renny61

renny618753

sognatore a vita

''Non pagare le tasse è uno dei metodi più rapidi per far cadere un governo'',lo diceva Ghandi.......

Io non sapevo l'avesse detto,voi cosa ne pensate?


 07/03/2016 12:17:56
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
56 commenti

Ma in Italia, praticamente dalla fondazione della Repubblica, non pagare le tasse( tanto con l'evasione quanto con l'elusione) è legale!!!!!!!!!!!!!!!!

Oppure è il caso di ricordare come, negli U. S. A. , avessero incastrato Al Capone proprio grazie al mancato pagamento delle tasse.

 07/03/2016 12:25:04
EwaMaria

EwaMaria138891

Hiraeth. Davidia Involucrata.

AntonioAtzeni, allora è ufficiale, sono una deficiente, perché io le tasse le pago tutte.

Quando dico tutte intendo dire che sono tantissime, infinite, quando guardo l'elenco dei F24 versati ho il travaso di bile.

 07/03/2016 12:31:48
in risposta a ↑

EwaMaria, a livello pratico la vita di una nazione si basa sul pagamento delle tasse per cui( comprendendo benissimo il tuo sfogo) hai tutto il mio rispetto e scordati di reputarti deficiente.


 07/03/2016 12:41:14
EwaMaria

EwaMaria138891

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

AntonioAtzeni, grazie.

 07/03/2016 12:48:50
renny61

renny618753

sognatore a vita

in risposta a ↑

EwaMaria, consolati,siamo in tanti......dipendenti e pensionati in primis(poveretti,i nostri anziani....) le hanno sempre pagate

 07/03/2016 12:52:19

AntonioAtzeni, Evadere è LEGALE proprio perché la maggior parte delle tasse sono ILLEGALI, in quanto NON PROGRESSIVE, al contrario di quanto stabilito dalla Costituzione.

Indi per cui se lo Stato è il primo a VIOLARE le sue stesse leggi non si capisce come si possa pensare di dare lezioni di educazione civica al privato cittadino.

"a livello pratico la vita di una nazione si basa sul pagamento delle tasse" ma quando mai? Lo diceva Churchill ( noto evasore ):

"Una nazione che si tassa nella speranza di diventare prospera, è come un uomo in piedi in un secchio che cerca di sollevarsi tirando il manico."


Le tasse sono fatte per sottrarre ricchezza, non per crearla. Se lo Stato INCASSA soldi significa che TOGLIE soldi ai privati e non necessariamente poi quei soldi li SPENDE in servizi destinati ai privati. Come questo possa essere sinonimo di "ricchezza" non è dato saperlo.

 08/03/2016 14:24:06
in risposta a ↑

EwaMaria, Allora se vuoi la bile te la faccio scoppiare informandoti che la maggior parte delle tasse che paghiamo sono ILLEGALI perché NON SONO PROGRESSIVE, al contrario di quanto stabilito dalla Costituzione e l'evasione non c'entra nulla, dato che anche nei primi anni '80 c'era chi evadeva ma la pressione fiscale era la META' di oggi.

Indi per cui se è lo Stato per primo a VIOLARE le sue stesse leggi con che faccia poi va a dare lezioni di educazione civica al privato cittadino?

 08/03/2016 14:30:04
EwaMaria

EwaMaria138891

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

CaiusSempronius, potresti spiegarmi meglio il concetto, grazie.

 08/03/2016 15:37:34
in risposta a ↑

EwaMaria, 1) La PRESSIONE FISCALE non c'entra nulla con l'EVASIONE FISCALE. Se tutti pagassero le tasse la PRESSIONE FISCALE non diminuirebbe di 1 solo centesimo di €uro.

2) Anche nei primi anni '80 c'era l'EVASIONE ma la PRESSIONE FISCALE era la META' di quella di oggi.

3) In Corea del Sud l'EVASIONE FISCALE è + ALTA che da noi ma la PRESSIONE FISCALE è + BASSA.

4) La maggior parte delle tasse che paghiamo sono ILLEGALI perché NON PROGRESSIVE, al contrario di quanto stabilito dalla Costituzione.

5) In conseguenza dei punti 1), 2) e 3) la frase "se tutti pagassero le tasse, le tasse sarebbero + basse" è completamente priva di fondamento.

6) In conseguenza del punto 4) se lo Stato è il primo a VIOLARE le sue stesse leggi non è in condizione di dare lezioni di educazione civica a nessuno.


E' chiaro ora?

 08/03/2016 19:10:15
EwaMaria

EwaMaria138891

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

CaiusSempronius, ma io chiedevo cosa intendevi quando affermavi che le tasse non sono progressive?


 08/03/2016 19:12:26
in risposta a ↑

EwaMaria, TASSA PROGRESSIVA=tassa che cambia in base al REDDITO.

In pratica se tu hai un REDDITO di 100.000 € devi pagare una tassa + alta di chi ha un REDDITO di 10.000 € e + bassa di chi ha un REDDITO di 100.000.000 €.

L'IVA la paghi sempre al 22% indipendentemente dal tuo REDDITO.

Le accise su 1 litro di benzina le paghi sempre uguali indipendentemente dal tuo REDDITO.

Il bollo auto lo paghi sempre uguale indipendentemente dal REDDITO.

E potrei continuare così all'infinito.

L'unica che rispetta il principio di PROGRESSIVITÀ' è l'IRPEF, dato che cambia in base agli scaglioni di REDDITO di chi deve pagare.

Il punto è che questa ovvietà la maggior parte della gente non la coglie ed è stupefacente perché basterebbe solo questo per far scoppiare una rivolta armata domani mattina.

 08/03/2016 19:27:35
EwaMaria

EwaMaria138891

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

CaiusSempronius, grazie.

La rivolta armata dici? non credo che gli italiani abbiano la rivolta nel sangue . Basta leggere i vari post, dei vari quagger donne che si lamentano delle altre donne definendole "galline" oppure di alcuni che definiscono gli altri come degli ignoranti. Mi pare un lamento continuo, rinnovato ad ogni occasione, anche la più innocente come la Festa della Donna.

Manca del tutto il "noi", c'è sempre "io" erudito, intelligente contro "gli altri" intesi come massa ignorante e becera.

Per arrivare alla rivolta ci vuole la coesione, il riconoscersi nello stesso ideale, ma questo aspetto manca.

 08/03/2016 23:03:00
in risposta a ↑

EwaMaria, Beh basterebbe iniziare a leggere e capire cosa c'è scritto sulla Costituzione. Sarebbe già un bel passo avanti.

 09/03/2016 03:49:33
EwaMaria

EwaMaria138891

Hiraeth. Davidia Involucrata.

in risposta a ↑

CaiusSempronius, hai ragione, potresti aprire un post su questo tema, se hai voglia.

 09/03/2016 11:03:23
 09/03/2016 21:19:38
Giuly61GE

Giuly61GE9256

Psicologia, Politica,cucina, natura, viaggi ecc...

No. 

Non pagare le tasse è un danno enorme alla società. Aumentano sempre di più le tasse, perchè quei pochi che lo fanno, pagano anche per gli altri. A me questa sembra una grande schifezza sia da chi non paga le tasse, sia da parte dei politici!!

 07/03/2016 13:23:21

Giuly61GE, Assolutamente FALSO. L'entità della PRESSIONE FISCALE non c'entra nulla con la PRESSIONE FISCALE. All'inizio degli anni '80 c'era chi evadeva le tasse ma la pressione fiscale era la META' di oggi.

Tra l'altro ti informo che la maggior parte delle tasse che paghiamo sono ILLEGALI, in quanto NON PROGRESSIVE, al contrario di quanto stabilito dalla Costituzione.

Indi per cui se è lo Stato per primo a VIOLARE le sue stesse leggi con che faccia poi va a dare lezioni di educazione civica al privato cittadino?

 08/03/2016 14:20:39

quando un governo riscuote equamente si hai ragione ma in italia o porti fuori i soldi ,come fanno le grandi multinazionali e allora evadi o le tasse le paghi ugualmente, anche evadendo.

 07/03/2016 14:59:43
FlavioBertamini

FlavioBertamini81319

Dead man walking

Penso che il Mahatma alludesse ad una pratica temporanea, in linea con la "non-violenza", che fu la sua strategia per cacciare gli inglesi ...

 07/03/2016 16:03:20

FlavioBertamini,

non credo che la situazione italiana sia molto allegra, nonostante non abbiamo nessun "invasore"...

se tutti pagassero le tasse come si dovrebbe, penso si possano avere tutti i servizi che ora non funzionano e/o scarseggiano

 07/03/2016 18:00:48
FlavioBertamini

FlavioBertamini81319

Dead man walking

in risposta a ↑

roccochiararosa, le colonie inglesi che fondarono gli Stati Uniti, incominciarono protestando sui dazi imposti dalla madrepatria sul tè e simili, vedi: Il problema delle imposte e la rivolta del te a Boston ... e allo stesso modo  in India ci fu la cosiddetta "Marcia del sale"... Una cosa è voler far cadere un governo o un sistema politico, altro accodarsi agli evasori, per il proprio tornaconto, dimostrando una povertà etica radicalmente diversa da quella di Gandhi!

 07/03/2016 20:25:36
in risposta a ↑

FlavioBertamini, E tu come fai a stabilire se uno evade per motivi politici o per proprio tornaconto? Se io dallo Stato ricevo meno di quello che dò non si capisce perché non dovrei evadere.

Tra l'altro la maggior parte delle tasse che paghiamo sono ILLEGALI in quanto NON PROGRESSIVE, al contrario di quanto stabilito dalla Costituzione e la pressione fiscale attuale è il DOPPIO di quella dei primi anni '80, nonostante l'evasione fiscale ci fosse anche allora.

Di conseguenza se è lo Stato per primo a VIOLARE le sue stesse leggi non si capisce con che faccia poi vada a dare lezioni di educazione civica al privato cittadino.

 08/03/2016 14:22:21
FlavioBertamini

FlavioBertamini81319

Dead man walking

in risposta a ↑

CaiusSempronius, "E tu come fai a stabilire se uno evade per motivi politici o per proprio tornaconto?": Non è compito mio!! Non entro nel merito della validità del tuo punto di vista, però sottolineo la diversità radicale delle due posizioni. Credo che sia abbastanza diverso applicare "l'arte di arrangiarsi" in cui gli italiani sono maestri, all'insegna del "O Francia o Spagna, purché se magna" ... dal praticare uno "sciopero fiscale collettivo" o simili, a scopo politico... Se questa differenza non viene colta mi sembra inutile aggiungere che il post è inserito anche nell'interesse "Politica".

 08/03/2016 16:56:43
in risposta a ↑

FlavioBertamini, Discorso senza senso perché l'evasione fiscale è GIA' una forma di sciopero fiscale dal momento che lo Stato impone tasse VIOLANDO le sue stesse leggi. Tu parli di evasione in una situazione in cui lo Stato fa il suo dovere che NON E' ASSOLUTAMENTE QUELLA ATTUALE.

In sintesi:

1) La PRESSIONE FISCALE non c'entra nulla con l'EVASIONE FISCALE. Se tutti pagassero le tasse la PRESSIONE FISCALE non diminuirebbe di 1 solo centesimo di €uro.

2) Anche nei primi anni '80 c'era l'EVASIONE ma la PRESSIONE FISCALE era la META' di quella di oggi.

3) In Corea del Sud l'EVASIONE FISCALE è + ALTA che da noi ma la PRESSIONE FISCALE è + BASSA.

4) La maggior parte delle tasse che paghiamo sono ILLEGALI perché NON PROGRESSIVE, al contrario di quanto stabilito dalla Costituzione.

5) In conseguenza dei punti 1), 2) e 3) la frase "se tutti pagassero le tasse, le tasse sarebbero + basse" è completamente priva di fondamento.

6) In conseguenza del punto 4) se lo Stato è il primo a VIOLARE le sue stesse leggi non è in condizione di dare lezioni di educazione civica a nessuno.

 08/03/2016 19:09:38
FlavioBertamini

FlavioBertamini81319

Dead man walking

in risposta a ↑

CaiusSempronius, ultimo commento: Gandhi viene citato come autore di questa frase: ''Non pagare le tasse è uno dei metodi più rapidi per far cadere un governo'', non in merito al fatto che "quel governo" ponga lo Stato in condizioni di "fare il suo dovere". Ti ripeto: non entro nel merito dei 6 punti della tua disquisizione, qui non si parla di "educazione civica", "giustizia fiscale" e simili. Il senso del post, almeno a mio avviso, dovrebbe essere quello di spiegare la frase di Gandhi, indipendentemente da ciò che accade in Italia oggi. Infine: io non ho mai detto che "attualmente lo Stato fa il suo dovere": se continui a "spammare" con i tuoi 6 punti senza leggere quanto scrivono gli altri ...

 09/03/2016 09:14:54
in risposta a ↑

FlavioBertamini, Infatti io ho già detto che le Rivoluzioni Francese e Americana sono nate in seguito a questioni fiscali. Lo sciopero fiscale è sicuramente un arma di lotta che può dare dei risultati ma solo se è accompagnata dalla lotta armata, nel senso che bisogna essere pronti a reagire anche con le armi nel caso lo sciopero fiscale dovesse scatenare la reazione violenta dello Stato.

 09/03/2016 21:21:44
annoiata

annoiata5106

realista ma non troppo

è doveroso pagare le tasse per i motivi che tutti sappiamo ma è un sacrosanto diritto dei contribuenti che le tasse siano eque e non è il nostro caso, a volte  qualcuno evade per sopravvivere.  Pensare poi dove vanno i nostri soldi non è certo un incentivo.Sarei molto d'accordo ad una protesta del genere

 07/03/2016 17:42:03

annoiata, 1) La PRESSIONE FISCALE non c'entra nulla con l'EVASIONE FISCALE. Se tutti pagassero le tasse la PRESSIONE FISCALE non diminuirebbe di 1 solo centesimo di €uro.

2) Anche nei primi anni '80 c'era l'EVASIONE ma la PRESSIONE FISCALE era la META' di quella di oggi.

3) In Corea del Sud l'EVASIONE FISCALE è + ALTA che da noi ma la PRESSIONE FISCALE è + BASSA.

4) La maggior parte delle tasse che paghiamo sono ILLEGALI perché NON PROGRESSIVE, al contrario di quanto stabilito dalla Costituzione.

5) In conseguenza dei punti 1), 2) e 3) la frase "se tutti pagassero le tasse, le tasse sarebbero + basse" è completamente priva di fondamento.

6) In conseguenza del punto 4) se lo Stato è il primo a VIOLARE le sue stesse leggi non è in condizione di dare lezioni di educazione civica a nessuno.

 08/03/2016 14:48:56

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader