossismo le caratteristiche di un sol genere (D'Annunzio è uno di questi) a scapito dell'altro. Io tutto ciò lo trovo assolutamente negativo.

4. ASPETTO DEL SACRO, molti non credono e preferisco aver a che fare con chi è sinceramente ateo che però rispetta e non danneggia gli altri  che   non con i cosidetti sepolcri imbiancati che seguono le funzioni ma sono ipocriti e vigliacchi.


QUINDI, tutti quest valori positivi sono alla fin fine valori negativissimi imposti da una sola parte dell'umanità a tutti gli altri che , uomini e donne,  vogliono sentirsi liberi di esprimere se stessi.


    L'UNICO VERO VALORE POSITIVO è il RISPETTO RECIPROCO 
che non ha genere sessuale, che non ha età anagrafica, che non ha colore della pelle, che non ha nazionalità e che non ha ne credo politico ne credo religioso.
 04/05/2017 17:20:36

magnulli, in parte d'accordo con te su dovere, sacrificio e coraggio ma, se vuoi fidarti, fanno purtroppo parte del bagaglio militare.

Non sono militarista o guerrafondaio ma, di fronte a certi aspetti, capisco e piango.

Ne dobbiamo ringraziare e rispettare molti.

 04/05/2017 17:36:49
in risposta a ↑

AntonioAtzeni, se hai letto bene quanto da me scritto, faccio proprio riferimento  al mondo militare, quando critico questi pseudo valori. Un mondo quello delle armi che non è confacente con il mio spirito pacifista.

Pacifista non significa lassista, ma tollerante e democratico.

E poi si lo so sono fissata ma se tutto quanto è stato indicato come positivo, e positivo non lo è,fosse sostituito dal rispetto si avrebbe una società molto più efficiente e giusta

 04/05/2017 17:41:41
in risposta a ↑

magnulli, si lo so ma quando, grazie all'inettitudine dei grandi capi, la truppa si è trovata in tilt si è visto più volte quanto hanno potuto quei valori.

Bisogna esserci per capire prima di sparare a zero.

 04/05/2017 18:01:08
in risposta a ↑

AntonioAtzeni, 

È ovvio che se sei soldato devi seguire certi schemi ma per me  armi, guerra e violenza sono un abominio. Comprendo il tuo pensiero ma non lo condivido

 04/05/2017 19:14:09
in risposta a ↑

magnulli, non è il mio pensiero, il mio pensiero è come il tuo; Quel che brevemente ho spiegato è quanto accaduto all'atto pratico.

 04/05/2017 22:57:14
in risposta a ↑

AntonioAtzeni, ciò che accade comunemente è risaputo, ciò che è difficile dal verificarsi è che ci sia qualcuno la pensi come me   

 04/05/2017 23:04:13
in risposta a ↑

magnulli, si tratta di calarsi nei tempi e nella forma mentis.

Io stesso ho dovuto sbatterci la testa.

 05/05/2017 09:46:24
Rosa_dei_Venti

Rosa_dei_Venti88106

Comunicatrice

magnulli, Rispetto reciproco: la mia libertà finisce dove inizia la tua. Grazie per averlo ricordato.   

 05/05/2017 13:01:18

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader