02/07/2016 09:35:06
Harry_Vandenpost

Harry_Vandenpost209571

Distributore di pillole rosse.

FrancescoFrankitubiP, tra l'altro le borse sono risalite. Sembrava che dovesse venire la fine del mondo, stando ai telegiornali.



 02/07/2016 09:59:05
FrancescoFrankitubiP

FrancescoFrankitubiP1691

artista & ricercatore

in risposta a ↑

Harry_Vandenpost, ma figurati! Senza considerare che è un paese che in UE non c'è mai entrato, vista la moneta sovrana..

 03/07/2016 13:27:14

Sembra che abbiano cambiato idea, non si fa più.

Più per paura delle conseguenze che per altro.

 26/02/2019 20:26:53
Rosa_dei_Venti

Rosa_dei_Venti89601

Comunicatrice

Gentile collega @ilmiozio  bello il tuo post datato 3 anni fa e mai visto. Ora ad eventi chiari, sai quanti italiani stanno tornando e per certo non vi rifarebbero più ritorno? ne conosco personalmente...

 04/08/2019 07:36:34
ilmiozio

ilmiozio203571

Estremista di destra e di sinistra

Rosa_dei_Venti, Se così fosse sarebbe un altro degli effetti positivi della brexit.

La brexit infatti devi inquadrarla dal punto di vista di chi l'ha votata e voluta, vale a dire gli inglesi, non da quello dei tuoi amici e conoscenti.

 04/08/2019 08:35:46

A 4 anni da questo thread finalmente si conclude la vicenda. Vittoria netta dei conservatori e quindi il 31 gennaio l'Inghilterra sarà fuori dall'Unione Europea. Si aprono quindi altri scenari in Europa, compreso il successo di chi vuol far uscire la Scozia dal Regno Unito. Trump ha già fatto sapere che si sta fregando le mani per nuovi accordi commerciali con l'Inghilterra fuori dalla UE. 

 13/12/2019 08:42:04

minimamoralia, a mio parere : la vicenda comincia solo ora e durerà forse perfino un ventennio.


Modifico : comunque, il Brexit no Brexit sembrerebbe concluso.

Anche se esiste ancora una possibilità per fermarlo.

 13/12/2019 08:45:43
in risposta a ↑

Sanguanel, Non parlare di ventennio, ti prego   

 13/12/2019 09:59:16
in risposta a ↑

minimamoralia, beh, se addirittura "mi preghi" non lo farò di certo.

Non lo scrivo più in tua presenza e senza il tuo permesso. Ok.

 13/12/2019 10:01:51
in risposta a ↑

Sanguanel, Sappi che con la buona azione quotidiana oggi sei a posto.

 13/12/2019 14:48:44 (modificato)
pastrank

pastrank43451

Den som är satt i skuld är icke fri

minimamoralia, ci sarebbe da chiedersi quali accordi vorrebbe fare con la Gran Bretagna che prima non poteva fare   

 13/12/2019 18:29:15
in risposta a ↑

pastrank, Domandone   

 15/12/2019 17:16:42
ilmiozio

ilmiozio203571

Estremista di destra e di sinistra

minimamoralia, vorrei fare notare, ma senza voler essere cattivo che in questi tre anni e più dal referendum, molti utenti di quag, sobillati dai soliti giornalacci di regime : Corriere, Repubblica, Stampa, Sole, hanno creduto veramente che gli inglesi, nel frattempo, si fossero pentiti.

La realtà però alla fine fa sempre piazza pulita della menzogna. Il trionfo di Bojo, in quello che de facto è stato un secondo referendum, ha tacitato gli euroinomani di casa nostra e ribadito come stanno le cose quando dalle fantasie si passa ai numeri.


 15/12/2019 21:22:02
in risposta a ↑

ilmiozio, è stata una scelta!

Nulla c'entrano parole come "realtà" è "menzogna".

Hanno scelto! Stop.

Scelta giusta o sbagliata?

Ai posteri la sentenza.


Ma l'inserire ora il "realtà" e "menzogna" è non solo fuori luogo, ma spudoratamente politicamente strategico.


Retorica! Alla fine.


 15/12/2019 21:29:47
PaoloVincenti

PaoloVincenti33376

Stratega del vuoto - SMM

in risposta a ↑

ilmiozio, ne sei proprio convinto?  Se dalle fantasie passiamo ai numeri, vediamo che i partiti pro-Brexit (Tories + Farage) hanno totalizzato il 45% delle preferenze (14,5 milioni di voti, gli stessi presi da Theresa May nel 2017, contro i 16 milioni di voti dell'opposizione nel suo complesso) . Cioè, se si fosse trattato di un secondo referendum, che richiede una votazione con sistema proporzionale, molto probabilmente lo avrebbero perso (ci sono laburisti pro-leave, ma ci sono anche conservatori pro-remain, come l'ex-premier Cameron e la sua corrente). Ciò non toglie che BoJo abbia vinto largamente e legittimamente, grazie a un sistema peculiare di voto (maggioritario con uninominale secco) che - l'ho sempre affermato in tempi non sospetti e non mi stancherò mai di ripeterlo - è quello che meno rispetta il principio della democrazia, perché consente spesso un'ampia vittoria a chi prende meno voti.

 15/12/2019 23:08:40
ilmiozio

ilmiozio203571

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

PaoloVincenti, Lascia stare, di meccanismi elettorali ne parliamo poi. Non è questo il punto.

Il punto è che che per anni i giornalacci ci hanno massacrato i zebedei con due fake :. 

1) Il ripensamento degli inglesi e il rimpianto per l'UE

2) Le devastazioni sociali ed economiche che avrebbero colpito UK in caso di abbandono UE.

La prima è stata smentita dal trionfo degli euroscettici.

Per la seconda è solo questione di mesi. Tutti (anche tu) capirete che UE è una prigione.

 15/12/2019 23:45:45
pastrank

pastrank43451

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

ilmiozio, il ripensamento avverra' solo dopo i secondo punto, e se dico che avranno delle bolle botte, non e' detto che siano tutte insieme: per dire, in molti progetti europei sentivo l'altra settimana che la GB avrebbe partecipato "alla norvegese", ovvero pagando: certo sono piu' realisti di noi, di quelli che credono di far sopravvivere un paese aprendo sartorie, ma intanto sono miliardi che spenderanno, dato che e' impensabile che una nazione di dimensioni come la loro possa avere progetti paragonabili a quelli di una comunita' molto piu' grande.

Insomma, il declino ci sara' ma sara' lento, non temere che alle prossime elezioni in Italia ancora non sara' mostrato nei suoi pieni effetti.

Aggiungo poi che i media massacrano anche gli eurofavorevoli: tutte le sere, per esempio, guarda le reti Mediaset.

 16/12/2019 01:22:35
pastrank

pastrank43451

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

PaoloVincenti, guardando i voti presi, e' stata molto piu' una sconfitta di Corbyn che una vittoria di Johnson...

 16/12/2019 01:27:13
PaoloVincenti

PaoloVincenti33376

Stratega del vuoto - SMM

in risposta a ↑

ilmiozio, anche se mettiamo da parte i meccanismi elettorali (che determinano la distribuzione dei seggi in Parlamento), la situazione non cambia molto: a giugno 2016 votarono per il leave 17.410.742 elettori, alle ultime elezioni Conservatori+ Brexit Party+Unionisti (il fronte del Leave, grosso modo) hanno raccolto in tutto 14.852.996 voti. Sono due milioni e mezzo di consensi in meno, se ragioniamo in termini assoluti. Forse gli inglesi che ci hanno ripensato non sono così pochi.

 16/12/2019 08:37:31
PaoloVincenti

PaoloVincenti33376

Stratega del vuoto - SMM

in risposta a ↑

pastrank, i conservatori hanno aumentato i loro voti dello 0,7% e hanno guadagnato 47 seggi. I liberaldemocratici sono passati dal 7,4% all' 11,5%, ma hanno perso un seggio. Poi non mi si venga a dire che il sistema maggioritario non produce risultati a caso.

 16/12/2019 11:23:39
pastrank

pastrank43451

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

PaoloVincenti, e Corbyn appunto ha perso oltre due milioni di voti.

 16/12/2019 16:52:22
ilmiozio

ilmiozio203571

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

PaoloVincenti, Niente. Non c'è la puoi fare. Meglio così, lode agli avversari irriducibili.   

 16/12/2019 17:58:09
in risposta a ↑

ilmiozio, lo sappiamo @ilmiozio : sei il più forte di tutti e solo tu sai vedere, ce lo ripeti spesso infatti.

 16/12/2019 18:41:11
ilmiozio

ilmiozio203571

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

Sanguanel, Non è che io so vedere. Io voglio vedere, è diverso.

 Al contrario di chi legge La Repubblica e il Corriere della Sera, cerco di non fermarmi ai titoli e non farmi ingannare dalle notizie false.

La narrazione secondo cui gli inglesi si erano pentiti era appunto una notizia falsa confezionata ad arte nel tentativo disperato di mettere in discussione il democratico pronunciamento di tre anni fa per Brexit.

La delegittimazione iniziò quasi subito con la fandonia che i giovani avevano votato remain, prosegui poi con la cretinata delle classi scarsamente scolarizzate (brexit) contro quelle acculturate (remain) fino alla follia della richiesta di un secondo referendum motivato, come dicevo sopra dalla fak news del pentimento.

Qua amico mio non ci sono forti e deboli, non ci sono primi della classe e asini, siamo tutti ugualmente ignoranti qualcuno però cerca di vederci chiaro, non si ferma ai titoli e assume sempre un atteggiamento critico, altri leggono Repubblica e Corriere della Sera. 

 16/12/2019 22:35:47
in risposta a ↑

ilmiozio, quindi : basta non leggere Repubblica e Corriere, e finalmente saremo tutti degli "Illuminati" tuo pari!


Curioso, ero convinto che per "Saperla lunga" servisse  Cultura unita all'Esperienza.

 17/12/2019 00:57:05
PaoloVincenti

PaoloVincenti33376

Stratega del vuoto - SMM

in risposta a ↑

ilmiozio, non leggo né Repubblica né Corriere della Sera, né Libero o Verità. Leggo i dati. I dati dicono che lo schieramento del Leave, se visto in un'ottica proporzionale come quella di un referendum, sarebbe al 45%. Le elezioni le ha vinte Johnson e le hanno perse i laburisti, ma se vi vengono a raccontare che il popolo britannico è a larga maggioranza a favore del Leave, vi prendono per i fondelli.

 17/12/2019 07:33:45
PaoloVincenti

PaoloVincenti33376

Stratega del vuoto - SMM

in risposta a ↑

pastrank, verissimo, anzi, due milioni e mezzo per l'esattezza. Ma lo stesso Corbyn nelle elezioni del 2017 aveva guadagnato oltre tre milioni e mezzo di voti rispetto alla precedente leadership di Miliband. Nelle elezioni della scorsa settimana i laburisti hanno ottenuto solo 400mila voti in meno rispetto al 2001 (Blair), ma si ritrovano con 210 seggi in meno. Ripeto, mi piacerebbe che qualcuno mi dimostrasse che questo sistema non è distorto.

 17/12/2019 07:46:08

minimamoralia, proviamo ad analizzare i dati economici ... 

l'inghilterra nei riguardi dell'europa è un importatore netto ... significa che compra nei mercati europei più di quello che esporta ... secondo questo aspetto ,la brexit danneggia maggiormente l'europa ... in quanto se non chiude accordi vantaggiosi rischia di vedersi diminuita la percentuale di export ...e i guadagni ...


la brexit significa anche libertà di bilancio ... fuori dalle regole degli economisti malati di mente ,del tetto deficit pil e non dovendo più pagare il pizzo miliardario per mantenere i parassiti di bruxelles ,a parte l'ultima tranche di 80 mlrd... negli anni futuri avrà molte più risorse da destinare nell'economia reale...se lo vorrà ...


la ritrovata sovranità commerciale darà la possibilità di chiudere un accordo molto più vantaggioso e senza infiltrazioni tedesche ,con gli USA di trump ,che a quanto dice e scrive ,non vede l'ora ... 


la libertà di decidere dei propri confini ,riporterà ordine e equilibrio tra la domanda di lavoro e l'offerta ... inoltre solo i lavoratori qualificati potranno vivere stabilmente in inghilterra e questo a lungo andare aiuterà l'inevitabile svalutazione dei salari dei lavori umili e quindi un benessere diffuso ...non solo nella ricca e cosmopolita Londra ...dove vivono più stranieri che inglesi ...ma sopratutto nel resto del regno ... nelle province ,nei sobborghi ,nelle campagne ... dove vive e lavora la gente normale ... 


poi ovviamente il tutto sta nelle politiche che Boris vorrà portare avanti ...se liberiste o in parte keynesiane ..(visto che boris ha cmq un'impostazione accademica LIBERISTA) ... ma a quel punto il benessere del popolo sarà solo conseguenze di scelte del parlamento inglese e di nessun altro... 


 17/12/2019 09:13:20
ilmiozio

ilmiozio203571

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

PaoloVincenti, Non alludevo a te, non sottovalutarti. Il tuo caso è molto più grave perché tu ti informi, ragioni e argomenti con cognizione.

Sei un euroinomane atipico.

Per questo ttendo fiducioso per te, come fu per S. Paolo, il momento della conversione.   

 17/12/2019 11:39:45
ilmiozio

ilmiozio203571

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

Sanguanel,. " Sembra che abbiano cambiato idea, non si fa più.

Più per paura delle conseguenze che per altro. "

Copia incolla di un tuo commento di un anno fa.


Da dove ricavavi tale convinzione: dalla tua cultura ed esperienza o dalle fesserie che raccontavano Repubblica, Corriere, fuffinngton e compagnia cantando?

 17/12/2019 11:52:58
ilmiozio

ilmiozio203571

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

pastrank, È tutto da vedere non si possono fare previsioni però si può affermare che l'Inghilterra, in qualunque modo andranno le cose sarà padrona del proprio destino. I'Italia no.

 17/12/2019 12:18:35
in risposta a ↑

ilmiozio, a parte che non era una convinzione, infatti ho scritto "sembra", o all'improvviso non sei più in grado di leggere correttamente?

È uno scritto maturato dalle informazioni lette in qualunque testata delle manifestazioni di piazza dell'epoca.

Vena polemica alle stelle eh!

 17/12/2019 12:47:53
pastrank

pastrank43451

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

Tobias24, se e' un esercizio di stile per far sembrare plausibili le cose errate che dici, ok, ma se no rimangono solo fantasie. In Gran Bretagna, come in qualsiasi posto del mondo, quando cominciano a chiudersi i commerci (e iniziano a imperversare i dazi) chi ci guadagna e' chi ha un bene vendibile all'estero indipendente dal costo del lavoro: quindi, l'azienda petrolifera che vende il petrolio del mare del nord stara' meglio, quello che va al supermercato a comprare alimentari per lo piu' prodotti all'estero ci rimettera' alla grande. I lavori che alzavano la media degli stipendi saranno perduti, e quello che guadagneranno i cittadini avra' sempre meno valore.

 17/12/2019 19:40:31
pastrank

pastrank43451

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

ilmiozio, se io corressi a rotolarmi tra i maiali nel fango, sempre sporchissimo sarei, e se l'avessi fatto volontariamente piu' che altro sarei un bischero.

 17/12/2019 19:43:15
in risposta a ↑

pastrank, ...esiste qualcosa che si chiama mercato interno...mica tutto quello che si produce viene venduto all'estero....

 17/12/2019 20:27:24
in risposta a ↑

pastrank, quando si alzano i dazi ci perde chi vende ...nn chi compra...chi compra ha sempre altre scelte di mercato....quindi tranquillo che i produttori francesi e tedeschi ci pensano due volte prima di alzare dazi e perdere miliardi dal compratore inglese 

 17/12/2019 20:28:49
in risposta a ↑

pastrank, e poi io ho scritto dati...nn funziona che tu critichi i miei dati con un semplice "sono fantasie..." nn frega niente delle tue fantasie ...mi devi smontare i dati...sennò è aria fritta

 17/12/2019 20:33:04
ilmiozio

ilmiozio203571

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

pastrank, Veramente i maiali (pigs) per il momento siamo noi!   

 17/12/2019 20:37:09
pastrank

pastrank43451

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

Tobias24, l'Italia dovrebbe farti da esempio. Ma non per il motivo che pensi,  perche' fai aumentare tutti i costi.

 17/12/2019 20:50:22
pastrank

pastrank43451

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

Tobias24, e allora dimmeli i dati, li' c'erano solo tue supposizioni.

 17/12/2019 20:51:12
pastrank

pastrank43451

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

Tobias24, ripeto, che dati? Non c'e' un numero, una storia, un grafico...

 17/12/2019 20:52:16
in risposta a ↑

pastrank, 

Dato 1 : Inghilterra è un importatore netto dall' u.e.

Dato 2 : la brexit da libertà di bilancio ,fuori dalle regole di Maastricht ,tetto deficit pil 

Dato 3 : chiusa la circolazione dei flussi di Schengen ,si potrà gestire i flussi a seconda dell'esigenza del paese 

Ergo...gestione migliore del paese 


 I dati erano lì .... È preoccupante se nn li hai visti...devi avere qualche problema di comprensione ....cmq adesso te li ho numerati..dovresti gestirli...se nn li vedi ancora ti faccio un riassunto più accurato....  :) 

 17/12/2019 21:29:23
pastrank

pastrank43451

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

Tobias24, dati sono un'altra cosa. Sono numeri, e nel caso dovrebbero dimostrare che quello che dici e' giusto. Per esempio, dovresti farmi vedere che la sterlina si apprezza sulle altre valute, vista l'aspettativa di miglioramento dei dati economici: ma non puoi, dato che non e' cosi', anche se i sovranisti, guardando solo il giorno dopo le elezioni, hanno avuto impressione opposta. Oppure, dovresti dimostrare che la svalutazione della sterlina avrebbe portato vantaggi competitivi alle esportazioni: ma nemmeno, che se vai a vedere, la bilancia commerciale e' in netto peggioramento nonostante una svalutazione che prosegue da anni. O che limitare i lavori per gli stranieri faccia aumentare il benessere generale, e non solo i costi per le imprese locali.

Se poi ci aggiungi il fatto che straparli di Keynes e di deficit pubblici e che vuoi limitare il mercato proprio nel paese che piu' ci aveva guadagnato dal liberismo...

 18/12/2019 02:01:00
in risposta a ↑

pastrank, 

non rispondo alle tue congetture ... non so cosa succederà ...non ho la palla di cristallo , 

posso solo ripeterti i DATI ...che non sono solo numeri ; sono constatazioni ,e possono portare sia male che bene ... 


ma il fulcro è che la politica inglese sarà finalmente libera dai legami delle assurde regole europee ... dal tetto al bilancio ,alla circolazione forzata delle persone ,alla limitazione di sottoscrizioni di trattati internazionali con altre potenze ,alla libertà di bilancio non dovendo più versare miliardi ai parassiti europei...


questi sono dati ,che tu non li consideri tali ,sono cavoli tuoi... lo sono ...e riportano in seno al governo la piena sovranità su qualsiasi scelta che ricade sul regno ...ora che quelle scelte porteranno prosperità o disastri ...ripeto...non lo sa nessuno ,ma saranno solo scelte prese in seno al governo ascoltando solo il popolo e basta ... ora questo è un dato di fatto.

 18/12/2019 09:55:02
pastrank

pastrank43451

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

Tobias24, negli ultimi 400 anni l'economia è sempre stata spiegata con dovizia di particolari, ma tutte le volte rimanevano quelli che non avevano capito. Galbraith vecchio ci ha scritto un libro sopra... Se tu vuoi credere che lo stato debba nazionalizzare i fiorai per gestire il commercio dei tulipani...

 18/12/2019 11:26:48
in risposta a ↑

pastrank, già che ti riduci a questi esempi idioti ,dai un idea di quanto tu ci capisca ... 

 18/12/2019 11:30:09
ilmiozio

ilmiozio203571

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

pastrank, Uno Stato sovrano non deve necessariamente nazionalizzare.

Nazionalizzazioni e privatizzazioni attengono alle politiche economiche dei governi.

Affinché uno Stato possa dirsi sovrano, tali scelte vanno prese dal Governo di detto Stato in maniera incondizionata ma soprattutto libera da ingerenze di Stati stranieri o peggio di organizzazioni sovranazionali.

 18/12/2019 17:52:36
in risposta a ↑

ilmiozio, esattamente..il punto che nn capisce

 18/12/2019 18:21:45
ilmiozio

ilmiozio203571

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

Tobias24, È come se fossimo di fronte ad un delirio collettivo: per migliaia di anni i popoli del mondo (tutti indistintamente) hanno combattuto per l' autodeterminazione. Oggi è come se un irrefrenabile desiderio di essere governati da potenze esterne si fosse impadronito di una parte delle persone.

Non mi spiego il motivo. Temo sia qualcosa che non capirò mai, anche perché ad oggi non abbiamo ancora sto alcun risultato concreto che giustificasse la cessione di sovranità.

 18/12/2019 18:27:15
in risposta a ↑

ilmiozio, ...purtroppo sono i media ,che creano una patina di bugie e le rendono realtà...e poi ci mette anche il tempo a cancellare l'altissimo tenore di vita dei periodi gioiosi degli anni 60/80...i giovani nn hanno memoria storica e nn capiscono di nn star vivendo le vere potenzialità di un paese come l'Italia .... 

Ma soprattutto sono i media ...se ogni sera ripetono la stessa cazzata della paura del sovranismo ,cessioni di sovranità ,demonizzare i nazionalismi ,e poi tutti i presentatori dei talk tutti allineati come la merda ,neanche seguissero dei corsi di disinformazione studiandosi le domande stronze da fare .... 

 18/12/2019 20:52:51
in risposta a ↑

ilmiozio, il culmine del delirio l'hanno raggiunto le sardine ....una corrente figlia della globalizzazione ,i cui temi portanti sono ...la pace becera..aiutare i più deboli...preferibilmente stranieri che arrivano con i barconi ...basta che nn siano Italiani poveri ...loro possono schiattare...

 18/12/2019 21:01:35
pastrank

pastrank43451

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

Tobias24, gia' il fatto che tu pensi che io abbia fatto esempi...

Fossi stato piu' smaliziato, dalle parole avresti capito la mia rassegnazione (ma anche il divertimento) nel discutere con te.

 18/12/2019 21:41:42
pastrank

pastrank43451

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

ilmiozio, finche' uno dipende dai debiti sovrano non lo e'. Tutti i mesi, prima per piacere, poi con il cappello in mano, infine implorando, a chiedere soldi agli investitori. E i coglioni dei governi attuali e precedenti chiedono solo di potere fare debiti, per scaricare i problemi ai futuri governi, e a buona parte delle prossime generazioni, in cambio di voti. Solo fare debiti e non una cosa a evitare sprechi senza senso. Hanno rotto le scatole sul contante, maggioranza e opposizione, e siamo rimasti con una legge che obbliga i commercianti ad avere il pos, ma senza sanzioni se non lo hanno.

 18/12/2019 21:47:24
in risposta a ↑

pastrank, ...hahahahaha tua rassegnazione ... Questa è bella ...tu che nn ne dici una giusta dai tempi del referendum costituzionale...quando eri dalla parte del si... Parlare con te ,invece è un divertimento misto a compatimento ,per il modo in cui nn riesci a capirci niente di politica ...ma ci credi veramente a quello che dici... ogni volta che ti rispondo ,so che sono idee e temi buttati al vento , perché sei troppo tarato ,però ci provo lo stesso.... cmq almeno per te è inutile 

 19/12/2019 12:59:48
pastrank

pastrank43451

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

Tobias24, vai tranquillo, divertiti, magari non esprimerti come fai a casa, facciamo finta di essere educati.

 19/12/2019 19:48:58
in risposta a ↑

pastrank, non ti preoccupare ... Mi regolo a seconda di chi ho davanti... 

 19/12/2019 19:50:08
pastrank

pastrank43451

Den som är satt i skuld är icke fri

in risposta a ↑

Tobias24, ci credo, altrimenti saresti preso a ceffoni ogni cinque minuti.

 19/12/2019 19:50:53
in risposta a ↑

pastrank, hahahahahaha ...bella questa 

 20/12/2019 13:42:10

Accidenti che ideona che ho avuto a riaprire questa discussione. Ma a Natale non siamo tutti più buoni? Alla fine sapete che vi dico? Finchè si discute e ci si contrappone vuol dire che i cervelli funzionano e che si ha ancora qualcosa da dire e soprattutto da poter dire, liberamente.

 17/12/2019 08:02:17

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader