Un'antitesi di religione: il satanismo

Ieri sera ho avuto il dispiacere di avere una discussione a cavallo tra il filosofico e il teologico con un dichiarato satanista, che uscito con me tramite una conoscenza in comune, mi ha prima prima lodato per aver dichiarato apertamente il mio credo e poi buttata la maschera si è dichiarato satanista e ha cominciato ad argomentare con me su una presunta relatività e soggettività del bene e del male.


Abbiamo discusso di più punto nel viaggio intrapreso, il suo parere contrapposto al mio sulla stupidità e impossibilità dei dualismi, qualunque essi siano. Al fatto che secondo lui Satana come entità maligna sia una figura inventata dagli uomini per x ragioni (ha effettivamente usato un termine simile, molto vago). 

Ha dichiarato che ci sono più prove sulla non esistenza di Dio che non sulla sua esistenza, e ha tentato di convincermi che il bene e male sono concetti assolutamente personali e come dualismo non esistono, tanto quanto luce e buio, o dolce e salato. 

Ha affrontato i suoi argomenti in modo molto lucido, aggrappandosi "alla ciambella della logica" in modo ossessivo, cercando di spiegare teorie e fatti teologici come un fatto puramente fisico e razionale.. Mi ha detto che avevo in continuazione picchi di intelligenza ma che crollavo su credenze come Dio e Gesù, infatti dichiarandomi Cattolico credo nell'esistenza di Gesù come figlio di Dio. 


Ho ammesso, attraverso il proverbio "lo sciocco ha mille certezze, il saggio non ne ha alcuna" che mi permetto alcune piccole certezze e la conseguente stupidità perché sento sia giusta credere in Dio e in Gesù.


Quello che poi mi è saltato alla mente nei suoi discorsi è stato che c'era una gran dose di arroganza nei suoi discorsi, dove mentre io esprimevo la mia personale opinione (sottolineandogli letteralmente che non intendevo in alcun modo convincerlo) sulla mia fede e come vedo le cose, lui con insistenza tentava di trovare falle nei miei discorsi per convincermi delle sue ragioni, e dando per scontato una non esistenza di Dio, proponendo un Dio identificato nella figura di Satana come unico esistente, al posto dell' "impostore" introdotto dalla bibbia.. Inoltre mi è saltata all'occhio la sua ossessione per la razionalità come se il fatto che ci siano poche prove dell'esistenza di Dio diano come risultato la sua non esistenza, come se la logica potesse effettivamente avere presa su qualcosa come la fede.


Avevo già letto di questo tipo di credenza, secondo cui Dio sarebbe un impostore e Satana il vero e giusto Dio. Al contrario della vera e propria adorazione della figura demoniaca che si contrappone al Dio cristiano.


Tutta questa faccenda mi ha disgustato in quanto ho incontrato qualcuno che pur professando il relativismo e la libertà ha cercato di mettere in ridicolo la mia fede e i miei valori etici sul bene e male, come se in realtà tutto ciò che pesa sulle proprie decisioni sia il guadagno effettivo che si possa avere. Per esempio se la vita di un uomo valga tot anni di carcere. Son giunto alla conclusione che questo tipo di persona è decisamente indebolita a livello spirituale, tanto da riconoscere come proprio Dio un'entità che non fa altro che tentare di  corrompere ciò su cui posa lo sguardo, e che questo tipo di persone in una società senza leggi sarebbero le prime a uccidere, corrompere, rubare e violentare alla prima occasione propizia.

Ho già sostenuto in altri post che per me la volontà di comportarsi in modo etico sia al di sopra di ogni cosa, e vedere qualcuno che considera e etica e bene come concetti inesistenti mi ha disturbato molto. E continuerò a pensare come disse Baudelaire che 

"Il più grande trucco del diavolo è convincere il mondo che non esiste"


Avete avuto esperienze simili? come avete reagito? Cosa avete detto?

Come vi siete sentiti?


Io personalmente terminato il discorso ho sentito una gran fatica mentale, spirituale.. Conosco questa sensazione e non mi è piaciuta per nulla

 31/10/2015 18:38:57
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
22 commenti
alemoppo

alemoppo7836

Studente

Già il fatto che sia una "religione" contraria ad un'altra, secondo me dice già tutto. È gente che deve aver avuto gravi problemi per avere credenze simili.


Poi se si entra un attimo nel merito, si capisce istantaneamente che una religione del genere porta soltanto al malessere e distruzione: materialismo, avarizia, sacrifici umani... Cioè, siamo seri?


Fortunatamente non mi è mai capitato di conoscere una persona simile. Se dovesse accadere, credo di voler liberarmene il prima possibile anche assecondandolo: il mio tempo non vale per parlare con certa gente.


 31/10/2015 19:02:05

alemoppo, a quanto ho capito parlando con la conoscenza in comune, quello in cui crede non è ciò che caratterizza le sette sataniche, con sacrifici e cose così, sembra che aderisca all'ideologia del Satana come Dio oscurato dallo Jaweh.. Ma è comunque molto disturbante..

Quello che penso come credente comunque è che in qualche modo il male lo abbia irretito, la fede è una cosa molto spirituale per me e ci sono forze in gioco con le quali ho avuto esperienza di persona, spesso chi crede considera solo l'esistenza di un Dio ma lascia alle favole qualsiasi altra implicazione come il Male.. Se per gravi problemi intendi qualcosa a livello spirituale allora sono d'accordo con te, e purtroppo persone del genere non tornano alla "sanità spirituale" convincendole, se non lo vogliono loro, è come per un drogato smettere di farsi, non si può far nulla se prima non lo vuole lui

 31/10/2015 19:31:10

Beh che dire, l'argomento è vasto e implica veramente tanti argomenti, ma in sintesi ti posso dire il mio pensiero personale:

Tutti sanno dove trovare Satana, Dio in pochi.

 31/10/2015 19:47:36

La cosa che mi dispiace è che noi cristiani abbiamo una educazione religiosa spesso superficiale, quindi siamo sempre un po' a disagio quando ci troviamo di fronte a persone che sono profondamente determinate nel cercare di sminuire o addirittura confutare ciò in cui crediamo, e che si sono lungamente preparate appositamente per questo compito (vale per i satanisti, ma anche per le numerose psico-sette che cercano di procurarsi giovane materiale umano).

Il punto è che l'essere umano è un essere speciale. Da una parte è un essere corporale, è un animale, ma dall'altra è un essere dotato di un intelletto notevolmente superiore, frutto di una natura spirituale che con i nostri sensi non riusciamo a percepire. Le due cose vivono in equilibrio precario: la natura animale spinge a soddisfare i sensi ed a imporsi rispetto ai propri simili; l'intelletto però consente all'uomo di superare le barriere di cui è dotata la natura per restare in equilibrio. Perché i leoni, per quanto forti ed aggressivi, non riusciranno mai a mettere a repentaglio l'equilibrio naturale. Gli esseri umani si. Ecco il senso del "peccato originale": Adamo ed Eva hanno voluto "aprire gli occhi" e superare i limiti della natura per iniziare a costruire un mondo "a modo loro" ma questo comporta il rischio che la cosa sfugga loro di mano...

L'etica e la morale della religione vanno intesi come un dono di Dio, che attraverso un "romanzo di formazione" denominato Bibbia cerca di mostrarci la via per vivere in equilibrio e per prepararci adeguatamente a una vita successiva, esclusivamente spirituale. 

Che cos'è il male, alla fine? Il male è spostarsi da questo delicato equilibrio: 

- indebolire l'intelletto, facendo prevalere la parte animale: in questo caso gli esseri umani si abbandonano alle passioni per arrivare, in un turbine di sesso, droghe e violenza, all'autodistruzione;

- far prevalere la parte razionale, l'utilitarismo, l'ambizione, annullando qualsiasi sentimento: ciò porta alle dittature, a gettare persone nei forni crematori come nulla fosse, agli scienziati come il dott. Mengele, che "in nome della scienza" torturano esseri umani ed esseri viventi in generale nei modi più crudeli. 

Non mi stupisce, dunque, che il satanista che hai incontrato, caro @AStro88 usasse argomenti "razionali": è proprio quello il gioco. Sostenere che il male non esiste, che è solo una invenzione dei preti per impedire alla gente di divertirsi. Se la persona se ne convince, o rinuncia ad ogni scrupolo morale, e finisce per autodistruggersi (suicidi, delitti in famiglia, overdose, crimini sessuali...) oppure diventa iper-razionale, senza sentimenti umani. In questo secondo caso probabilmente non si distrugge, al contrario raggiunge il successo, ma disseminando la sua strada di "cadaveri" (persone portate alla sofferenza per ragioni sentimentali, economiche, professionali). Insomma, il satanismo si propone di portare desolazione e disperazione dove il cristianesimo cerca di diffondere amore e speranza. 

 01/11/2015 10:15:15
SciamanoDemon

SciamanoDemon6830

Ricercatore

mmmm che il satanismo possa passare come antitesi rispetto al cristianesimo/cattolicesimo ci può anche stare sotto alcuni versi, ma secondo me non è completamente corretta la definizione.


Come molti hanno fatto notare negli ultimi anni, i veri satanisti sono per lo più atei o agnostici quindi non praticano nessun tipo di rito connesso a una divinità, nemmeno satana o lucifero (sulla differenza dei due nomi-termini-dei ci sarebbe da fare una discussione a parte quindi mi fermo) .


Altro concetto che molti cattolici sbagliano a ritenere come concetto base del satanismo è che chi ne fa parte sia un sanguinario o un assassino o ancora uno stupratore, mentre la corrente satanica è pervasa di amore per la vita e la purezza, quindi, nonostante quanto la controparte cattolica abbia pubblicizzato (uccisione di bambini puri per rendere omaggio a qualche entità, uccisione di animali sempre per gli stessi motivi) è da ritenersi errata.


Nessun vero satanista ucciderebbe una vita per rendere omaggio una entità, che fosse un bambino (inteso anche dai satanisti la pura energia della vita quindi da rispettare più della propria) tanto meno un animale ritenuto puro e alla pari di un bambino.


Molti satanisti sono anche vegetariani (negli ultimi tempi sono anche vegani) ... Si fa però un distinguo tra uccidere senza motivo e farlo per proteggere la propria vita (regola naturale eticamente accettabile da qualsiasi essere vivente con un minimo di cervello) così come per nutrirsi in situazioni di estrema necessità. 


Il rispetto per la vita è un dogma inalienabile per il satanista vero mentre negli anni si sono andate a formare idee errate riguardo a casi particolari messi in atto da gente malata mentalmente (paragonabile agli estremisti cattolico/cristiani) che hanno portato in auge certi usi sbagliati, per ignoranza o per stupidità.


Tengo a precisare che non sono un satanista ma sono di corrente sciamanica ma conosco certi ambienti avendoli conosciuti e avvicinati, non parlo per sentito dire.



 01/11/2015 11:19:10

SciamanoDemon, io invece di rispetto per la purezza come ne parli tu dai suoi discorsi non ne ho proprio visto, ti faccio due esempi.


Nel primo, l'avvenimento e il discorso nascono dalla presenza di una 17enne nel gruppo in cui stavamo parlando. Alla sua scoperta dell'età della ragazza la persona di cui parliamo ha avuto un incremento dell'interesse, di natura sessuale, verso di lei.. Questo perché come spiegare da lui voleva cogliere questa maggiore purezza che per esempio una 25enne è meno probabile abbia.. Come se lui fosse il cacciatore e quella purezza una preda ambita che lo avrebbe fatto sentire più vicino alla "purezza" del suo "Dio".. Questo praticamente l'ho riportato papale papale come suo discorso. Questo non denota un rispetto per la purezza come ha tentato di mascherare ma di una volontà di consumare questa purezza, e di contribuire alla sua corruzione.


Secondo esempio la sua filosofia del "combatti per uccidere", mi ha parlato a un certo punto che per lui un scontro fisico deve terminare con la morte di uno dei due, e che quindi non c'è onore nel vincere o perdere senza che ci sia la morte di uno dei due (e per questo evita lo scontro in ogni caso). E che quindi valuta se la morte di uno vale abbastanza da compensare per esempio gli eventuali anni di prigionia che la società gli imporrebbe per l'uccisione commessa. Questo è rispetto per la vita?


Inoltre c'è da dire che il satanista vero per come ne ho letto e vissuto io, come ho detto considera Satana il vero Dio e il Dio cristiano un impostore.

Quindi sinceramente non sono per nulla d'accordo con quanto sostieni, un satanista già per il fatto di azzerare il concetto di bene e male crea delle peggiori cose che si possano fare.

Ho visto il Male, il Vero Male.

Ne ho fatto esperienza, e posso dirti che, un satanista non può essere né sarà mai così puro come lo hai descritto.


A questo punto vorrei incollare qui le due definizioni di religione proposte da wikipedia:


religione

re·li·gió·ne/

sostantivo femminile

1.

Il rapporto, variamente identificabile in regole di vita, sentimenti e manifestazioni di omaggio, venerazione e adorazione, che lega l'uomo a quanto egli ritiene sacro o divino.

"i rapporti fra la morale e la r."

2.

part.

Ogni culto in quanto determinato da contenuti di fede: la r. cristiana, protestante; r. monoteista, politeista; abbracciare una r.; la r. ufficiale dello stato; assol., la religione cristiana e più in particolare quella cattolica.


Ora sottolineando alcune parti voglio sottolineare che la divinità reale di ciò che si adora è irrilevante nel concetto di fede. Perciò che Satana fosse considero per quello che è realmente o come vero Dio, si tratta comunque di una forma di religione. E l'antitesi di essa per il fatto di portare le persone lontano da Dio, e vicine a un pensiero votato all'egoismo puro, alla corruzione di sé e degli altri

 01/11/2015 18:57:21
SciamanoDemon

SciamanoDemon6830

Ricercatore

in risposta a ↑

AStro88, ok come potrai vedere anche tu se ci fai caso, rileggendo le mie parole, io ho detto quali sono le linee guida di chi REALMENTE segue certe vie, non di chi dice di seguirle... un po' come fanno i preti: predicano bene e si inculXXXX i bambini o gli adulti....


Insomma: non è che nel satanismo ci siano i santi così come da nessuna parte ma le linee guida che vengono date sono quelle che ti ho scritto. Poi in ogni religione o via filosofica c'è sempre un certo numero di gente che si fa gli affari suoi coprendo i propri intenti con vari mezzi filosofici o religiosi...


Io ho sempre detto:"I più santi hanno la rogna".


Questo per parafrasare un altro modo di dire, adattato allo scopo eheheh comunque il vero satanismo potrebbe essere avvicinato più a una religione di comodo con alcuni appartenenti che ci si adeguano per non sentirsi psicologicamente fuori da ogni credo per il solo fatto che non credono nella religione, ma interiormente hanno ancora bisogno di una ancora psicologica che li faccia sentire al sicuro (e questo funziona anche per cristiani e cattolici come per altre religioni).


Detto questo, se mi permetti, ho studiato e praticato esoterismo e occultismo per anni, appartengo alla corrente sciamanica e oltre ad aver dimostrato con i fatti nella mia vita che non tutti coloro che praticano certe cose, sono stupratori o pedofili ma anzi spesso sono migliori di certa gente che si veste di nero, giudica gli altri ma nasconde le proprie debolezze (chiamiamole così), forse su questo punto del satanismo dovresti ascoltare tu me, perché mi sembra che per quanto il tuo punto di vista sia in parte condivisibile  e anche corretto, giudichi per sentito dire non per esperienza diretta di certi settori.


A parte i casi che hai riportato che come ti ho detto rientrano nella percentuale presente in ogni categoria (dai preti agli avvocati, da medici ai santi, eccetera). Poi per favore... non prendere da Wikipedia più di tanto perché come ho già detto da qualche altra parte, è stato dimostrata l'inaffidabilità almeno parziale di quello strumento.. bisogna prendere tutto con le pinze.


Poi se vogliamo parlare su differenze tra religione intesa come tale e fede in qualcosa meglio soprassedere..... 


 02/11/2015 04:47:37
Antares_5

Antares_554751

Sopravvissuta all'Ade in cammino verso il Paradiso

Non ne ho mai incontrato uno di persona, di persona ho incontrato una strega Wiccan ( o Wicca, quello che è ), che però non faceva nessun discorso su ciò che credeva, era abbastanza per i fatti suoi.

Ma parliamo del satanista... 

L'avevo conosciuto su un forum, e durante le discussioni pubbliche, sembrava una persona umile e aperta. Decido di parlargli in privato, in chat, così, per curiosità, per poi capire quasi subito, che invece avevo davanti una persona psicologicamente potenzialmente pericolosa XD

La prima cosa che ha fatto, è girarmi la frittata. Bene. Ho fissato lo schermo del mio pc e ho detto: " wee, bene... che tizio simpatico XD " ho chiuso il mio cervello per impedire di essere manipolata, e al tempo stesso ho provato pena per lui perchè, l'ho percepita ( pur non conoscendolo di persona ) una mente ormai persa nei suoi preconcetti che non faranno altro che mandare in rovina se stesso e chi incontra. Quindi, l'ho salutato, e non ho più parlato con lui.

Ad ogni modo, questa gente non sono tutti uguali, ma se ti avventi a discutere con loro bisogna stare molto attenti, non ha importanza quanto sei o credi di essere forte e furbo, ma è sempre bene non sottovalutare mai niente. Meglio stare lontani da questa gente.

 10/03/2019 13:44:59

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader