Ghiandaiaimitatrice

Ghiandaiaimitatrice7611

Introversa e molto emotiva

Diavolo callunniatore, satana oppositore eh si, satana svia l'intera terra abitata dietro le quinte, è bravo nell'arte dell'ingannare la società.

Naturalmente, fa credere alle persone che non esiste, ma è un burattinaio che utilizza i suoi trucchi per allontanare la società umana da Dio.

 11/08/2019 14:20:53
Karo_Lina

Karo_Lina64691

Vorrei del vino, te e le conseguenze


Se una delle più grandi vittorie del diavolo è far credere che non esista, si può dire che l'Africa è stato il suo trionfo, poiché nelle religioni tradizionali locali è sconosciuto un principio cosmico malefico come quello presente nella fede cristiana. Il concetto di diavolo ha fatto la sua comparsa solo attraverso la colonizzazione, dopodiché ha cominciato a essere incluso nei sistemi di credenze indigeni.

Nelle lingue africane originariamente non esisteva nemmeno una parola per indicare il diavolo: per cercare di far penetrare questo concetto, i portatori del Cristianesimo e dell'Islam hanno deformato e demonizzato (in modo assai patetico, direi) precedenti divinità africane come Esu ed Ekwensu.

FlavioBertamini

FlavioBertamini85479

Dead man walking

Karo_Lina, ma del resto lo stesso è accaduto con le divinità semitiche dei popoli che circondavano Israele: i vari Baal (signori) Baal-peor -> Belfagor, Baal-zebub -> Belzebù ... Credo che il nome Annibale o Asdrubale riprenda la radice -baal, giacchè i cartaginesi erano di origine fenucia!

 04/09/2019 11:53:24
RobertoMontanari

RobertoMontanari99704

Naufrago

Karo_Lina, non mi quadra però completamente la tua impostazione storica: la diffusione del cristianesimo in africa (principalmente nell'area etiopica) data molto prima della colonizzazione occidentale. Oltretutto credo che il processo di colonizzazione sia stato preceduto da secoli di semplice predazione, soprattutto per la deportazione di schiavi nel nord america, durante i quali non è stata fatta nessuna operazione "culturale" dagli occidentali; casomai l'influenza era araba 

 04/09/2019 14:28:39
FrancescoFrank

FrancescoFrank178346

Organizzazione eventi culturali

in risposta a ↑

RobertoMontanari, credo che la conversione di questi popoli (in buona parte) al Cristianesimo sia avvenuta nell'800

 04/09/2019 19:56:41
FrancescoFrank

FrancescoFrank178346

Organizzazione eventi culturali

Karo_Lina, Karo_Lina, mmhh...per quel che ne so il Cristianesimo ha portato sì ad una demonizzazione di queste divinità, ma non in modo sistematico come si vuol far credere; nel senso che in parte lo ha fatto e in parte le ha assimilate, (questo è un normale processo di sincretismo); la santeria ad esempio è il risultato di questa assimilazione della cultura Yoruba da parte del Cattolicesimo, peraltro davvero molto intrigante (vedi quella cubana). Sono meccanismi destinati a ripetersi in tutte le religioni. Il Cristianesimo ha in parte assimilato anche il culto di Dioniso, escludendo/demonizzando alcune parti di esso, e a sua volta il Cristo "rischiò" di essere assimilato al pantheon Romano per mano di Alessandro Severo...

 04/09/2019 20:11:14
Karo_Lina

Karo_Lina64691

Vorrei del vino, te e le conseguenze

in risposta a ↑

RobertoMontanari, con la notevole eccezione dell‘Etiopia, dove il cristianesimo era già presente in epoca antica, la diffusione della fede a opera dei gesuiti conosce una prima ondata tra la seconda metà del XVI sec. e la prima del XVIII (Marocco, Mozambico e Etiopia stessa). La seconda ondata (da metà Ottocento) arriva nelle colonie europee dell’Africa centrale, fino all’Angola. 

 04/09/2019 21:20:51
Karo_Lina

Karo_Lina64691

Vorrei del vino, te e le conseguenze

in risposta a ↑

FrancescoFrank, quello che è accaduto in Africa è piuttosto diverso dai fenomeni classici di sincretismo come la Santeria o il Candomblé. Nel caso di Esu si è deformata deliberatamente la cosmologia Yoruba, attribuendogli un ruolo demoniaco che non corrisponde affatto a quello della divinità originale. Ciò ha provocato per decenni un conflitto tra credenze ancestrali e cristianità: invece di considerarle come due distinte tradizioni religiose, si è portata avanti questa distorsione per la quale le credenze tradizionali erano opera del diavolo. Solo recentemente questa manipolazione ha cominciato a essere corretta e la figura di Esu ripristinata nella sua originale collocazione.

Pare che alla base della distorsione ci sia l’opera di un missionario Yoruba, Ajayi Crowther, poi divenuto vescovo: fu lui a tradurre come Esu il nome del diavolo nella Bibbia a metà Ottocento, e ad attribuirgli il ruolo di Satana. Sembra che agì così per un sentimento di vendetta verso il suo stesso popolo, in quanto da ragazzino era stato rapito da una tribù rivale e venduto come schiavo.

 04/09/2019 21:55:01
FrancescoFrank

FrancescoFrank178346

Organizzazione eventi culturali

in risposta a ↑

Karo_Lina, questo è interessante, solitamente la demonizzazione  è un meccanismo che scatta in concomitanza con periodi di forti tensioni all'interno di una società chiusa (in tutti i sensi); frustrazioni e dissensi scaturiti anche da sentimenti di rivalità..tutte cose che solitamente portano ad una "caccia alle streghe". Grazie molto interessante

 04/09/2019 22:03:24
qvotds

qvotds4206

in risposta a ↑

Karo_Lina, Gli esorcisti Cristiani dicono che in Africa stanno così inguaiati per colpa dello spiritismo,vodoo,e makumba mentre gli Antroposofi pensano  che i molti che si incarnano oggi in Paesi del terzo mondo - e non in Paesi più evoluti - siano esseri rifiutati (aborti o semplice egoismo di coppie che non vogliono rinunciare alla propria vita professionale o edonistica) in Occidente o esseri che devono attraversare prove altrettanto se non più dure in quei Paesi.... 


Io ho ribadito soltanto una cosa eh..,vedi di non ridurmi in polpette ,se devi fare la difficile rivolgiti a Frank così la figura del fesso la fa lui. 

 04/09/2019 22:12:53
Karo_Lina

Karo_Lina64691

Vorrei del vino, te e le conseguenze

in risposta a ↑

qvotds, io non voglio blastare nessuno o dare del fesso a chi discute con me, ma figuriamoci! Le opinioni degli esorcisti mi lasciano abbastanza indifferente, come pure quelle degli antroposofi. Diciamo che questi ultimi hanno una concezione del karma molto approssimativa e, nel caso specifico, anche piuttosto razzista. 

 05/09/2019 11:35:22
FrancescoFrank

FrancescoFrank178346

Organizzazione eventi culturali

in risposta a ↑

qvotds, sarebbe carino che tu motivassi la tua argomentazione con delle fonti, che ne dici? Direi che @Karo_Lina ne sa un cicinin piú di noi, per questo è davvero utile un confronto

 05/09/2019 11:41:14
qvotds

qvotds4206

in risposta a ↑

FrancescoFrank, Vedi tu o vedo io cosa significa "Blastare"?

 05/09/2019 11:44:09
qvotds

qvotds4206

in risposta a ↑

Karo_Lina, Ma figurati,so benissimo che oltre alla cultura smisurata hai anche educazione e umiltà. Ieri avevo la testa scherzosa. Cmq non sono d'accordo sul fatto del razzismo.Non vedo nessun razzismo in quanto si parla degli Africani in innegabile stato di sofferenza estrema.Ci sono anche Africani che guadagnano miliardi giocando a calcio e golf.

 05/09/2019 11:51:44
Karo_Lina

Karo_Lina64691

Vorrei del vino, te e le conseguenze

in risposta a ↑

qvotds, ok, ma l'idea della reincarnazione in un paese del terzo mondo (visto come luogo punitivo senza orizzonti di speranza) è comunque aberrante e tipica di una concezione che vede al centro l'Occidente. 

 05/09/2019 12:08:35

E bravo questa diavolo... che aspettiamo, a dargli un premio?   

 04/09/2019 20:04:42
BSL-Silvia

BSL-Silvia171

Changemaker, operatore olistico, shatsuka, artista

se l'è già preso, e pure alla grande, tutte le anime delle persone che non se ne curano, per le quali non è importante.. non c'è bisogno di parole nell'universo, basta taciti assensi  ^_^  basta vedere chi ha ancora un'aura e chi no, chi non ne ha una, è perchè non ha un'anima... il che vuol dire che un giorno sarà solo concime per la terra e basta, nessuna continuazione....

 05/09/2019 16:07:07
in risposta a ↑

BSL-Silvia, eh, già 

 05/09/2019 16:20:08

Per chi ci crede, esiste. E' stato creato appositamente per giustificare i fallimenti e le mancanze di Dio, salvaguardandolo.

E' sempre interessante notare il bisogno costante che c'è di trovare qualcuno a cui riversare le proprie colpe, e il tutto per salvare la propria coscienza da non si sa cosa. Davvero ammettere a se stessi e agli altri di non essere perfetti è qualcosa di orripilante? 

La controparte serve solo a quello scopo. Per buttare tutto ciò che non riusciamo ad accettare di noi, estraniandolo. 

Come per Dio comunque, anche al Signore Re del Male, non chiederei nulla. 

Forse.

 05/09/2019 12:33:53

202_feat, eh, già 

 05/09/2019 13:45:49
BSL-Silvia

BSL-Silvia171

Changemaker, operatore olistico, shatsuka, artista

... suppongo tu non abbia mai assistito ad un esorcismo... fa venire la pelle d'oca anche a un ateo... al di là dell'esistenza di Dio, esistono entità differenti... poi, un Dio che ha creato un mondo perfetto, dove sono fallimenti? Se andiamo a guardare bene ogni cosa, quelli che noi chiamiamo fallimenti sono una nigredo che serve all'apertura di nuove realtà... dalle quali si esce rafforzati, senza i fallimenti di prima, non avremmo la corazza per affrontare altre situazioni. E' tutto concatenato, nulla mai dato al caso, facilmente distinguibile anche dal più scaltro degli atei....

 05/09/2019 16:02:23
in risposta a ↑

BSL-Silvia, rispetto la tua visione

 05/09/2019 16:11:43

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader