marioscippa1

marioscippa1233

scrittore antiquario

Non è vero. La velocità della luce è superabile dalla velocità del pensiero, che è esattamente il quadrato della velocità della luce e che se la moltiplichiamo per la massa delle cose otteniamo Energia.
 07/03/2015 13:09:06
Aspie96

Aspie961282

Studente

@marioscippa1, stai trollando?
 09/03/2015 19:43:35
Aspie96

Aspie961282

Studente

Non puoi considerare un osservatore che si muove alla velocità della luce.


Quando si parla di "velocità della luce" (in ambito relativistico) non si intende la velocità effettiva dei fotoni o delle onde elettromagnetiche, ma il limite massimo di velocità.


Tale limite non può mai essere raggiunto da un ipotetico osservatore.

 09/03/2015 19:42:52

Caro amico @ticonzero (ed altri interessati) , come esempio di addizione di velocità nel caso classico e relativistico ho fatto il calcolo per un sistema che viaggia a c/2 e vede un oggetto che viaggia da 0 a c 

Come vedi per basse velocità' i due grafici coincidono , poi si scostano

Un sistema viaggia a c/2 , l'altro viaggia da 0 a c step 0.1 c

La linea rossa e' la somma delle velocità'

La linea blu tratteggiata e la somma delle velocità' secondo Lorenz (relatività' ristretta)

La linea verde la velocità' della luce

Entrambi i grafici iniziano da c/2 

Per maggiore chiarezza ho ipotizzato la velocità della luce pari a 10

 13/03/2015 12:20:49 (modificato)
ticonzero

ticonzero49408

Fantasma [ tra non molto ]

giovannibattistagalimberti, grafico auto esplicante e chiarissimo, la linea blu tratteggiata al massimo arriva a 'C'..., la somma delle velocità se ne frega di 'C' ma non è reale....
 18/03/2015 21:53:24
giovanniurso

giovanniurso284

Riparazione ascensori

Io ho qualche difficoltà a pensare che non si possano superare i fatidici 300 000 Km/sec. Supponiamo di avere una sorgente laser puntiforme in grado di ruotare su un asse, una ruota di bicicletta come paragone dove i raggi metallici sono sostituito da un solo raggio laser. Un muro bianco dove vediamo scorrere il puntino di luce creato dal laser. La velocità con cui scorre il punto luminoso nella parete è proporzionale al distanza della sorgente (raggio) e alla velocità con cui gira la sorgente laser.Velocità = (pigreco X raggio)/ giri al secondo  se il raggio è 50.000 km e in un secondo compie due giri il puntino nel muro passerà a una velocità di 628.400 km al sec. Sarà vero, abbiamo superato la velocità della luce?
 18/03/2015 21:48:00

Interessante esperimento carissimo @giovanniurso, ma quello che succede è che la luce esce dal tuo laser rotante a 300.000 KM/sec e percorre una spirale sempre a quella velocità.

 18/03/2015 22:10:36
Questo utente si è disattivato

giovanniurso, no perché la luce viaggia sempre alla stesa velocità , il puntino non viaggia a nessuna velocità perché in realtà è fermo

 19/03/2015 05:49:23
Tommy

Tommy30886

@giovanniurso, il tuo sperimento è veramente interessante,  e mi ha fatto pensare un bel po' prima di capire il sottile errore concettuale che conteneva.

Che fosse corretto non era, a priori, impossibile, ma molto improbabile, vista la grande mole di esperimenti che hanno confermato la costanza della velocità della luce.
Nei fatti, se il tuo esperimento mentale fosse stato corretto evrebbe rivoluzionato la fisica.

Ma ora veniamo al merito: da prendere in considerazione, non è la velocità della macchia luminosa che si muove sullo schermo, ma la velocità del raggio di luce che esce dal laser e va a colpire lo schermo.

Per capire meglio l'esperimento immagina che dal laser esca un fotone alla volta: il fotone A viaggia (alla velocità della luce) dalla sorgente allo schermo e illumina lo schermo in un certo punto A1; poi esce il fotone B che fa un percorso vicino (radialmente) e colpisce lo schermo nel punto B1.
Noi potremmo avere l'impressione che ci sia un movimento da A a B dello stesso dischetto luminoso, ma in realtà sono due dischetti, due porzioni di schermo, che si illuminano in successione, e che restano lì dove sono (credo sia questo che intende, correttamente, @mauriziopanebianco).

Per essere ancora più concreti, immagina un mitra che, ruotando, colpisce un muro con una serie di colpi.
La velocità da prendere in considerazione è quella dei proiettili, non quella dei buchi che si susseguono sul muro.
Naturalmente, in questo caso, per avere la stessa impressione della luce, i buchi dovrebbero scoparire man mano che appare il successivo... come in uno specchio d'acqua.

Concordo anche con la replica dell'amico @giovannibattistagalimberti, anche se il suo discorso della spirale complica un po' il ragionamento, perché è riferito ad un osservatore solidale con la sorgente, invece di uno solidale con lo schermo (almeno così ho capito io).



 19/03/2015 07:09:05
giovanniurso

giovanniurso284

Riparazione ascensori

in risposta a ↑ Tommy, Bravo sono anni che me lo chiedo dove sta l'inganno la tua spiegazione la ritengo scientificamente corretta, non c'è un corpo o un fotone che si sposta a tale velocità ma una serie di eventi che si manifestano velocemente.
 19/03/2015 17:51:39
Questo utente si è disattivato
in risposta a ↑

Tommy, perfetto , volevo vedere se lo capiva

 19/03/2015 17:54:18
Questo utente si è disattivato
in risposta a ↑

Tommy, anche se in realtà si muoversi più veloce della luce noi vedremmo il puntino prima che il raggi laser venga emesso

 19/03/2015 17:55:59
in risposta a ↑

carissimi @mauriziopanebianco e @Tommy dobbiamo pensare al raggio luminoso come un fascio di particelle (fotoni) che esce dal laser , questo si allontana in linea retta intanto il laser gira per cui si crea una spirale.

La luce non segue il moto rotatorio , esattamente come qualsiasi particella elementare sparata esternamente , o meglio , mantiene il suo momento angolare per cui man mano che si allontana rallenta la rotazione.

Quando colpisce lo schermo posto a 50.000 km ritorna indietro e andando versi cerchi concentrici aumenta la velocità' fino ad arrivare a noi con la stessa velocità' di emissione.

Se noi andassimo a 50.000 km lo vedremmo ruotare molto più' lentamente.

Questo in base alla fisica classica , pero' devo pensare cosa succede con la relativita'

Comunque , un bel paradosso caro @Tommy.


Comunque i dati certi sono:

-) la luce si comporta come un oggetto materiale

-) il momento angolare viene conservato


Almeno cosi' mi pare ...... ci penserò su questa notte ...... hahahahha

 19/03/2015 18:09:09
Questo utente si è disattivato
in risposta a ↑

giovannibattistagalimberti, no non prende il momento angolare essendo un onda e come tale non ha il momento angolare Non Cè nessun paradosso

 19/03/2015 18:11:14
Questo utente si è disattivato
in risposta a ↑

giovannibattistagalimberti, se no avrebbe il momento angolare del sole o quello della galassia che non ha

 19/03/2015 18:15:30
in risposta a ↑

caro @mauriziopanebianco, la luce e' fatta di particelle che hanno un peso , sono curvate dai campi gravitazionali.

I fotoni si comportano come palline , con l'unica stranezza che hanno una massa a riposo nulla , per cui per esistere devono viaggiare alla velocità' della luce , non possono andare più' piano.


Per cui , se emetti un fotone o un fascio di fotoni e' come se sparassi una palla di cannone da un disco rotante.

Questa esce dalla canna con l'energia data dall'esplosione , e prende l'energia dalla rotazione della piattaforma.

Lontano dalla sorgente si muove pressoché' in linea retta,

Inoltre penso che centrino anche effetti quantistici riguardo l'impossibilita' di collimazione di un fascio perfetto , dovuto alla indeterminazione di Heisemberg 


Comunque la rotazione del puntino luminoso e' solo un moto apparente  

Comunque , interessante come quesito. XD

 19/03/2015 18:53:24
Mi piacerebbe esserci tra 50 anni per riparlarne...non credo che esistano limiti insuperabili. 
 18/03/2015 21:52:24

Carissima @AngelaKarolinePantaleoErtler, Come mai hai questa strana idea , vi sono molte cose impossibili, anche se la scienza è la tecnica hanno fatto miracoli, però non riescono a risolvevere problemi più semplici , come rendere fertili importanti aree per dare da mangiare a tutte le persone , oppure a dare energia a poco prezzo o pulita a tutti .

 18/03/2015 22:05:00
giovanniurso

giovanniurso284

Riparazione ascensori

AngelaKarolinePantaleoErtler, io non ci sarò ne ho già 51


 18/03/2015 22:06:56
in risposta a ↑

giovanniurso, io ne ho 66 se ho molta fortuna ci sarò, ma sarò Molto , ma molto vecchio

 18/03/2015 22:11:59
Questo utente si è disattivato

AngelaKarolinePantaleoErtler, quello lo è

 19/03/2015 05:46:38
Tommy

Tommy30886

AngelaKarolinePantaleoErtler, è la stessa cosa che credevano i fisici del 1800... poi i fatti li hanno convinti a ricredersi.

Ma non è ancora finita.


Anch'io temo di non esserci fra 50 anni, in ogni caso non sarò in grado di capire quello che succederà,  già oggi c'è qualcosa che mi sfugge :).

 19/03/2015 07:22:23
in risposta a ↑ giovannibattistagalimberti, Carissimo, discorso luuuuuuuunghissimo. Sarebbe bello se le scoperte scientifiche fossero utilizzabili senza limiti, semplicemente per il piacere di progredire, senza limitazioni legate a logiche di mercato ma soprattutto dopo ciò che è accaduto ieri a Tunisi mi chiedo se evolviamo.
 19/03/2015 10:43:35
in risposta a ↑

Cara amica @AngelaKarolinePantaleoErtler, sarebbe bello , sarebbe possibile.

Ci sono le logiche di mercato che indirizzano la ricerca , ma , normalmente , quando si trova una cosa innovativa che abbia vantaggi sul passato si riesce sempre a fare soldi , per cui la logica di mercato e' orientata verso la ricerca , basta pensare le imponenti ricerche che ora vengono svolte in medicina , nei trasporti e nelle energie alternative.


Per' alcune cose sono fisicamente impossibili , non sono permesse da leggi fisiche che abbiamo verificato , questo e' il caso del superamento della velocità della luce.

Anche se sarebbe bello , ed anche molto remunerativo , scoprire un altro pianeta da colonizzare , la sua colonizzazione date le enormi distanze stellari sembra di una complessità tale che difficilmente potrà essere fatta in un futuro prossimo (sto dicendo entro qualche centinaio di anni)


Noi viviamo in un secolo di un vertiginoso sviluppo teorico e tecnico con molteplici applicazioni.

Una tecnologia , quando inizia e fa i primi passi costruisce cose con scarse prestazioni , poi quando diventa matura le prestazioni aumentano , ma molto lentamente.

Ti faccio qualche esempio


-) Le automobili

Le prime sono state prodotte agli inizi del '900 , le prime si muovevano a decine di km/ora , poi gia negli anni '50 del secolo scorso si correva la mille-miglia con potenti macchine che superavano i 200 km/ora.

Poi questa tecnologia e' stata riportata in produzione , oggi abbiamo parecchie autovetture commerciali che raggiungono questa velocità'

Sono passati altri 50 anni ma non e' stato fatto un passo ulteriore , da decine di anni le automobili vanno sempre alla  stessa velocità' , si ottimizzano i consumi , si migliora il confort , si aggiungono un sacco di option , pero' il progetto di base rimane pressoché' invariato.

Un aumento di performance si e' avuto con l'inserimento di una nuova tecnologia , l'elettronica con le centraline , cambiano la struttura dei motori Diesel introducendo, per esempio il common rail.


-) I computer

Qui stiamo parlando di una tecnologia molto giovane ed in fase di evoluzione.

La velocità' dei computer e' man mano cresciuta nel tempo fino a raggiungere la frequenza di qualche GHz , poi si e' arrestata , perché' si e' arrivato ad un limite fisico.

Ora si e' costretti ad aumentare il numero di core per aumentare la potenza.


-) Gli aerei

Si e' arrivati ad una velocità di crociera poco sotto il muro del suono , e non e' conveniente superare , il concorde e' stato un fallimento commerciale , ora stanno sviluppando ulteriori soluzioni , ma forse saranno solo valide per aerei di prima classe.


Vi sono anche cose che sono risultate molto poco convenienti da fare , o quasi impossibili.

Cito il caso delle centrali a fusione , negli anno 60 / 70 , quando sono state fatte le prime centrali nucleari si pensava gia alle centrali a fusione , e avevo sentito quando ero ragazzo che nel 2000 ci sarebbero stati i primi prototipi , e nel 2010 le avrebbero costruite in serie.

Previsione sicuramente errata , visto che , non solo non ci sono , ma anche hanno smesso di investirci sodi e di pensarci.

 

Molte tecnologie sono state abbandonate , una che mi ricordo erano i dispositivi a bolle magnetiche , ho visto uscire i primi componenti , poi sono scomparsi , superati da altre tecnologie.


Questo per dire che non tutto quello che immaginiamo e non tutto quello che vediamo nei film sara' fattibile , certo e'; che se sono un regista , e voglio fare un film di fantascienza , qualche bufala la devo inventare , come il motore a curvatura , che , tra l'altro , suona molto bene come nome e colpisce la fantasia.

 19/03/2015 14:07:41
in risposta a ↑ giovannibattistagalimberti, Le logiche di mercato , come tu dici, incombono annullando progresso e coscienza. Giornalmente, nella mia attività professionale, devo fare i conti con quanto dettato dalle "linee guida" terapeutiche che purtroppo, non tengano conto delle necessità individuali dei pazienti ma solo, del beneficio che le case farmaceutiche possono trarre dall'esecuzione in larga scala di determinati protocolli. E' da tempo che non mi sento libera,  l'apparente democrazia e l'illusione del libero arbitrio vengono confutate ogni qual volta la mia coscienza si scontra con logiche che mettono al centro del bisogno il guadagno e non la Persona. 
 23/03/2015 11:50:50
in risposta a ↑

Carissima @AngelaKarolinePantaleoErtler, Da un lato hai ragione, ma , cosa fare , un sistema che agiva fuori dalle logiche di mercato , il comunismo, è fallito , ora viviamo nella dittatura del TINA There Is No Alternative.

 23/03/2015 18:22:08
in risposta a ↑ giovannibattistagalimberti, Spero che si stia vivendo solo un corto periodo di riflessione al quale faccia seguito un necessario rinnovamento. Preferisco senz'altro TIEA  There Is Ewerywhere  Alternative.
 25/03/2015 10:37:24
in risposta a ↑

Carissima @AngelaKarolinePantaleoErtler, ti lascio il link a cui mi stavo riferendo , gia citato in un altro commento


Purtroppo una (There_Is_No_Alternative) e' stata detta da politici , l'altra (Here,_There_and_Everywhere) da artisti , e purtroppo , sono piu' i politici a reggere le sorti del mondo. 



Ref

http://it.wikipedia.org/wiki/There_Is_No_Alternative

http://en.wikipedia.org/wiki/Here,_There_and_Everywhere



 25/03/2015 13:30:03
in risposta a ↑

giovannibattistagalimberti, Here,_There_and_Everywhere, è la mia scelta di vita. Grazie per il link.

P.S.

Faccio il medico per passione e coscienza, l'artista per vocazione.

 26/03/2015 11:50:39
in risposta a ↑ Molto bene cara @AngelaKarolinePantaleoErtler, e' bello fare il medico , con molti rapporti con gli altri , io ho sviluppato SW ed e' un lavoro che tende ad isolare un pochettino. 
 26/03/2015 13:02:07
Ivansab

Ivansab4011

Apprendista stregone e grammar nazi

AngelaKarolinePantaleoErtler, la velocità della luce è una proprietà intrinseca della natura.


Per fare un paragone con la tua affermazione:


Tra 50 anni si riuscirà a costruire un triangolo (geometria euclidea) avente la somma degli angoli interni superiore a 180°?

 19/09/2015 21:36:28

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader