birillone

birillone155786

E se la teoria della gravità non fosse corretta?

E se la teoria della gravità non fosse corretta?

​​Dopo aver messo in dubbio la teoria del Big Bang mi son trovato a leggere una serie di interessantissimi articoli nei quali si osa avanzare perplessità nientepopodimeno che della forza di gravità.


La relatività generale di Einstein regge sin dal 1915 ed ora, un certo Erik Verlinde, ( fisico dall'Università di Amsterdam ) ritiene che la forza di gravità non sia una causa ma una conseguenza ( effetto collaterale ) di ciò che accade nell'universo formulando quindi una nuova teoria ( ovviamente tutta da dimostrare ).


Secondo questo fisico :

"Urge rivedere le attuali concezioni circa lo Spazio, il tempo e la gravità. Da lungo sappiamo che la teoria della gravità di Einstein non può funzionare con la meccanica quantistica"
"I risultati stanno drasticamente cambiando, e credo che siamo sul punto di assistere a una nuova rivoluzione scientifica".

Grazie alla teoria di questo fisico si potrebbe spiegare il mistero di uno degli elementi che costituisce il 27% dell' Universo e cioè la Materia Oscura "semplicemente" escludendo la gravità dalle equazioni alla base dei calcoli rivolti alla ricerca della suddetta.


È innegabile che la teoria della Relatività Generale, anche in virtù della sua semplicità intuitiva, sia stata oggetto di svariati esperimenti e che sia sempre riuscita ad ottenere altrettante conferme della sua esistenza ed ancor più innegabile è che essa sia alla base delle funzioni di numerosi dispositivi di comunicazione e localizzazione utilizzati anche come base della ricerca in ambito astrofisico e cosmologico.


Su di essa si pongono le basi anche per Modello Standard della cosmologia ( Lambda ) che esiste in virtù della presenza della Materia Oscura, introdotta proprio per sostenere la formulazione delle galassie.


Tutti questi elementi farebbero ovviamente pensare che sia impensabile anche solo immaginare che la Gravità, per come la conosciamo, non sia tale ed eppure Verlinde ritiene che il problema risieda nel fatto che il problema della materia oscura deriva dal fatto che si registrano effetti delle gravità molto più consistenti di quelli prodotti dalla sola materia nella forma che conosciamo e ciò si acuisce quanto più si aumentano la scale di misurazione ( Galassie ).


Uno degli elementi della nuova equazione è quindi una materia che non interagisce con la materia ordinaria ma che è ugualmente presente, ben 5 volte la materia a noi nota, ed ha quindi anche un suo peso relativo.


Verlinde non è nuovo a tale teoria ed infatti si ritrovano riferimenti a tale approccio già nel 2010 quando espose la sua idea di gravità alla comunità scientifica ma questa volta ci riprova con un nuovo studio nel quale introduce la sua visione della gravità presentando la descrizione dell'Universo ed escludendo dall'equazione la Materia Oscura dato che, a suo avviso,


il comportamento delle galassie è correttamente descritto.
"Abbiamo le prove che questa nuova visione della gravità corrobori le osservazioni. Sembra che a grandi scale, semplicemente la gravità non si comporti come Einstein predice".


Nella relatività generale di Einstein lo spazio-tempo non ha caratteristiche intrinseche, oltre che la sua geometria curva: costituisce semplicemente uno sfondo, un palco, su cui la materia si muove sotto l'influenza delle forze. La fisica dei buchi neri e la teoria delle stringhe fanno presagire che le nostre nozioni 'macroscopiche' di spazio-tempo emergano da una descrizione microscopica latente, in cui non hanno alcun significato a priori.


Verlinde dichiara di aver iniziato a studiare il fenomeno della nascita della gravità dal livello microscopico ed i suoi calcoli gli hanno fatto comprendere che la gravità potrebbe essere un fenomeno che emerge dall'entropia dell'universo grazie alla quale ci sarebbe permesso descrivere il grado di disordine di un sistema che viene misurato in un numero maggiore di informazioni più il sistema è disordinato e quindi soggetto a maggiore 'entropia.


Verlinde applica all'entropia dell'universo il principio olografico e cioè una congettura secondo la quale l'informazione contenuta in un volume di spazio può essere rappresentata da una teoria valida sul bordo di tale volume


L'idea di base è che esistono bit fondamentali di informazione nel tessuto dello spazio-tempo, da lui indicati come "atomi" dello spazio-tempo, che possono traslare al fine di raggiungere valori più alti di entropia. Secondo i calcoli di Verlinde, queste traslazioni producono una forza entropica che agisce come la gravità.


La sfida, ora, è testare questa nuova ipotesi. Il modo più immediato per darla per errata sarebbe quello di trovare una particella che spieghi la Materia Oscura. Tuttavia, il modello proposto da Verlinde può essere studiato e messo alla prova dai fisici semplicemente cercando di riprodurre le osservazioni dei fenomeni nell'universo.


Concludo dicendo che Verlinde non è il solo visionario a proporre una nuova interpretazione di concetti oramai dati per certi ma vi sono anche :


  • la teoria dell'Amplituhedron secondo la quale si ritiene che lo spazio-tempo emergerebbe da una struttura geometrica latente.
  • Marta Dell'Atti ( laureata in fisica teorica e delle interazioni fondamentali presso l'Università del Salento ) studia nell'ambito dei modelli teorici che spiegano e prevedono l'esistenza delle particelle elementari e il modo in cui tali particelle interagiscono interessandosi alla relatività generale ed alla meccanica quantistica occupandosi di divulgazione scientifica


Alleggeriamo il post con una dimostrazione video di cosa può provocare, in un essere umano, l'assenza di gravità XD 



[fonte immagine]

 22/11/2016 06:59:29 (modificato)
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
14 commenti

Funziona? 

Predice valori futuri? 

Allora ok se no è una delle tante che ho letto in questo periodo. 

Solo una cosa l aumento Dell entropia porta ad una informazione che tende allo zero non a valori massimi. 

Massima entropia uguale tempo zero cioè nessuna informaziobe

 22/11/2016 07:25:11
birillone

birillone155786

Ehman, 


Funziona?
Predice valori futuri?


chiedilo al fisico


Allora ok se no è una delle tante che ho letto in questo periodo. 


bene 




 

 22/11/2016 08:36:16
in risposta a ↑

birillone, la predice o no? 

Vale soli quelli nelle teorie o funzionano o no 

 22/11/2016 09:00:55
birillone

birillone155786

in risposta a ↑

Ehman, ti ho già replicato

 22/11/2016 09:10:56
in risposta a ↑

birillone, nel post c'è scritto di maggior informazione con entropia maggiore ed è esattamente il contrario 


 22/11/2016 09:14:39
birillone

birillone155786

in risposta a ↑

Ehman, grazie mille.

 22/11/2016 09:15:56

Pur appassionato di Fisica (ancor più di "fisico"  ) mi è venuto mal di testa ma apprezzo moltissimo il tuo post e la tua interessante analisi. Mi spiace non poter fornire nessun contributo ma seguirò l argomento.

 22/11/2016 11:52:17
birillone

birillone155786

almass, anche io sono un semplice appassionato di fisica e di fisico ma con la A alla fine ( intendendo che mi interessa quello delle donzelle ) ;) 


Ho provato a cercare di esporre l'argomento e questa nuova teoria che mi ha incuriosito ed attratto condividendo con voi l'onere di provare ad immaginare come potrebbe essere se fosse diverso da ciò che tutti noi ( chi più chi meno ) conosciamo.


 Probabilmente se avessi parlato di FISICO e di AMMMORE o altre cose simili vi sarebbe stato più interesse ma "meglio così" XD

 22/11/2016 11:55:28
in risposta a ↑

birillone, 

Concordo sulla A finale, anche se la mia età è abbondantemente superiore alla tua. 

Credo che nonostante l Evoluzione umana e l accelerazione dell ultimo paio di secoli (ulteriormente accelerata negli ultimi decenni) ci sia ancora molto da conoscere e da scoprire nei principi che regolano la natura e il cosmo.

Chi era il filosofo greco che più imparava, più era cosciente della propria ignoranza....??

 22/11/2016 12:02:38
birillone

birillone155786

in risposta a ↑

almass, 


Concordo sulla A finale, anche se la mia età è abbondantemente superiore alla tua. 


di questi tempi bisogna fare attenzione perché pare andare di moda essere "aperti" e gradire entrambe le parti.


in quanto all'età ne ho ahimè 44 e, per ora, funziona ancora tutto XD


Credo che nonostante l Evoluzione umana e l accelerazione dell ultimo paio di secoli (ulteriormente accelerata negli ultimi decenni) ci sia ancora molto da conoscere e da scoprire nei principi che regolano la natura e il cosmo.


lo penso anche io ed il "bello" è che anche degli ignoranti come me possono leggere qualcosa e provare a capire.


Quel che conta è non aprir bocca a sproposito per questo strano spirito/istinto di libertà che assilla molti internauti ma che si sia aperti ( non nel contesto precedente che sia chiaro ) a ricevere lezioni ed insegnamento da chi ne sa di più ( e lo dimostra )


Chi era il filosofo greco che più imparava, più era cosciente della propria ignoranza....??


non ne ho la minima idea ma San Google mi ha aiutato 

e parrebbe che si tratti di Socrate ma non ho approfondito per cui potrebbe essere una enorme gaffe di cui chiedo venia in anticipo.

 22/11/2016 12:14:28
in risposta a ↑

birillone, 

Guarda che anche a 62 anni il fisico funziona perfettamente (almeno per uno fortunato come me) forse perché supportato da un mente agile, curiosa e sempre alla ricerca della novità. Del resto mio padre a 92 anni sta decidendo se approfondire matematica o chimica   e ti risparmio le discussioni sanguigne sulla politica.

Confermo che era Socrate....ma volevo verificare se lo sapevi     

 22/11/2016 12:21:24
birillone

birillone155786

in risposta a ↑

almass, 


Guarda che anche a 62 anni il fisico funziona perfettamente


spero sarà  così anche per me


 (almeno per uno fortunato come me) forse perché supportato da un mente agile, curiosa e sempre alla ricerca della novità. 


questa non mi manca 


Del resto mio padre a 92 anni sta decidendo se approfondire matematica o chimica e ti risparmio le discussioni sanguigne sulla politica.


deve essere molto bello complimenti ad entrambi


Confermo che era Socrate....ma volevo verificare se lo sapevi     


purtroppo non lo sapevo ma sono lieto di non aver fatto nua figuraccia con la ricerca in Google


 22/11/2016 12:24:12
Tommy

Tommy31746

La teoria di Verlinde potrenbbe essere un nuovo paradigma interpretattivo dei fenomeni fisici; saremmo cioè di fronte ad una di quelle rivoluzioni scientifiche teorizzate da Thomas Kuhn.


In effetti, a me sembra che la fisica stia attraversando, ormai da decenni, una crisi dovuta al presentarsi di una serie di fenomeni la cui spiegazione non è del tutto convincente.


Sembra che il paradigma scientifico del secolo scorso, cioè la struttura di pensiero nata con la teoria della relatività e con la Meccanica Quantistica, sia giunto al massimo della sua capacità di spiegare il mondo fisico.


Un nuovo paradigme richiede una rivoluzione mentale non facile da relizzare, specialmente per coloro, come me, che non sono al centro degli ultimi studi di fisica.


In sintesi: non c'ho capito niente.


 23/11/2016 07:42:32
birillone

birillone155786

Tommy, 


La teoria di Verlinde potrenbbe essere un nuovo paradigma interpretattivo dei fenomeni fisici; saremmo cioè di fronte ad una di quelle rivoluzioni scientifiche teorizzate da Thomas Kuhn.


non lo conoscevo grazie :) ( il fatto che sia un filosofo no ndepone a suo favore XD ) 


In effetti, a me sembra che la fisica stia attraversando, ormai da decenni, una crisi dovuta al presentarsi di una serie di fenomeni la cui spiegazione non è del tutto convincente.


concordo


Sembra che il paradigma scientifico del secolo scorso, cioè la struttura di pensiero nata con la teoria della relatività e con la Meccanica Quantistica, sia giunto al massimo della sua capacità di spiegare il mondo fisico.


infatti penso che sia anche per questo che anche i meno avvezzi ( come me ) si possono trovare dinanzi a quesiti di questo tipo


Un nuovo paradigme richiede una rivoluzione mentale non facile da relizzare, specialmente per coloro, come me, che non sono al centro degli ultimi studi di fisica.


a meno di non trovare un fisico che ci illumini penso sia sufficiente provare ad affrontare "il problema" con gli occhi e le conoscenze della persona normale e provare a pensare "anche noi" qualcosa di diverso ed alternativo.

 

In sintesi: non c'ho capito niente.


ci ho capito gran poco anche io e per questo che provo a raccogliere 


  • impressioni
  • ipotesi
  • idee
  • opinioni


in relazione a ciò che ho provare a presentare ed esporre ( o almeno ciò che "credo" di aver capito



 23/11/2016 07:49:36

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader