Maryl streep contro trump...che caduta di stile!

Salve ragazzi, all'indomani della serata dei golden globes non riesco a capacitarmi del fatto che Maryl Streep nel discorso che ha fatto seguito al conseguimento del premio alla carriera abbia attaccato Donald Trump ma voi fatemi capire una cosa:solo io avrei ringraziato il pubblico per una vita di successi e i giurati e basta?! come si può in un'occasione simile inveire contro colui che, piaccia o meno, è il presidente degli stati uniti...gia secondo me molte star hanno sbagliato ad esporsi nella campagna elettorale ma adesso non accettare neanche il voto popolare non mi sembra altro che da stupidi e da ignoranti(mi spiace di dover parlare cosi di molte star ma con queste elezioni si sono dimostrati tali)

e voi cosa ne pensate?Lo trovate sensato tutto ciò?

 09/01/2017 19:42:43
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
96 commenti
Shiver

Shiver160521

Petalosa

Ma meno male che esistono attori che si interessano di politica e commentano con criterio!! 

Per me ha fatto più che bene, far parte dello scioubiz non ti elude dal far funzionare il cervello ed esprimere opinioni, anzi... la possibilità di arrivare a milioni di spettatori è una grande occasione che lei ha sfruttato saggiamente

 09/01/2017 19:58:28

Finché c'è libertà di opinione non vedo perché non la si debba esercitare.

Lascerei stare il voto popolare, sappiamo bene come sia facile influenzare l'opinione pubblica e veicolare i voti a piacimento.

 09/01/2017 20:17:37

Anch'io trovo che non ci sia niente di sbagliato nel esprimere il proprio dissenso.. anzi tanto di cappello perché credo non sia stato facile prendere quella decisione es esporsi come ha fatto la Streep 

 09/01/2017 20:22:08

Che è un grandissimo atto di viltà e di ignoranza nei confronti dell'istituzione che Trump rappresenta. Denigrare, criticare o sminuire pubblicamente il Presidente degli Stati Uniti è un gesto di una gravità inaudita, stupido e inutile. Mi meraviglio degli americani che siano ammalati di questa moda.

 09/01/2017 20:30:56
Harry_Vandenpost

Harry_Vandenpost209571

Distributore di pillole rosse.

I vip americani , dopo aver affondato la Clinton, sembrano non aver imparato la lezione. Eppure dovrebbe esser chiaro che all'operaio del Michigan, al disoccupato dell'Ohio o alla casalinga del Tennessee non frega nulla dell'opinione politica di una milionaria che vive in una mega villa ad Hollywood lontana anni luce dalla realtà. Farà crescere ulteriormente la popolarità di Trump.

 09/01/2017 20:56:30

Harry_Vandenpost, Trump ha cento volte i soldi della Clinton.

 09/01/2017 22:45:33
Harry_Vandenpost

Harry_Vandenpost209571

Distributore di pillole rosse.

in risposta a ↑

Alina_Twain, parlavo della Streep e delle varie celebrità di Hollywood.

 09/01/2017 22:55:53
ilmiozio

ilmiozio203626

Estremista di destra e di sinistra

Harry_Vandenpost, Ti confesso che in fondo, la cosa che mi ha dato maggior soddisfazione dall'elezioni di Trump in poi è l' invincibile bruciore di culo che inesorabilmente l'uno dopo l'altro ha assalito tanti rappresentanti del bel mondo americano e non solo. Credimi: una goduria senza fine.

 09/01/2017 23:08:01
Harry_Vandenpost

Harry_Vandenpost209571

Distributore di pillole rosse.

in risposta a ↑

ilmiozio, io dopo ogni esternazione di qualche esponente radical chic, eseguo una semplice operazione: apro Wikipedia, vado a leggere il nome del 45° presidente degli Stati Uniti ed ho un orgasmo.

 09/01/2017 23:11:05
in risposta a ↑

Harry_Vandenpost, Ma come ha detto lei, "ho frequentato le scuole pubbliche del New Jersey".

Il suo discorso non era rivolto al contadino dell'Ohio che ha già votato.

Era rivolto ad attori e giornalisti.


Ma ripeto...l'avete ascoltato il discorso?!

 09/01/2017 23:26:42
Harry_Vandenpost

Harry_Vandenpost209571

Distributore di pillole rosse.

in risposta a ↑

Alina_Twain, liberissima di esprimere la sua opinione. Rimarcavo solo che gli endorsement e gli accorati appelli delle varie celebrità sembrano sortire effetti opposti rispetto a quelli sperati. Curiosamente, sembra che l'americano medio sia molto più interessato al fatto che Fiat e Ford investiranno miliardi negli Usa anziché in Messico.

 09/01/2017 23:32:02
in risposta a ↑

Harry_Vandenpost, Eh questo lo confermo.

Bisogna anche vedere però la distribuzione del voto. La Clinton ha vinto con la maggioranza e nei posti più metropolitani. Trump nelle zone in cui, sinceramente, non frega nulla dell'istruzione pubblica per tutti che lei aveva promesso.

Non ha, contrariamente a quello che è arrivato in Italia, votato l'americano borghese; ha votato il contadino, l'operaio del Midwest; categorie molto pericolose perchè sono quelle che in Italia voterebbero Casa Pound solo per vedere i messicani fuori dal Paese.

Il fatto qual è? Che con la politica di protezionismo ora Trump favorirà le imprese americane ma attenzione, non tutte. Fiat (o FCA) ora ha la maggioranza delle azioni della Chrysler ma è ancora italiana. 

Trump può ringraziare quanto vuole, ma FCA e Ford resisteranno con gli stipendi che devono pagare in USA? Oppure abbasseranno gli stipendi drasticamente (come è prevedibile) per tener fronte alle spese? 


Obama è stato il presidente che nella Storia degli Stati Uniti ha creato il maggior numero di posti di lavoro. Trump rischia di fare il contrario, in questo modo. 

 09/01/2017 23:51:35
letterino

letterino141

Leggo e scrivo. Radical chic.

in risposta a ↑

ilmiozio, è più bruciore di culo quello di cittadini che continuano a lottare per degli ideali e spaventati dalle minacce personali subite in diciotto mesi di campagna elettorale spietata e che forse (forse...) ha persino fatto ricorso all'intervento straniero, o è più bruciore di culo quello di un ereditiero viziato (posso ridurlo a ciò perché non ha fatto e non è letteralmente niente altro di significativo) che ha appena conquistato il mondo eppure deve ancora "abbassarsi" a arginare il commento personale di una attrice in TV?


@ilmiozio, stiamo parlando di politica (o cinema) o siamo all'asilo? 

 11/01/2017 08:42:54
letterino

letterino141

Leggo e scrivo. Radical chic.

Harry_Vandenpost,

1) Clinton ha vinto il voto popolare, e ha perso i collegi decisivi solo per una decina di migliaia di voti localizzati. A affondarla è stata la Russia, non il sacrosanto attivismo civile. 

2) ai proletari del Midwest non frega dell'opinione di chi ha la megavilla a Hollywood eppure frega  di quella di chi ha il mega grattacielo a New York, Il casino, l'eredità immeritata e afferra le fregne a volontà perché quest'ultimo li seduce con le promesse che vogliono sentirsi dire e la prima invece lotta per i diritti umani? Era questa la lezione da imparare? Il discolo che mette il cappello da asino alla maestra? Ve piacerebbe, a voi discoli...   


Chi ha faticato di più, fra Trump e Streep, per guadagnare le mega proprietà che ha? Chi dei due ha truffato meno? Chi dei due nel frattempo ha anche prodotto qualcosa per qualcuno che non fosse della sua famiglia? Fra vent'anni tu ai tuoi nipoti gli fai vedere Kramer contro Kramer o le repliche di The Apprentice? 


Ma che davero, @Harry_Vandenpost? Così li vuoi fustigare i radical chic? XD

 11/01/2017 08:54:55
ilmiozio

ilmiozio203626

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

Caro letterino, so che è diffice accettarlo, ma bisogna che ti rassegni. Nelle democrazie chi vince governa e chi perde gli rode il culo.

 11/01/2017 09:41:34
Harry_Vandenpost

Harry_Vandenpost209571

Distributore di pillole rosse.

in risposta a ↑

ilmiozio, dai, questo deve essere un troll, non c'è altra spiegazione   

 11/01/2017 10:44:15
letterino

letterino141

Leggo e scrivo. Radical chic.

in risposta a ↑

Cari @ilmiozio e @Harry_Vandenpost , so che è difficile accettarlo, ma bisogna che vi rassegniate. Nelle discussioni chi argomenta vince, chi non è capace gli rode il culo sfotte. Dovete essere troll, non c'è altra spiegazione.

 11/01/2017 12:10:23
letterino

letterino141

Leggo e scrivo. Radical chic.

in risposta a ↑

Harry_Vandenpost, gli avvoltoi e gli sciacalli hanno sentimenti simili   

 11/01/2017 12:18:26

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader