Amore familiare, si può recuperare?

Familiari che si separano, frasi sbagliate che hanno incrinato un rapporto.. si può recuperare il dialogo? I figli delusi dai genitori come possono essere riconquistati? I genitori che cercano di riscattarsi, come possono ricontattarli, se l'altro genitore non aiuta? Esistono equilibri fragilissimi tra parenti che non si frequentano più. Ma è giusto tagliare definitivamente? Non lasciare speranze? E poi si parla di non abbandonare gli animali..

 20/10/2014 15:07:37
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
32 commenti
Greis

Greis16258

User Experience Designer

Un figlio recupera l'affetto verso i propri genitori solo dopo aver recuperato in piena autonomia la propria autostima. Se ciò accade, il rapporto si rigenera automaticamente. Se invece non accade, i genitori da soli non possono fare nulla.
 20/10/2014 15:42:47
Greis, secondo te quindi bisogna aspettare che il figlio sia grande.. chi lo aiuta a recuperare l'autostima? ritieni che sia necessaria l'autostima per recuperare la stima nei confronti di un genitore? Può un genitore "pentito" sopportare tanta attesa? 
 20/10/2014 16:05:54
Greis

Greis16258

User Experience Designer

in risposta a ↑ Enlil, io sono un "figlio grande" (47 anni!) che sta recuperando solo ora il rapporto con i propri genitori, dopo 20-30 anni di indifferenza/insofferenza. Un genitore pentito e ansioso di ricucire prima del tempo sarebbe stato un gran peso da sopportare per me. Non dico che le tempistiche debbano essere queste in tutti i casi. Questa è solo la mia storia.
 20/10/2014 16:12:44
in risposta a ↑

Greis, avevo intuito. Mi dispiace per gli anni 'sprecati' e ti faccio i complimenti per il lavoro fatto... nessuno se ne pentirà anche se è un lavoro difficile. ribadisco, ogni rapporto è unico e fragilissimo. Ma dalla tua esperienza..cosa consiglieresti ad un genitore che volesse recuperare il dialogo con un figlio.. prima che passino 20 anni? (Certo, dipende da equilibri che non sono generalizzabili.. ma proviamoci)

 20/10/2014 16:33:10
Greis

Greis16258

User Experience Designer

in risposta a ↑ Enlil, ho capito hai fretta. Provo quindi a immaginare un passato diverso, ovvero a fantasticare su come avrei potuto recuperare prima il rapporto. Ecco, forse a me sarebbe bastato che mio padre, da egocentrico e infantile, si fosse trasformato ben prima della sua vecchiaia in una persona adulta, piacevole e serena. Meno tesa, meno noiosa, più capace di godersi la vita. Che ne so, forse se un giorno lo avessi sorpreso a cucinarsi una torta, il rapporto avrebbe potuto migliorare ben prima. Invece ha perso del tempo nel far patire ai suoi famigliari la sua depressione e la sua ansia di recupero, sentimenti che non servono a costruire un bel niente. Chiaramente non si tratta di cambiamenti che si possono decidere a tavolino. Occorre del lavoro su sé stessi.
 20/10/2014 19:25:17
in risposta a ↑

Greis, bellissimo intervento, grazie. verissimo. il lavoro su se stessi va motivato. forse si raggiungono prima gli obiettivi. certo, se i familiari fossero meno ostili, tutto sarebbe più facile. in certi casi non è la depressione ma magari il troppo lavoro o uno stile di vita errato che danneggia il rapporto dall'inizio. una torta, certo. una poesia, un dipinto. qualcosa che abbia dei ritmi umani. grazie.


 20/10/2014 20:25:44
Greis

Greis16258

User Experience Designer

in risposta a ↑ Enlil, sono fermamente convinto che la distanza che un altro essere umano mette tra te e lui è un suo territorio, non va invaso cercando di riprendere il rapporto. Se vuoi un riavvicinamento, bisogna diventare, come dire... più "attraenti". Ciao.
 21/10/2014 15:16:08
in risposta a ↑

Greis, grazie. Purissimo.

 21/10/2014 15:24:59
...Ed è proprio vero che gli animali sanno essere migliori degli esseri umani! A volte la frase sbagliata è soltanto la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Ad esempio, io non vedo l'ora di avere anche solo un minimo di stabilità economica per fuggire da familiari e parenti e rimanere in contatto al massimo con mia sorella. Nella mia vita sono ormai solo delle presenze dettate dall'abitudine: potrebbero essere loro, come altri e a volte mi fanno più male che bene con parole, gesti, ipocrisie, non venirsi incontro, sottovalutando i piccoli grandi sacrifici, e questa sarebbe famiglia? Si parla di dialogo, e io provo a dialogare ma quando trovi un muro che pensa solo ai soldi, che per carità saranno importanti, che fare?
 20/10/2014 16:47:04
utente anonimo

Anonimo

L'Amore familiare si puo recuperare ma la Societa non lo permette piu come hai tempi... 

Un esempio te lo posso fare io, sono nato per sbaglio nel 94, avendo un padre (che non sapeva di avere un figlio) e una madre di 18 anni che avevano un figlio di 2 mesi e non lo sapeva... I miei pero si sono rimessi insieme, si sono sposati e si sono fatti una vita ''tranquilla'' diciamo, ma appena diventato maggiorenne si sono separati, voglio vedere ora chi farebbe una cosa cosi? La Societa (il sistema di oggi) non lo permette piu, Siamo troppo attratti dalle cose materiali, dai soldi, Ora come ora se i famigliari si perdono, e dura riaverli, ma se ritornano ritornano dopo 20/30 anni...

 20/10/2014 16:47:15

Anonimo, molto bello ciò che hanno scelto di fare i tuoi.. io sarei comunque ottimista anche per l'oggi.. tu non sei stato inutile! E loro sanno cosa vuol dire tornare. Adesso hanno metri diversi ed ancora i sogni dei 20 anni.. concediamoglieli! Non vorrei sbagliarmi..

 20/10/2014 17:48:00
Greis

Greis16258

User Experience Designer

Anonimo, se ho ben capito tua mamma è nata nel 76 e ora ha 38 anni. E tu ne hai appena 20. Incredibile, che famiglia giovane! So che essere figli di ragazzi non è facile (la mia prima moglie aveva una mamma 17 enne e un padre che se l'è svignata), ma una cosa è positiva: i nonni giovani sono una bella cosa, i miei figli se li godono un sacco.
 20/10/2014 19:33:39
utente anonimo

Anonimo

in risposta a ↑ Greis, Sinceramente appena compiuti i 18 anni, ho cercato lavoro, abbandonato la scuola e tutto, e sono andato a vivere da solo, me la sono cavata, ovvio anche con l'aiuto dei miei inizialmente, AVERE genitori giovani e un vantaggio, riescono a capirti quasi tutte le volte, e anche se non ti capiscono, ci provano :)
 21/10/2014 12:41:22
utente anonimo

Anonimo

in risposta a ↑ Enlil, Non sbagli, hai perfettamente ragione, la vedo allo stesso modo anche io!
 21/10/2014 12:42:17
si, tutto si può recuperare se tutti lo vogliono. basta saper perdonare con il cuore. un abbraccio.
 21/10/2014 15:11:40
bonvinistefano

bonvinistefano1982

TOP - Sempre in Forma - www.top.it

La situazione è scottante, ma solo apparentemente grave.

Il malinteso più grande è pensare che una persona lasci un gruppo per quello che gli è stato fatto.

Niente di più falso: la persona lascia il gruppo per le azioni dannose che lei ha fatto al gruppo e che non sono state scoperte.

Anche il solo non permettere ai figli di contribuire, dare sempre tutto senza accettare niente in cambio, alla lunga li fa sentire dei criminali.

Un bambino vuole contribuire e anche se lo farà maldestramente il contributo va accettato se è un vero contributo.

Per recuperare è più delicato per via dell'accumulo, ma ci sono tecniche precise che producono risultati miracolosi.

Poiché un problema ha due lati di cui di solito se ne guarda solo uno, basta guardare l'altro lato perché il problema se ne vada.

Il mio consiglio spicciolo è, quando si riceve una comunicazione, di evitare completamente tutte le parti negative e rispondere o dare un riconoscimento solo a quelle positive.

All'inizio è difficile, infatti è meglio iniziare con una bella lettera.

Per capire se si va nella direzione giusta, basta evitare i ma e i però.

Questo è solo una tecnica per alleviare un po' la situazione ma se fatta bene produce risultati miracolosi.

L'intera tecnologia che sta dietro a questi dati è disponibile e se lo desideri te la posso mostrare.


 09/11/2014 09:05:49

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader