I contanti aumentano i consumi?

Ma per caso qualcuno vede stranieri pagare in contanti? Io no. Semmai il problema è inverso e cioè che chiedono all'esercente di pagare con carta di credito e si sentono rispondere che non hanno il pagamento elettronico.

 20/10/2015 21:32:36
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
45 commenti
PierGiorgio53

PierGiorgio5358136

in attesa pensione

si teme di aver a che fare con carte di credito clonate.

a me diverse volte è stato fatto presente che non funzionava la carta di credito, ma il bancomat - guarda caso - sì.


 20/10/2015 21:52:34
VerdeMatematico

VerdeMatematico23411

(c)Reo confesso

Gli stranieri avevano comunque un tetto molto più alto, anche con la precedente  norma: 12500 euro.


 20/10/2015 23:04:10

VerdeMatematico, Negli Stati Uniti non esiste l'uso di contante, la prima cosa che mi ha detto mia cugina la prima volta che andai, sapendo il nostro costume.

 21/10/2015 09:26:14
VerdeMatematico

VerdeMatematico23411

(c)Reo confesso

in risposta a ↑

Mondogatta, Intendevo dire che, con la norma stabilita da Monti, in Italia, il tetto di 1000 euro per i pagamenti in contanti era imposto solo ai cittadini italiani, gli stranieri potevano effettuare pagamenti in contanti fino a un massimo di 12500 euro.

 21/10/2015 20:31:33
ubietta

ubietta15131

apprendista stregone

in risposta a ↑

Mondogatta, Sarà anche vero che negli Stati Uniti tutti pagano con carta di credito e bancomat, ma nessuno vieta o limita l'uso del contante.

E' un falso problema, perché le evasioni serie non le fanno mica coi contanti, le fanno con società off-shore. Ma quelle fanno comodo alle banche che spesso fungono da intermediarie e si ritagliano la mezza. Il passaggio in contante tra artigiani o commercianti invece è un problema perché si fa un intermediazione diretta senza la banca che ci mangia. Basta con ste fregnacce degli evasori e palle varie, la realtà è che siamo in mano a dei venduti incompetenti.

 25/10/2015 19:33:07
VerdeMatematico

VerdeMatematico23411

(c)Reo confesso

in risposta a ↑

ubietta, ciò che dici ha senso, certamente; tuttavia dovresti considerare che il boicottaggio del sistema economico non si opera attraverso l'uso del contante piuttosto che della moneta virtuale. Hai perfettamente ragione nel dire che i grandi evasori non hanno problemi a trasferire enormi somme di denaro utilizzando il meccanismo chiamato cash pooling, facendoli poi arrivare in "lidi sicuri", sottraendo ricchezza a tutti quanti con il benestare dei nostri governanti. Anche se hai ragione, non significa che non dobbiamo comunque provare a limitare i danni, ogni volta che possiamo, laddove ci sarà possibile. Innalzare il tetto dei pagamenti in contanti in un Paese "normale" (ti prego concedimi la boutade) non sarebbe poi un gran problema, concordiamo? Secondo me, il problema sussiste nel momento in cui lo fai in Italia; un Paese con un tasso di corruzione altissimo, con problemi serissimi di criminalità organizzata, di lavoro nero, di evasione. Io credo, che la Repubblica abbia bisogno di tante, tantissime cose in questo momento; tuttavia l'aumento del limite legale per i pagamenti i contanti, non mi parrebbe in cima alla lista. Ma questa è solo la mia modesta opinione.

 28/10/2015 02:14:50
in risposta a ↑

Mondogatta, 

Negli USA non esiste nemmeno il tetto al contante e puoi comprare una casa con una valigia di Dollari.

 04/12/2019 07:29:48
qvotds

qvotds6751

in risposta a ↑

CaiusSempronius, Negli Usa non esiste il tetto ma esistono gli agenti provocatori e leggi severissime. In Italia la destra non vuole il tetto ,non vuole la moneta elettronica ,non vuole la riforma della prescrizione ,non vuole l'agente provocatore ,non vuole la fattura elettronica,non vuole le intercettazioni ,ha voluto pure che i privati possono 

 ricomprare i beni all'asta ,quindi anche i mafiosi potranno farlo. Poi quando qualcuno li chiama amici dei corrotti e dei mafiosi si offendono e gridano "Magistrati rossi e cattivi"

 04/12/2019 18:47:43
in risposta a ↑

qvotds, 

Negli USA esiste una pressione fiscale che è meno della metà di quella italiana, anzi gli USA sono tecnicamente un paradiso fiscale:

https://www.paradisifiscali.org/paradisi-fiscali/gli-u-s-a-vogliono-rimanere-l-unico-paradiso-fiscale-del-mondo.html

Di conseguenza il tuo discorso non ha molto senso.

 08/12/2019 17:29:46
in risposta a ↑

qvotds, 

Che molti magistrati siano "rossi" non è un opinione ma un fatto.

Il 10% dei magistrati in forza in Italia è iscritto a Magistratura Democratica, organizzazione politica interna al potere giudiziario che in base al principio della separazione dei poteri non dovrebbe nemmeno esistere.

Gli stessi tre magistrati del tribunale dei ministri che vogliono processare Salvini per sequestro di persona sono iscritti a questa organizzazione.

 02/01/2020 21:30:02
qvotds

qvotds6751

in risposta a ↑

CaiusSempronius, Ok ma gli avvisi di garanzia li mandano anche al PD ,Radicali,Sinistra Italiana e M5S . Nessuno è escluso. La destra è sempre stata molto pragmatica e per questo si trova nei guai molto più spesso. 

 02/01/2020 21:42:11
in risposta a ↑

qvotds, 

Assolutamente falso.

Vedasi Mani Pulite.

Ti sei dimenticato il famoso discorso di Craxi in Parlamento?

"Si alzi in piedi chi non ha preso finanziamenti illeciti" e nessuno si è alzato.

Peccato che a finire sotto processo sono stati solo in pochi.

 13/01/2020 13:29:54
serfista

serfista15401

nulla è impossibile

potrebbe che i pagamenti elettronici non li accettano volutamente per le commissioni troppo alte,questo è quanto sapevo dai commercianti...


 22/10/2015 20:23:17
Warmuser

Warmuser13296

miao miao

Solita storia = italia. 

 04/12/2019 22:20:38
Rosa_dei_Venti

Rosa_dei_Venti89611

Comunicatrice

Sono adorati da libero professionisti.... ho sentito un medico recitare "io pagamenti col bancomat non ne voglio piuttosto regalo una visita, ma dico di scegliersi altro medico" detto tutto.

 13/12/2019 17:59:49

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader