Creare una nuova abitudine

Creare una nuova abitudine è veramente possibile? Io ho usato tutte le tecniche conosciute, lette e stralette del counseling... ma non riesco a superare la settimana.

Allora pensavo... forse non è solo un problema di tecnica. È possibile che ci siano altri ostacoli che ci impediscono di creare un'abitudine nuova? Mi sono anche chiesta se potesse dipendere dal tipo di abitudine. Così ho cercato di iniziare una cattiva abitudine, supponendo che le buone abitudini sono più difficili da mettere in pratica e meno affascinanti. Ho cercato di iniziare a bere. Non sono astemia ma non bevo alcol. Niente da fare. Non sono riuscita a superare i sette giorni. Cos'è un'abitudine?come inizia? E perché è. così difficile controllarla??

 12/12/2014 16:35:00 (modificato)
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
30 commenti
Anna

Anna48690

Web Specialist

Creare una buona abitudine forse presuppone il doverne abbandonare una vecchia. Nell'esempio da te citato, per iniziare a bere dovresti al contempo smettere di non bere. 

Un'altra spiegazione potrebbe essere questa: l'abitudine nasce quando l'oggetto dell'azione ci dona una sensazione di piacere per questo tendiamo a ripeterla. Chissà se queste due supposizioni hanno una qualche correlazione... Non bere ti dà più piacere rispetto al bere, per questo non riesci ad abbandonare l'abitudine vecchia per la nuova.

Ha senso? :)

 12/12/2014 16:46:05

Anna, effettivamente non sono quasi mai attività piacevoli, per lo meno all' inizio. Ad esempio iniziare a correre nn è piacevole se dopo due passi ti senti uno straccio

 12/12/2014 17:40:32
Anna

Anna48690

Web Specialist

in risposta a ↑

nives-sag, iniziare a fare sport... Questo è un bell'esempio. Io sono l'anti-sport per eccellenza, anche mia sorella lo era, finché non ha provato spinta dalla voglia di sentirsi meglio. Ora non riesce più a farne a meno. Resta però l'interrogativo che ci hai proposto. Come si supera la zona grigia che crea la nuova abitudine?

Ci penso...


Ps. Occhio, c'è un refuso nel titolo del post :)

 12/12/2014 17:44:23
in risposta a ↑

Grazie Anna, ho modificato ora il titolo.

 12/12/2014 18:48:36
Oixina

Oixina21854

Astronauta/Giardiniera

Ciao @nives-sag

 

bellissimo ed interessante post.

L'abitudine è strettamente connessa al beneficio (vero o presunto) che l'individuo che la pratica ne trae. Il beneficio può essere fisico o di natura mentale, può essere effettivo (vero) o alimentato da un convincimento che la nostra mente si è creata per mantenerla viva. All'imprescindibile necessità di trarre beneficio dall'abitudine è inscindibilmente connessa la forza della tua volontà, orientata al raggiungimento di un dato obiettivo. Senza i due suddetti ingredienti, difficile perseverare in un’abitudine. Non sono una psicologa, né una counselor, né tanto meno una coach, i miei consigli sono quindi basati solo ed esclusivamente su quella che è la mia esperienza personale. Provo a condividere la mia ricetta: cerca di porti un obiettivo, raggiungibile, rendilo per te desiderabile, associa allo stesso pensieri positivi, vestilo insomma di positività, fissa come obiettivo per raggiungerlo un lasso di tempo superiore alle 3 settimane, lavora per ottenerlo senza mai focalizzarti sul fattore tempo, se ti sembra che voglia e forza di volontà stiano venendo meno, pensa ai pensieri positivi con cui lo hai vestito prima di iniziare e ricamaci sopra, fantastica a riguardo. Se riesci a superare le 3 settimane e soprattutto a conseguirlo, con molta probabilità l’abitudine si sarà affermata. Non è una ricetta valida per tutti, se decidi di seguire il mio consiglio, sarei felice di sapere come è andata. Ciao :).


PS: leggo ora il contributo di @Anna, che mi ha anticipata ed ha colto esattamente il punto cardine della questione.

 12/12/2014 17:45:28

Oixina, hai aggiunto un particolare interessante. Fantasticare. La tendenza a crearsi degli obbiettivi fantasiosi irraggiungibili può contribuire a scoraggiare di fronte alla realtà. .. grazie per lo spunto

 12/12/2014 18:49:04
bandito

bandito4452

Tattoo artist

Bella domanda Credo che esistano diversi modi per arrivare a un abitudine , uno dei tanti e trovar un abitudine che riesca a rispondere a una sorta di help psicologico cerco di spiegarmi ci sono persone che fumano non per il piacere di gustare tabacco ma perché avere tra le mani una sigaretta riesce a scaricare la loro tensione

 12/12/2014 17:55:48
GuidoPerassolo

GuidoPerassolo5058

impiegato

Ho sempre fatto sport, bici, karate, corsa, dopo 3 anni di fermo per un dolore al ginocchio che non riuscivo a curare (anche per pigrizia mia ) ho preso l' abitudine di correre , sono 4 anni che corro e' non ho  più mal di schiena e dolori oltre ad essere rilassato a fine corsa.

L' abitudine si genera dal soddisfare un bisogno, per esempio:  stare bene, scaricare lo stress, svagarsi, passione, se manca una di queste fine abitudine...

 12/12/2014 19:08:29
Raffa_Ra91

Raffa_Ra9156

studentessa

Bella e difficile domanda:) l'abitudine,da vocabolario,è la disposizione o attitudine acquisita mediante un'esperienza ripetuta,ma giustamente,come hai fatto notare tu,se basta ripetere l'esperienza come mai non riusciamo ad acquisirne di nuove? Per la psicologia l'elemento che ci fa portare avanti un'abitudine,che sia essa corretta o sbagliata,è la RICOMPENSA,ossia la gratificazione che deriva da quell'abitudine. Forse il trucco è tutto lì,cerca di trarre + piacere possibile dall'abitudine che vuoi far tua e poi ripetila,inizialmente anche obblogandoti a farlo.
 12/12/2014 19:42:40

Vero Raffa_Ra91... la ricompensa è importante insieme alla motivazione . Forse anche la fortuna... ad esempio. Se inizio a correre questa settimana e la prossima piove e nn posso uscire. ..è faticosissimo riprendere...

 12/12/2014 19:48:15
Raffa_Ra91

Raffa_Ra9156

studentessa

in risposta a ↑ nives-sag, faticosissimo si,il trucco è non smettere nemmeno quando sembra tutto contro. Restando sul tuo esempio,se Vuoi correre sul serio e abituarti a farlo compra un impermeabile così sarà possibile correre anche sotto la pioggia :) 
 12/12/2014 22:57:05
in risposta a ↑

È. Si... Raffa_Ra91, forse la domamda giusta sarebbe -... come combattere la pigrizia...

 13/12/2014 14:31:39
Raffa_Ra91

Raffa_Ra9156

studentessa

in risposta a ↑ nives-sag, vorrei poterti saper rispondere O.o ma purtroppo a parole siamo bravi tutti,io in primis,ma sono pigra anke io purtroppo O.o
 13/12/2014 23:33:46

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader