giannella95

giannella95281

cuoca

essendo una tradizione dovrebbe essere accettata sia la presenza del presepe che del crocefisso, anche se gli alunni sono di diverse religioni, oltre a quella cristiana si può accettare. E semplice compromesso... E non mi sembra giusto se ci chiedessero di toglierli e a loro gli concedessimo il velo etc... Sarebbe giusto che ogni uno rispettasse la religione altrui. Anche se in contesto scolastico, non li stiamo mica evangelizzando.


 14/12/2015 10:18:51
ilmiozio

ilmiozio196821

Estremista di destra e di sinistra

@robertoazzara9  

robertoazzara9, L'ateismo, da non confondersi con l'agnosticismo (denominato anche "ateismo agnostico", proprio allo scopo di marcare la distinzione con l'ateismo propriamente detto) rappresenta, alla stregua della religione (pur senza essere una religione) una forma di fideismo dogmatico nelle possibilità infallibili del pensiero razionale, di dimostrare ogni aspetto della creazione, dell'universo, e della natura umana.

Ateismo e religione sono entrambe ideologie dogmatiche e fondamentaliste, In quanto caratterizzate dall'affermazione "io so" ed escludono la possibilità di idee alternative. Ateo e credente, sono molto più simili di quanto ad entrambi convenga ammettere: l'uno e l'altro sono indiscutibilmente detentori di verità assolute e indubitabili.

l'affermazione da te citata "fino a prova contraria" solo apparentemente, (e per i non addetti )potrebbe apparire come un'apertura possibilista: "fino a prova contraria"' dal punto di vista ateo, equivalendo a "fino a dimostrazione scientifica" presuppone infatti ciò che dovrebbe dimostrare, poiché è chiaro che coloro che credono in dio affermano di non avere bisogno di alcuna prova. Ovvero assumono che le prove dell'esistenza di Dio non siano da ricercarsi nella logica fattuale della dimostrazione scientifica ma nella fede in sé.

L'ateo non sfugge quindi al dogma della certezza assoluta, che esprime nella sentenza :"Non esiste". Specularmente non vi sfugge il credente quando afferma: "Esiste".

Entrambe le teorie sono affermative/attive, e strutturate da impianti logici autoreferenziali esenti da ogni dubbio.

Diversa e anzi opposta ad entrambe le posizioni è l'agnosticismo che a rigore non può essere inquadrato in nessuna teoria né filosofia, né ideologia, né scuola di pensiero, poichè non afferma alcun principio. l'agnosticismo, termine nella cui etimologia si rintracciano le radici di "senza" e di "sapere", affonda le sue radici antiche nello scetticismo pirroniano, e si limita a prendere atto dell'inconoscibilità delle cose, contro cui non si può opporre che il dubbio, ovvero  la sospensione del giudizio. Insisto sul concetto di agnosticismo, caro Roberto, perché solo dal confronto con esso può emergere tutta il portato dogmatico/ideologico dell'ateismo.

L'agnostico (e qui introduco il mio parere personale) è invece un illuminato, e le sue posizioni sono diametralmente opposte tanto a quelle del credente che a quelle dell'ateo, e lo sono esattamente per lo stesso motivo. L'agnostico è uno scettico, i dogmi, ovvero le certezze assolute tanto di chi nega quanto di chi afferma non trovano spazio nella sua visione "sospesa" del mondo. In tal modo egli non cade mai nella contraddizione logica che inevitabilmente attanaglia tanto chi nega che chi afferma.

Dunque sì, caro Roberto, per me l'ateo è un dogmatico allo stesso modo di come lo è un credente. Posizioni del resto entrambe legittime, per carità. 

 14/12/2015 14:45:22

ilmiozio, allora definiscimi un ateo agnostico, o un agnostico ateo.

 14/12/2015 15:13:05
ilmiozio

ilmiozio196821

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

robertoazzara9, La definizione di "ateo agnostico" compare nel primo rigo del mio commento.

intuisco che tu voglia dire qualcosa di interessante ma non ne afferro il senso.

 14/12/2015 22:04:22
in risposta a ↑

ilmiozio, non hai capito, non volevo dire niente di particolare, solo affermare la mia aderenza a quella corrente di pensiero.

 14/12/2015 22:24:13
ilmiozio

ilmiozio196821

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

robertoazzara9, Ah ok :-)

 14/12/2015 22:33:53
in risposta a ↑

ilmiozio, scusami per la brevità dei miei interventi, ma questo post mi ha sfinito...   

 14/12/2015 22:36:50
ilmiozio

ilmiozio196821

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

robertoazzara9, Non dirmi che ...ti sei letto tutti gli interventi!?

 14/12/2015 22:40:42
in risposta a ↑

ilmiozio, ehmm, ed in molti sono intervenuto...

Ogni volta mi riprometto di girare alla larga da questo genere di post, ma poi...

 14/12/2015 22:44:16
ilmiozio

ilmiozio196821

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

robertoazzara9, Ho capito...ci sei cascato. :-))

 14/12/2015 22:45:25
in risposta a ↑

ilmiozio, in pieno!


 14/12/2015 22:52:13
Contrabbandiere

Contrabbandiere39031

PLA-XIT

Sto cominciando ad odiare gli atei, parlano troppo di religione. Non lo volete, bene, non lo mettete, ma smettetela di cercare di convincermi che siete liberi e giusti, non siete ne questo ne quello.

 15/12/2015 17:50:35
puce72

puce7212216

Contrabbandiere, io sono credente e praticante, ma non vedo alcun motivo per cui una scuola pubblica debba esporre un crocifisso. Prova tu a convincermi del perché debba esserci, senza tirare in ballo la cavolata delle tradizioni... Nel frattempo ti invito a leggere questo: 


http://www.toscanaoggi.it/Rubriche/Lettere-al-Direttore/Don-Milani-il-crocifisso-lo-toglieva


PS: personalmente non vedo comunque nessun motivo nemmeno per toglierlo... può esserci, può non esserci, può convivere con altri simboli religiosi... non rientra negli scopi della scuola 


 15/12/2015 18:12:39
Contrabbandiere

Contrabbandiere39031

PLA-XIT

in risposta a ↑

puce72, ma io non voglio convincerti di nulla, per me puoi fare tutte le battaglie che vuoi. Se oggi puoi permetterti di parlare senza essere lapidato, sai chi devi ringraziare. Poi sputa tutto il veleno che vuoi, sei talmente pieno di te stesso che nonascolterai mai.

 15/12/2015 18:47:31
puce72

puce7212216

in risposta a ↑

Contrabbandiere, io non faccio nessuna battaglia: ho detto chiaramente e semplicemente che per me è indifferente e che certe cose non andrebbero insegnate in una scuola pubblica ma in altri luoghi. Ti ho anche invitato a leggere un punto di vista che reputo interessante (ma ovviamente, per te, sono io quello che non vuole ascoltare). Sei tu che dici di odiare gli atei e mi inondi di offese gratuite (ma sarei io quello che sputa veleno). 

Mi pare che quello con posizioni che vuole difendere senza discutere sia tu, non io... Amen. 


 15/12/2015 20:26:36 (modificato)
in risposta a ↑

Contrabbandiere, chi è che si deve ringraziare se oggi possiamo parlare liberamente?


 16/12/2015 06:31:37

Non ho mai visto neanche una volta, in un luogo pubblico, una persona fermarsi davanti ad un crocifisso o un altro simbolo sacro e mettersi a dire il rosario. Allo stesso modo, non ho mai visto nessuno puntare il dito contro un crocifisso o comunque ostentare un atteggiamento negativo nei confronti di questa tradizione. Ecco perché quella del crocifisso nei luoghi pubblici mi è sempre sembrata una questione fondata sul nulla, che solo recentemente è diventata oggetto di dibattito sia in politica (ovvia strumentalizzazione al fine di accaparrarsi voti) e sui social network. Eppure, e lo sappiamo, il crocifisso c'è sempre stato. Sono dell'idea che se dovesse improvvisamente sparire il crocifisso in un'aula di scuola, senza preavviso, non se ne accorgerebbe nessuno, ateo o credente che sia. Preannunciando l'intenzione, invece, nascerebbe l'ennesimo dibattito. L'Italia è uno stato laico, ed infatti l'italiano medio si comporta nel modo più consono alla definizione di laicità: il crocifisso, c'è o non c'è, è la stessa cosa. Allora cosa bisogna fare, mantenere o rimuovere i crocifissi dai luoghi pubblici? Risposta: è la stessa cosa.

 15/12/2015 18:50:31


Citazione

 16/12/2015 03:49:56

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader