Pubblicità sessista (pannolini Huggies) : ma come stiamo messi?

La pubblicità è questa:

Vabbè, penso che non ci sia la necessità di spiegare perchè sia sessista (e stupida, e retrograda, e offensiva ecc). 

Piuttosto mi domando: con che coraggio nel 2015 in Italia fanno ancora delle pubblicità così....boh, palesemente bestiali? La gente in realtà le apprezza, è per questo, perchè piacciono? O certi pubblicitari e chi li paga sono semplicemente pure loro retrogradi e compiacenti?

P.s.= io l'ho segnalata, ecco il link a chi interessa: http://www.iap.it/le-attivita/per-i-cittadini/inviare-una-segnalazione/


 10/06/2015 20:14:42 (modificato)
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
232 commenti

Non ho capito perché sia sessista. Direi abbastanza utili pannolini differenziati. Soprattutto i maschi quando fanno molta pipì e proprio perché hanno il pene tendono a strabordare. Spesso i miei figli bagnavano body magliette. Le bambine tendono a fare la pipi più"localizzata"

 10/06/2015 20:22:28

albival71, eh?

Io parlo di "E' una femminuccia dunque ha bisogno di tenerezza, vuole farsi bella, si farà inseguire" e di "E' un maschietto dunque vuole le avventure, giocherà a pallone e inseguirà le donne"

Mi sembra palese!

 10/06/2015 20:34:05
in risposta a ↑

EmmaRei, non mi sembrano affermazioni così pesanti. Sono finalizzate a sottolineare la differenza dei pannolini per genere diversi. Diciamo che hanno utilizzato degli stereotipi un po datati. Ma sessismo non mi pare!

 10/06/2015 20:36:46
in risposta a ↑

albival71, cioè boh, allora secondo te cos'è il sessismo?

 10/06/2015 20:53:26
in risposta a ↑

EmmaRei, non trovo elementi discriminatori. A mio avviso sia il bambino che la bambina vengono stereotipizzati secondo categorie in disuso. Da uomo trovo alquanto ridicola la stereotipia del bambino anche. Ma non vedo delle discriminazioni.

 10/06/2015 20:59:21
in risposta a ↑

albival71, ehm non è che se vengono stereotipizzati entrambi allora  non esiste sessismo LOL

C'è come dicevo sessismo per entrambi i generi.

 10/06/2015 21:01:50
in risposta a ↑

EmmaRei, sarà come dici tu sessismo. A me sembrano solo stereotipi datati...funzionali alla vendita di pannolini...io non la vedo cosi grave. Mi sbaglierò...

 10/06/2015 21:05:10

albival71, è sessista non per l'utilizzo diversificato del pannolino che è effettivamente molto positivo, ma per gli slogan stereotipati che vengono recitati per presentarli e che perpetuano una visione femminile antica e non veritiera

 10/06/2015 21:41:14
in risposta a ↑

magnulli, ma altrettanto antica del maschio...perché un bambino non ha bisogno di tenerezza...e poi perché un uomo dovrebbe identificarsi con un calciatore. Io mi sentirei offeso da tale identificazione

 10/06/2015 21:50:46
in risposta a ↑

EmmaRei, Ma non starai un po esagerando?Oggigiorno ovunque viene visto del sessismo che al 99% non c'è

 11/06/2015 08:17:16
Ludina

Ludina12611

in risposta a ↑

Fuocofatuo, 

E allora cos'è il sessismo?

Se non esiste in questa pubblicità allora non esiste in nessun'altra cosa al mondo.

 11/06/2016 11:04:36
in risposta a ↑

Ludina, è una pubblicità, a cosa serve?A vendere e lo vuole fare con il modo più chiaro e intuitivo, vedete sessismo dove c'è puro marketing e ne vedete sempre più

 12/06/2016 13:02:11
ParanoidAndroid

ParanoidAndroid4591

Ginoide in cerca di pioggia

L'unica ingiustizia che vedo in questa pubblicità è l'antica etichetta del rosa-femmina e blu-maschio...

Per il resto, un pannolino adatto ai bisogni specifici dei bambini e a quelli delle bambine ci può stare.

 10/06/2015 20:28:10

ParanoidAndroid, OVVIAMENTE ce l'ho proprio con le etichette, non per i pannolini studiati per le differenti anatomie!

 10/06/2015 20:32:07
ParanoidAndroid

ParanoidAndroid4591

Ginoide in cerca di pioggia

in risposta a ↑

EmmaRei, Ah, scusa, non avevo capito ti riferissi alle etichette. Allora sì, sono d'accordo anche perchè sono la prima a indignarmi quando vedo le pubblicità delle bambole e delle macchinine... è uno dei motivi per cui non guardo la televisione (:

 10/06/2015 20:36:34

ParanoidAndroid, non c'è solo quello, come ho detto sopra  ad albival71, sono gli slogan di presentazione del prodotto che riportano ad un pensiero antico ed errato dei ruoli maschili e femminili

 10/06/2015 21:43:14

penso che non ci sia la necessità di spiegare perchè sia sessista

Ti offro la mia solidarietà e il mio dispiacere per il fatto che tu ci abbia sperato ahah Anch'io penso che ci sia poco da dire. La risposta è venuta da sè, è un modo di pensare ancora piuttosto radicato, infatti non è stato percepito con lo stesso fastidio con cui lo hai percepito tu.

 10/06/2015 20:41:13

Sara_Alberti, già     

 10/06/2015 20:45:11
donatella

donatella209923

ex traghettatrice di Quaggers

E' talmente ridicola e di basso livello da sembrare falsa. Non è che hai fatto tu il montaggio, tanto per scatenare la discussione? A parte gli scherzi, davvero pessima ma, come leggi, forse siamo noi donne a cogliere la superficialità del messaggio, che va ben oltre la differenziazione dei pannolini... e questo è a dir poco inquietante.


 10/06/2015 20:47:17 (modificato)

donatella, Ma non confondiamolo con sessismo del quale non c'è nessuna traccia

 11/06/2015 08:20:49
in risposta a ↑

Fuocofatuo, evidentemente non sai cos'è il sessismo.

 11/06/2015 08:55:46
in risposta a ↑

EmmaRei, l sessismo è comunemente considerato una forma di discriminazione tra gli esseri umani basata sul genere sessuale.Questa è la definizione.

 11/06/2015 09:04:40
in risposta a ↑

Fuocofatuo, appunto.


 11/06/2015 09:18:37
Triplicasso

Triplicasso1191

Studente

in risposta a ↑

Fuocofatuo, io la trovo discriminatoria. Trovo ingiusto rinchiudere uomo e donna in stereotipi così, perché da qui nascono le discriminazioni più palesi di cui tu parli

 11/06/2015 09:43:49
in risposta a ↑

Triplicasso, Ma è una pubblicità e inoltre parla di bambini,cerchiamo di essere critici dove veramente serve esserlo

 11/06/2015 10:05:13
Triplicasso

Triplicasso1191

Studente

in risposta a ↑

Fuocofatuo, ovviamente non è che adesso la campagna femminista si debba incentrare su una misera pubblicità, ma per quanto piccola e inutile c'è sempre l'idea di base del sessismo. Ancora peggio se si parla di bambini, come se far crescere i bambini inseguendo quell'ideale sia giusto!

Vuoi essere critico dove serve? Trovo veramente squallido che una pubblicità debba servirsi di questi stereotipi malati per vendere un po' di più. È brutto, perché se ci fossero stati degli stereotipi su neri ed ebrei avrebbe fatto lo scandalo che si merita, invece passa come normale e chi si lamenta di quello passa come un esaltato esagerato.

È ovviamente una pubblicità, nient'altro che una briciola, o un atomo, ma ne fa comunque parte. Se ne parla, chi vuole segnalare segnala, e finisce lì. Nessuno va sotto fabbriche della pampers a protestare in migliaia. Però mi da fastidio che non ne venga riconosciuto il sessismo che più palese di così...

 11/06/2015 10:17:17
donatella

donatella209923

ex traghettatrice di Quaggers

in risposta a ↑

Fuocofatuo, scusa, ma non capisco il tuo punto di vista. Dici che il sessismo è una forma di discriminazione tra gli esseri umani basata sul genere sessuale. Quindi perché non sarebbe sessismo dire a una bambina (e a tutte le bambine che guardano la televisione) che il suo ruolo sarà essere bella, tenera, dolce, femmina e dire a un bambino (e a tutti i bambini che guardano la televisione) che il suo ruolo sarà essere forte, bruto e che non avrà bisogno della tenerezza? Possibile che non vediate che tutto questo è discriminatorio e vuole indirizzare le scelte in base al genere sessuale, che tutto questo va a svantaggio delle future donne e dei futuri uomini? Mi pare che l'unico ad aver colto questa sfumatura sia stato @smanagramderossi 

 11/06/2015 11:55:49
in risposta a ↑

donatella, personalmente, non è stata neanche quella la cosa che mi ha dato più fastidio. Io c'ho proprio l'idiosincrasia per chi vuole vendermi qualcosa; voglio vedere un video su youtube e prima c'è una pubblicità CHE NON POSSO NEANCHE SALTARE? complimenti, potete star sicuri che il vostro prodotto non lo compro (probabilmente non l'avrei comprato neanche prima, ma adesso vi boicotto proprio)

 11/06/2015 12:15:21
donatella

donatella209923

ex traghettatrice di Quaggers

in risposta a ↑

smanagramderossi, concordo, ma qui non parliamo solo di pubblicità, a qualunque prodotto questa sia riferita. Credo che il messaggio triste, quel "lei cercherà" tenerezza, come se un maschio non ne avesse bisogno e dovesse essere fustigato fin da infante, che hai evidenziato, sia la parte su cui concentrarsi, da uomini e da donne.

 11/06/2015 12:19:53
in risposta a ↑

donatella, mi spiace ma dissento.
"Credo che il messaggio triste, quel "lei cercherà" tenerezza, come se un maschio non ne avesse bisogno e dovesse essere fustigato fin da infante, che hai evidenziato, sia la parte su cui concentrarsi, da uomini e da donne."
Personalmente ritengo che sia come combattere contro il mulino (bianco) a vento:il mulino o lo si abbatte, o la macina continuerà a girare, anche se soffiamo tutti insieme nella direzione opposta a quella del vento.
sappiamo tutti cosa significa "punta dell'iceberg"; forse non tutti sanno a cos'è dovuto il fenomeno per cui solo il 10 % della massa dell'iceberg spunta dall'acqua, e il resto rimane sotto. Detto in due parole, il rapporto (peso specifico ghiaccio)/(peso specifico acqua) fa 0.9; considerando la spinta di Archimede, ne consegue proprio il 90% dell'iceberg rimarrà sott'acqua.
Se potessimo tagliare la punta dell'iceberg con un gigantesco laser, cosa accadrebbe? Una parte (10%) di ciò che era sommerso emergerebbe, il resto rimarrebbe sempre sotto il pelo dell'acqua.

Fuor di metafora, che bisogna/bisognerebbe fare? Bisogna rifiutare ogni pubblicità, perchè sono espressioni dirette dell'inesistente rispetto che le multinazionali hanno per lavoratori e consumatori.
Ricordo una pubblicità, di una nota marca di thè, che diceva pressappoco "quando bevi *******, tutta la città è invasa da un'ondata di freschezza!" MA CHE RAZZA DI BAGGIANATE VAI DICENDO? ma mi credete così decerebrato da pensare che se bevo quel thè (per altro con una percentuale di thè pari allo 0.1%) tutta la città ne guadagna in refrigerio? Eppure, pare che qui nessuno si senta offeso da una pubblicità del genere. Invece, spunta "il sessismo", eresia! apriti cielo! tutti pronti a indignarsi.
L'ho già detto sopra, dobbiamo rifiutare tutte le pubblicità, perchè tutte sono un insulto all'intelligenza. Fare un distinguo tra pubblicità sessiste cattive, e pubblicità innocue e accattivanti (come quella del thè) non è la soluzione ma parte del problema.
Qualcuno si sente offeso dallo slogan che ho citato? Pare di no; in un certo senso è normale ( non è una pubblicità sessista, non è razzista, non è volgare o violenta ecc.) in un altro senso è atroce! ritenere normale che qualcuno ti dica "ehi, se mastichi questo cicles [parola piemontese per dire chewing gum] potrai sconfiggere i giganti di lava! potrai ghiacciare la valle con una una scureggia! se bevi questa bevanda ultrachimica potrai volare! se bevi questo caffè ti sembrerà di essere in paradiso! ecc ecc"
Spero di essermi spiegato.

 11/06/2015 12:44:55
donatella

donatella209923

ex traghettatrice di Quaggers

in risposta a ↑

smanagramderossi, per la precisione, io mi sento offesa anche da quello, così come da qualsiasi forma di comunicazione volta a presentare alcuni comportamenti come buoni e altri come cattivi, senza dare a chi le ascolta/vede/riceve i mezzi per stabilire quale sia la verità. La creazione di stereotipi e luoghi comuni, la creazione di immagini da seguire, portate come esempi per essere ben accetti all'interno della società/gruppo, tutto è deleterio e deviante, sia che parliamo di acqua, di pannolini, di orologi, di felpe, di lavatrici o qualunque altro oggetto che nasconda, facendola figurare come bisogno, un'immagine sociale. Anche io spero di essermi spiegata, perché ho la sensazione che stiamo dicendo proprio la stessa cosa. In questo post analizziamo una pubblicità particolare, ma il concetto mi sembra lo stesso.

 11/06/2015 12:54:47
in risposta a ↑

donatella, "Anche io spero di essermi spiegata, perché ho la sensazione che stiamo dicendo proprio la stessa cosa. In questo post analizziamo una pubblicità particolare, ma il concetto mi sembra lo stesso."

Forse sì, stiamo dicendo la stessa cosa, ma in questo post altri mi hanno risposto "stiamo parlando di questa pubblicità, non della Pubblicità, non tutte le pubblicità sono cattive", mentre io invece voglio far passare il messaggio che tutte le pubblicità sono cattive

 11/06/2015 12:56:54
donatella

donatella209923

ex traghettatrice di Quaggers

in risposta a ↑

smanagramderossi, io non sono "altri", io sono Donatella e come Donatella rispondo di quello che scrivo, non di quanto pensi o scriva il resto del mondo.   

 11/06/2015 12:59:03
in risposta a ↑

donatella, chiaro, intendevo solo dire che c'è chi si focalizza su una pubblicità e fa i distinguo, e chi espande il discorso e mette tutto nel calderone

 11/06/2015 13:06:59
in risposta a ↑

donatella, perché è una pubblicità,e lo fa per un motivo preciso :VENDERE

 11/06/2015 16:26:53
donatella

donatella209923

ex traghettatrice di Quaggers

in risposta a ↑

Fuocofatuo, va be', mi pare che stiamo proprio discutendo su due piani diversi. Mi sembra evidente che l'intento del post non fosse quello di stabilire se si trattasse o meno di una pubblicità, cosa che non è in dubbio, ma analizzare il significato del messaggio che viene trasmesso. Se davvero non vedi niente di strano in quanto si vede e si sente nel filmato, allora mi viene da pensare che la mente contorta sia la mia e forse non è il caso di continuare a parlarne. Questo, con tutto il rispetto per la tua opinione, naturalmente, anche se non posso negare di essere abbastanza sorpresa e demoralizzata dalle risposte che leggo.

 11/06/2015 17:12:58
in risposta a ↑

donatella, Bisogna contestualizzare la critica e non mi sento proprio di scagliarmi su di una pubblicità

 11/06/2015 17:38:39
donatella

donatella209923

ex traghettatrice di Quaggers

in risposta a ↑

Fuocofatuo, infatti non stiamo parlando di una pubblicità, ma del messaggio che trasmette. Grazie comunque per lo scambio di vedute.

 11/06/2015 17:47:13
Gilpow

Gilpow12891

HO UN CARATTERE REBBEEEL

Diciamo che hanno utilizzato degli stereotipi un po datati. Ma sessismo non mi pare!

Per @albival71  e tutti quelli che non capiscono cosa ci sia di sessista, vi informo che utilizzare stereotipi sessisti è (incredibile ma vero)... sessismo.
Come potete leggere qui, fra i comportamenti sessisti vi è:

l'attitudine ad inquadrare uomini e donne in base agli stereotipi di genere e ai relativi pregiudizi.
 10/06/2015 20:58:15

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader