Claudio_in_Viaggio

Claudio_in_Viaggio16556

Indaco, vegano, spirituale, tantrika, sperimentale

Carnisti e amanti della carne, vi andrebbe di spiegare il perché della vostra scelta alimentare?

Carnisti e amanti della carne, vi andrebbe di spiegare il perché della vostra scelta alimentare?

Il titolo di questo thread è la controparte di quello relativo allo stesso quesito, posto a vegani e vegetariani circa un anno fa. Potrebbe sembrare una presa in giro, ma credetemi, non lo è per niente. Il punto che vorrei esplorare ed indagare in questo thread è cercare di mettere in luce le vere ragioni per le quali le persone che consumano carne ... lo fanno. Risponderò a mia volta, sotto, perché sono stato un appassionato consumatore di carne (di ogni tipo, natura, tipo di cottura, provenienza, etc. etc.) per quarant'anni, quindi so benissimo quali meccanismi abbiano agito in me... ma mi domandavo quali fossero quelli che stanno agendo in ciascuno di voi, che consumate attualmente, normalmente ed in modo abituale, carne in quantità più o meno consistente.

Mi piacerebbe davvero tanto che al thread rispondessero solo consumatori di carne, e non vegani in vena di polemiche (poi, ovvio, intervenga tranquillamente chi vuole). Né ho la minima intenzione di polemizzare sulle risposte che ognuno che vorrà rispondere al quesito posterà qui di seguito: ovviamente questo non pregiudica la mia completa disponibilità a rispondere a mia volta a qualsiasi domanda mi venga rivolta.

Pare infatti ragionevole che chi decide di sostenere una dieta priva di carne, pesce e derivati animali debba in qualche modo "rendere conto" della propria scelta da dissidente, mentre si dà per scontato che chi opta per la scelta "normale" non si debba porre assolutamente il problema. Il punto, invece, è che nessuna scelta è una scelta, anche se è completamente inconsapevole: la mia domanda punta quindi a cercare di aumentare il livello di consapevolezza di ciascuno, che così come mette in questione la qualità di un sapone, o di un deodorante, o di un biscotto rispetto ad un altro, magari preferendo una marca all'altra per via della presenza o meno di ingredienti sgraditi o temuti (coloranti, conservanti, olio di palma, etc.), spesso approccia il banco carne con un atteggiamento assolutamente acritico, quasi quel banco diminuisse la capacità di discernimento e critica del compratore generico medio. 

Mi aiutate a capire meglio il "lato B" della medaglia? Grazie a chiunque vorrà intervenire!   


CiV


 18/11/2016 22:36:53
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
87 commenti
RobertoMontanari

RobertoMontanari99124

Naufrago

Se la chiamassi semplicemente "fame" ?

Mettere il cibo in bocca, masticarlo con cura ed inghiottirlo è un istinto al massimo da dominare, ma di reprimerlo non mi sogno neppure.

Poi c'è tutta una sovrastruttura che ci dice: "Questo sì, questo no, fermati, ricordati di quella volta che ..." ed allora l'istinto se ne va.

E' giusto che se ne vada ?   In tanti casi sì, sempre no,

Ed allora, senza esagerare, mangio di gusto

 18/11/2016 22:47:41
Claudio_in_Viaggio

Claudio_in_Viaggio16556

Indaco, vegano, spirituale, tantrika, sperimentale

@RobertoMontanari quindi per te sarebbero due i motivi: uno è il soddisfare l'appetito, o la fame, e quindi saziarsi in presenza di stimolo fame/sazietà. L'istinto di nutrirsi è ovviamente connaturato con ogni essere vivente, e naturale, dato che ne determina la sopravvivenza. Ovviamente reprimerlo non avrebbe senso, perché sarebbe una forma di suicidio (morte per inedia). Posso fare soltanto una piccola osservazione? Hai parlato di cibo, di sazietà, di istinto e di sopravvivenza... ma io chiedevo il perché della scelta della "carne" e non di una qualsiasi altra sostanza altrettanto in grado di soddisfare le stesse necessità di sfamare, far sopravvivere, etc. etc. Ti va di specificare, in questo senso?   

 18/11/2016 23:36:01
RobertoMontanari

RobertoMontanari99124

Naufrago

in risposta a ↑

Claudio_in_Viaggio, l'istinto di nutrirsi ha come oggetto ciò che riconosciamo come cibo. L'istinto non prevede il nostro intervento di scelta.  

Come quando ti innamori: mica l'hai scelta, no ?


Ci possono essere dei condizionamenti, che orientano i nostri istinti. 

Credo che i più importanti ce li danno i nostri genitori, nei primi anni di vita. La carne come alimento indispensabile per la crescita, fa sicuramente parte della cultura del dopoguerra, e sicuramente ha condizionato (in parte) i miei orientamenti. 


Ma il riconoscimento della carne (specialmente quella cotta alla fiamma) come cibo ottimo, credo derivi dall'antichità. Probabilmente è sia cultura, sia frutto della nostra evoluzione. 

Non dimentichiamoci mai che evolutivamente noi siamo quelli che hanno sconfitto gli altri. Gli sconfitti venivano sterminati, o ridotti in schiavitù, quindi noi siamo figli -con tutta probabilità- dei vincitori. 

Quei nostri progenitori non hanno avuto paura di infliggere la morte violenta, e forse sono stati più forti per via di come si alimentavano, e più aggressivi per via della fame che provavano. 


Così, a pensarci bene, quell'istinto che provo non ha nobili origini, ma questa caratteristica la possiamo riconoscere nell'istinto predatorio che accomuna la civiltà occidentale.

Ricordo un bellissimo intervento di Cacciari, alla radio, in cui paragonava la civiltà occidentale, rispetto alle altre civiltà, ad un leone affamato.  Paragone, per me, azzeccatissimo, che forse la dice lunga sul nostro orientamento carnivoro.

 19/11/2016 06:01:05
soniajuventina

soniajuventina2991

casalinga

Non credo che in questo caso si tratti di una scelta : la gente ha sempre mangiato carne quindi è "normale " che la gente continui a mangiare  carne . 
Trovo che  la vera scelta sia quella di non mangiare carne , ovvero  non uniformarsi alla massa e scegliere  di non mangiarla . 

 18/11/2016 22:55:13
Claudio_in_Viaggio

Claudio_in_Viaggio16556

Indaco, vegano, spirituale, tantrika, sperimentale

@soniajuventina , interessante. Dici -e sono d'accordo con te- che la gente ha sempre mangiato carne, quindi "non sceglie di farlo", semplicemente "continua a farlo", come ogni cosa che si è sempre fatta. E sono d'accordo anche con la tua seconda affermazione, ovvero che chi compie una vera scelta sia chi decide di non uniformarsi alla massa, decidendo di non mangiarla. Quindi per te è una questione di "abitudine", diciamo: la normalità, in quanto seguita dalla maggior parte della gente, della massa, e da tanto tempo. Grazie per la risposta!   

 18/11/2016 23:39:34
soniajuventina

soniajuventina2991

casalinga

in risposta a ↑

Claudio_in_Viaggio, si assolutamente si , è questa la mia convinzione ( magari sbaglio , ma penso sia cosi ) . 
Per quanto mi riguarda sto pian piano abbandonando il consumo di carne .  La mia è una scelta consapevole e  ragionata . Ho capito che la carne non fa molto bene , e ho molto rispetto per gli amici animali . 
Sono sincera il sapore della carne mi piace , ma ammetto anche che non comprandola più non ci penso quasi mai e non mi manca ( e qui si conferma la mia teoria : prima la mangiavo e pensavo di non poterne fare a meno , ora non compro e vivo bene senza mangiarla per mesi e mesi   . La mangio ancora , se vengo invitata a mangiare dai parenti o amici ma i parenti stretti comunque sanno che non gradisco e quindi ormai mi propongono pietanze alternative  .  Mi comporto cosi perchè talvolta ho paura di mettere in difficoltà chi mi invita : soffro di allergie , e ci sono un'infinità di cibi che non mi sono consentiti , di conseguenza  invitarmi a mangiare non è facile se poi metto anche dei limiti  sulla carne o altro  a chi mi invita viene l'esaurimento    
Buona giornata   

 19/11/2016 12:56:19
Claudio_in_Viaggio

Claudio_in_Viaggio16556

Indaco, vegano, spirituale, tantrika, sperimentale

in risposta a ↑

@soniajuventina grazie della bellissima risposta!  E auguri per il tuo progetto futuro!!!   

 19/11/2016 13:44:26
soniajuventina

soniajuventina2991

casalinga

in risposta a ↑

Claudio_in_Viaggio, ma figurati , rispondere mi è sembrato il minimo . 
Grazie a te e felice domenica   

 20/11/2016 12:03:14

Non sapevo esistessero i "carnisti" credo che sarebbe più corretto dire "onnivori", non credo ci sia al mondo qualcuno che mangi solo carne. E non credo si debba stare a spiegare perché uno mangi carne, pesce e uova. Non c'è nessuna filosofia dietro se non il semplice gusto di mangiare. Come ripeto sempre ci sono persone che mangiano e altre che semplicemente si nutrono per sopravvivere. Posso rispondenti con un semplice " perché è buona". 

 18/11/2016 22:57:23
Claudio_in_Viaggio

Claudio_in_Viaggio16556

Indaco, vegano, spirituale, tantrika, sperimentale

@Vampire , il termine "carnista" è un termine apparso molto recentemente in letteratura, per così dire, proposto da Melanie Joy, una psicologa sociale americana, docente di psicologia e sociologia all'Università del Massachusetts di Boston, nonché un'attivista vegana che ha scritto numerosi articoli e libri proprio sugli impatti e risvolti psicologici degli strumenti manipolativi utilizzati dalle società per creare proseliti inconsapevoli. In realtà "carnista" non è utilizzato per descrivere chi mangia solo carne (in quel caso si parlerebbe di "carnivori") ma per indicare chi contempla nella propria dieta carne e prodotti derivati dagli animali (dato che ne causano, più o meno direttamente, la morte). Per quanto ci riguarda come specie animale umana, il termine "onnivori" è senz'altro quello corretto.

Quanto alla domanda iniziale, affermi che non ci si dovrebbe soffermare per spiegare (o spiegarsi) il perché di questa scelta, dato che questa non prevede alcuna filosofia se non il semplice soddisfacimento del gusto (punto che riprendi dicendo poi "perché è buona"). Quindi per te direi che il motivo fondamentale è il gusto: "perché è buona", appunto. Grazie per la risposta!   

 18/11/2016 23:47:36
in risposta a ↑

Claudio_in_Viaggio, e se li chiamassimo "cadaveriani"? 

 02/03/2017 17:25:49
canardu

canardu109436

CEO, Amministratore Delegato

Mi piace il sapore del sangue.


Già la tua foto mi fa storcere il naso perchè è troppo cotta.

 18/11/2016 23:00:42

canardu, infatti la carne al sangue è molto più buona e tenera. 

 18/11/2016 23:03:50
canardu

canardu109436

CEO, Amministratore Delegato

in risposta a ↑

Vampire, ci sono alcuni tipi di carne che mangio proprio crudi.

 18/11/2016 23:05:10
in risposta a ↑

canardu, anche. Sicuramente la carne troppo cotta non mi attira per niente.

 18/11/2016 23:06:24
Claudio_in_Viaggio

Claudio_in_Viaggio16556

Indaco, vegano, spirituale, tantrika, sperimentale

in risposta a ↑

@Vampire , @canardu :  completamente d'accordo. Impossibile anche per me, anzi quasi impensabile, gradire una carne troppo cotta. Ma anche a media cottura: al sangue, e pure cruda, casomai, ha un senso completamente diverso. Ho mandato indietro diverse volte la carne al ristorante perché troppo cotta, sebbene avessi chiesto in ogni modo che fosse preparata "al sangue, raw, blue... cruda, insomma!"... 

 18/11/2016 23:50:26
Claudio_in_Viaggio

Claudio_in_Viaggio16556

Indaco, vegano, spirituale, tantrika, sperimentale

@canardu , quindi anche per te il motivo è "il gusto": "mi piace il sapore del sangue". Perfetto, grazie mille!   

 18/11/2016 23:50:59
canardu

canardu109436

CEO, Amministratore Delegato

in risposta a ↑

Claudio_in_Viaggio, si se non mi piacesse opterei per altre fonti proteiche senza problemi.

 18/11/2016 23:55:37

canardu,    detta così fa rabbrividire!

 20/11/2016 13:00:20
canardu

canardu109436

CEO, Amministratore Delegato

in risposta a ↑

CieloDiSettembre, magari sono un vampiro   


No scherzo, sono troppo schizzinoso, mi piace solo la carne al sangue.

 20/11/2016 13:04:30
in risposta a ↑

canardu,  mmmm....aspetta!  Mordere il collo di una donna no , mordere un maiale al sangue si   , il sangue c'è comunque. Forse lo preferisci accompagnato   

 20/11/2016 13:30:53
canardu

canardu109436

CEO, Amministratore Delegato

in risposta a ↑

CieloDiSettembre, di solito mi piace baciarlo il collo di una donna, se lo mordo mi becco come minimo una pizza in faccia.   

 20/11/2016 13:33:57
Claudio_in_Viaggio

Claudio_in_Viaggio16556

Indaco, vegano, spirituale, tantrika, sperimentale

in risposta a ↑

@canardu , naaaa... non hai davvero idea di quante amanti di graffi e morsi circolino, e aggiungerei, "per fortuna"!!!   

 23/11/2016 07:57:26
gnommywave

gnommywave6466

Game Sound Designer

Post interessante.


Personalmente già mi sono fatto un'idea del perchè tante persone mangiano carne regolarmente.

Riporto alcune risposte che ho ricevuto quando ho fatto una domanda simile alla tua a vari miei conoscenti.


1. Perchè è buona.

2. Altrimenti le proteine dove le prendo?

3. Estrema fiducia nella medicina, e nelle fonti di informazioni più comuni (giornali, telegiornali, ecc.)

4. Perchè è buona.

5. L'uomo è superiore agli animali.

6. Tanto quella mucca mica devo ucciderla io, fortuna che qualcun'altro lo fa per me.

7. Io mangio solo carne proveniente da allevamenti bio. (?)

8. Anche le piante hanno dei sentimenti.

9. Ho sempre mangiato carne fin da bambino e di certo non smetterò per le sciocchezze che dice certa gente.

10. Perchè è buona.



 19/11/2016 00:38:02

gnommywave, anche io ho fatto una lista. Comprende tutte le risposte che hai dato tu . Mancano solo:

- perché l'uomo è per natura carnivoro 

- per abitudine e mi secca cambiare 

- perché è buona e la mia gola viene prima 

-per cultura 

-se non li mangiamo gli animali aumentano e poi che ne facciamo 

 19/11/2016 07:09:09
gnommywave

gnommywave6466

Game Sound Designer

in risposta a ↑

Sibel_, ecco, quelle che hai detto tu le avevo dimenticato   

 19/11/2016 08:04:39
in risposta a ↑

gnommywave, dimenticavo . ."è sempre stato così ed è quindi giusto". Anche ai tempi della schiavitù sicuramente lo pensavano . ..perché cambiare dato che è sempre stato così ?   

 19/11/2016 08:21:32
Claudio_in_Viaggio

Claudio_in_Viaggio16556

Indaco, vegano, spirituale, tantrika, sperimentale

@gnommywave (e @Sibel_ ), grazie della risposta. Se non sbaglio entrambi siete [filo?]vegani, giusto?

 19/11/2016 13:48:11
gnommywave

gnommywave6466

Game Sound Designer

in risposta a ↑

Claudio_in_Viaggio, si sono vegano. Ti invito a considerare anche l'altra mia risposta   

 19/11/2016 13:56:00
Claudio_in_Viaggio

Claudio_in_Viaggio16556

Indaco, vegano, spirituale, tantrika, sperimentale

in risposta a ↑

@gnommywave , certamente, anzi... già fatto!   Grazie davvero.

 19/11/2016 14:11:48
in risposta a ↑

Claudio_in_Viaggio, sì vegana anch'io . 

 19/11/2016 14:28:32
Cindie-Hafer

Cindie-Hafer6971

"ascolta o la tua lingua ti renderà sordo"

gnommywave,  adoro classificare le cose e forse queste persone si possono dividere in due gruppi:


1- non riescono a cambiare (sono convinte di non riuscirci)

2- non vogliono cambiare (non hanno la motivazione per farlo)


Il primo gruppo può giustificare la propria "scelta" (che sia o meno una scelta ora non lo sto a discutere) in questi modi:

- l'ho sempre fatto (quindi è difficile smettere)

- mi piace il gusto (quindi non resisterei a lungo)

+ qualsiasi altra giustificazione (per quelli che cercano di trovare scuse per la propria incapacità di cambiare alimentazione - notare che qui parlo di chi non riesce a cambiare ma lo vorrebbe)


Il secondo gruppo aggiunge tante altre argomentazioni, che si dividono in diversi ambiti:

- salute ( compresi i discorsi evoluzionistici e su quanto sia naturale mangiare carne)

- etica ( argomentazioni che ricorrono alla logica, come la questione delle piante)

- ambiente ( non è necessario eliminare completamente la carne perché (....) )

- società  ( il settore dei prodotti animali genera lavoro/tutti mangiano carne / etc..)

+ quelli che non si pongono il problema di argomentare e di mettere in discussione o difendere la propria abitudine (di solito dicono che è normale/gli piace il gusto). 


può essere un buon riassunto?   



P.S. aggiungerei che, specialmente per chi non riesce a cambiare, il fatto di ridurre il consumo di carne/comprare bio potrebbe essere una buona soluzione, perché è alla portata di tutti.

 19/11/2016 20:43:25
in risposta a ↑

Sibel_, ahhh l'ultima è veramente una chicca: mai sentito parlare di allevamenti intensivi? Se non si mangiasse carne gli animali , in particolare bovini ovini e pollame diminuirebbero non aumenterebbero . 

 02/03/2017 17:29:19

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader