Cosa ne pensate della musica elettronica?

Ben Klock Boiler Room Berlin DJ Set

https://www.youtube.com/watch?v=DGWL7YI_2rI

→ FOR AUDIO: http://bit.ly/WeAjHV → SUBSCRIBE TO BOILER ROOM: http://bit.ly/1bkrHWL HOLY SHIT WHAT A SET! → FOLLOW US HERE FOR MORE FUN: Facebook: https://www.facebook.com/boilerroom.tv Twitter: https://twitter.com/boilerroomtv Soundcloud: ...

Secondo voi la musica elettronica è vera musica?

Vi sembra una cosa facile o diffile da fare?

Pensate che basta solo schiacciare dei bottoni e woilà è fatta?

I Dj sono Artisti?

... Ultimamente ho discusso con due ragazzi su questo argomento, quando ho spiegato loro la differenza tra un LiveSet e un DjSet mi hanno risposto che il Dj in realtà schiaccia solo dei pulsanti e che il computer o la drum machine fanno tutto il resto. Ovviamente non funziona proprio in questo modo, l'uso di programmi di editing musicale o strumenti analogici richiedono non solo una grande conoscenza del software o dello strumento, ma capacità personali quali "Orecchio" e  una mente ingegnosa... 

Un'altro fattore è che non tutti i Dj sono produttori e non tutti i produttori fanno i Dj, il Disk Jokey "gioca" appunto con tracce già pronte e crea un flusso musicale che non si deve interrompere mai, ma soprattutto DEVE FAR BALLARE LA GENTE!! Questo non è così facile come sembra, perchè un Dj che si rispetti deve pensare al divertimento di tutti e non solo al suo personale. Per non parlare poi della scelta dello strumento con cui si fa Djset, c'è un enorme differenza tra chi usa controller e computer e tra chi usa CDj o Vinili, l'uso dei giradischi ha una difficoltà maggiore (MOOOOOOLTO) rispetto agli altri strumenti e serve grande abilità e un orecchio ASSOLUTO. Io ad esempio ho scelto di usare un computer software con controller per una questione di soldi, (molte meno spese) ma ho un enorme rispetto per chi usa i vinili, anche se sono dell'idea che un Dj prima di tutto debba far ballare indipendentemente da ciò che ha scelto di usare per esprimersi. Ricordate che un bravo Dj sa mettere a tempo vinili con CDj e computer software e per farlo serve veramente tanta abilità.

Il video allegato mostra un bravissimo Dj di fama internazionale..

Cosa ne pensate?


 23/08/2014 11:58:47
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
52 commenti
Forzamilan

Forzamilan1101

Studente forse

Secondo me si può fare buona musica anche su consolle. Anche se ne ascolto poca qualcuna buona l'ho sentita, anche qualcuna di quelle "commerciali". Però quando guardo la play list di elettronica di YouTube vedo porcate come quella di David Guetta e soprattutto Selfie dei Chainsmokers.

 23/08/2014 12:51:54
pjpass

pjpass23265

Per sapere se stai facendo musica, basta che pensi ad una cosa:

quando vai a vedere un musicista, vai ad un suo concerto, mentre in discoteca, assisti ad una performance live di un dj... 

Questa è una distinzione che fanno sempre su MTV ed è una cosa che hai fatto anche te. Infatti te parli di "live set" e di "dj set" e non di concerti.

Che poi possa essere difficile, nessuno lo mette in dubbio, ma sicuramente è più facile mandare delle basi musicali (magari neanche preparate da te, ma da qualcun altro o, peggio ancora, da un programma), che suonare uno strumento.

Te dici:"l'uso di programmi di editing musicale o strumenti analogici richiedono non solo una grande conoscenza del software o dello strumento, ma capacità personali quali "Orecchio" e  una mente ingegnosa..."

Tu parli di programmi, cosa che farebbe un tecnico informatico, non di spartiti, cosa che farebbe un musicista.

Tu, senza una console e un mixer, non puoi far nulla... ad un musicista, basta una chitarra acustica e riuscirà lo stesso ad intrattenere delle persone.

Un'ultima cosa... te dici te che quel dj è di fama internazionale, ma secondo me, sarebbe più esatto dire che è tra i più quotati nel suo ambiente...

vedi, chi non segue questo genere di musica, non lo conosce affatto, ma chi segue il tuo genere di musica, sicuramente ha sentito qualcosa dei Queen, Rolling Stones, Pink Floyd, ecc. ecc.

In questo caso, puoi parlare di fama, quando si è conosciuti anche da chi non è del settore.

Finisco di annoiarti, dicendoti una cosa... visto che troverai sempre qualcuno che ti dirà che questa è la musica migliore e chi invece ti dirà che 'sta roba, vale meno della m...a, non ti deve interessare quello che penso io o gli altri, a te piace e ti diverte? Le persone che ti ascoltano, ti danno soddisfazione, complimentandosi con te? Ti deve bastare... e fregatene di tutto il resto.

Se hai una passione, portala avanti, senza farti buttare giù da nessuno

 23/08/2014 13:08:29

pjpass, Sono d'accordo, la mia questione era più per sapere cosa ne pensa la gente.. io andrò cmq per la mia strada... :)

Per quanto riguarda l'editing, io sì, parlo di programmi di scrittura musicale che includono anche la possibilità di scrivere spartiti, si può fare benissimo e cmq se si fa elettronica non è vero che vengono esclusi, ma certo! se si fa un live set non si seguono spartiti, si porta tutto un progetto già preparato.. ma è anche vero che ci sono moltissime Band che non ragionano a spartiti ma a orecchio e memoria di un progetto già preparato... Un quartetto d'archi non per forza segue spartiti se la musica è la loro..

Ovvio che io senza un programma o una consolle non potrei fare niente come un chitarrista senza chitarra, ognuno ha bisogno del proprio strumento per esprimersi.. Mixare tracce già pronte non è come suonare una chitarra, è tutta un'altra cosa, ma ad esempio: quando uscì la chitarra elettrica sicuramente ci sarà stato un musicista che suonando l'acustica avrà esclamato: "ma così è tutto più facile!" si è ritrovato a vedere gente che toccando solo una corda il suono gli durava più a lungo.. é lo stesso discorso che fanno i fan del mixaggio in vinile con le nuove tecnologie..

Un'altra cosa che ci tengo a dire è che fare una traccia significa usare e unificare molti strumenti e suoni, è vero! sono controllati da un unico mixer a tanti canali ma bisogna creare 15/20 melodie e ritmi e farli sintonizzare... Non sto assolutamente paragonando ciò a Vivaldi eh! ci mancherebbe altro... ;)

E' vero quel dj non è di fama internazionale ma quotato... purtroppo di fama internazionale ci passano David Guetta o Bob Sinclar, :) che cmq anche solo per sentito dire uno li conosce. Credo!

Credo anche che l'emozione e la pelle d'oca che ci da un concerto non è di certo uguale a quella di una performance live in discoteca!


 23/08/2014 13:58:50
Forzamilan

Forzamilan1101

Studente forse

in risposta a ↑

Opposit, Non che mi importi più di tanto, ma questo Boiler, che mi sembra bravo, è da considerarsi commerciale? E poi cosa ne pensi di Avicii, degli Swedish House Mafia e di Stromae, che mi sono sembrati meglio di Guetta e Bob Sinclair?

 23/08/2014 19:46:36
pjpass

pjpass23265

in risposta a ↑

Beh Opposit, dalla mia risposta hai capito come la penso,

Anche se è formata da una concatenazione di suoni... di ritmi (tanti) e melodie (poche), mi rimane difficile definirla musica. Personalmente, la "tua" musica, la trovo noiosa... piatta e senza espressione Questo perchè, non utilizzando strumenti veri, ma solamente basi registrate e campionature di suoni, non puoi andare oltre che accelerare il tempo, aggiungere o togliere qualche base ritmica, e alzare o abbassare il volume. 

Forse, se ho questa concezione, è solo dovuto al fatto che io, per il fatto che da ragazzo suonavo il basso elettrico e, perciò, fare musica, la concepisco in un solo modo. Non con apparati elettronici, ma con strumenti musicali, appunto.

Quando ho detto che senza mixer e consolle tu non puoi fare nulla, pensavo al classico falò in spiaggia... una chitarra in queste occasioni, esce sempre.

Trovare mixer, consolle, amplificazione e corrente elettrica è un pò più complicato.

Giustamente te, mi parli di evoluzione degli strumenti musicali, ma quando gli strumenti cominciarono a diventare elettrici, il dubbio non era sulla facilità di suonarla, ma era più un discorso sulla purezza del suono, per la chitarra elettrica, e un discorso di espressione quando si parlava di tastiere e sintetizzatori, fino a che non hanno creato le tastiere dinamiche, simili a quelle del pianoforte. L'espressione che riesci a dare a secondo di come fai battere il martelletto sulle corde di un piano, la differenza tra suonare la chitarra con il plettro, o facendo un arpeggio... sono tutte cose che danno un'anima alla canzone, praticamente è la stessa differenza tra il parlare a voce bassa e il sussurrare dolci parole in un orecchio. Spero di essere riuscito a spiegarti il mio pensiero.


P.S.: Bob Sinclair l'ho sentito nominare, ma se ti devo dire se ho sentito qualche suo brano per radio, penso di no (anche perchè io sono sintonizzato unicamente su Virgin Rock Radio e lì non lo passano)
P.P.S.: Su una cosa siamo totalmente d'accordo... le sensazione che ti trasmette un concerto, non ha eguali. 

 23/08/2014 22:37:40
in risposta a ↑

Forzamilan, lui si chiama Ben Klock, La Boiler Room è un evento... e cmq io sono arrabbiato per "artisti" come Guetta perchè si è scoperto che non mixa veramente ma mette un cd registrato e spillla 30 euro alla gente!!! :(


Cmq No non è da considerarsi commerciale... la commercale viene passata in radio, Stomae fa commerciale come Sinclar e Guetta o altri... la techno minimal berlinese difficilmente viene passata in radio, e anche se lo fosse sarebbero webradio dal genere unico.. La commerciale è quella che senti su 105 o altri network di grande portata... Commerciale è Madonna, Lady Gaga, Britney Spears ecc...

 24/08/2014 09:38:21 (modificato)
Forzamilan

Forzamilan1101

Studente forse

in risposta a ↑

Opposit, Ahhhhhhh scusa ma ho visto questo boiler e mi è rimasto in mente:-) :-) Comunque credo di averlo già sentito questo nome e purtroppo ho sentito anche quella faccenda di quel grande "artista" :(

 24/08/2014 10:17:23
in risposta a ↑ Forzamilan, triste verità :(
 24/08/2014 10:38:14
Forzamilan

Forzamilan1101

Studente forse

in risposta a ↑

Opposit, No mi importava tanto era solo per sapere cosa vuol dire più o meno commerciale, anche se può essere capito da chiunque che Klock ha uno stile molto diverso da Guetta. Poi per non parlare di gente come Madonna, Britney Spears, o Miley Cyrus che sono famose solo perché sono considerate trasgressive, ma non sanno cantare e hanno il talento inferiore a uno scaldabagno

 24/08/2014 10:41:40
AlessandroDerekLaiso

AlessandroDerekLaiso3017

Ragioniere, events manager, dj

in risposta a ↑ Forzamilan, dire che "MADONNA non sa cantare e che ha il talento inferiore ad uno scaldabagno e che è diventata famosa solo perché considerata trasgressiva" mi pare una bella e buona BESTEMMIA in quanto ha fatto la storia della musica, assieme a tanti altri artisti dell'epoca. Che poi possa piacere o meno questo è un altro discorso.
 13/10/2014 07:40:09
Costa11oo

Costa11oo416

Studente

La musica elttronica di oggi è da considerarsi tale? Non ha nulla a che vedere con artisti come i Kraftwerk, il gruppo che portò l'elettronica fuori dall ambito accademico, o Jarre, un altro dei grandi del genere. Quella che si considera oggi elettronica non ha nulla in comune con gli artisi citati, è totalmente un altro genere, con riff ripetitivi e assillanti, che, come detto, hanno la funzione esclusiva di far ballare. Oggi come oggi non considererei l'elettronica come vera musica, per il semplice fatto che sarebbe irrispettoso nei confronti dei gruppi che l'hanno fondata, con brani più complessi e costruiti. Ma è solo il mio parere ;)

 23/08/2014 21:44:04
Costa11oo

Costa11oo416

Studente

La musica elttronica di oggi è da considerarsi tale? Non ha nulla a che vedere con artisti come i Kraftwerk, il gruppo che portò l'elettronica fuori dall ambito accademico, o Jarre, un altro dei grandi del genere. Quella che si considera oggi elettronica non ha nulla in comune con gli artisi citati, è totalmente un altro genere, con riff ripetitivi e assillanti, che, come detto, hanno la funzione esclusiva di far ballare. Oggi come oggi non considererei l'elettronica come vera musica, per il semplice fatto che sarebbe irrispettoso nei confronti dei gruppi che l'hanno fondata, con brani più complessi e costruiti. Ma è solo il mio parere ;)

 23/08/2014 21:44:11
Forzamilan

Forzamilan1101

Studente forse

Costa11oo, Io non ne capisco niente ma artisti tipo Avicii o gli SHM mi son sembrati almeno orecchiabili e non mi faccio tanti problemi ad ascoltare questo tipo di canzoni, poi certo i capolavori devono essere molto più che orecchiabili, ma sempre meglio di canzoni tipo Selfie o quella che Sinclair ha fatto con la Carrà o Around the world dei Daft Punk, che qualcuno dice che è un capolavoro, invece per me è da strapparsi le orecchie come le altre 2.

 23/08/2014 21:54:49
Costa11oo

Costa11oo416

Studente

in risposta a ↑

Forzamilan, prendiamo Levels di Avicii: è lo stesso riff mandato a loop per tot minuti. Poi è un riff fighissimo, anch'io la ascolto, mi piace, ma mi deprime il fatto che le persone urlino di gioia per una canzone difatto inconsistente e che non trasmette niente se non la voglia di ballare e i bassi pompati. Comunque non pensare che i capolavori dell elettronica siano di facile Ascoli, anzi il contrario: erano si commerciali ma rispetto il livello accademico.

 23/08/2014 22:09:48
Forzamilan

Forzamilan1101

Studente forse

in risposta a ↑

Costa11oo, Guarda io di elettronica ne capisco pochissimo ma è un genere che mi piacerebbe molto esplorare. Oggi col rap e con il pop credo che sia il genere più diffuso e per questo è naturale che ci sia qualcuno che faccia canzoni senza passione e solo per vendere. Poi secondo me ci sono molte canzoni che sono definite "rock", "pop", "rap" o "elettronica" che andrebbero messe nel genere musica por dove por sta per porcata

 23/08/2014 22:17:44
pjpass

pjpass23265

Costa11oo, la tua risposta mi suggerisce come definire la differenza tra un musicista, che fa musica elettronica e un dj.

Musicisti tipo Kraftwerk, Jean Michel Jarre, Brian Eno, Vangelis. Tangerine Dream e altri, usavano si l'elettronica per fare la loro musica, ma avevano lo scopo finale di mandare un messaggio a chi stava ad ascoltarli.

Un dj, invece, ha l'unico scopo di far ballare chi li ascolta... quindi non ha nulla da dire.


 23/08/2014 23:35:10
Costa11oo

Costa11oo416

Studente

in risposta a ↑

pjpass, concordo pienamente.

 24/08/2014 07:51:47
Costa11oo

Costa11oo416

Studente

in risposta a ↑

Forzamilan, allora ti consiglio di ascoltare Oxigen di Jarre, forse il suo miglior album, e Radio-Activity dei Kraftwerk, sono due dischi veramente stupendi.

 24/08/2014 07:57:03
in risposta a ↑ pjpass, Jarre fa LiveSet con computer e drum machine, Bravissimo eh! ma lo fanno anche Apparat, Kalkbrenner ecc.. l'unica differenza è lo stile musicale. Io credo sià sbagliato dire che un'artista che fa "Solo Ballare" non trasmetta come l'artista da ascolto... Da una parte uno deve rimanere ad ascoltare e dall'altra uno deve rimanere a ballare... Se parliamo dei Daft Punk in Live 1997, quando erano sù per giù sintonizzati sullo stile dei Kraft in elettronica "strumentale", Loro tendevano a  far ballare più che all'ascolto, i suoni non erano piatti e ripetitivi ma facevano ballare...Oggi giorno Kalkbrenner fa LiveSet con Computer software e a me sinceramente trasmette un sacco e il messaggio ce lo "sento" attraverso lo stato d'animo che provo..
 24/08/2014 09:59:50
pjpass

pjpass23265

in risposta a ↑

Opposit, non posso che essere d'accordo con te.

Facevo un discorso in generale... come c'è sicuramente qualche dj che mette qualche "messaggio" in quello che fa, ci sono sicuramente musicisti "tradizionali", che cantano e suonano, ma nei loro contenuti non c'è assolutamente nulla.

 24/08/2014 10:28:39
Costa11oo, Dipende di quale genere parli, c'è chi fa musica elettronica anche complessa al di fuori del "commerciale".
 29/08/2014 20:32:29
lucalanari

lucalanari1103

SysAdmin et al.

non è l'unico genere che mi piace ma l'adoro! minimal, goa, psy-trance, progressive...
 23/08/2014 22:30:49

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader