Anche quest'anno invierò un racconto al concorso letterario del CAMPIONATO ITALIANO DELLA BUGIA.  A premiazione avvenuta ve lo farò conoscere. 

 10/05/2019 17:15:57
donatella

donatella210963

ex traghettatrice di Quaggers

Gattorso, mi piace un sacco questa storia del Campionato Italiano della Bugia, sai? Aspetto di leggere il tuo racconto.   

 12/05/2019 18:18:04
in risposta a ↑

donatella, questo è il racconto che avevo mandato al concorso del 2018

Il quadro vivente


Maria e Ada avevano deciso di andare a vedere il quadro del mangiatore di fagioli di Van Gogh, conservato nella Galleria di Palazzo Giallo a Genova.

Ada, studiosa di Dante, contestava l’affermazione di Fritz Burckhardt che il quadro fosse ispirato al famoso verso dantesco “il cibo di colui che tanto sape”. Maria, appassionata di pittura, aveva mangiato, per calarsi nello spirito del quadro, una zuppa di fagioli e cipolle, anche se per lei quel cibo era sconsigliato. Soffriva infatti di aria intestinale, tanto che aveva dovuto sviluppare raffinate tecniche per liberarsene senza farsi notare.

Entrate nella Galleria, le due amiche girarono per le sale, finché si trovarono di fronte al quadro del mangiatore di fagioli di Van Gogh. Mentre lo stavano ammirando, un signore con gli occhiali si avvicinò al dipinto esaminandolo con molta cura. Alle due amiche quel dipinto interessava in modo particolare, e decisero di rimanere ad osservarlo finché quel visitatore non si fosse spostato, permettendo così la visione dell’intero dipinto. Finalmente quello si spostò indietro, per ammirare meglio il quadro nel suo insieme. Maria, che si sentiva scoppiare per l’aria nell’intestino, dopo qualche minuto fece cenno a Ada che potevano ormai andare a vedere il quadro successivo. Appena Ada si mosse, Maria rilasciò con arte sopraffina una silenziosa ma consistentissima flatulenza. Lo sconosciuto visitatore, avendo di nuovo la visuale libera, si portò di nuovo di fronte al quadro, annusò l’aria, e borbottò tra sé, entusiasta: “Che meraviglia! Che realismo! Il quadro fa addirittura flatulenze, per di più con odore di cipolle. È evidente che con questo artificio Van Gogh voleva farci comprendere che quei fagioli sono stati cucinati con le cipolle. Meraviglioso!”.

 27/06/2019 16:44:40
donatella

donatella210963

ex traghettatrice di Quaggers

in risposta a ↑

Gattorso, sei distratto! Lo avevi già inserito nel tuo commento.   

Tra l'altro, uno degli errori inclusi nel tuo racconto non è ancora stato svelato.

 03/07/2019 07:58:00
in risposta a ↑

donatella, scusami, sono molto distratto, e per di più capito su quag meno di una volta al mese, così non mi ricordo più cosa avevo scritto.  Se c'è ancora un errore da svelare, la sfida è aperta, anche perché a settembre, se me ne ricorderò, pubblicherò su quag il racconto che ho mandato quest'anno al campionato della bugia

 23/07/2019 17:49:09
in risposta a ↑

donatella, pare che la giuria abbia già scelto, quindi non aspetto la proclamazione dei vincitori, tra i quali io non sarò certamente, e pubblico qui il mio racconto, sfidando chi vuole scoprire tutte le bugie.  Se qualcuno lo vorrà, pubblicherò anche l'elenco delle bugie  (ma non di tutte).   Quest'anno il tema era l'uomo sulla Luna (l'impresa del 1969).

L’uomo sulla Luna

Il grande studioso era perplesso. La descrizione, da molti ritenuta profetica, dello psicopompo a depressione, era veramente opera di Talete? Leo Spritz se lo domandava da alcuni giorni, mentre stava rivedendo i capitoli finali della sua Storia dell’astronautica dall’antichità ad oggi. Era ormai giunto a scrivere dello sbarco sulla Luna, e quelle antiche teorie, riemerse prima con la teoria torricelliana, e poi con la prima realizzazione pratica, il diavoletto di Cartesio, gli instillavano molti dubbi: erano forse proprio quelle che erano state utilizzate per documentare lo sbarco dell’uomo sulla Luna?

Certamente non si poteva ignorare la straordinaria visione cosmica contenuta nell’opera L’origine del mondo di Courbet pubblicata nel 1934, né trascurare un’opera come la Propulsione aerospaziale proctodinamica del von Liebig del 1949, pur condannata, per la sua visione scatologica, nell’enciclica Forum non foramen di Pio XII.

Decise dunque di consultare l’opera fondamentale del famoso astrofisico tedesco Ambrosius von Kalepien, che aveva diretto il progetto Pollo III, ed aveva così accuratamente trattato del modo di documentare l’allunaggio e il decollo del modulo spaziale inviato sulla Luna. Diede una rapida scorsa al lungo capitolo che trattava dell’accelerazione di Coriolis nel decollo dalla Luna, passò ad esaminare i successivi capitoli che riguardavano il decollo, e qui trovò la sorprendente affermazione: “la variazione di pressione del liquido provocherà la salita o la discesa del modellino, che darà l’impressione dell’allunaggio e del decollo”. Ora era tutto chiaro! Avevano costruito un modellino, avevano filmato allunaggio e decollo e lo avevano trasmesso per televisione. Era dunque tutto un inganno: nessuno era andato sulla Luna nel 1969.

 31/07/2019 11:26:00
in risposta a ↑

Pubblico qui gli errori inseriti volutamente nel racconto del 2018, per chi non li avesse trovati tutti.

A Genova esistono Palazzo Bianco e Palazzo Rosso, non Palazzo Giallo.

Il mangiatore di fagioli è un dipinto di Annibale Carracci, non di van Gogh, che dipinse invece i mangiatori di patate.

Il famoso storico dell’arte Burckhardt si chiamava Jacob, non Fritz (che era suo fratello).

Dante non scrisse mai il verso “il cibo di colui che tanto sape”.

 31/07/2019 11:30:30
donatella

donatella210963

ex traghettatrice di Quaggers

in risposta a ↑

Gattorso, grazie per aver svelato il mistero.   

 01/08/2019 09:13:08
donatella

donatella210963

ex traghettatrice di Quaggers

in risposta a ↑

Gattorso, non fare l'elenco degli errori. Però ho bisogno di un po' di tempo per leggere bene e cercare di scoprirli. A presto.

 01/08/2019 09:14:47

Il Telegraph ha pubblicato alcune curiosità su Michael Jackson:


  • Sulla Walk of Fame ha ottenuto due stelle, una per la sua carriera da solista e una per il percorso con i Jackson Five
  • Aveva due lama e un boa constrictor: Louis, Lola e Muscles. Ma non è tutto: aveva anche un ariete, chiamato Mr. Tibbs. Il suo animale domestico più famoso è stato uno scimpanzé di nome Bubbles
  • Il secondo nome della star era Joseph
  • Era terrorizzato dai ragni e dall'uomo ragno
  • Il particolare colore della sua pelle , passato da nero a bianco, era oggetto di aspri dibattiti. Non è chiaro se si sia mai sottoposto a sbiancamento o se soffrisse di vitiligine (come asserito dal suo dermatologo)

  • Era vegetariano ma adorava in modo smisurato il cibo messicano
  • Prima dei live avrebbe bevuto acqua calda contenente caramelle balsamiche sciolte
  • La sua bara sarebbe costata circa 25mila dollari, realizzata in bronzo massiccio e oro



Questo, almeno, quanto dice il Telegraph.





 23/11/2019 20:18:16
donatella

donatella210963

ex traghettatrice di Quaggers

Anticoguardiano, uelà, chi si rivede! Ben ritrovato, carissimo.   


Vieni subito a movimentare il mio post degli errori con le tue difficilissime storie. Come prima cosa prometto che non andrò a cercare l'articolo, non voglio barare. Però vorrei capire se l'errore lo ha commesso il Telegraph o se tu sai che una delle affermazioni è sbagliata. Adesso sei pure esperto della vita di Michael Jackson?

 23/11/2019 20:30:02
in risposta a ↑

donatella, ciao!  

Adesso sei pure esperto della vita di Michael Jackson?


Assolutamente no!  
Mi è capitato di leggere una notizia, quindi sono andato a cercare qualche curiosità...


Però vorrei capire se l'errore lo ha commesso il Telegraph o se tu sai che una delle affermazioni è sbagliata.


Allora, io non so quanto sia affidabile l'articolo originale, non rispondo delle loro falsità, ma c'è un errore mio che è fortemente voluto...   



 23/11/2019 23:21:36
donatella

donatella210963

ex traghettatrice di Quaggers

Anticoguardiano, boh, vado a tentativi.


Sulla Walk of Fame ha ottenuto due stelle, una per la sua carriera da solista e una per il percorso con i Jackson Five

Vero.


Aveva due lama e un boa constrictor: Louis, Lola e Muscles. Ma non è tutto: aveva anche un ariete, chiamato Mr. Tibbs. Il suo animale domestico più famoso è stato uno scimpanzé di nome Bubbles

Avevo letto del suo zoo personale. Ricordo lo scimpanzé e il boa. Magari uno dei nomi è sbagliato?


Il secondo nome della star era Joseph

Vero.


Era terrorizzato dai ragni e dall'uomo ragno

Ce lo vedo terrorizzato dai ragni. Ma che lo fosse anche dall'Uomo Ragno no, dai. Mi pare troppo anche per uno stravagante come lui.


Il particolare colore della sua pelle , passato da nero a bianco, era oggetto di aspri dibattiti. Non è chiaro se si sia mai sottoposto a sbiancamento o se soffrisse di vitiligine (come asserito dal suo dermatologo)

Vero, non si è mai chiarita bene la dinamica.


Era vegetariano ma adorava in modo smisurato il cibo messicano

Era vegetariano ma non so se gli piacesse la cucina messicana. Vero?


Prima dei live avrebbe bevuto acqua calda contenente caramelle balsamiche sciolte

Non ne ho idea. Vero?


La sua bara sarebbe costata circa 25mila dollari, realizzata in bronzo massiccio e oro

Vero.

 24/11/2019 17:56:14
in risposta a ↑

donatella,


Ce lo vedo terrorizzato dai ragni. Ma che lo fosse anche dall'Uomo Ragno no, dai. Mi pare troppo anche per uno stravagante come lui.


Esatto!   


Pensa, invece, che la ricerca sulle curiosità riguardo a Michael era iniziata proprio quando ho letto per caso che avrebbe voluto interpretare l'uomo ragno nel primo film...   

 24/11/2019 22:54:45
donatella

donatella210963

ex traghettatrice di Quaggers

in risposta a ↑

Anticoguardiano, noooo, azzeccato al primo colpo. Peccato, preferisco gli errori combattuti. Comunque, a parte alcune notizie che conoscevo, è stata una botta di fortuna.  Alla prossima.   

 26/11/2019 09:11:18

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader