abc12345

abc1234558706

Probitas

Sai che sono stato male per un quarto d’ora...


Ma va! possibile! Mentre giravo in bicicletta per il paese (la primavera invita ad uscire di casa) trovo un coscritto che mi apostrofa: “Tal chi el filosofo”. Sa che amo conversare su questioni filosofiche ...orbene. Dopo qualche chiacchiera di circostanza, esce con questa espressione: 


“Sai che ieri sono stato male per un quarto d’ora”. Ma va! Cosa t’è successo, replico. “Mi è venuta in mente quella volta che mio padre da piccolo ha preso in mano la cinghia e me ne ha date tante da farmi uscire il sangue”. E io di rimando: “È la famosa rimozione, un meccanismo di difesa” “...cosa, cosa? Che meccanico è?”


Un pò sorpreso da quello scambio di tuta, mi son messo calmo, calmo, pronto a chiarirgli il concetto ma credo che sia rimasto scettico e che stia ancora ruminandoci sopra. In due parole gli ho spiegato che:


La rimozione è quel meccanismo di difesa che usiamo inconsciamente per dimenticare traumi o vissuti angoscianti nell’infanzia; il bambino in pratica, rifiuta di accettarli, mettendo in atto un processo difensivo. Vien da sè che queste rimozioni vanno a finire nell’inconscio, il quale (come la memoria del nostro PC) registra tutti gli eventi drammatici della vita, nessuno escluso; lungo la vita quindi ci può essere un ritorno alla coscienza di quegli eventi traumatici, spesso in coincidenza di un fatto che richiama quei momenti.


La rimozione quindi svolge un'importante funzione di protezione del sé, dalle traumatiche emozioni negative suscitate da vissuti di rifiuto, di isolamento o anche di non accettazione. I meccanismi di difesa sono atteggiamenti psicologici che assumiamo per istinto di conservazione; ci aiutano a difenderci dall’eccessivo aumento dell’ansia o della paura.


È come se in certe situazioni inventassimo delle scuse a difesa della propria identità; sono in pratica degli “ammortizzatori psicologici” delle nostre frustrazioni e senza il loro effetto ammortizzante non riusciremmo ad avere una vita sociale equilibrata.


Devono naturalmente rimanere dentro una certa gamma di reazione e quindi di utilizzo o saremmo degli squilibrati; per fare un esempio: è giusto inibire il desiderio di rapinare una banca o di violentare una bambina, ma altrettanto doveroso non aver paura di prendere l’ascensore…i due estremi quindi.


Avete mai avuto dei traumi infantili che si sono affacciati alla coscienza lungo la vita?



 29/03/2017 19:24:23
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
7 commenti

Non credo in questo tipo di approccio. 

Seguo la scuola di palo alto e di Arezzo 

 30/03/2017 18:27:51

Si, ad esempio ho avuto sempre problemi a dormire in una stanza completamente buia. Di recente mi sono ricordato che mia nonna da bambino mi picchiava e poi mi chiudeva in una stanza buia e mi lasciava lì per un tempo che ora non so quantificare ma a me sembrava eterno, forse però non riuscivo a distinguere il tempo, so solo che questa cosa me la porto ancora dietro.

 31/03/2017 11:59:41
ste_gent

ste_gent1751

ricercatrice

Traumi no ma un sogno ricorrente di essere rinchiusa in un ambiente stetto, una sorta di scatola, che la mia passione per la fantascienza trasforma in un'astronave, un guscio di salvataggio ecc. Mi sono sempre chiesta se c'entra qualcosa il fatto di aver passato le prime settimane di vita in incubatrice. 

 01/04/2017 18:52:39
abc12345

abc1234558706

Probitas

ste_gent, penso anch'io che sia un residuo di quell'esperienza; la scatola, il guscio e l'incubatrice son tutte parole che richiamano quell'esperienza. Fossi in te andare a praticare un pò di Rebirthing; leggi qui che ti spiegano di cosa si tratta:

https://www.supernaturalcafe.it/podcast/episodio-61/

http://www.scienzaeconoscenza.it/blog/terapie-e-trattamenti-olistici/cos-e-il-rebirthing


Io l'ho praticato da giovane e ti assicuro che è validissimo per superare traumi da parto.

 01/04/2017 20:08:49
ste_gent

ste_gent1751

ricercatrice

in risposta a ↑

abc12345, grazie del suggerimento ma come dicevo non lo vivo come un trauma. L'ambiente ristretto lo vivo come una protezione. Nessun bisogno di rinascere quindi :-) 

 04/04/2017 20:51:35
abc12345

abc1234558706

Probitas

in risposta a ↑

ste_gent, meno male, vuol dire che l'hai superato.

 05/04/2017 06:07:25

Memoria elefantiaca e mai avuto bisogno di mangiare il fior di loto.

 05/04/2017 15:56:00

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader