Bè,molti dei commenti hanno un buon fondamento quando dicono che gli stili si evolgono in continuazione,e,per forza di cose devono "coabitare"...ma la foto che hai postato è davvero un pugno in un occhio !...   ....

 27/02/2017 14:11:56
princy

princy22831

impulsiva e testarda

a me onestamente visto così, fa un po cag@re

 27/02/2017 16:45:19

Dipende. Certi accostamenti nuovo/antico li adoro come quelli delle foto che allego.

Altri mi fanno inorridire come l'architettura anni '70 italiana accostata ad edifici barocchi o romanici.

E' una questione di gusti personali che come sempre variano da persona a persona.




 28/02/2017 10:27:12
Dianissima

Dianissima72746

Artista e poetessa

Irene-Irisdoc, stupendi accostamenti questi delle tue foto. Mi ricordano Gaudi che amo molto. 

 01/03/2017 12:52:03
VerdeMatematico

VerdeMatematico23401

(c)Reo confesso

Complimenti per il tuo post che pone in modo personale un problema collettivo: lo sviluppo architettonico delle nostre città. Io credo che in Italia sia prioritario il ripristino delle meraviglie architettoniche di cui quasi tutte le città sono in possesso (più o meno consapevolmente, a seconda dei casi). Solo dopo, una volta riportato al suo splendore il nostro patrimonio, possiamo pensare a come farlo dialogare con l'architettura moderna senza contrasto ma, semmai con armonia. Come fecero i grandi architetti che resero l'Italia unica e meravigliosa. Ma questa ovviamente è solo la mia modesta opinione    

 28/02/2017 23:58:26
Tatyana

Tatyana112921

Artista inseguitrice di sogni

VerdeMatematico, forse non sai che i grandi architetti a cui fai riferimento distrussero le meraviglie architettoniche del passato, per far spazio ai loro edifici.

Strutture come il Panteon e il Colosseo erano semplicemente considerate come cave da cui attingere materiale. Non è affatto raro trovare pietre romane di recupero in edifici successivi.

La venerazione per l'arte antica e il rifiuto per quella moderna e contemporanea è un fenomeno solamente contemporaneo.

E, per concludere, non so a che tipo di armonia tu vada cercando, ma non è possibile ricostruire o effettuare ampliamenti in stile in qualsiasi edificio storico o sotto vincolo. Ogni aggiunta moderna deve essere immediatamente visibile e riconoscibile. Questo lo stabilisce il ministero dei beni culturali.

 01/03/2017 00:21:07
VerdeMatematico

VerdeMatematico23401

(c)Reo confesso

in risposta a ↑

Tatyana, gli architetti a cui mi riferivo sono Brunelleschi, Bramante, Michelangelo, Leon Battista Alberti, il Bernini... questi grandi artisti hanno sempre saputo far dialogare le loro opere con l'architettura preesistente ricercando il principio di armonia. I furti di materiali a cui ti riferisci sono avvenuti molto prima, nel periodo di fondazione delle basiliche paleocristiane. Ma questo mio discorso è basato solo quel poco che so. 

 01/03/2017 00:29:09
Silviagata

Silviagata3426

Tempi lunghissimi o flash

VerdeMatematico, difficile aspettare un prima e un dopo. Dividere il lavoro in due fasi nette. Non esistono due fasi nette. In ogni momento ovunque vengono commissionate nuove costruzioni e modifiche da fare secondo tempistiche di interessi che esulano dai beni culturali. Inoltre palazzi e altri edifici vanno si rimessi a nuovo ma poi costantemente monitorati, mantenuti, puliti anche all'esterno, come forse saprai non si può curare un'antico edificio una tantum. Ne consegue che per conciliare il contrasto antico/moderno sia necessario uno studio e progetto del moderno, il più accurato possibile. Il moderno, costruito per contenere i costi, accanto a un antico perfettamente conservato e valorizzato, non potrebbe che "rovinare" il contesto.

 01/03/2017 05:01:06
Tatyana

Tatyana112921

Artista inseguitrice di sogni

in risposta a ↑

VerdeMatematico, infatti, il tuo discorso è basato su quello che sai. E non sai che fu proprio per volere del Bernini che parte del Panteon fu smantellata, per ricavare il bronzo necessario per San Pietro.

Potrei farti decine di esempi del genere. Questa venerazione per il passato è solo adesso, ed è anche molto approssimativa.

 01/03/2017 06:48:52
VerdeMatematico

VerdeMatematico23401

(c)Reo confesso

in risposta a ↑

Tatyana, questione di opinioni, non credi?

 16/03/2017 03:50:47
VerdeMatematico

VerdeMatematico23401

(c)Reo confesso

in risposta a ↑

Tatyana, volendo approfondire, il bronzo del Pantheon venne fuso nel 1625 su ordine di Urbano VIII, papa Barberini, per fare i cannoni di Castel Sant'Angelo. 

 16/03/2017 03:58:37
Tatyana

Tatyana112921

Artista inseguitrice di sogni

in risposta a ↑

VerdeMatematico, non credo che sia affatto una questione di opinioni, ma di storia.

Per realizzare l’opera progettata dal Bernini bisognava procurarsi parecchio bronzo, così il Papa fece rimuovere i costolini della cupola della basilica, ricavandone 103,229 libbre; altro se ne fece arrivare da Venezia e da Livorno, e se ne raccolsero in tutto 211,427 libbre. Ma non bastava ancora. Urbano VIII allora non esitò a ordinare che si togliesse tutto il bronzo delle travi della cupola del Pantheon. In seguito, riferendosi a questo fatto ,Pasquino esclamò: “Quod non fecerunt barbari, fecerunt Barberini!” (Ciò che non fecero i barbari, fecero i Barberini).

Non tutto fu impiegato per il Baldacchino, poiché se ne fecero anche ottanta cannoni per Castel S. Angelo, ma quelli si fecero con gli "avanzi".

Successivamente il Pantheon ebbe, in compenso della spogliazione di tutto quel bronzo, solo ciò che un'iscrizione collocata nel pronao chiama "decora inutilia", i due campanili che il popolo argutamente battezzò "le orecchie d'asino del Bernini", demoliti nel 1883. 

In sostanza il Bernini smembrò più edifici per creare a sua volta, insomma la tua credenza del suo grande rispetto della cultura del passato non sta in piedi. Non è questione di opinioni ma di studiare la storia dell'arte e capire che solo il XX secolo ha rispetto e venerazione per il passato, tanto da preferire l'arte del passato, che non conosce, a quella della sua epoca, che conosce ancora meno.

 16/03/2017 08:42:31
VerdeMatematico

VerdeMatematico23401

(c)Reo confesso

in risposta a ↑

Tatyana, la tua mi sembra una ricostruzione confusa, approssimativa e mistificatoria. Ma questa ovviamente, è solo la mia modesta opinione. 

 17/03/2017 23:53:37
Tatyana

Tatyana112921

Artista inseguitrice di sogni

in risposta a ↑

VerdeMatematico, detto da chi non ha nessuna nozione di storia dell'arte... 

 18/03/2017 01:02:49
VerdeMatematico

VerdeMatematico23401

(c)Reo confesso

in risposta a ↑

Tatyana, compenso con il gusto e l'intelligenza. 

 18/03/2017 04:20:19
Tatyana

Tatyana112921

Artista inseguitrice di sogni

in risposta a ↑

VerdeMatematico, non ne verremo mai a capo. Come puoi giudicare qualcosa che non si conosce? Questo a mio avviso non è intelligenza ma è quella mistificazione e approssimazione che accusi me di avere. Se non conosci la storia, la vita e le opere del Bernini come puoi definirlo rispettoso? Nessun architetto del passato, sopratutto prima del '800 ha mai avuto rispetto o considerazione di ciò che si è costruito prima di lui. Hanno demolito e smembrato intere città, non solo edifici.  Per cui non darmi della approssimativa. Studia un minimo di storia e poi possiamo anche discuterne.

 18/03/2017 10:34:53
VerdeMatematico

VerdeMatematico23401

(c)Reo confesso

in risposta a ↑

Tatyana, temo che non ne verremo mai a capo davvero, visto che sembri convinta di essere depositaria della verità assoluta. Anni di studio mi hanno insegnato che raramente si può giudicare categoricamente eventi e personaggi della storia. La buona educazione che ho ricevuto, invece, mi ha insegnato a ignorare insulti e provocazioni sterili. Studio da sempre e continuerò fino alla mia morte, tranquilla. Io studio ma, tu leggi un pochino magari; aiuta a migliorare la scrittura, sai? Spero che questa ridicola conversazione possa considerarsi conclusa anche per te. 

 19/03/2017 08:12:31
Tatyana

Tatyana112921

Artista inseguitrice di sogni

in risposta a ↑

VerdeMatematico, io non sono depositaria di verità assoluta ma questi sono dati storici e accertati. Se vuoi mettere in discussione i vari documenti... Io questa la chiamo saccenza. Fammi passare pure per ignorante, ma qui mi sembra chiaro che non sono io quella che non conosce la storia dell'arte. La storia dell'arte non è avete gusto. Gli unici insulti velati sono i tuoi.,

 19/03/2017 12:31:29
VerdeMatematico

VerdeMatematico23401

(c)Reo confesso

in risposta a ↑

Tatyana, sveliamoli allora: ti trovo superficiale, ottusa e maleducata. Meglio?

 19/03/2017 22:57:08
Tatyana

Tatyana112921

Artista inseguitrice di sogni

in risposta a ↑

VerdeMatematico, tutto molto più chiaro. Grazie, è un complimento essere considerata superficiale da te, visto il tuo approccio all'arte.

 20/03/2017 08:25:41
Dianissima

Dianissima72746

Artista e poetessa

A me non piace per niente l'accostamento nella foto e non mi piace neppure la piramide modernissima davanti al Louvre e nulla che sia posteriore agli anni '40. Però temo che siano convivenze inevitabili, anche se personalmente amo quasi solo romanico, gotico, liberty e déco. 

 01/03/2017 12:56:49

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader