Il mio cane le ha prese....il Vostro?

Il mio cane le ha prese....il Vostro?

Non scrivo da finto perbenista e neppure da animalista (seppur talvolta adori gli animali più degli uomini), neppure da NIENTE.

Scrivo semplicemnte perchè il mio compagno di vita (il mio cane) ieri sera mi ha fatto arrabbiare da morire; ora sembrerà poca cosa (in effetti forse lo è) mah.....all'ora del rientro (dopo una camminata di 3 ore) se ne è approfittato di un momento in cui ero poco attento (col mio cane giro da 10 anni senza guinzaglio...dove so che è possibile e mi da sempre retta) e a probabilmente sentendo odori di altri cani si è defilato.

Non è successo un granchè....nel senso che io mi son fatto 1 km da solo chiamandolo e una volta arrivato a casa l ho aspettato per un pò.....e dopo 10 minuti è arrivato.

Però le ha prese (si chiamate la protezione animali!), 2 schiaffetti (forse 3) fatti bene.....

Il fatto è che mi dispiace anche ora averglieli dati.....seppur ovviamente ora come ora siamo più  amici di prima!

Il fatto è che per la prima volta...ho realizzato che è come suonarle ad un bambino.....è capitato anche a Voi?

 28/09/2015 12:41:20
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
49 commenti

mai e poi mai! non solo per l'amore che ho per loro, ma soprattutto perchè penso che il modo di far capire loro gli errori e cosa fare o non fare, non sia attraverso violenza, punizioni e minacce. Se otteniamo quello che vogliamo da loro con la paura, di certo non abbiamo il loro benessere. Capisco che il tuo sia stato un momento di rabbia e di impulsività, ma a me non verrrebbe mai di comportarmi così nei loro confronti. Non è per niente un metodo di comunicazione che mi appartiene. Se dici che il tuo cane l'ha superata, buon per entrambi. Io avrei temuto il peggio .. cioè la perdita di fiducia.


 28/09/2015 12:55:51

Sibel, 

ma tu sei perfetta, lo abbiamo capito..   

 28/09/2015 13:02:53
in risposta a ↑

emyluna, ahahaha :D magari!! no no, tutt'altro. E' solo che sono entrata, con tanto amore, dedizione e studio, nella mente del cane e so come è meglio comportarsi per comunicare con loro. Ci mettono talmente tanto impegno per comprendere e collaborare con noi umani, che sento di doverglielo. Sono animali stupendi da cui dobbiamo imparare tantissimo. (scusate se causo diabete a volte con tutto questo ammmore)

 28/09/2015 13:07:31
Endeavour

Endeavour37226

Indefinibile

Sibel, 

ma dai, una sgridata se ti fanno disperare!

Lo faccio anche con i miei gatti, anche se a loro entra da un orecchio ed esce dall'altro... ma sanno quando è meglio che smettano di fare una cosa, magari pericolosa per loro.

 29/09/2015 16:50:40
in risposta a ↑

Endeavour, gatti e cani sono psicologicamente e comportalmente molto diversi. Hanno linguaggi opposti. Con i miei cani comunico e faccio capire meglio le cose con le buone maniere , senza minacciarli o terrorizzarli. Non so, mi viene solamente questo modo con loro.

 29/09/2015 17:36:32
Endeavour

Endeavour37226

Indefinibile

in risposta a ↑

Sibel, 

ti capisco.

Ho avuto animali di tutti i generi, moltissimi cani e gatti.

I gatti sono molto autonomi, ma se non gli dai delle regole vanno ovunque, e soprattutto si possono fare male.


Se la fanno davvero grossa, allora ricorro nientemeno che addirittura al martello "gno, gno" una cosa che li terrorizza solo a vedrla: un martello di carnevale in plastica molto leggera che emette un suono, se spunta fuori quello devono smetterla di fare quello che stanno facendo (come arrampicarsi sulla rete che protegge il terrazzo, se no cadono dal 6° piano).


Con i cani è più facile, in fondo a loro piace sapere di poter contare su di te, gli piace sapere che tu prendi le decisioni, quindi loro non se ne devono preoccupare: fare la voce un po' grossa quando fanno qualcosa che non vuoi ti fa guadagnare la loro stima; specie se hai l'abitudine di lasciarli liberi devi essere certa delle loro reazioni quando li chiami, o anche loro rischiano di farsi e fare del male.

Ma è solo la mia opinione   

 29/09/2015 17:44:17
in risposta a ↑

Endeavour, certo, i nostri animali vivono in un mondo a misura d'uomo e non di cane o gatto, quindi vanno protetti da pericoli che non riconoscono come tali. Credo che metodi comunque coercitivi non siano mai migliori di quelli basati sulla educazione gentile. Con questi il cane esegue qualcosa perchè gli fa piacere farlo o perchè semplicemente ci vuole compiacere nell'eseguirlo. Non vorrei mai che i miei cani facessero qualcosa perchè temono che io li meni o li punisca. E se qualcuno prova a minacciarli .. beh, posso diventare spaventosamente cattiva. Verso gli umani ovviamente   

 29/09/2015 18:47:49
in risposta a ↑

Endeavour, 

animali di quali genere hai avuto oltre a cani e gatti?

 29/09/2015 19:06:59
ilmiozio

ilmiozio189976

Estremista di destra e di sinistra

in risposta a ↑

Endeavour, ...Per il martello "gno gno"   

 29/09/2015 20:45:10

credo che sia un pò la stessa reazione di una madre che si vede il figlio scappare x strada...la paura...il terrore che possa capitargli qualcosa...a me è capitato l'anno scorso quando maggie ( un chuwawa-pincher) dopo che l'avevo portata giù per i bisognini, mi fa trovare la pipì per terra in cucina, io non ne potevo più...allora ho preso la scopa della cucina e l'ho inseguita, non l'ho picchiata, ho solo urlato come una matta e l'ho inseguita, non avevo intenzione di menarla, con una mazza poi,....e il risultato è stato pure peggio, per la paura ha cominciato a scappare pisciando dappertutto, divano e copridivano compresi....   insomma ho capito che non era servito a nulla, anzi se la sgridavo era peggio, si faceva addosso all'istante.... mi spiace ma picchiarli a parte che è brutto, davvero non serve a nulla, se non a terrorizzarli. Basta alzare la voce, ma tu lo saprai meglio di me..   cmq ti capisco, la paura è stata tanta. 

ps io e lei ci vlgiamo bene, comunichiamo con gli occhi...adesso la piì la fa sempre giù, tranne qualche volta....aaargggg allora non ho bisogno di dire nulla la guardo solo e lei abbassa le orecchiee si mette a pancia in su x farsi perdonare...e io la perdono..   

 28/09/2015 13:02:18

emyluna, ahhaahhahahhahahah   

 28/09/2015 13:25:34
ilmiozio

ilmiozio189976

Estremista di destra e di sinistra

Avrei fatto esattamente quello che hai fatto tu, ed esattamente come è capitato a te, anche io mi sarei pentito; per due ordini di motivi:

Il primo lo hanno spiegato benissimo @Sibel ed @emyluna

Il secondo è un po' più "egoistico" e riguarda me stesso più che il cane.

Sarei preso da un insopportabile rimorso quando (speriamo il più lontano possibile) il cane dovesse ammalarsi o comunque essere molto vecchio da rimpiangere le fuitine di un tempo.

 28/09/2015 14:18:36
Alexandra

Alexandra16911

Libera ricercatrice della sincerità

Dargliele così non ha molto senso, non credo abbia capito il motivo.

Io ho sempre avuto a che fare con molossoidi di grossa e grossissima taglia, pitbull, amstaff e dogo argentino, sono cani che necessitano un carattere forte, predominante da parte del padrone, e, quando serve, un paio di scapaccioni .

Non insegni ad un pitbull che giocando non deve mordere semplicemente con un "lascia", o ad un cane che a 6 mesi pesa 50 kg e si arrampica ovunque a caccia di gatti, non gli insegni l'educazione e non lo rendi "innoquo" per un bambino gridandogli dietro e basta... è capitato che le prendessero, il dogo anche spesso, ma al momento giusto e sono comunque cresciuti equilibrati, meravigliosi, educati, ed abbiamo un rapporto quasi fraterno.

Certo picchiare a random un cane non ha nessuna utilità educativa e mai penserei di usare la forza su un cane più piccolo. Con certe razze e caratteri purtroppo è necessario, ovviamente non facendo loro del male, più che altro è il gesto che conta, far capire di essere il capobranco e guadagnarsi rispetto e fiducia. Bisogna però imparare quando è legittimo e quando invece diventa lesivo nell'educazione, e questo l'ho studiato per anni prima di prendermi un cane del genere...


 28/09/2015 15:32:51 (modificato)

Alexandra,infatti...io ho leggiucchiato e so che se nn li cogli sul fatto non associano...e poi è un po come cn i bambini devono capire chi comanda, senza crudelta per carita...

 28/09/2015 15:55:07
Alexandra

Alexandra16911

Libera ricercatrice della sincerità

in risposta a ↑

emyluna, no no, nessuna crudeltà ci mancherebbe, anche perché creare un rapporto di fiducia e rispetto reciproci è la primissima cosa.

Ogni razza, anzi, ogni cane ha un carattere e delle esigenze specifiche e merita l'approccio educativo adeguato, in sostanza bisogna conoscere bene il proprio amico e dedicargli del tempo, prima ancora che sgridarlo o altro, è fondamentale per educare un cane equilibrato.

 28/09/2015 16:27:43
in risposta a ↑

Alexandra, 

Infatti cn maggie piu la sgridavo piu si faceva addosso ed era quello che mi faceva arrabbiare...adesso faccio attenzione anche a cosa le do fa mangiare. X esempio ho scoperto che l umido le fa fare piu pipi, allora quando glielo do evito il pomeriggio o sera...se no nn regge fino a mattina. La mia maggie cmq è dolcissima....

 28/09/2015 16:33:05
Alexandra

Alexandra16911

Libera ricercatrice della sincerità

in risposta a ↑

emyluna, dolcina è emotiva   avevo anch'io una cagnetta che faceva la pipì quando si emozionava, in bene o in male, e credevo fosse ammalata. Una volta visitata e scoperto che non aveva nulla, ho capito che poverina era ipersensibile e quindi poi è stata sempre trattata come una principessina con mille riguardi...da lì si è trasformata in super viziata (la fetente   ) ma più tranquilla. Bimba si chiamava, ed ha vissuto quasi 18 anni ...

 28/09/2015 16:50:25
nora15

nora154166

bibliotecaria

si' e' capitato anche a me e poi mi sono sentita in colpa. Anche la mia Penny un giorno si e' intrufolata in un boschetto dove c'era una bella busta di spazzatura puzzolente e quando le dicevo "vieni via di la'" mi ringhiava. Mi sono arrabbiata di brutto e l'ho mollata la', son tornata a casa, un paio di kilometri, e dopo un po' e' arrivata lei , puzzolente e con la coda tra le gambe. La punizione e' stata una bella doccia con la pompa! Ma l'ha capita, credo..e' stata un paio di giorni buona buona a testa bassa   


 29/09/2015 06:18:48

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader