Robbins

Robbins58671

Usato aziendale

C'è sempre una supposta superiorità intellettuale della tua..

 08/12/2018 08:31:57 (modificato)
Franco_

Franco_1838

alberghiero

Cari quagger, non lavoro in banca e il matrimonio non influisce affatto sulla mia frequentazione di Quag.

Dopo anni di partecipazione silenziosa, constato oggi che gli interessi sono sì ancora il tema centrale del network, ma l'interazione è confluita nelle modalità tipiche di tutti gli altri social network e allontanando l'utente dal controllo del proprio stream con algoritmi e suggerimenti.

Focus canale che guardano in pochi? Può darsi,  ma quei pochi sono quelli che non si accontentano della cultura da almanacco del giorno dopo o da quiz televisivo.

Sono le fonti che fanno la differenza e quando è il quesito che fa interazione, la citazione delle fonti fa della risposta una risposta rilevante e interessante che attrae altre risposte.

Lungi da me fare lo snob o fare finta di essere una mente superiore di fronte alla massa di ignoranti. Tutt'altro. Soprattutto, che me ne importa di fare il superiore su Quag...

Secondo me ha ragione chi ha detto che come era stato originariamente progettato non poteva né durare né funzionare.

Ovviamente restare, frequentare o andarsene sono scelte personali che non sono ordinate dal dottore.

 22/12/2018 01:15:15
Robbins

Robbins58671

Usato aziendale

Franco_, non poteva funzionare perché la rete si è espansa a tale punto che non ti serve uno che ti spieghi un argomento .

Hai tutto in pochi millesimi di secondo.

Poi se vuoi approffondire ci vogliono anni 

Ecco perché non poteva funzionare .

Faccio un esempio 

Studio comunicazione dal 90 e se ne parlo devo citarti libri o articoli letti in 28 anni?

O hai autorevolezza o non la hai non c'è altro

 22/12/2018 05:42:36

Franco_, da come scrivi sembra che l'autore del post sei tu, un multiaccount quindi, sarebbe questo l'esempio di "valido social"?

Due ipotesi : 

È così. Mi fa piacere che sei intervenuto, non mi piaceva criticare un post senza l'autore presente.

Non è così. Mi chiedo perché scrivi come se tu fossi l'autore del post.

 22/12/2018 07:53:15
Franco_

Franco_1838

alberghiero

in risposta a ↑

Robbins, sono d'accordo in parte sul fatto che non potesse funzionare. L'autorevolezza non ci si può arrogare tipo "Ipse Dixit". È costituita dalle proprie opere e dal valore che viene loro riconosciuto. Da ciò deriva l' utilità e quindi la diffusione. E siccome non tutti sono Zichichi, bisogna essere abbastanza umili da dare valore alle proprie affermazioni citando fonti valide e consistenti. Come succede per ogni pubblicazione che sia un testo universitario o una rivista scientifica. Altrimenti la pubblicazione rimane a livello di edicola.

Citare i testi studiati negli ultimi 28 anni? Sì certamente, perché la tua formazione e le opinioni che esprimi si basano su quelle fonti. Altrimenti sono solo opinioni personali di nessun valore se non quello di qualsiasi altra opinione su un social. E così il cerchio si chiude.

 24/12/2018 15:25:33
Franco_

Franco_1838

alberghiero

in risposta a ↑

Sanguanel, scrivo così perché mi riconosco perfettamente in quella riflessione e ne condivido in pieno il contenuto, al quale mi sono permesso di aggiungere i miei commenti per evidenziarne la validità.

Non sono l'autore, non ho mai avallato l'anonimato né tanto meno il multiaccount e neanche uso uno pseudonimo.

 24/12/2018 15:32:37
Robbins

Robbins58671

Usato aziendale

in risposta a ↑

Franco_, non puoi farlo se no dovresti citare l"abbeccedario delle elementari. 

Questa non è un testo o un intervento universitario o similare .

È gente al bar che parla di un argomento con varie sfaccettature .

Questo può o deve stimolare la curiosità ed uno poi approfondisce. 

Per la cronoca a qualsiasi simposio il relatore non ha mai citato le fonti se no  non finirebbe mai e annoierebbe mortalmente il pubblico.

 24/12/2018 19:31:21
Franco_

Franco_1838

alberghiero

in risposta a ↑

Robbins, e sta proprio qui il decadimento: mentre inizialmente la discussione verbale in forma scritta induceva a documentare i propri interventi, oggi Quag e le sue rinnovate modalità di interazione hanno portato a un ambiente da bar con le sue chiacchiere, privilegiando le persone e non gli argomenti/ interessi.

È chiaro che in un simposio intervengono relatori di documentata fama e competenza. Non c'è bisogno che citino fonti, sono loro le fonti.

In ogni caso, nessun problema: non sto dando addosso a Quag o ai Quaggers per un falso senso di superiorità culturale. Quag continuerà ad esistere e a cambiare come è giusto che sia. Secondo me vale ancora la pena  di frequentare Quag, saltuariamente, come diversivo senza troppe pretese.

 27/12/2018 21:57:42
in risposta a ↑

Franco_, io sono andato a leggermi tutti gli articoli storici di presentazione di Quag.

Su tutti ho trovato scritto "Social di interessi condivisi", interessi condivisi che possono essere di qualunque genere ed esternati in qualunque modo lecito.

Non ho trovato scritto da nessuna parte che Quag deve avere per forza una forma verbale documentata, relazionata, cattedriale, di grande competenza, questa è una interpretazione di alcuni utenti che può essere condivisa, ma anche no.

Se per qualche motivo gli utenti storici avevano interpretato Quag come una Agorà di elevata cultura e non è andata così, evidentemente avevano una ottica poco realistica.

Ma se il problema è che serve una Agorà di altissima cultura in internet, sono convinto che da qualche parte ci stia pure.


P.S. Inoltre : Che inizialmente ci fosse tutta questa ottica altamente culturale, con interventi esclusivamente documentati avrei qualche perplessità.

Perché per l'appunto mi sono documentato attraverso il motore di ricerca, post da Fb con interventi da Fb c'erano in Quag anche cinque anni fa.

Il mio sospetto è : che la primissima cerchia di utenti (sei anni fa) si diede un carisma elitario, che ovviamente non poteva funzionare perché il social è pubblico.

Per ottenere una, il termine cerchia elitaria non va bene allora scriviamo "ricercata", si dovrebbe mettere una entrata con test di ammissione e forse a pagamento, cioè un club privato.

Avere la pretesa di ottenere un social pubblico, ma che contemporaneamente abbia un livello di interazione esclusivamente ricercato ed elevato, implica il possedere una buona dose di ignoranza su come è fatto il resto del mondo.

 28/12/2018 00:44:11 (modificato)
Robbins

Robbins58671

Usato aziendale

in risposta a ↑

Franco_, 

Poi ritengo più importanti le persone. 

Se vuoi annoiarti c'è quora .


 28/12/2018 05:31:50
Robbins

Robbins58671

Usato aziendale

in risposta a ↑

Sanguanel, concordo in pieno.

Aggiungo che su qualcosa tutti siamo degli ignorantoni. 


 28/12/2018 05:35:31

Comunque l'autore del post non ha mai abbandonato quag, come si può vedere dal suo ultimo accesso e anche negli anni seguenti ha continuato a commentare e interagire. Forse dopotutto non lo trovava così male o forse non trovato di meglio...   

 22/12/2018 07:39:56
Shiver

Shiver143366

Petalosa

"Quag fa schifo, siete tutti stupidi brutti e cattivi gnegnegne" 


Ultima connessione: 2 gennaio 2019


 04/01/2019 15:37:40

Shiver, "gnegnegne" :)))

 04/01/2019 15:53:48

Shiver, questo post è stato oscurato pochi istanti fa.

 04/01/2019 16:37:44

Shiver, no c'è ancora, pardon.

Mi era momentaneamente scomparso in bacheca.

 04/01/2019 16:40:08
minimamoralia

minimamoralia55516

Una volta sottolineavo, ora cancello.

Che noia!

 09/01/2019 00:14:32

minimamoralia, che barba! 

 09/01/2019 18:27:46
minimamoralia

minimamoralia55516

Una volta sottolineavo, ora cancello.

in risposta a ↑

_Madelyne_, 


 09/01/2019 18:29:46
in risposta a ↑

minimamoralia,   

 09/01/2019 18:30:09

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader