MileFil

MileFil324

In cerca

Femminismo. Cosa ne sapete? Quanto ne sapete? Che opinione ne avete?

Ovviamente mi rivolgo a chiunque, con qualunque orientamento sessuale. 

ps. Per la mia esperienza, studiare la storia dei femminismi e adottare una prospettiva femminista tendenzialmente libertaria, e' stata una immensa e impagabile avventura e scoperta.  

 14/08/2014 13:17:20
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
164 commenti
Questo utente si è disattivato
Penso che oggi come oggi abbia perso il suo significato originario diventando sempre di più sinonimo di intolleranza, fanatismo e misandria (movimento Femen docet) . Nulla a che vedere, quindi, con le battaglie femministe del XIX e del XX secolo in cui le donne di tutto il mondo si battevano per la parità dei diritti civili.
 14/08/2014 20:53:44
utente anonimo

Anonimo

La parità uomo donna c'è ma è solo sulla carta, cioè sono diritti acquisiti che però la società a fatica a assimilare.

Del femminismo so molto perché in famiglia c'è chi lo ha vissuto in prima persona. Allora sono state lotte vere e sacrosante che hanno portato, almeno per quanto riguarda l'Italia a traguardi importanti: divorzio, modifica del  diritto di famiglia, contraccezione e aborto, abolizione del delitto d'onore e del matrimonio riparatore, legge sulla violenza sessuale, parità sul posto di lavoro.

Attualmente sembra ci sia un ritorno al passato, con femminicidi, pubblicità sessista, tentativi di revisione della legge sull'interruzione volontaria della gravidanza e discussione sul ruolo della donna in generale. Il termine femminismo ha ormai assunto una valenza negativa (così almeno vorrebbero i detrattori delle lotte di uguaglianza delle donne) ma credo che purtroppo sia ancora molto attuale. Finchè ci sarà necessità di celebrare la giornata della donna l'8 marzo vorrà dire che la donna dovrà ancora lottare per raggiungere la piena parità non solo giuridica ma anche sociale che le spetta

 

 14/08/2014 21:30:22
liala23

liala23581

Appassionata della vita

Anonimo, è per questo che non bisogna continuare a parlare di femminismo e di diritti delle donne, primo fra tutti il rispetto. Leggete il libro "Il web che odia le donne" e saprete di una nuova modalità di comunicazione di frange del maschilismo più bieco, l'odio sul web per le donne,  gruppi chiusi sui social che inneggiano allo stupro, l'antiabortismo  non tanto per amore dei bambini ma come strumento di controllo. Insomma ci sono in giro uomini giovani i detti INCELL che inneggiano contro le donne   

 22/11/2019 11:43:35
ticonzero

ticonzero49408

Fantasma [ tra non molto ]

Lo ho vissuto per intero quel bel periodo [ ho 70 anni ] e, tranne alcune esagerazioni, era un periodo bellissimo e pieno di entusiasmi e di fervore di rinnovamento.

E tutto ciò è anche servito a delineare l'attuale presente, anche se avrei preferito in modo maggiormente 'incidente'.... 

 15/08/2014 16:14:52
ilgidede

ilgidede5797

Studente

Il femminismo è di per se come il maschilismo. La figura della femminista media però è comica, molto più rispetto a quella dell' uomo maschilista. Pensateci, le femministe ad oggi, nel nostro contesto sociale, di che cosa si possono lamentare? Si, molte cose, ma non per il fatto di essere donna ed in qualche modo essere "svantaggiata" da questo. Pensate ad altri paesi in cui puoi essere venduta, schiavizzata ,lapidata, condannata a morte, ecc. ed essendo donna hai in automatico meno diritti. Ecco, pensate ad un contesto del genere, vi siete mai chiesti perché le femen (e simili) vanno a protestare nude nelle varie Parigi, Mosca, Berlino, ma non vanno mai dove c'è realmente bisogno di loro?

liala23

liala23581

Appassionata della vita

ilgidede, le Femen sono delle esibizioniste, certo le rivendicazioni possono essere utili ma la modalità secondo me non è rispettosa del genere femminile, le loro trovate non mi piacciono  e lo dico da donna. Ma questo non vuol dire che non ci siano ancora cose per cui parlare di diritti delle donne: femminicidio, non vengono uccise perché donne? l'odio sul web, l'attacco alla legge sull'aborto, la mancanza di servizi efficienti per le madri che devono tornare a lavorare dopo la maternità. E tanto altro.

 22/11/2019 11:49:54
Tatyana

Tatyana113601

Artista inseguitrice di sogni

Volevo scrivere un post simile oggi, dopo uno scambio di opinioni piuttosto fastidioso. Vedo che però ha riscosso poco interesse.

Personalmente ritengo ci sia una grande ignoranza sul femminismo.  E' un movimento di rivendicazione dei diritti economici, civili e politici delle donne; in senso più generale, insieme delle teorie che criticano la condizione tradizionale della donna e propongono nuove relazioni tra i generi nella sfera privata e una diversa collocazione sociale in quella pubblica.

L'obbiettivo del movimento femminista non è altro che la parità tra i due sessi, non la suplemazia della donna come molti pensano. Una femminista non ha come unico obbiettivo la "castrazione" dell'uomo o odia follemente l'uomo per una sorta di invidia del pene. Questo genere di ignoranza mi ha sempre irritata. Solo perchè voglio essere considerata come un uomo non significa che odio gli uomini, è molto diverso...

 23/09/2015 09:47:08
donatella

donatella210898

ex traghettatrice di Quaggers

Tatyana, brava. Si utilizza il termine in maniera offensiva, se ne parla in maniera sbagliata e con una serie di luoghi comuni che finiscono per distorcere la realtà. Brava, brava, brava.

 23/09/2015 10:05:12

Tatyana, Penso che tu ti stia riferendo a me, allora ti riposto il commento che smonta le tue favolette

Perfino Emma Watson (ambasciatrice onu del movimento HeforShe) ha dovuto ammettere che esiste un movimento femminista che odia gli uomini e che questo movimento deve cessare (per la cronaca il sito è robadadonne mica un sito maschilista)

Poi che il femminismo sia una delle parole più odiate lo dice anche il Time, tanto che è stato costretto a censurare un suo sondaggio per evitare ripercussioni politiche.

Perfino le donne stesse iniziano a sentire stretto il "femminismo moderno"

Poi le nuove battaglie del femminismo sono tutte un programma, si va dalla lotta agli uomini che siedono scomposti in metropolitana o al fatto che l'omosessualità maschile è un attacco alla donna.

Poi quando la propaganda femminara manca di argomenti semplicemente se li inventa e se un poveraccio ci va di mezzo per quindici anni chi se ne frega, è un uomo: deve pagare.

E anche quando c'è la certezza dell'innocenza degli accusati le femministe (qui puoi leggere un altro articolo) se ne fregano e continuano per la loro strada, ormai ebbre del potere dell'ignoranza

Ti irrito? Bene è questo il mio scopo, se devo scegliere tra le tue favolette e la realtà, mi spiace per te e per le tue comari, ma ne uscite sempre sconfitte

P.s ti do un consiglio, per evitare brutte figure, magari i link aprili e leggili. Eviterai di parlare di cose che non conosci affatto

 23/09/2015 23:18:05
Filmmaker

Filmmaker546

Filmmaker, VisualFX artist e autore

in risposta a ↑

Caos_and_logic, apprezzo molto il tuo commento...aggiungi pure Erin Pizzey alla listadelle tue fonti. Una grande donna che si è battuta per difendere le vittime di violenza in famiglia.


Quando si è resa conto che la violenza femminile era tanta quanta quella maschile l'ha detto (dati alla mano) e le femministe della zona l'hanno minacciata di morte, al punto da costringerla da costringere la polizia a metterla sotto protezione..

 04/01/2016 15:26:39
Filmmaker

Filmmaker546

Filmmaker, VisualFX artist e autore

Tatyana, Ti cito direttamente: "Una femminista non ha come unico l'obiettivo la castrazione dell'uomo".. Detta così sembra che questo non è l'unico obiettivo, ma è certamente un obiettivo delle femministe..


Lapsus freudiano? 

 04/01/2016 15:32:29
Tatyana

Tatyana113601

Artista inseguitrice di sogni

in risposta a ↑

Filmmaker, non è un lapsus. Quando scrissi questo post avevo avuto uno spiacevole scambio di battute con caos and logic e stavo citando lui.

 04/01/2016 16:07:05
Filmmaker

Filmmaker546

Filmmaker, VisualFX artist e autore

in risposta a ↑

Tatyana, quindi la mia impressione è giusta? 

intendevi proprio dire che la "castrazione dell'uomo" è un obiettivo femminista? O.o

 04/01/2016 17:08:33
Tatyana

Tatyana113601

Artista inseguitrice di sogni

in risposta a ↑

Filmmaker, non io, era Caos and Logic a sostenerlo e confesso che averlo scritto nel mio commento era il modo per fargli un po' il verso. Non molto carino da parte mia.

Se leggi il mio commento è l'esatto opposto quello che scrivo. Parlo di parità  uguaglianza non di supremazia. Ora non ricordo in quale post discutemmo per farti leggere da dove ho preso quella frase.

 04/01/2016 17:17:18
Filmmaker

Filmmaker546

Filmmaker, VisualFX artist e autore

in risposta a ↑

Tatyana, ho capito, sono contento di aver male interpretato il tuo post.


Detto questo, non ti sembra che un movimento che promuova l'eguaglianza, non dovrebbe avere un nome che richiami una parte sola?

 04/01/2016 17:46:47
Tatyana

Tatyana113601

Artista inseguitrice di sogni

in risposta a ↑

Filmmaker, considera che le femministe si muovevano in una società che non dava loro diritti. Gli uomini, in un certo senso, avevano già tutti per cui non aveva senso dare un nome che valesse anche per loro. Il loro scopo era rivalutare la figura della donna, quindi perchè non dare un nome che focalizzasse l'attenzione sul loro scopo? Il problema è che molto spesso si usa la parola femminismo in modo sbagliato. 

L'obbiettivo finale non è mai stato prevaricare ma l'uguaglianza.

 04/01/2016 18:09:42
Filmmaker

Filmmaker546

Filmmaker, VisualFX artist e autore

in risposta a ↑

Tatyana, sono daccordo che in passato quelle persone si muovevano nell'ambiente che descrivi, oggi invece non è più così (per lo meno non nel mondo occidentale).


Per questo secondo me non ha più senso chiamare nulla femminismo, perché è diventato un nome fuori luogo e fuorviante (e non sto nemmeno a contare le larghe sacche di intolleranza e misandria che ha sviluppato al suo interno).

 04/01/2016 20:23:56
Tatyana

Tatyana113601

Artista inseguitrice di sogni

in risposta a ↑

Filmmaker, però definendo altri movimenti con il nome di femminismo stravolgi quello che era il suo significato originario. E comunque credimi, non siamo ancora così evoluti da dover rinunciare a un movimento come il femminismo. 

 04/01/2016 20:28:10
Filmmaker

Filmmaker546

Filmmaker, VisualFX artist e autore

in risposta a ↑

Tatyana, non so se questo è un complimento o meno, ma ti invito a notare il modo elegante, misurato e argomentato con cui tu mi hai risposto. Posso dirti per esperienza che queste sono caratteristiche del tutto assenti dalla quasi totalità di persone che si definiscono femministe.


Praticamente sempre ci si trova di fronte a slogan vuoti, circolari e stupidi e a donnette che iniziano a fare le vittime perché osi mettere in dubbio quello che dicono loro.


La quasi totalità, con minuscole eccezioni, di idee che vengono chiamate "femministe" sono in mia esperienza tutto meno che evolute, semmai il contrario. 


Secondo me quello che tu chiami "lo spirito originario" è sparito da tempo, o per lo meno è una minuscola minoranza.

 04/01/2016 21:46:47
Tatyana

Tatyana113601

Artista inseguitrice di sogni

in risposta a ↑

Filmmaker, io mi definisco una femminista. Non mi piacciono gli slogan o le frasi fatte, anzi in genere le detesto proprio perchè stereotipate. 

Non mi interessa essere superiore ad un uomo, ma voglio essere uguale. A parte tutte le cose serie che potrei dire alla fine sono superficiale. Voglio poter giocare a calcio e sbucciarmi le ginocchia, praticare la boxe e bere il sabato sera finchè le gambe reggono, fare sesso con chi mi pare senza dovermi sentire in colpa, essere chiassosa ed eccessiva senza essere additata... e ovviamente tutto questo con una minigonna o un tutù e senza che mi si sbavi il rossetto. Ci tengo alla mia femminilità.

Alla fine, in soldoni, l'essenza del femminismo è questa. Al dì là della legislatura e simili è superare i pregiudizi e stereotipi. C'è ancora parecchia strada da fare.

 04/01/2016 21:58:13
Filmmaker

Filmmaker546

Filmmaker, VisualFX artist e autore

in risposta a ↑

Tatyana, le persone che si esprimono come te hanno il mio supporto. Quello che intendevo è che mi pare siate una minuscola minoranza.

 04/01/2016 22:02:10
Tatyana

Tatyana113601

Artista inseguitrice di sogni

in risposta a ↑

Filmmaker, lo prendo come un complimento.

 04/01/2016 22:04:12

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader